BANDO PER IL SERVIZIO CIVILE. LE ISTANZE VANNO PRESENTATE ENTRO IL PROSSIMO 16 APRILE

BANDO PER IL SERVIZIO CIVILE. LE ISTANZE VANNO PRESENTATE ENTRO IL PROSSIMO 16 APRILE In evidenza

E' uscito il Bando 2015 per la selezione di giovani volontari da impiegare in progetti di servizio civile in Sicilia. 1600 i posti disponibili in Sicilia. L'associazione Penelope propone nell'ambito di questo bando il progetto "Il vecchio e il bambino" che impiegherà 24 giovani di età compresa fra i 18 e i 28 anni presso le sue sedi operative di S. Teresa di Riva (centro il Picchio - n. 8 posti); Giardini Naxos (comunità di accoglienza La Cura - n. 4 posti); Francavilla di Sicilia (centro Lilliput - n. 4 posti) e presso i servizi sociali del Comune di Gaggi (n. 8 posti). Le attività previste sono quelle relative alla presa in carico, sostegno, accoglienza e animazione sociale nei confronti di minori e adulti in situazione di fragilità sociale. Attività che l'associazione gestisce da anni sul territorio e per le quali è richiesta più che una formazione specifica, un'apposita propensione e volontà al confronto, alla tolleranza e al rispetto del diritto all'autodeterminazione per tutti. La scadenza delle domande è fissata per il giorno 16 aprile 2015 alle ore 14.00. Le domande possono essere presentate brevi manu, via raccomandata a/r o PEC. Non fa fede il timbro postale. E' possibile visionare il progetto e scaricare lo schema di domanda e il relativo allegato collegandosi al sito internet dell'associazione www.associazionepenelope.it. Le domande vanno inviate a: associazione Penelope. Coordinamento solidarietà sociale via Villamena 18 98030 Gaggi (ME) 

PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per informazioni ci si può rivolgere al n. 0942.550058 o scrivere all'email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

000
Letto 3751 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA. ANNULLATO BANDO DI GARA AFFIDAMENTO SERVIZIO RISCOSSIONE ENTRATE COMUNALI. COMPOSTO: “ UN BANDO CON TROPPE OMBRE E POCHE LUCI”

    Dopo le polemiche e l’ordine del giorno urgente presentato dai consiglieri di minoranza e dopo diverse richieste di chiarimenti giunte all’ente l’amministrazione comunale taorminese ha dovuto procedere all’annullamento  in autotutela della Determina Dirigenziale nr. 52 del 29.10.2015 avente ad oggetto: “Affidamento del servizio di accertamento e riscossione delle entrate comunali e del servizio di recupero coattivo e stragiudiziale dei crediti tributari ed extratributari dell’Ente - Approvazione del capitolato d’appalto - Indizione della gara, determinazione delle modalità di gara ed approvazione dello schema di bando e di disciplinare di gara”.

     Che in quel bando ci fossero più ombre che luci lo avevano evidenziato i consiglieri di minoranza che nel corso dell’ultimo consiglio comunale avevano presentato un ordine del giorno urgente evidenziando  diverse irregolarità presenti nel bando e chiedendo alla luce di quelle irregolarità l’annullamento del bado di gara, adottato secondo la minoranza in violazione di legge per diversi motivi. Innanzitutto : non viene attribuito a ciascuno dei 13 sub-criteri la relativa ponderazione, in contrasto con la previsione normativa dell’articolo. 83 del D.Lgs 163/2006; la richiesta illogica e preclusiva del possesso di un ufficio nel territorio della regione Sicilia è gravemente limitativa della libera concorrenza ponendosi in tal modo in aperto e illegittimo contrasto con quanto prescritto comma 1 dell’articolo 2 del D. Lgs  163/2006; la richiesta, pena l’esclusione dalla gara di avere in organico due dipendenti per il supporto informatico è preclusiva e ingiustificata in relazione alla tipicità del servizio di riscossione richiesto e pertanto contra legem ; Illogico e discriminatoria è inoltre l’obbligo, sempre pena l’esclusione dalla gara, del possesso di uno specifico titolo di studio per l’assolvimento di una attività che può essere svolta anche in base a specifici diplomi della durata quinquennale.

     Sotto accusa anche la base d’asta valutata non conveniente in quanto eccessivamente onerosa per l’Amministrazione comunale poiché fissata dal bando di gara nel 25% oltre Iva delle somme riscosse relativamente alle entrate derivanti dalla riscossione degli accertamenti comprensivi di sanzioni ed interessi delle entrate oggetto della gara. Onerosità  che veniva ulteriormente accentuata se ad essa si aggiunge, come di legge, l’onere dell’Iva quantificato nel 22% che porterebbe la base d’asta, comprensiva d’Iva, al 30,50% a carico del Comune e pertanto con una evidente violazione della previsione contenuta nel comma 1 dell’articolo 2 del D. Lgs  163/2006 relativamente alla tutela del principio di economicità dei bandi di gara.

     “ L’annullamento del bando di gara, commenta il consigliere Pinuccio Composto, è la dimostrazione che avevamo ragione.  In quel bando c’erano più ombre che luci come dimostrano le numerose richieste di chiarimenti da parte di ditte interessate arrivate al comune. Pensiamo, afferma Composto, di aver fatto una cosa buona, di aver tutelato gli interessi dei nostri cittadini ed imprenditori in un momento molto difficile per la città di Taormina. Resta il rammarico, conclude Composto, di non essere invece riusciti a fare cambiare idea all’amministrazione in merito alla Tari. In consiglio purtroppo, conclude Composto, i numeri della maggioranza hanno decretato l’aumento di oltre il 50% sulla bolletta rispetto allo scorso anno in cambio di un servizio che rimane pessimo.”

  • FRANCAVILLA DI SICILIA. INIZIANO I LAVORI PER RICOSTRUIRE IL CENTRO LILLIPUT

    E’ trascorso quasi un anno da quando un incendio doloso ha distrutto i locali del Centro Lilliput di Francavilla di Sicilia che ospitano la mensa sociale promossa e gestita dall'associazione Penelope con il contributo del Comune di Francavilla di Sicilia. I locali, siti in via Liguria, la notte tra il 12 e il 13 febbraio dello scorso anno venivano avvolti dalle fiamme e danneggiati costringendo l’associazione Penelope a bloccare per la prima volta dopo oltre 10 anni tutte le attività connesse al centro, dal segretariato sociale e inserimento lavorativo per italiani e stranieri in situazione di bisogno, allo sportello per il microcredito familiare alla mensa sociale che funzionava tutti i giorni (festivi compresi) con la fornitura dei pasti principali (pranzo e cena) a 23 utenti adulti segnalati dall'ufficio di servizio sociale del Comune di Francavilla di Sicilia.
    Un atto vile che ha ferito al cuore la comunità di Francavilla di Sicilia e i tanti utenti del centro.
    Oggi però finalmente il centro Lilliput ricominciare a vedere la luce. Sono infatti iniziati i lavori di ripristino dei locali grazie ai tanti cittadini solidali della Valle Alcantara che, partecipando al sorteggio di beneficienza promosso dall'associazione Penelope, hanno permesso l'acquisto dei materiali necessari.
    “Chiediamo a tutti, è l’appello del Presidente dell’associazione Penelope Giuseppe Bucalo, un ultimo decisivo sforzo per portare a termine questa impresa di solidarietà dal basso e permettere di saldare i debiti e coprire le ultime spese per provare a riattivare la mensa prima di Natale. Facciamoci questo regalo. Aggiungiamo un posto a tavola.”

  • TAORMINA. DISTRETTO SOCIO SANITARIO D32. PARTE IL PRIMO CORSO FORMATIVO CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

    Ha preso il via martedì 10 novembre il primo corso formativo di base contro la violenza di genere e per la costruzione di rete di relazioni sul territorio del distretto socio-sanitario D32 di Taormina. Il Corso è promosso da Evaluna onlus nell'ambito delle attività formative finanziate dall'Osservatorio Regionale contro la violenza di genere e ha il patrocinio dell’Ordine Regionale degli Assistenti Sociali (con riconoscimento dei relativi crediti formativi).

    Il programma prevede seminari in due edizioni territoriali (uno a Gaggi per l'area dell'Alcantara; l'altro a S. Alessio per l'area dell'Agrò) e un approfondimento del codice bianco rosa presso l'Ospedale Sirina di Taormina.

    Il prossimo incontro è fissato per giovedì 19 novembre 2015 ore 15.00/19.00 presso l'Aula Consiliare del Comune di S. Alessio Siculo

    La dr.ssa Concetta Restuccia (Presidente Evaluna onlus) presenterà il centro e la rete antiviolenza distrettuale "Generosa", esperienza pilota sul territorio provinciale per il contrasto alla violenza di genere.

    Di seguito il programma definitivo del I° corso formativo di base sulla violenza di genere e la costruzione di reti di relazione, promosso da Evaluna onlu:

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI