A18 AUTOSTRADA ME/CT – AVVIATI ALTRI LAVORI TRA  LA BARRIERA MESSINA/TREMESTIERI E LO SVINCOLO DI TAORMINA. IMMINENTE RIAPERTURA DELLA GALLERIA SANT’ALESSIO

A18 AUTOSTRADA ME/CT – AVVIATI ALTRI LAVORI TRA LA BARRIERA MESSINA/TREMESTIERI E LO SVINCOLO DI TAORMINA. IMMINENTE RIAPERTURA DELLA GALLERIA SANT’ALESSIO In evidenza

Il Direttore Generale ing. Leonardo Santoro - a conclusione di un briefing con i tecnici del consorzio sullo stato dei lavori portati a compimento nelle autostrade Messina Palermo, Messina Catania e Cassibile Rosolini, di quelli in corso d’opera ed in programmazione - ha disposto l’immediato avvio di alcuni interventi da eseguire nella Messina-Catania e, specificatamente, in entrambe le direzioni di marcia tra la Barriera Messina/Tremestieri e lo svincolo di Taormina.

Tutti gli interventi saranno eseguiti in presenza di traffico, in orario diurno che notturno.

Di seguito la tipologia :

  • ripristino di tratti saltuari di pavimentazione. Ditta esecutrice SCR srl di San Leone (AG). Fine lavori 13 aprile 2018.
  • sostituzione delle barriere incidentate. Ditta esecutrice Consorzio Stabile Grandi Opere di Caserta. Fine lavori 1 giugno 2018.
  • rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale. Ditta esecutrice Intercontinentale srl di Messina. Fine lavori 1 giugno 2018.

Per eseguire tutti gli interventi sarà necessario parzializzare la carreggiata chiudendo, di volta in volta, la corsia di emergenza, marcia e sorpasso. Viabilità con limite di velocità di 60 km/h e divieto di sorpasso. Negli svincoli il limite scende a 40 km/h.

In loco apposita cartellonistica con indicazione lavori e deviazioni.

 

Sono lavori necessari per la messa in sicurezza della tratta – HA SOTTOLINEATO IL DIRETTORE GENERALE ING. LEONARDO SANTORO – e vogliamo approfittare del bel tempo per realizzarli. Una scommessa per liberare nel periodo estivo il maggior numero di cantieri, dando una diversa visibilità alla Messina Catania. Infine, per quanto riguarda la Galleria Sant’Alessio ho sollecitato la direzione lavori e l’impresa appaltatrice a concludere tutte le procedure atte a consentire la imminente riapertura in sicurezza della stessa Galleria.

000
Letto 164 volte

Articoli correlati (da tag)

  • LETOJANNI. ULTIMO ADEMPIMENTO PRIMA DELL’APPALTO PER LA FRANA SU A18. IL CAS CHIEDE LA PROCEDURA DI VERIFICA DELLA PROGETTAZIONE.

    Il Direttore Generale Ing. Leonardo Santoro ha ufficialmente chiesto al Provveditorato OO.PP. della Sicilia e della Calabria di avviare la procedura di verifica del progetto (di livello esecutivo) della Frana di Letojanni in modo che in tempi celeri si possa pervenire all’avvio della gara di appalto di pertinenza del Dipartimento della Protezione Civile.

    Per tale <validazione> in data 5 luglio è stato sottoscritta una apposita convenzione tra CAS e Provveditorato alle OO.PP. ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs 50/2016, che disciplina la materia e ne indica i soggetti abilitati ad eseguirla.

    La <verifica e la validazione> sono finalizzate ad accertare la conformità delle soluzioni progettuali prescelte, nella ricostruzione dei luoghi della frana di Letojanni, alle specifiche disposizioni funzionali, prestazionali, normative e tecniche nonché di verificare la conformità del progetto esecutivo/definitivo rispetto a quello definitivo/di fattibilità.

    L’art. 15 della L.241/1990 concede la possibilità agli enti pubblici di accordi di collaborazione per il perseguimento di interessi collettivi come, nella fattispecie, risulta essere la progettazione di eliminazione della frana e della messa in sicurezza del costone e della intera area.

    Ora spetta al Provveditorato OO.PP. verificare dal punto di vista tecnico ed amministrativo tutti i varii elaborati che compongono la progettazione della ricostruzione dei luoghi della frana. Ed in tal senso è stato individuato un apposito qualificato gruppo di verifica composto da funzionari tecnici ed amministrativi. 

    Finalmente siamo alle ultime battute – ha sottolineato il Direttore Generale – Entro 60 giorni conosceremo le risultanze della validazione. Subito dopo la Protezione Civile potrà avviare la procedura di appalto.

  • LETOJANNI. ULTERIORE PASSO IN AVANTI PER LA ELIMINAZIONE DELLA FRANA

    La Conferenza dei Servizi indetta dal Provveditorato OO.PP. per la Sicilia e la Calabria ha – oggi - approvato il progetto di ricostruzione dei luoghi con eliminazione della Frana di Letojanni. La Conferenza si è fatta carico anche delle raccomandazioni del Sindaco di Letojanni per quanto riguarda l’area urbanistica a ridosso della stessa frana.

    Sulla base di tale ulteriore avanzamento delle procedure, entro la prima metà di luglio dovrebbe essere espresso il parere di verifica del Provveditorato alle OO.PP., a seguire le procedure degli atti di gara, quindi il cronoprogramma degli interventi operativi.

    Una tappa importante per potere ristabilire la viabilità nella intera Messina-Catania eliminando l’ultima delle deviazioni rimaste dopo che stata riaperta alla circolazione anche la Galleria Sant’Alessio, chiusa per oltre un anno per lavori di messa in sicurezza.

    La viabilità della A18 è stata una delle grandi questioni attenzionate dal Presidente Musumeci fin dal suo insediamento chiedendo il massimo impegno per i lavori ed una loro sollecita conclusione.  

    <Sono lieto di questa decisione> ha sottolineato l’Assessore Falcone, che ha seguito passo dopo passo tutta la fase di rilancio del CAS per uscire dalle criticità gestionali.

    Su questo obiettivo anche il Direttore Generale delle Autostrade e Trafori Cinelli che nel recentissimo incontro operativo al Ministero delle Infrastrutture – presenti l’intero team alla guida del Consorzio la Presidente Trombino con il Vice Presidente Siragusa ed il DG Santoro - ha condiviso il fitto e concreto piano dei lavori predisposto di recente dal CAS per eliminare le criticità di questi anni mettendo in sicurezza l’intera rete autostradale.

     

  • Frana di Letojanni . Rilasciato il nulla osta del Corpo Forestale della Regione Siciliana al progetto di messa in sicurezza dell’area sottoposta a vincolo idrogeologico

    L’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Messina, con provvedimento prot. 43324 del 2 maggio 2018 a firma del responsabile provinciale Dott. Antonino Lo Dico, ha rilasciato il <Nulla Osta> di competenza del Comando del Corpo Forestale sui lavori da eseguire nell’area sottoposta a tutela idrogeologica (Piano Stralcio di Bacino per l’Assetto Idrogeologico P.A.I., dissesto codice 097-5LT-060 e stabilità geomorfologica a livelli di pericolosità/rischio elevato/molto elevato) secondo il progetto predisposto dall’Ing. Carmelo Marino e la relazione geologica del Dott. Geol. Giuseppe La Spina.

    La decisione è stata adottata in riferimento alla Conferenza dei Servizi dello scorso 15 marzo.

    Il <Nulla Osta> dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste comporta l’attuazione delle opere progettuali, la realizzazione delle opere di captazione, coinvolgimento e smaltimento delle acque di deflusso superficiale e di smaltimento delle acque di infiltrazione, il trasferimento del materiale terroso proveniente da escavazioni in discarica autorizzata o riutilizzandolo secondo specifiche norme, lo stesso per il materiale da demolizione di eventuali fabbricati e/o corpo stradale  in discarica e/o impianto di recupero di materiali.

     

    “ Un altro positivo tassello si aggiunge – sottolinea il Direttore Generale Ing. Leonardo Santoro – all’acquisizione di tutti i pareri necessari per l’approvazione definitiva dell’intervento.”

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI