AL CONVEGNO “I COSTI DELLA SANITÀ ECONOMIE E DIRITTI”  PRESENTATA LA NUOVA CERTIFICAZIONE DEGLI IMMOBILI

AL CONVEGNO “I COSTI DELLA SANITÀ ECONOMIE E DIRITTI” PRESENTATA LA NUOVA CERTIFICAZIONE DEGLI IMMOBILI

Un nuovo sistema di certificazione degli immobili che garantisce un acquisto sicuro. La novità presentata oggi nell’area allestita da Italcase in occasione del convegno “I costi della Sanità Economie e Diritti”, organizzato nell’Aula Magna dell’Università di Messina, ha attirato l’attenzione di tantissime persone che hanno voluto conoscere nel dettaglio i particolari dell’innovativo sistema Italcase. Il gruppo immobiliare Italcase Network, infatti, anche quest’anno è stato presente come sponsor all’incontro promosso dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Messina con la collaborazione del Club Kiwanis Peloro, presieduto da Umberto Giuffrè, e dell’ateneo messinese. Chairman del convegno Tonino Brancato. Numerosi i partecipanti che hanno ascoltato con interesse gli interventi di Pietro Navarra (Rettore dell’Università di Messina), Enrico Spicuzza (Presidente dell’Ordine dei Commercialisti), Emanuele Scribano (Prorettore Vicario dell’Università), Giacomo Caudo (Presidente dell’Ordine dei Medici), Gaetano Sirna (Direttore Generale dell’Asp), Domenico Moncada (Direttore Amministrativo dell’Azienda Papardo-Piemonte), Francesco Mangano (Presidente Regionale di Federfarma Sicilia), Giuseppe Laganga (Direttore Amministrativo del Policlinico Universitario di Messina).

A margine del convegno Italcase ha presentato il nuovo sistema di certificazione degli immobili "Italcase Approved". Attestazione che garantisce un acquisto sicuro che tutela l’acquirente.

«Il gruppo immobiliare Italcase Network – spiega il presidente Giuseppe Giuliano - sempre attento alle tematiche che riguardano i cittadini, ha voluto ancora una volta offrire il suo contributo all’organizzazione del convegno dove si è discusso delle strategie utili ad incidere sul miglioramento della qualità del servizio sanitario, con particolare attenzione alla figura del cittadino-utente. Proprio come facciamo noi quando svolgiamo il nostro ruolo di intermediari».

000
Letto 6352 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Polizia Municipale, la Cisl Fp scrive al sindaco: «Il Corpo necessita di una programmazione complessiva. Si convochi un tavolo di concertazione».

    «Il Corpo di Polizia Municipale necessita di una seria programmazione per uscire da un lunghissimo periodo di precarietà gestionale». Ad affermarlo è la Cisl Fp attraverso le RSU aziendali della Polizia Municipale, Santi Prestipino Giarritta e Pancrazio Puglia, insieme al referente aziendale del Comune di Messina Alfredo Mobilia che, con una lettera inviata al sindaco Cateno De Luca, hanno chiesto la convocazione di un tavolo di concertazione che veda protagonisti le Organizzazioni sindacali, la dirigenza della Polizia Municipale e l'Amministrazione Comunale.

    La Cisl Fp ha voluto evidenziare le gravi carenze strutturali ed organizzative della Polizia Municipale e la mancanza di dispositivi di protezione individuale per un Corpo chiamato a gestire il proprio servizio, in prima linea ed in un contesto complesso come quello della crisi epidemica che sta mettendo a dura prova tutti gli agenti sia in termini di impegno che per i rischi connessi.

    «Bisogna programmare subito il Piano del Fabbisogno del Personale per il triennio 2021/23 – affermano Mobilia, Prestipino Giarritta e Puglia – prevedendo il completamento delle procedure di stabilizzazione degli ex precari con l’attribuzione del full time, l'assunzione degli idonei del concorso a tempo determinato, il rinnovo dei contratti dei vincitori fino alla durata massima prevista ovvero i 36 mesi e la selezione interna per rimpinguare il profilo di Ufficiale di Polizia Giudiziaria, indispensabile per una corretta e legale gestione delle attività di Polizia Municipale».

    Attenzione, chiede la Cisl Funzione Pubblica, anche per l'iter d'approvazione del Piano Triennale delle assunzioni 2020/23 sul tavolo di valutazione della commissione ministeriale. «Bisogna fornire in maniera compiuta tutta la documentazione richiesta per poter procedere con celerità all'assunzione a tempo indeterminato dei 15 agenti ex Opcm e si proceda all'assunzione di due agenti in sostituzione di coloro che non hanno firmato il contratto di lavoro lo scorso tredici agosto».

    Il sindacato, inoltre, sollecita la richiesta al Prefetto affinché venga assegnata la qualifica di ausiliari di Pubblica Sicurezza ai 46 nuovi assunti, «per consentire un più proficuo utilizzo del suddetto personale nella totalità dei servizi d'istituto».

    La Cisl Funzione Pubblica, infine, invita il sindaco a programmare una «nuova stagione di investimenti economici per consentire a tutti i lavoratori di poter indossare divise consone al ruolo rivestito e di poter utilizzare apparati radio e tecnologia al passo con i tempi».

    Le dichiarazioni del referente aziendale del Comune di Messina Alfredo Mobilia

  • Taormina Arte. L’argomento al centro delle polemiche a Messina. Currò (FdI): “Il consiglio comunale proponga delibera per restare”

    “Esistono degli strumenti che consentono all’assise municipale di non dover rimanere inerme mentre si compie un destino voluto dall’amministrazione e bocciato dal Consiglio Comunale. Mi chiedo perché nessuno dei consiglieri abbia, sino ad ora, ritenuto di proporre un atto di delibera dal quale consegua la permanenza di Messina nella Fondazione TaoARTE.”

    Ad affermarlo è Pasquale Currò, Coordinatore FDI della Città Metropolitana di Messina.

    “La soluzione, afferma Currò, potrebbe essere, per l’appunto, una proposta con quale si intenda destinare un bene immobiliare alla fondazione. Questo, del resto, è il requisito per farne parte: un bene immobile da inserire nel patrimonio. Il consiglio può essere propositivo in tal senso. È nelle sue facoltà.

    Fratelli d’Italia, prosegue, non è forza rappresentata in quell’aula ma non per questo resta alla finestra a guardare inerme. Stiamo facendo il possibile per scongiurare qualcosa che riteniamo sarebbe dannoso per il nostro territorio. I consiglieri che intendano operare in direzione di una pronta e radicale risoluzione della situazione vorrei sapessero che, dall’esterno, noi ci siamo. E io, conclude Currò, sono totalmente a disposizione per fare da trait d’union, insieme all’Onorevole Amata che immediatamente si è spesa per avviare una mediazione e prendere tempo”.

  • AMICI A QUATTRO ZAMPE. Consigli per la corretta gestione nutrizionale degli animali domestici in questa fase dall’Ospedale veterinario universitario di Messina

    Le disposizioni ministeriali e regionali che si sono succedute in questo periodo per affrontare e contenere l’emergenza pandemica da COVID – 19, ci hanno portato a dover necessariamente modificare le nostre abitudini e consuetudini quotidiane. Anche i nostri animali domestici, la cui presenza in questa fase di isolamento si è rivelata più che mai “terapeutica” per la nostra salute mentale e il nostro benessere, hanno dovuto affrontare dei cambiamenti.

    Per questo motivo, la prof.ssa Biagina Chiofalo (Ordinario di Nutrizione e Alimentazione animale) e l’Ospedale Veterinario Universitario Didattico (O.V.U.D.) hanno predisposto una serie di consigli utili per i nostri amici a quattro zampe, in particolare riguardo la loro corretta gestione nutrizionale.

    Considerato, ad esempio, che la passeggiata con il nostro cane deve essere breve e limitarsi al tempo necessario per le deiezioni, a fronte di un minore dispendio energetico per l’assenza di attività motoria, si consiglia di adottare una lieve restrizione alimentare, riducendo il numero di calorie ingerite col cibo, al fine di evitare un aumento di peso (statisticamente più frequente nelle femmine rispetto ai maschi). Ciò perchè il sovrappeso e l’obesità (superamento del 20% del peso ideale), a qualsiasi età, possono rappresentare fattori predisponenti a patologie cardiovascolari, problemi respiratori, articolari e locomotori, difficoltà riproduttive, ecc.

    L’obiettivo di ridurre l’assunzione di energia e stimolare la sensazione di sazietà, assicurando comunque un’alimentazione bilanciata, può essere raggiunto in modi diversi:

     –  diminuendo del 20% circa le dosi di cibo (se gliene davo 100g adesso gliene darò 80g);

    – aumentando il numero di somministrazioni giornaliere (mattina e sera) evitando che l’animale mangi tutta in una volta e troppo velocemente la sua intera razione quotidiana;

     – evitando i fuori pasto (avanzi della tavola, snack e biscotti particolarmente ricchi di grassi), o sostituendo questi ultimi con frutta (mela, pera, banana, kiwi, fragole, ananas, ecc.) e verdura (carote, sedano, finocchi, ecc.) che essendo ricchi di acqua aiutano a mantenere un buono stato d’idratazione e apportano sostanze utilissime per l’organismo come antiossidanti, minerali, vitamine e fibra solubile, perfetta per garantire il funzionamento ottimale dell’intestino e per aumentare il senso di sazietà.

    – scegliendo, per i soggetti particolarmente affamati, di somministrare un mangime di tipo light (meno calorico) per aumentare il volume della dieta e quindi il senso di sazietà, in modo da aumentare le dosi giornaliere.

    Bisogna, però, fare attenzione al cambio di mangime: deve essere fatto gradualmente nell’arco di alcuni giorni (5 o 6) sostituendo pian piano il mangime “più calorico” con quello “meno calorico” (70:30, 50:50, 30:70, 0:100).

    Non sarà difficile acquistare il cibo per animali visto che i negozi sono aperti e continuamente riforniti; non è necessario fare scorte, ma è utile comprare una quantità che permetta di non dover uscire spesso per rifornirsi.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI