Varata la stagione 2016 - 2017 de La Bottega degli Attori

Varata la stagione 2016 - 2017 de La Bottega degli Attori

Sono ormai diversi anni che La Bottega degli Attori porta in scena alcuni spettacoli all'interno della stagione autunno - inverno, spostandosi spesso di location, a volte per scelta altre volte per necessità. E si stava proprio aspettando di stabilire dove realizzare il secondo spettacolo prima di pubblicizzare la nuova stagione, che quest'anno si svolgerà tra Santa Teresa e Nizza, due comuni dove durante l'estate la compagnia solitamente realizza alcune serate in varie piazze, così si è scelto di muoversi proprio in questa direzione, coinvolgendo più gente possibile.

Si tratta di due lavori che navigano tra la prosa e la narrazione, niente teatro canzone, che negli ultimi anni è stato protagonista dell'attività de La Bottega. La scelta giunge normale, visto che la compagnia nizzarda è solita variare le proprie produzioni, che verranno affidate al nuovo gruppo Teatro dei Folletti, nato l'anno passato e inaugurato con la commedia Gente di porto.

Si comincia il 3 e 4 dicembre con lo spettacolo "Don Abbondio" (u parrinu di Ganzirri), una simpatica parodia dei primi sette capitoli dei Promessi sposi, in dialetto siciliano, che trasferisce la vicenda dal lago di Como al lago di Ganzirri. "Siamo in un mondo di don Abbondio, in cui molta gente non ha il coraggio delle proprie azioni, e noi ci ridiamo sopra", così Carlo Barbera presenta lo spettacolo.

Il secondo lavoro si realizzerà al Teatro Assunta di Nizza di Sicilia, dove La Bottega torna ad esibirsi dopo nove anni. "Lupo di mare" è il titolo, uno spettacolo sul dissesto idrogeologico, che attraverso ironia e comicità affronta un tema piuttosto attuale e scottante. "Abbiamo scelto il teatro" dice Barbera "perchè il secondo spettacolo è piuttosto complesso e ha bisogno di uno spazio più ampio e attrezzato proprio per questo tipo di lavoro. Difatti, mentre Don Abbondio sarà dato ad offerta libera per Lupo di mare è previsto un biglietto di 5,00 euro a persona". Bocca cucita sui personaggi e sulle ragioni che hanno condotto la compagnia a spostarsi sulle due location in questione. Carlo Barbera si limita a dire che ci sono motivazioni indipendenti dalla propria volontà.

000
Letto 2359 volte

Articoli correlati (da tag)

  • NIZZA DI SICILIA.“ NIZZA ESTATE”LUNEDI’ 17 GIUGNO LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE

    Si svolgerà lunedì 17 giugno alle ore 10,30 nel Palazzo Municipale di Nizza di Sicilia la conferenza stampa di presentazione dell’evento denominato “Nizza Estate” in programma dal 3 al 18 agosto 2019.

    L’evento è targato “Fratellone” e “ People on the Move”,realtà leader nell’organizzazione di eventi che da anni operano nel settore.

    Dal 3 al 18 agosto il lungomare di Nizza di Sicilia ospiterà l’evento denominato “Nizza Estate”, 16 giorni dedicati all’artigianato, food e divertimento. Tutti i giorni dalle 18.00 alle 00.30 l’estate della riviera jonica messinese sarà animata grazie ai numerosi eventi collaterali che arricchiranno la manifestazione.

    La conferenza stampa in programma lunedì 17 giugno alle ore 10,30 nel palazzo comunale rappresenta l’occasione per gli organizzatori di illustrare nel dettaglio gli aspetti logistici dell’evento in sinergia con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Piero Briguglio.

  • SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE AL TEATRO DEI NAVIGANTI. LA RECENSIONE DEL PROF. SANTO TRIMARCHI

    Al Teatro dei naviganti di Messina, dal 5 al 9 Giugno, si è tenuto lo spettacolo conclusivo della Master Class, condotta da Domenico Cucinotta e Mariapia Rizzo "Sei personaggi in cerca d'autore" che ha conseguito un successo ragguardevole per la rappresentazione dell'opera con una rivisitazione artistica di alto livello tecnico, espressivo ed esistenziale.

    La scelta  dell'alternanza dei ruoli all'interno del copione classico ha fatto passare sulla scena il messaggio dell'autore che ha messo in campo la filosofia dell'identità dell'uomo nella possibilità di assumere una varietà di personaggi, con la coscienza di essere uno, tanti altri e nessuno in relazione ai rapporti instaurati ed al contesto in cui si viene a trovare.

    E' quindi emerso chiaramente lo scontro tra la realtà dei personaggi veri e la finzione degli attori che interpretano un dramma secondo la visione soggettiva di vissuto o di narrazione, nella concretezza dei fatti o nell'illusione. Si è trattato del gioco delle parti nell'arte e nella vita, a confronto sul palcoscenico, per svelare la trama della verità nelle pieghe delle storie nate o costruite ad un modo di essere. La performance della Master Class con la regia di Cucinotta ha suscitato un pathos intenso negli spettatori, situati attorno alla scena, nel cerchio partecipativo e collaborativo, da protagonisti inseriti in un dialogo stringente sulla necessità di una comunicazione autentica in grado di liberare emozioni ed ispirazioni per la comprensione di se stessi e degli altri. L'esito delle repliche, ogni volta diverso ed in crescendo, è stato fenomenale, fascinoso, edificante, grazie al lavoro di preparazione artigianale e certosino di ricerca, sul piano filosofico e di scavo interiore, che ha messo in grado gli attori di conoscere bene la materia da trattare ed entrare nei panni di ogni ruolo con creatività senza rompere le regole, ma valorizzandole. Così si è potuta realizzare l'opera d'arte, camminando nei solchi della bellezza assegnata ad ognuno, investendo nella passione per il teatro, rimanendo nei limiti del proprio servizio ed usufruendo del valore di ciascuno, nella diversità e nella plasticità dell'interpretazione che sa riconoscere lo spazio della propria identità dentro il contesto della narrazione.

    Santo Trimarchi

  • SANTA TERESA DI RIVA. Associazione SiciliArte: si conclude il progetto “Le gesta di Orlando”

    In una cornice di pubblico eccezionale, si è concluso oggi il progetto “Le Gesta di Orlando” dell’Associazione SiciliArte, guidata dal Prof. Carmelo Ariosto.

    Il progetto, avviato nel 2017, aveva come obiettivo l’integrazione di giovani con bisogni educativi speciali attraverso la promozione della cultura siciliana e le nuove tecnologie. In due anni sono stati coinvolti oltre 600 studenti, 30 docenti e maestranze qualificate di dieci diversi istituti scolastici della provincia di Messina. I giovani sono stati impegnati in attività di pittura, disegno digitale con tavolette grafiche, narrazione di miti e leggende, laboratori di danza, recitazione, musica e apprendimento della cultura siciliana, supportati dai “mastri” pupari.

    A conclusione del progetto, enorme la soddisfazione di alunni e docenti, che hanno tantissimo apprezzato le attività in cui sono stati coinvolti.

    Per la sua finalità, il progetto è stato sostenuto da Enel Cuore Onlus, l’Associazione senza scopo di lucro del Gruppo Enel, che sostiene iniziative promosse dalle organizzazioni non profit che hanno l’obiettivo di cautelare il benessere della persona e della famiglia, nella comunità in cui Enel è presente.

    “Sono davvero felice” – ha dichiarato il Prof. Carmelo Ariosto – “per l’impatto che il progetto ha avuto a livello scolastico, coinvolgendo oltre 600 giovani, in maggioranza con bisogni educativi speciali, favorendone la socializzazione e l’apprendimento di elementi storici e culturali che spesso, per mancanza di tempo, vengono marginalizzati nelle lezioni scolastiche. Il recupero e la valorizzazione” – conclude Ariosto – “degli elementi tipici della cultura siciliana sono un elemento essenziale della formazione dei nostri giovani perché permettono loro di rimanere in contatto con il territorio e di sentire più forte l’appartenenza alle nostre radici ed alla nostra terra”.

    In rappresentanza di Enel Cuore era presente il Dott. Stefano Terrana, responsabile Enel - Affari Istituzionali Sicilia, che ha dichiarato: “Continua il nostro impegno nei territori in cui Enel è presente. Siamo accanto alle famiglie ed alle associazioni per migliorare la vita di chi è più fragile. La cultura dell’educazione e l’attenzione alla scuola come luogo di crescita rimangono per Enel Cuore una priorità assoluta”.

    Gli Istituti scolastici che hanno partecipato al progetto:

    - IC Alì Terme, con sede nel comune di Alì Terme (ME);

    - IC Taormina 1, con sede nel comune di Taormina (ME);

    - IC Manzoni “Dina e Clarenza”, con sede nel comune di Messina;

    - IC Santa Teresa di Riva, con sede nel comune di Santa Teresa di Riva (ME);ù

    - IC Vittorini, con sede nel comune di Messina;

    - IC Mazzini, con sede nel comune di Messina;

    - IC Enzo Drago, con sede nel comune di Messina;

    - IC Roccalumera, con sede nel comune di Roccalumera (ME);

    - IC Santa Margherita, con sede nel comune di Messina (ME);

    - IC Cannizzaro Galatti, con sede nel comune di Messina (ME).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI