Foto Andrea Jakomin Foto Andrea Jakomin

TAORMINA. Conclusa la riunione G7 sulle Pari Opportunità. La Ministra Boschi ringrazia Taormina In evidenza

Si è svolta il 15 e 16 novembre a Taormina la Riunione G7 sulle Pari Opportunità, l’ultima delle 13 Ministeriali tenute durante l’anno di Presidenza italiana del G7.

Alla riunione, presieduta dalla Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega alle Pari Opportunità Maria Elena Boschi, hanno partecipato i Capi Delegazione di Canada, Giappone, Stati Uniti, Germania, Francia e Gran Bretagna e la Commissaria europea per la giustizia, la tutela dei consumatori e l’uguaglianza di genere. La discussione è stata incentrata sull’empowerment economico delle donne quale motore della crescita e dello sviluppo globale, e indicatore di benessere sociale.

Sulla base della Roadmap adottata lo scorso maggio dai leader del G7 per la promozione della parità di genere, i Ministri hanno affrontato tre temi principali: la riprogettazione del mercato del lavoro e del sistema di welfare per liberare il potenziale femminile in ambito economico; il ripensamento di misure legislative volte ad aumentare la partecipazione femminile in posizioni di leadership e nei processi decisionali; la prevenzione e la lotta alla violenza di genere, incluso il fenomeno della tratta.

Il G7 delle ministre (tutte donne tranne il rappresentante del Giappone) allargato alla commissaria europea per la parità di genere, si è chiuso con una dichiarazione di intenti per riaffermare gli obiettivi comuni dei sette paesi più industrializzati sul tema pari opportunità: il rafforzamento sociale, politico ed economico delle donne e delle bambine nella società. Con un obiettivo: tagliare del 25 per cento il divario uomo-donna entro il 2025, soprattutto nel mondo del lavoro, consapevoli che tra i Paesi «nessuno ha ancora raggiunto la parità di genere de facto», come è scritto nel documento finale. 

Tra gli altri punti approvati le ministre si impegnano a :

 - prendere in considerazione l’adozione di misure sostenibili concrete atte a promuovere e ad agevolare l’imprenditoria femminile, e a riaffermare il suo contributo all’innovazione, alla creazione di posti di lavoro e alla crescita economica;

 - ridurre il divario tra donne e uomini nei tassi di partecipazione alla forza lavoro sostenendo la partecipazione femminile, migliorando la qualità occupazionale e promuovendo la parità di genere;

- sensibilizzare l’opinione pubblica e valorizzare il lavoro di cura e domestico non retribuito e il suo importante contributo all’economia, e a promuovere l’equa condivisione tra donne e uomini delle responsabilità di cura;

- investire nelle infrastrutture sociali per la cura dell’infanzia e delle altre persone a carico, allo scopo di alleggerire il peso del lavoro non retribuito e consentire alle donne di essere parte del mercato del lavoro formale;

 - sviluppare politiche e misure per l’equilibrio vita-lavoro e la parità salariale, combattere l’occupazione precaria, migliorare le condizioni di lavoro, e incoraggiare le aziende ad adottare forme di lavoro flessibili durante tutta la vita e misure favorevoli alla vita familiare sia per le donne che per gli uomini;

 - Promuovere la partecipazione delle donne e delle bambine all’istruzione e alle carriere nei settori della scienza, tecnologia, ingegneria, matematica e medicina (STEMM), così come la partecipazione in tutti i settori in cui esse sono sottorappresentate, ivi compreso nei settori ad alta specializzazione e più remunerativi;

- adottare e attuare le misure adeguate atte a prevenire tutte le forme di violenza e molestie contro le donne e le bambine sia nella sfera pubblica che privata, ivi comprese le pratiche dannose, quali i matrimoni infantili, precoci e forzati e le mutilazioni genitali femminili, la violenza domestica e intra-familiare, la tratta degli esseri umani a scopo sessuale e lavorativo, e a proteggere e reintegrare le vittime, a effettuare efficacemente indagini sui reati e perseguire gli autori di tali violenze, anche attraverso l’adozione di strategie nazionali e/o piani d’azione nazionali sulla violenza contro le donne e le bambine, sostenuti da risorse umane e finanziarie;

Infine confermato l' impegno a intraprendere tutti gli sforzi necessari per raggiungere gli obiettivi qualitativi e quantitativi e le scadenze stabilite nella roadmap g7 per un ambiente economico sensibile alla dimensione di genere, al fine di dare luogo a quei cambiamenti nella mentalita’, nelle politiche e nella cultura, che sono necessari per colmare i divari di genere esistenti, eliminare tutte le forme di violenza e discriminazione nei confronti delle donne e delle bambine, e raggiungere finalmente la parita’ di genere nei nostri paesi.

"Terminiamo, ha affermato la Ministra Elena Boschi,  questo primo G7 Pari Opportunità con la certezza di condividere con i paesi del G7 obiettivi e visioni: in primis, ridurre il gap di accesso al lavoro del 25% e far adottare a tutti i paesi del G7 un Piano Nazionale Antiviolenza. "

 

 Guarda la galleria immagini con le foto di Andrea Jakomin

000

Video

Letto 5793 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Taormina. Hotel San Domenico Palace. I sindacati tornano a chiedere garanzie per i lavoratori

    Il segretario della Fisascat CISL Messina Salvatore D’Agostino, in una nota indirizzata alla nuova proprietà dell’hotel San Domenico Palace e per conoscenza al primo cittadino Mario Bolognari, esprime preoccupazione e rammarico per il mancato rispetto degli accordi sottoscritti nel 2017 che prevedevano la riassunzione di tutto il personale impiegato nella precedente gestione. 

    Sulla vicenda si registra anche la presa di posizione del sindaco chiamato in causa dalla stessa organizzazione sindacale. 

    “Confermo, afferma Bolognari,  di aver avuto un incontro con una delegazione di lavoratori a tempo determinato e di aver preso visione dell’accordo sindacale che garantiva la riassunzione alla riapertura della struttura alberghiera. Esclusivamente nell’interesse pubblico e a tutela degli interessi dei lavoratori, ho chiesto delucidazioni alla Taormina Hotel Management, la quale mi ha assicurato di aver sottoposto l’accordo all’attenzione della Four Seasons, società con la quale ha sottoscritto un accordo per la gestione della struttura alberghiera denominata Hotel San Domenico. Ci tengo a precisare che non sono a conoscenza dei termini contrattuali intercorsi tra la Taormina Hotel Management e la Four Seasons, né li ho richiesti, non essendo di mia competenza questo tipo di relazioni economiche e commerciali intercorrenti tra società private. Mi è stato assicurato che sarebbe stato fatto tutto quanto nelle possibilità della Taormina Hotel Management per soddisfare le legittime richieste dei lavoratori, all’interno dei criteri di competenza professionale e di efficienza sul lavoro dettati da Four Seasons. Ci tengo a precisare, inoltre, che da parte mia non c’è stato, né ci sarà mai un interessamento per i casi personali, ma una semplice attenzione in difesa del principio di equità e di valorizzazione del merito.” 

  • TAORMINA. RIPARTENZA. LE PROPOSTE DI UNIONE CIVICA PER TAORMINA

    Certificato di sicurezza anti covid e defiscalizzazione del 5% sulla bolletta idrica e su quella della tari, per commercianti, ristoratori e albergatori. Tamponi garantiti sulla base delle presenze turistiche stimate.  Questa la proposta di "Unione civica per Taormina" ,  per incentivare in sicurezza, i soggiorni e le presenze turistiche, soprattutto straniere.  

    "Durante la ripartenza, si legge in una nota del movimento, la competizione tra le località turistiche internazionali, sarà ancora più aggressiva e basata sulla maggiore garanzia, che i siti scelti, potranno essere sicuri e ben organizzati sul piano pandemico.

    La pandemia infatti, tende ancora a frenare una ripresa spedita e senza ostacoli. Nonostante l'impegno e la collaborazione di tutti i cittadini, il settore turistico continua ad essere seriamente penalizzato ma, resta cruciale, fondamentale per la nostra città.

    Il caso drammatico e ancora tutto da chiarire, avvenuto presso l'ospedale San Vincenzo con la catena di contagi tra pazienti e personale sanitario, e le zone rosse circostanti, non facilitano neanche per Taormina una ripresa spensierata, soprattutto quella internazionale.
    A chi arriva dall'estero, dai paesi europei, ma soprattutto da quelli extra europei, occorre garantire ottima organizzazione basata sulla sicurezza e sull'affidabilita' organizzativa di un' intera città e delle sue istituzioni."

    "Per questo, Unione Civica x Taormina, dichiara il suo portavoce Antonio D'Aveni, propone alla giunta e al sindaco Bolognari, di istituire un "Certificato di Sicurezza" da apporre presso le vetrine di tutti i locali commerciali, quelli di ristoro e le categorie alberghiere, che rafforzerà la fiducia di ulteriore garanzia a tutti i turisti, da parte degli operatori del settore, che i locali verranno costantemente sanificati garantendo il massimo della responsabilità sulla sicurezza sanitaria. Inoltre, aggiunge D'Aveni, proponiamo uno sconto del 5% per un intero anno, sulla bolletta idrica, e il 5% sulla Tari a tutte le categorie imprenditoriali coinvolte, per contribuire con un aiuto sensato proprio attraverso l'acqua. Che oggi più che mai rimane un bene primario e fondamentale. Questo, per noi di UNIONE CIVICA X Taormina, è senso di comunità e di collaborazione in un momento tanto complesso, tanto difficile ma che non deve vederci inermi. Anzi, siamo noi che dobbiamo attaccare il virus con Idee, proposte e soluzioni. Non possiamo assolutamente restare inermi e immobili. Occorre reagire: reagire come si può e senza indugi... se pur sempre in sicurezza! Spero vivamente, conclude Antonio D'Aveni, che la Maggioranza e il Sindaco, possano accogliere, apprezzare, attuare e interpretare questo nostro contributo, come un sano spirito collaborativo per il bene di Taormina."

  • TAORMINA. SARA' BELLISSIMA. AVVIATA CAMPAGNA ADESIONI 2021

    Facendo seguito alle indicazioni emerse nel corso dei primi incontri del Circolo di Taormina di “Diventerà Bellissima” ed all’avvio della campagna di adesioni 2021, su disposizione del Commissario del partito taorminese, si è avviata l’organizzazione del circolo mediante attribuzioni di incarichi operativi agli attivisti e dirigenti locali. Vice Commissario con delega alla politica locale e quindi incaricato di collaborare nel rapporto con le altre forze politiche cittadine Salvatore Valerioti; Vice Commissario con delega alle politiche comprensoriali il noto commercialista Giuseppe Spartà; Portavoce Enza De Luna; Responsabile del tesseramento Salvatore CurcurutoResponsabile del programma amministrativo il Prof. Carlo Turchetti; Segretario Enrico Buda; Responsabile web e Social Marco Parisi; Responsabile frazione Trappitello Salvo Magro; Responsabile Organizzativo e per la Comunicazione Sakiko Chemi. La “squadra” costituita dal Commissario De Vita si è già messa al lavoro per concretizzare entro  un mese le prime iniziative e programmare altre iniziative funzionali a far crescere a Taormina il movimento  fondato da Nello Musumeci, con l’obiettivo di coinvolgere e far partecipare al progetto politico un grande numero di simpatizzanti ed, entro fine anno, celebrare un grande congresso alla presenza del Presidente Musumeci. “Sono molto soddisfatto del lavoro che stiamo facendo – ha dichiarato De Vita – sia in relazione alla crescita ed organizzazione del movimento, che in relazione alla costruzione di una casa ed un progetto comune per tutti coloro che chiedono un radicale cambiamento  nel modo di governare la città. Su questo fronte ci stiamo già attrezzando con una serie di progettualità che porteremo al confronto con i cittadini e con le altre forze politiche ed a breve, infatti, verranno individuate altre  iniziative ed attivati nuovi gruppi di lavoro 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI