E' di 2 morti, un ragazzo di 14 anni e il padre  di 48 anni, e 4 feriti, il bilancio del terribile incidente  stradale che si è verificato sull'autostrada A18 Messina-Catania, tra Fiumefreddo e Giardini, in direzione di Messina. Ignota la dinamica dello scontro tra due auto.

Le vittime originarie di Giardini Naxos. I feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni, farebbero parte  dello stesso nucleo familiare. Sono stati trasportati negli ospedali di Taormina, al Garibaldi Nesima di Catania e al San Marco.

Pubblicato in Cronaca
Il relazione al più ampio progetto di manutenzione e rivalutazione della A18 Messina-Catania, nei prossimi giorni si svolgeranno anche i lavori di rifacimento del manto stradale di entrambe le carreggiate dello svincolo di Taormina, ad opera della ditta Moba srl di Patti (ME).
 
Non sarà pertanto possibile varcare l’ingresso in autostrada uscendo da  Taormina dalle ore 15:00 di domani (mercoledì 16 dicembre 2020), sino alle ore 06:00 di giovedì 17. L’uscita autostradale per accedere a Taormina sarà invece chiusa al traffico tra le ore 15:00 di giovedì 17 e le ore 06:00 di venerdì 18.
Pubblicato in Attualità
Grazie al perfezionamento di alcuni interventi di manutenzione straordinaria sulla pavimentazione dell’autostrada A18 Messina-Catania, si sta riattivando il traffico veicolare su due tratte ricadenti tra Messina/Giardini e Giardini/Giarre.
 
In particolare è tornato aperto al transito, nella carreggiata di valle in direzione Messina, il tratto compreso tra il km. 19.656 ed il km. 16.634. Nella carreggiata lato monte in direzione Catania, sarà invece riaperto venerdì 23, alle ore 12.00, quello compreso tra il km. 45.563 e il km. 48.812.
 
Per la sicurezza di tutti i viaggiatori si raccomanda il rispetto del limite di 100 km/h di velocità (come indicato dalla segnaletica) sino alle verifiche tecniche di aderenza, che verranno effettuate nei prossimi giorni.
Pubblicato in Attualità

Sarà la impresa Coco Salvatore di Paternò ad eseguire per conto del Consorzio i lavori di completamento delle opere di ampliamento del Casello Giardini Naxos. Alle ore 11 di oggi – presso gli uffici del casello - è prevista la sottoscrizione dell’atto di <consegna dei lavori> tra CAS, rappresentato dal Direttore dei Lavori Ing. Salvatore Bordonaro, e la ditta appaltatrice.

Pubblicato in Attualità

“La Sicilia ed i siciliani non possono più aspettare”. Il ministro Danilo Toninelli, oggi in visita in Sicilia in giro tra cantieri mai iniziati e opere mai  completate, non usa mezze parole. IL giudizio è durissimo nei confronti di chi ha la responsabilità delle condizioni in cui versano oggi sia l’autostrada A18 sia la SS 114. Cas e  Anas nello specifico. "Penso che pochissimi, probabilmente nessuno, danno un giudizio positivo sul Consorzio autostrade siciliane che da anni ha la gestione della rete dell'isola. È sotto controllo al 100% della Regione ed ha tanti inadempimenti: sono 541 quelli rilevati dagli uffici".

Questo è quanto il ministro Toninelli ha affermato durante un sopralluogo della frana di Leotojanni della A18.

 "Ho incontrato la governance che la Regione Siciliana ha nominato proprio oggi - ha aggiunto - e non credo che sia proprio un caso che Musumeci l'abbia nominata proprio oggi. Tra un mese la invito a Roma, vediamo se rispetteranno gli impegni presi. A questo punto non gli possiamo dare altro tempo e, visto che lavorano con una concessione da parte dello Stato, o gestiscono bene la rete o la gestione deve essere portata a termine". "Spero di tornare presto in Sicilia - ha concluso - e vedere finito questo fallimento con una frana ferma da 4 anni, non vedere queste macerie e veder ripartire la viabilità normale".

La protezione civile regionale - ha aggiunto il ministro - a giorni dovrebbe bandire la gara d'appalto e la durata dei lavori è prevista per 2 anni". "Sono piccole buone notizie - aggiunge - che io ritengo arrivate in ritardo. Anche per questo cantiere il governo ha sottoscritto e stressato gli enti preposti, soprattutto l'ente regionale Cas, il Consorzio autostrade siciliana che ha la concessione delle autostrade nell'isola che ha numerose inadempienze"

Sulla SS 114 al km 37,900 il ministro Toninelli ha incontrato il sindaco di Sant’Alessio Giovanni Foti.

Anche in questo caso il ministro ha usato parole forti nei confronti dell’Anas. “ Non è possibile aspettare oltre, ha affermato Toninelli. Tra un mese tornerò a verificare cosa è stato fatto e chi ha sbagliato e continua a sbagliare pagherà.”

 

VIDEO INTERVISTA

Pubblicato in Attualità

Intervento lampo per ripristinare la carreggiata lato mare dell’autostrada A18 tra Giardini Naxos e Roccalumera. L’autostrada è rimasta chiusa alcune ore ieri pomeriggio per consentire alle squadre di pronto intervento del Cas di tappare alla meno peggio le grosse buche che si erano create a seguito delle forti piogge.

Intervento lampo appunto, eseguito in emergenza e lontano dall’essere risolutivo. Una situazione paradossale che ha registrato al presa di posizione dei sindaci dei comuni maggiormente coinvolti, Taormina, Giardini Naxos e Castelmola. Mario Bolognari, Nello Lo Turco, Alessandro Costa e Orlando Russo hanno espresso la loro preoccupazione per l’ennesima chiusura dell’Autostrada A18. “Il permanere della  pericolosità per i pendolari e l’approssimarsi della stagione turistica, in un quadro di incertezze sugli interventi da realizzare, hanno affermato i sindaci,  possono penalizzare gravemente il territorio comprensoriale. Denunciano anche che, ad oggi, i lavori non sembrano procedere come sperato, nonché l’uso della SS 114 come unica soluzione alternativa.”

Toccherà adesso al sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco, organizzare a breve un confronto con i vertici delle istituzioni responsabili. Il fatto è però che di vertici ce ne sono stati tanti, troppi. Parole e promesse che non hanno contribuito a velocizzare i lavori di ripristino delle condizioni di sicurezza dall’autostrada A18. Bisogna andare oltre. E’ il momento di passare alla fase operativa. A chiederlo sono i cittadini. Proprio oggi pomeriggio alcuni componenti del comitato spontaneo di denuncia nato su facebook saranno ricevuti dal presidente della Regione Nello Musumeci.

“Oggi, scrive Francesco Puglisi promotore del comitato,  siamo a Palermo per essere ricevuti dal presidente della regione Nello Musumeci,come da accordo preso il 26 gennaio scorso in occasione della sua venuta a Fiumedinisi abbiamo inviato un cronoprogramma delle nostre richieste per quanto riguarda la messa in sicurezza dellaA18 e A20, oggi avremo delle risposte in merito.”

Dura la presa di posizione del Pd messinese. Paolo Starvaggi, segretario provinciale del Pd di Messina, commenta così la chiusura lampo dell’autostrada di ieri pomeriggio:  “Qualsiasi governo regionale degno di questo nome dovrebbe vergognarsi di un’autostrada, ed è già un titolo usurpato, come la A18 Messina-Catania. Invece da palazzo D’Orleans solo silenzio. Speriamo almeno sia imbarazzato. Nel giro di dieci giorni, prosegue Starvaggi, abbiamo assistito a tre morti, una carambola tra dieci auto e un mezzo pesante, scontri in tangenziale e da ultimo, provvedimento di rara gravità, della chiusura di un tratto di autostrada. Quanto ancora ci vorrà prima che si prendano provvedimenti seri, e non palliativi come quello di ieri?”, è la domanda retorica che il Partito democratico di Messina pone.

E’ la domanda alla quale i cittadini chiedono venga data una risposta, una seria però.

Ma davvero cosa c’è di tanto complicato nel programmare ed eseguire degli interventi di manutenzione? Quali interessi si nascondo dietro tempi così lunghi, pause e attese inutili?

Ma i vostri figli, le persone che più amate, e questa è la mia domanda rivolta a chi ha responsabilità decisionali in tutta questa storia, non percorrono questa autostrada? Non temete per la loro incolumità?

Eppure basterebbe davvero così poco… solo maggiore serietà e senso del dovere.

Pubblicato in Attualità

Com’era prevedibile la chiusura dall’autostrada A18 (direzione da CT a ME) della tratta Giardini Naxos/Roccalumera con uscita obbligatoria allo svincolo di Giardibni Naxos per poi proseguire lungo la SS114, sta provocando molti disagi.

La circolazione risulta in quella tratto della strada statale 114 particolarmente congestionata.

Soprattutto nel comune di Giardini Naxos si registrano lunghe code in uscita dall’autostrada direzione Messina.

Pubblicato in Attualità

A seguito degli intensi fenomeni meteorologici avversi delle ultime ore, il Comitato Operativo per la Viabilità , riunitosi stamattina in Prefettura, ha disposto l'interdizione del transito veicolare alle auto sulla A18, nel tratto ricompreso fra gli svincoli di Giardini Naxos e Roccalumera in direzione Messina.

La misura si è resa necessaria a seguito della formazione di alcune buche lungo la carreggiata Catania - Messina, nel predetto tratto, già caratterizzato dal doppio senso di marcia.

I mezzi leggeri provenienti da Catania usciranno dallo svincolo di Giardini Naxos e, percorrendo la S.S. 114, potranno reimmettersi nell'A18 attraverso lo svincolo di Roccalumera.

I mezzi pesanti continueranno a percorrere l'autostrada, con l'istituzione di un senso unico alternato che sarà disciplinato con l'ausilio della Polizia Stradale e di personale del Consorzio Autostrade Siciliane. Il senso unico alternato interesserà tutto il traffico proveniente da Messina e diretto a Catania. La misura si è resa necessaria per effettuare gli interventi urgenti di ripristino del manto stradale.

Pubblicato in Cronaca

Per 4 settimane, l’area di servizio Baracca Est (Q8) – posta nella carreggiata lato mare (direzione per ME) della A18 – non distribuirà carburanti al fine di potere liberamente effettuare lavori di ristrutturazione nell’intero complesso.

Gli utenti – provenienti da CT e diretti a ME - potranno utilizzare le aree di servizio di Aci Sant’Antonio e Giardini Naxos nonché quelle posizionate nella barriera di Messina Tremestieri.

 

Pubblicato in Attualità

Il comune di Santa Teresa di Riva si stringe attorno alla famiglia del poliziotto Angelo Spadaro, rimasto vittima di un incidente stradale mentre svolgeva il suo lavoro. Per domani, giorno dei funerali di Stato, il sindaco Danilo Lo Giudice ha proclamato il lutto cittadino.

Sarà monsignor Giovanni Accolla, insieme al parroco don Ettore Sentimentale, a celebrare i funerali. Saranno presenti  il Capo della Polizia di Stato Franco Gabrielli, l'assessore regionale Bernardette Grasso, il prefetto Maria Carmela Librizzi, il sindaco della città metropolitana di Messina Cateno De Luca.

L’intera comunità è attonita ed incredula per quanto accaduto. Messaggi di cordoglio continuano ad arrivare da più parti. Su tutti il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Capo della Polizia di Stato, Franco Gabrielli, il seguente messaggio:

«Ho appreso con profonda tristezza la notizia dell’incidente stradale in cui ha perso la vita, nell’espletamento del servizio, l’Assistente Capo Coordinatore Angelo Spadaro.

Nell’esprimere a lei e alla Polizia di Stato solidale vicinanza, la prego di far pervenire ai familiari le espressioni della mia commossa partecipazione al loro cordoglio e all’Assistente Capo Giuseppe Muscolino, rimasto ferito, gli auguri di pronta guarigione».

La FP CGIL ha espresso il cordoglio ai familiari delle vittime coinvolte nell’incidente, vicinanza alle persone ferite e solidarietà a tutti coloro che sono stati impegnati nei soccorsi dell’incidente verificatosi sulla A18 all’altezza dell’abitato di Scaletta Zanclea. Ha inoltre chiesto che vengano messe in atto da subito misure concrete per evitare ulteriori tragedie su quella sta diventando una vera e propria “autostrada della morte”.

Respinge ogni responsabilità però il Cas che in un comunicato nelle scorse ore chiarisce che: “dalla prima ricognizione sullo stato dei luoghi non appare possano rilevarsi criticità strutturali del tratto stradale in questione né negligenze del concessionario correlate al verificarsi dell'evento.”

Critico il sindacato  FSP : “Il Cas precisa di non avere alcuna colpa in questa circostanza... lo diranno le indagini... Si interroghi piuttosto sulle condizioni in cui versano entrambi i tratti, che i cittadini pagano ogni giorno profumatamente e sul rischio che corrono i pattuglianti nel prestare i soccorsi.”

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 5

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI