Forti rallentamenti sull'autostrada A18 Catania-Messina a causa di un incidente che si è verificato all'interno della galleria Sant'Alessio. A restare coinvolto un suv che molto probabilmente ha sbandato a causa dell'asfalto reso scivoloso dalla pioggia.  Sul posto ci sono gli uomini della Polizia stradale e l'ambulanza del 118. 

Pubblicato in Attualità
Sabato, 28 Novembre 2015 00:00

RIAPERTA AL TRANSITO L'AUTOSTRADA A18 ME-CT

E' stata riaperta al transito l'autostrada Messina-Catania chiusa da stanotte a causa di un incidente che aveva visto coinvolto un mezzo pesante all'interno della galleria Scaletta. Sono state necessarie molte ore per liberare la carreggiata e ripristinare la viabilità. Il transito era stato deviato in un primo momento sulla ss114. Da pochi minuti però l'ingresso al casello di Tremestieri è stato ripristinato.

Pubblicato in Attualità

E’ chiusa dalle 2,30 circa di stanotte l’autostrada Messina- Catania a causa di un incidente che ha visto coinvolto un mezzo pesante.
Un tir che procedeva in direzione Catania e trasportava collettame si è ribaltato al km 10 all'interno della galleria Scaletta.
Fortunatamente non si registrano feriti ma notevoli sono i disagi. La Polstrada ha infatti chiuso al transito l’autostrada nel tratto compreso da Tremestieri e Roccalumera.
I mezzi vengono dunque deviati sulla SS114 per poi riprendere l’autostrada al casello di Roccalumera.

Pubblicato in Attualità

L’avviso del Dipartimento regionale di Protezione Civile prevede dalle prime ore di oggi, giovedì 22 ottobre, il livello di allerta ARANCIONE, venti da forti a burrasca con rinforzi di burrasca forte, dai quadranti settentrionali, con locali mareggiate sulle coste esposte.
Intanto le piogge incessanti di stanotte hanno provocato l’ennesima frana sull’Autostrada A18 Messina-Catania. Alle 2.09 è stato infatti necessario modificare la viabilità disponendo lo scambio di carreggiata tra Roccalumera (Km. 21) e Taormina (Km. 35) in direzione Catania dal km 31,2 al km 33,3.
Ripristinato invece, già da ieri pomeriggio, il tratto compreso tra Fiumefreddo e Giarre.
La circolazione ferroviaria è ripresa ma si registrano molti treni soppressi e notevoli ritardi.
Dopo le ingenti piogge riversatesi nella giornata ieri in molti comuni del catanese sia il sindaco di Acireale che quello di Giarre hanno disposto come misura preventiva la sospensione delle attività didattiche di tutte le scuole per procedere agli accertamenti tecnici necessari per verificare le strutture e la loro agibilità.
Per tutta la notte appena trascorsa, alla luce del livello di Allerta Rosso diramato dal Dipartimento regionale di Protezione civile , le squadre di volontari hanno presidiato i punti critici del territorio comunale.
Il primo cittadino di Giarre ha emesso un ordinanza sindacale di limite di velocità di 30 Km/h per tutte le categorie di veicoli, valevole su tutto il territorio comunale. Inoltre, al fine di poter utilizzare la via Federico II di Svevia quale strada alternativa alla Statale 114 nel tratto di via Don L. Sturzo, è stata emessa un’ulteriore ordinanza di sospensione mercato del Giovedì.

Pubblicato in Attualità

 

Aggiornamento ore 16,30

Le abbondanti piogge che stanno interessando la Sicilia hanno provocato l’allagamento dei binari nella stazione di Fiumefreddo Sicilia (linea Messina - Catania – Siracusa). La circolazione ferroviaria fra Giarre-Riposto e Taormina-Giardini è interrotta dalle 13.

 

Attivato servizio di autobus sostitutivi.

 

 

Aggiornamento ore 15,30

E' stata ripristinata la viabilità sull'autostrada Messina Catania nel tratto compreso tra Fiumefreddo (Km. 46) e Giarre (Km. 59) in direzione Catania. Al momento si segnala traffico rallentato causa pioggia tra Fiumefreddo (Km. 46) e Barriera Di Catania (Km. 75,6) in entrambe le direzioni.

 

Aggiornamento 14:19
SS114 Orientale Sicula
tratto chiuso causa allagamento tra Mangano (Km. 73) e Acireale (Km. 80,4) in entrambe le direzioni dal km 73.1 al km 80, percorso alternativo segnalato in loco

Aggiornamento ore 13,30

Il Cas fa sapere che nel tratto dell'Autostrada A18 interessato dalla frana tra Fiumefreddo (Km. 46) e Giarre (Km. 59) in direzione Catania sono in azione gli operatori della manutenzione per eliminare il materiale. Il Cas raccomanda la massima prudenza nella zona interessata e annuncia possibili restringimenti di corsia nella intera tratta per le conseguenze del maltempo.

Bomba d'acqua a Giarre.

E’ una vera e propria bomba d’acqua quella che ha colpito in queste ore i comuni di Giarre e Acireale. In pochi minuti sono caduti 118 mm di pioggia ad Acireale, 93 mm d Aci Trezza, 53 mm a Canaliccchio, 50 mm a Giarre, 44 mm a Calatabiano, 35 mm a Valverde, 28 mm a Catania.
Notevoli i disagi alla viabilità. Proprio a causa delle forti piogge che hanno causato alcuni smottamenti è stato chiuso al transito il tratto dell’autostrada A18 compreso tra Fiumefreddo (Km. 46) e Giarre (Km. 59) in direzione Catania. Lungo la tangenziale Di Catania si registra l’allagamento allo Svincolo Gravina (Km. 3,2) in entrambe le direzione.
Disagi e paura anche nel centro abitato di Giarre. L’amministrazione comunale fa sapere che a causa della forte perturbazione in atto sulla zona jonica e sull’intero versante orientale della Sicilia, è stato attivato il C.O.C. al fine di monitorare l’attuale situazione metereologica. Ciò, anche in considerazione del fatto che il rilevatore pluviometrico posizionato nei locali della protezione Civile ha registrato 135 mm di pioggia caduta dalla mezzanotte alle ore 11.00 di oggi.
“Non appena l’emergenza sarà cessata, si legge nella nota del comune, si provvederà ad effettuare i necessari sopralluoghi al fine di verificare eventuali danni. La Protezione Civile Comunale invita tutti i genitori degli alunni frequentanti le scuole giarresi a non mettersi su strada per prelevare i propri figli dalle varie scuole, ma ad aspettare un miglioramento delle condizioni meteo, tenuto conto che si sta provvedendo ad avvisare tutti i Dirigenti Scolastici al fine di non fare uscire i ragazzi e ad aspettare condizioni che permettano un sicuro rientro a casa. Sara nostra cura, prosegue la nota, comunicare ulteriori aggiornamenti sulla base delle comunicazioni che perverranno dal Dipartimento Regionale di Protezione Civile e che saranno rese note sul sito internet del Comune e sugli altri canali di comunicazione.” L’amministrazione comunale di Giarre invita inoltre ad attenersi alle seguenti norme comportamentali di “auto protezione”:
prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle Autorità;
limitare l’uso di automezzi privati al solo scopo di estrema necessità;
non sostare sui ponti o lungo gli argini o le rive di un corso d’acqua in piena;
non percorrere un passaggio a guado durante e dopo un evento piovoso soprattutto se intenso, né a piedi né con un automezzo;
allontanarsi dalla località in caso di accertano rumori sospetti riconducibili all’edificio (scricchioli, tondi) o in caso si accorga dell’apertura di lesioni nell’edificio;
allontanarsi dalla località in caso ci si accorga dell’apertura di fratture nel terreno o nel caso si avvertano rimbombi o rumori insoliti nel territorio circostante (specialmente durante e dopo eventi piovosi particolarmente intensi o molto prolungati);
nel caso si debba abbandonare l’abitazione, chiudere il gas, staccare l’elettricità e non dimenticare l’animale domestico, se c’è.

Pubblicato in Attualità

Sabato il presidente del gruppo PD all’Ars Antonello Cracolici, insieme con i deputati regionali  della provincia di Messina, sarà a Milazzo e Letojanni per incontrare i sindaci e gli amministratori locali della zona.

“Saremo lì per ascoltare la voce dei territori e le loro proposte in merito alle emergenze che stanno mettendo in ginocchio quelle zone, ad iniziare dai problemi legati al maltempo, alla viabilità ed agli effetti di un dissesto idrogeologico che si manifesta ogni giorno di più nella sua gravità”, dice Cracolici che domani sabato 17 ottobre sarà alle 10 a Milazzo, nella sede del Comune, per incontrare il sindaco Giovanni Formica e gli amministratori della zona; alle 12 a Letojanni per un incontro con in sindaco Alessandro Costa e gli amministratori locali.

“Insieme con i deputati regionali del Messinese – aggiunge Cracolici – durante gli incontri con gli amministratori e i cittadini decideremo le iniziative da assumere a livello parlamentare e nei confronti del governo regionale per andare incontro alle esigenze della popolazione”.

Pubblicato in Attualità

Il Presidente dott. Rosario Faraci ed il Commissario Straordinario dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo) on. Francesco Calanna hanno sottoscritto, presso gli Uffici del Consorzio Autostradale in Contrada Scoppo, il <Protocollo d’Intesa> con il quale il personale ESA provvederà alla sistemazione del verde nelle aree si sosta e di servizio, nei parcheggi, in ogni area non adibita alla circolazione, nonché nelle pertinenze dell’autostrada e degli immobili ovunque collocati nelle tratte autostradali Messina-Palermo e Messina-Catania.

Gli interventi da eseguire in tempi rapidi riguarderanno la potatura di alberi nonché la decespugliazione delle siepi e della vegetazione su specifico piano operativo dell’Ufficio Opere in Verde del Consorzio.

Una notevole iniziativa finalizzata ad assicurare costantemente le condizioni di decoro dell’ambiente, mantenere adeguati livelli di sicurezza della circolazione eliminando possibili pericoli ed intralci alla guida, nonché prevenire eventuali incendi alle proprietà dei fondi limitrofi.

La proficua sinergia tra i due enti regionali - evidenziata nel corso della firma dai due Amministratori – scaturisce dall’art. 41, comma 3, della L.R. 9/2013 servirà, inoltre, ad attuare ulteriori risparmi economici al Consorzio tenuto all’azione di contenimento della spesa pubblica portata avanti dal Governo Crocetta con direttive e norme di spending review della Regione.

“Si tratta, ha affermato il  Presidente Dott. Rosario Faraci,  di una importante iniziativa portata avanti in via sperimentale per migliorare il verde. La specifica qualificazione tecnico-operativa dell’ESA è sicura garanzia dei risultati. Cerchiamo ora di recuperare il tempo utilizzando una norma che ci facilita i compiti rispetto le lunghe procedure d’appalto e le autorizzazioni istituzionali talvolta in contrasto tra loro. Per quanto riguarda il verde lungo il tracciato d’asfalto (spartitraffico e margini laterali), ha detto infine,  si attende la conclusione dell’iter del grande appalto.”

 

Pubblicato in Attualità
Pagina 5 di 5

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI