Si è svolta stamani alle ore 11:00 la cerimonia di consegna del riconoscimento di Bandiera Blu 2020 ai comuni italiani che si sono distinti per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente oltre che per un mare e una spiaggia ben attrezzata.

Quest’anno, a seguito del covid 19, la fondazione FEE Italia ha organizzato una consegna “virtuale” in diretta Facebook, alla presenza di tutti i comuni italiani che hanno ottenuto questo importante riconoscimento internazionale.

“Con grande soddisfazione - dichiara il sindaco Lo Giudice - per la quarta volta riceviamo questo importante riconoscimento e in questo momento di grande confusione per il futuro, bisogna puntare sulle certezze.”

“L’assegnazione della Bandiera Blu non è un semplice vessillo da far sventolare, ma certezza e garanzia della qualità delle nostre acque di balneazione e dei molteplici servizi offerti sulla nostra spiaggia libera, che vanno dalla Bau Beach per gli amici a quattro zampe, alle passerelle per disabili, docce, servizio di salvataggio in mare, bagni chimici e così via.”

“Noi siamo fiduciosi che questa stagione estiva possa volgere al meglio, è proprio per questo motivo - conclude il primo cittadino di Santa Teresa di Riva (Me)- stiamo predisponendo tutti i servizi in spiaggia per farci trovare pronti, nel rispetto delle regole, ma con la consapevolezza che non bisogna fermarsi di fronte alle difficoltà.”

Pubblicato in Attualità

Loretta e Connie Ralli hanno voluto dare un segno concreto di vicinanza, in un momento così complicato per tutti noi, a quanti ogni giorno combattono in prima linea contro il coronavirus. Rispondendo così alla mancanza di dispositivi di sicurezza per gli operatori sanitari delle strutture ospedaliere del comprensorio jonico messinese Loretta e Connie Ralli hanno con grande “Amuri” donato 500 mascherine chirurgiche.

I preziosi dispositivi sono stati distribuiti in base alle segnalazioni pervenute al personale medico, infermieristico e ausiliario del Pronto Soccorso di Taormina, al reparto di Radiologia e Oncologia dell’ospedale di Taormina, al Centro Dialisi di Furci Siculo, agli infermieri territoriali adi del distretto di Taormina e alla casa di cura Carmona di Messina.

In particolare Loretta e Connie hanno colto il grido di aiuto di tanti operatori sanitari e grazie alla disponibilità e alla collaborazione di Alessandra Miano, amica ed infermiera, sono riuscite ad intercettare dove c’era maggiore necessità.

Un semplice gesto che è stato accolto con immensa gratitudine.

“Amuri, spiegano Loretta e Connie Ralli, non è solo un brand. È uno stile di vita, è una scelta. Esserci sempre per gli altri, per chi ha più bisogno. Sappiamo che torneremo presto ad occuparci delle nostre clienti ma oggi abbiamo voluto dedicare le nostre attenzioni a chi ogni giorno combatte in prima linea per sconfiggere questo virus. Un semplice gesto. È solo Amuri. È quello che sappiamo fare: guardare a chi ha bisogno ed agire. Il nostro aiuto serviva adesso e per questo abbiamo scelto di dare il nostro contributo. Un modo per ringraziare medici, infermieri, operatori sanitari che si stanno prendendo cura di tutti noi.”

 

 

Pubblicato in Attualità

L’on. Danilo Lo Giudice, sindaco di Santa Teresa di Riva, interviene sul dibattito politico inerente l’avvio della cosiddetta Fase 2 annunciata dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ieri.

“Non ho seguito la conferenza stampa di Conte, spiega Lo Giudice, perché impegnato nei lavori della finanziaria regionale a Palermo. Ho ricevuto però, prosegue, una miriade di messaggi da tanti imprenditori esasperati che lanciano un grido di aiuto per poter riprendere piano piano la loro vita, il loro lavoro. Presidente Nello Musumeci i Siciliani hanno bisogno del suo intervento. C’è bisogno di avviare un’interlocuzione urgente con il governo nazionale per consentire di ripartire, con le dovute cautele, ma bisogna ripartire e sono certo che lei condivide questo pensiero. Il rischio che corriamo in questa terra, conclude Lo Giudice, è quello di vedere i sacrifici di una vita mandati in fumo e la Sicilia non se lo può permettere.”

Pubblicato in Politica

Con la ripresa delle attività diagnostiche in questo periodo di epidemia da coronavirus ( covid 19), il centro di diagnostica Fiumara ha voluto fornire un ulteriore aggiornamento to su come il nostro centro si sia organizzato nel pieno rispetto delle raccomandazioni delle autorità sanitarie.

“Innanzitutto, spiega il dott. Fiumara, abbiamo applicato il distanziamento. Il nostro studio ha una superficie superiore a 1300mq e questo ci consente di organizzarci con appuntamenti ed ingressi programmati, ricambio d'aria ad ogni esame, sanificazione dei locali giornaliera ed utilizzo di quelli che sono i dispositivi di protezione suggeriti dalle norme. Abbiamo peraltro predisposto la distribuzione e diluizione della forza lavoro nel numero massimo possibile di turni.

Abbiamo mobilitato le nostre risorse per soddisfare quello che a nostro avviso è l'obiettivo di tutti noi: continuare a garantire l'esigenza di salute dei nostri utenti, garantire la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti e, non ultimo, garantire la continuità aziendale.

La nostra missione, aggiunge il dott. Fiumara, è porre i pazienti " al centro” e li ringraziamo per la loro collaborazione in questo momento difficile.”

Il centro è aperto per la diagnostica urgente e inderogabile da lunedì a venerdì, dalle ore 8 alle ore 14.

 

Pubblicato in Attualità

La notizia della morte di Tanya Trimarchi, dottoressa di 57 anni di Santa Teresa di Riva, morta all’ospedale "Santa Chiara" di Trento dopo essere stata colpita dal virus Covid-19, ha scosso l’intera comunità.

Ad esprimere il proprio cordoglio anche il sindaco di  Santa Teresa di Riva Danilo Lo Giudice: “A nome mio e di tutta la comunità santa teresina ci stringiamo al cordoglio della famiglia Trimarchi per la scomparsa della Dottoressa Tanya. In questa emergenza il maledetto virus ha travolto anche lei a Trento presso l’ospedale Santa Chiara, dove svolgeva la sua professione per tentare di salvare delle vite umane. Una donna straordinaria, che ha sacrificato la sua vita nel tentativo di dare aiuto al prossimo. Un esempio di vita per tutti noi, che ci fa riflettere e che ci stringe forti in un coro unanime di ringraziamento per quanti operano in prima linea nei nostri ospedali.”

Pubblicato in Cronaca

L’amministrazione comunale di Santa Teresa di Riva, in accordo con i supermercati presenti sul territorio, ha predisposto all’ingresso di ogni supermercato una raccolta di beni di prima necessità.

“Chi può e vuole dare una mano d’aiuto, spiega il sindaco Danilo Lo Giudice, può acquistare qualcosa da lasciare nel carrello che troverà esposto. Successivamente i volontari della Croce Rossa, dell’Avis e dell’Associazione Penelope si occuperanno della distribuzione a domicilio. Coloro che si trovano in uno stato di necessità, conclude il sindaco, possono contattare il numero che si trova nelle locandine (vedi allegato) per essere inseriti nell’elenco.”

Pubblicato in Attualità

Dipendenti e medici che operano al centro diagnostico Fiumara di Santa Teresa di Riva in quarantena dopo che uno dei medici è risultato positivo al Covid-19.

Si tratta di un anestesista che mercoledì ha svolto servizio presso il centro diagnostico di Fiumara. L'uomo fa parte della comitiva tornata pochi giorni fa da una gita a Madonna di Campiglio. Il caso era scattato ieri quando una persona si era presentata  all'ospedale Papardo con sintomi da Codiv 19 risultando poi positivo. Immediata e' scattata la ricerca di tutti quelli avevano avuto contattati con lui. Era così emerso il caso di una comitiva tornata dalla settimana bianca che aveva però disatteso le direttive del Dpcm. Nessuno di loro si era infatti autodenunciato e messo in quarantena.

Il sindaco di Santa Teresa di Riva lo ha annunciato su facebook:

“Tutti i dipendenti dopo le opportune comunicazioni, sono posti in stato di quarantena insieme ai familiari, così come anche è stato trasmesso sia a noi che all’Asp l’elenco delle persone che sono state visitate che abbiamo contattando per mettersi anche loro in quarantena. Ho chiesto, prosegue Lo Giudice, anche l’elenco di tutte le persone che mercoledì sono state presso il centro diagnostico al fine di porre anche loro in stato di quarantena in via precauzionale, benché non siano entrate direttamente in contatto con il medico. AL DI LÀ DI QUESTO, COME VEDETE IN UN ATTIMO SI PUÒ SCATENARE UN PUTIFERIO.NON È UN GIOCO, NON PENSATE CHE QUESTA SITUAZIONE RIGUARDI ALTRI E NON NOI PERCHÉ IN UN ATTIMO PUÒ DIVENTARE LETALE PER TUTTI.DOVETE RIMANERE A CASA, NON DOVETE USCIRE.”

Pubblicato in Attualità

Sono 72 ad oggi i cittadini di Santa Teresa di Riva che si sono registrati sul portale https://www.siciliacoronavirus.it/ per segnalare il proprio ritorno nel comune jonico.

Come da ordinanza del presidente della regione Siciliana del 13 marzo scorso tutti i soggetti residenti o domiciliati nell’intero territorio regionale che vi facciano rientro da altre regioni o dall’estero devono comunicare tale circostanza al Comune, al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio, nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta con obbligo di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo con divieto di contatti sociali, di spostamento e di viaggi.

“Ad oggi, spiega il primo cittadino di Santa Teresa di Riva Danilo Lo Giudice, sono 72 le persone che si sono registrate sul portale dedicato ed hanno comunicato la loro presenza nel nostro comune. Sono tutte in quarantena volontaria preventiva. La situazione viene monitorata costantemente dalla polizia municipale che vigila sull’effettiva osservanza della quarantena da parte di tutti i soggetti.”

Chiunque sia rientrato in questi giorni da altre regioni d’Italia o dall’estero ha l’obbligo di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza e di registrarsi presso il sito web www.siciliacoronavirus.it. Nel caso in cui l’appartamento non goda di stanza isolata con bagno annesso ad esclusivo utilizzo, i familiari conviventi debbono sottostare, con le medesime modalità, all’obbligo di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario.

 I soggetti che fanno ingresso nel territorio regionale per comprovate esigenze lavorative, purché rientranti tra quelle espressamente consentite dal DPCM dell’11 marzo 2020, devono adottare tutte le misure previste per il contenimento del contagio da COVID-19 dalla normativa nazionale e regionale.

 “Monitoriamo costantemente la situazione, rassicura Lo Giudice. Ognuno, conclude, faccia la propria parte restando a casa ed osservando quanto previsto dai vari decreti.”

Pubblicato in Attualità
Il Comune di Santa Teresa di Riva ha attivato il Servizio di consegna a domicilio di beni di prima necessità (generi alimentari e farmaci), rivolto a tutti gli anziani della comunità che non abbiano il supporto da parte di parenti o conoscenti.
In questo particolare momento di emergenza è stato predisposto questo servizio per tutelare particolarmente gli anziani evitando loro di uscire di casa.
Si invitano quanti avessero necessità di questo supporto a telefonare all’Ufficio Servizi Sociali da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 12.30 ai numeri:
CELL: 347 638 3123
TEL: 0942/7861214
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Pubblicato in Attualità

Mentre ciascuno di noi cerca di fare la propria parte restando a casa il più possibile c’è chi continua a lavorare per fornire a tutti noi beni di prima necessità.

Tante sono le attività che hanno avviato la consegna a domicilio per contribuire a limitare gli spostamenti.

 Proviamo a fare un elenco rendendoci disponibili ad aggiornarlo:

 

GENERI ALIMENTARI

 

MAXI SCONTO DI BELLA

Si può telefonare allo 0942798191 o inviare un messaggio su WhatsApp al 3409016298

 

TOP MARKET DECO’

Effettua consegne a domicilio il lunedì con un’attenzione particolare alle richieste degli anziani. Telefonare allo 0942 792473- 3334840189 nella fascia oraria compresa tra le 8.30 e le 10.30

 

MARKET DI SMIROLDO GIUSEPPE

Via Francesco Crispi,68

98028 - S. Teresa di Riva (Me)

0942751073 - 3495805798

 

"BOUTIQUE DELLA FRUTTA SANTA TERESA DI RIVA"

Frutta e verdura a casa vostra telefonando al numero 3425611081

 

PIZZERIE

 

IL RIVIERA

Info 0942 751884 o 3346100878

 

 

 

PIZZERIA GASTRONOMIA DAL NERO

Consegne a domicilio venerdì, sabato e domenica chiamare al : 3914356545 o 3533106292

 

LA SIRENA

Per consegne a domicilio chiamare ai seguenti numeri 351.0696492  o 0942.480421

 

PRODOTTI PER ANIMALI

 

EVOLUZIONI GREEN

Servizio gratuito a domicilio dalle 07:00 alle 18:00 di prodotti per animali da compagnia e da reddito (croccantini, mangimi, lettiere e traverse, antiparassitari, snack, prodotti per l’igiene)

Per le consegne chiamare i numeri: 353-3092687 0942-794235

 

 

Elenco in aggiornamento. Se hai un'attività commerciale, effettui la consegna a domicilio e vuoi essere inserito nell'elenco invia una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Attualità
Pagina 1 di 19

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI