Nella tarda mattinata di oggi, intorno alle 10:45, i Vigili del fuoco del Comando Provinciale di Messina sono intervenuti per un salvataggio di un uomo precipitato all'interno di un pozzo cisterna, profondo circa 12 metri, nel comune di Itala, esattamente in via Provinciale 18.
La squadra 1a della sede Centrale VF, assieme a personale specializzato SAF (SPELEO ALPINO FLUVIALE, adatto per questi interventi) giunta sul posto, con Autopompa serbatoio, pick-up con modulo attrezzato, e automezzo speciale per questo tipo di intervento, hanno raggiunto e recuperato l'infortunato, imbracandolo con la speciale barella spinale e relativi accessori, in modo da poterlo uscire fuori dal pozzo in totale sicurezza e affidarlo immediatamente al personale sanitario del 118 che era anche presente. Contestualmente alle squadre di soccorso è giunto sul posto il Capo turno provinciale della Caserma Bevacqua con l'autovettura vf.
Il malcapitato ha riportato diverse ferite ma fortunatamente era cosciente, quindi è stato subito trasportato all'ospedale policlinico di Messina.
La dinamica sulla caduta accidentale è ancora da chiarire. Sul posto anche i Carabinieri. Dopo aver messo in sicurezza e bonificato tutta l'area interessata, i Vigili del fuoco hanno fatto rientro in sede.
 
Pubblicato in Cronaca

Abolire I servizi singoli ed introdurre i servizi in coppia auto-montati  compresi i turni di reperibilità a partire dal servizio di primo turno del prossimo 18 giugno.

Sono questi alcuni dei temi affrontanti nel corso di un incontro avvenuto nei giorni scorsi tra l’amministrazione comunale e il comandante della Polizia Locale Agostino Pappalardo e il vice comandante Daniele Lo Presti.

Tutte le problematiche illustrate al Primo cittadino Eligio Giardina finiranno sulla scrivania del nuovo sindaco dopo le elezioni di giorno 10.

Ne abbiamo parlato con l’Ispettore Capo della Polizia Locale Nino Raneri.

GUARDA VIDEO

Pubblicato in Attualità

Si è svolto stamani all’Isola Bella il blitz congiunto di Polizia Locale e Guardia Costiera al fine di verificare eventuali illeciti sul demanio marittimo.

L’azione delle forze dell’ordine ha portato al sequestro di n.8 ombrelloni, 5 retini, 40 cavetti auricolari, 5 aste per selfie, n.20 cinture, 196 paia di scarpe,  10 cappelli, 35 occhialini damare, 3 ciambelle gonfiabili, 3 costumi, 1 telo plastica, 1 cesta porta oggetti.

Il materiale era occultato all’interno dell’area di competenza del Consorzio rete fognante in pessimo stato di conservazione a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici ed è stato consegnato al termine dell’operazione alla ditta Mosema per la successiva distruzione.

La Guardia Costiera  con il comandante  Cosimo Roberto Arizzi e la Polizia Locale con il vicecomandante Daniele Lo Presti hanno anche  proceduto anche a verificare le imbarcazioni utilizzate per le escursioni turistiche in attesa della realizzazione dei corridoi di lancio.

 VIDEO OPERAZIONE

Pubblicato in Cronaca

Prosegue l'offensiva della Polizia Locale contro i questuanti e gli abusi sul territorio comunale. Gli uomini diretti dal comandante dott. Agostino Pappalardo e coordinati dal Vice Comandante dott. Daniele Lo Presti nelle ultime ore hanno portato avanti  una serie di controlli mirati a garantire ordine e sicurezza.

Nella giornata di ieri di la polizia locale ha deferito all'autorità giudiziaria per il reato previsto è punito dall'art.600 octies del codice penale una cittadina rumena di anni 38 in quanto colta sul corso Umberto mentre mendicava facendo uso di una minore di anni 14 nella fattispecie la figlia di anni 3. Gli operatori dopo aver constatato che la minore si trovasse in buone condizioni di salute dopo aver proceduto al sequestro delle somme hanno rimesso in libertà la donna.

Nella giornata di oggi invece è stato posto sotto sequestro penale un cantiere edile ubicato nella fraz di mazzaró in quanto privo di qualsiasi titolo autorizzativo. Nella fattispecie gli Agenti hanno accertato che un cittadino italiano di anni 62 stava provvedendo a realizzare un ascensore a servizio del suo immobile. Dovrà adesso rispondere dei reati in materia di urbanistica previsti dal dpr 380/2001 recepito dalla regione Sicilia con la legge regionale 16 del 2016.

 

Pubblicato in Cronaca

I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania, su disposizione della Procura della Repubblica di Caltagirone, hanno notificato a tre Vigili Urbani in servizio presso il Comando della Polizia Municipale del Comune di Scordia (CT) un avviso di conclusione delle indagini preliminari, emesso nei loro confronti per i reati di falso in atto pubblico e abuso d’ufficio. Il provvedimento consegue all’esito di indagini svolte dalle Fiamme Gialle del Gruppo di Caltagirone, su richiesta della Procura calatina, e che hanno fatto emergere il concorso dei tre vigili (S.P. 46 anni di Scordia, F.R. 48 anni di Scordia, e D.A.G. 53 anni di Catania) nella materiale falsificazione e conseguente “annullamento” di un verbale regolarmente elevato per infrazioni al Codice della Strada. In particolare, da quanto ricostruito dai Finanzieri, due dei Vigili Urbani avevano provveduto a contestare, durante il turno di servizio, un’infrazione alle norme del Codice della Strada nei confronti di un automobilista. Successivamente, in ragione dell’interessamento del terzo collega, amico del conducente verbalizzato, al fine di favorire quest’ultimo e precostituire un presupposto di annullamento dell’atto, hanno materialmente alterato il verbale modificando l’indicazione della targa del veicolo, rendendo di fatto non immediatamente identificabile il mezzo. I pubblici ufficiali indagati hanno poi proceduto al concreto annullamento del verbale mediante falsa apposizione sullo stesso della dicitura “annullato in autotutela” per “targa errata in quanto non leggibile”. Con tale illegittimo espediente, gli indagati si sono altresì sottratti alla vigilanza del loro Comandante del Corpo di Polizia Municipale, unica Autorità alla quale, al ricorrere dei presupposti di legge, compete la potestà di annullamento in autotutela dei verbali elevati. La grave condotta dei tre pubblici ufficiali oltre ad aver procurato un ingiusto vantaggio patrimoniale alla persona verbalizzata ha altresì determinato un contestuale danno all’Amministrazione comunale di Scordia.

Pubblicato in Cronaca

Solo 10 giorni fa avevamo affrontato il problema relativo all’errato conferimento dei rifiuti indifferenziati.

Ovvero  chi, nei giorni della raccolta dell’indifferenziata, approfittava per mettere fuori da casa non solo il cestino in dotazione da ma anche enormi sacchi neri.

Una situazione che era stata segnalata al primo cittadino Danilo Lo Giudice da alcuni cittadini.

Oggi sono scattati i controlli dei vigili urbani.

L'ispettore Giuseppe Trimarchi  ha individuato i legittimi proprietari sanzionandoli per errato smaltimento dei rifiuti , considerando che i sacchi neri contenevano materiale di risulta  provenienti da lavori di demolizione.

Pubblicato in Attualità

La sosta selvaggia nel piazzale della stazione ferroviaria di S. Teresa di Riva è ormai una consuetudine che  chiunque si trovi a dover transitare da li ha imparato a conoscere. Auto parcheggiate in una immaginaria corsia centrale, auto parcheggiate lungo la strada che conduce alla stazione rendendo difficoltoso il passaggio di mezzi pesanti ed auto in sosta anche davanti all’ ingresso del cancello che conduce allo scalo ferroviario. Un vero caos, insomma che stamani ha reso necessario l’intervento della polizia municipale di S. Teresa di Riva. Per l’ennesima volta infatti i mezzi della ferrovia sono rimasti bloccati a causa di alcune macchine posteggiate proprio di fronte al cancello che conduce allo scalo. I vigili urbani intervenuti hanno proceduto a documentare fotograficamente la violazione e  multare le auto in divieto di sosta. Impossibile l’intervento del carro attrezzi… ovviamente a causa delle auto in sosta selvaggia che restringono la corsia stradale.

Pubblicato in Attualità

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI