Super User

Super User

Sabato 18 nei locali dell’aula consiliare del comune di Letojanni si è tenuta la presentazione del manuale “Emergenza pratica” edizioni Kimerik a cura di Alessandro D’Angelo, Governatore della Fraternita di Misericordia S. Giuseppe di Letojanni. Più di 20 autori hanno dato il loro contributo per la stesura del volume che comprende nozioni di primo soccorso, protezione civile e psicologia dell’emergenza rivolto a laici e volontari di associazioni. L’assessore Rammi ha portato i saluti a nome del sindaco e dell’intera amministrazione comunale di Letojanni; tra gli autori presenti che hanno fatto un breve intervento il Dr. Domenico Runci (Direttore Centrale Operativa SEUS 118, il Dr. Vincenzo Andaloro (Operatore e formatore SEUS 118),l’Architetto Ketty Tamà e l’Ingegnere Antonio Rizzo (Lions Alert), il team siciliano che si occupa sul campo della Psicologia dell’Emergenza tra le quali la Dr.ssa Jenny Gioffre e di cui fanno parte due volontarie della Misericordia di Letojanni le Dr.sse Tuena Puglia e Valentina Pettinato, il Sig. Daniele Rizzo (Presidente dell’associazione RVA di Taormina), Consolato Malara (Associazione italiana medicina delle catastrofi),  i volontari della Misericordia di Letojanni Rosalba Gullotto, Giusy Cilla, Maria Tindara Crisafulli, Sebastiano Galifi, le associazioni aderenti al GIJ (Tonino Ruggeri, Misericordia di Spadafora)  e l’associazione FRATRES di Letojanni. Orgoglioso ed onorato di Governare la Misericordia di Letojanni – ha dichiarato Alessandro D’Angelo – ringrazio tutti i volontari che a vario titolo hanno dato il loro contributo per la stesura del manuale e per l’organizzazione della presentazione odierna, oltre a ringraziarli per la loro quotidiana disponibilità nei confronti del fratello bisognoso. Un ringraziamento particolare alla casa editrice Kimerik grazie alla quale è stata  possibile la pubblicazione del volume che è in vendita nei migliori siti online e il cui intero ricavato sarà devoluto in beneficenza. Un grazie di cuore  a tutti coloro che erano presenti all’evento tra i quali l’Ing. Alfredo Biancuzzo (Responsabile Provinciale di Protezione Civile), la Dr.ssa Maria Cavallaro (Funzionario Dipartimento di Protezione Civile di Messina,  i sindaci dei comuni di Savoca, Mandanici e S.Alessio e l’ex Consigliere Provinciale Matteo Francilia per il sostegno dimostrato.

Legambiente Sicilia ribadisce l’allarme per l’abbandono delle regole che nessuna urgenza può motivare, specialmente se si tratta di regole del codice dei contratti, da poco entrate in vigore proprio per mettere argine agli scandali del settore degli appalti pubblici. “Ci associamo – dice Gianfranco Zanna, presidente regionale di Legambiente Sicilia - alle preoccupazioni del Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, nuovamente ripetute in questi giorni: riteniamo incomprensibile e di una gravità inaudita fare delle deroghe sulle gare d’appalto in un’area così sensibile a corruzione e infiltrazioni mafiose”.

E’ paradossale che la scelta di Taormina, promossa come un rilancio delle eccellenze del Sud, sembra si stia attuando, invece, con i suoi peggiori vizi storici: enormi ritardi, improvvisazione, assenza di pianificazione, di regole e controlli, per un evento che, certo, non può essere classificato come inatteso.

“Sembra ormai che delle tante opere che erano previste – sottolinea Zanna - sia rimasta solamente la costruzione dei due eliporti, la cui collocazione, quanto mai insensata per molteplici ragioni di opportunità e sicurezza, dovrebbe essere oggetto di ripensamento, mentre non si parla più del rifacimento del manto stradale dell’autostrada. Il territorio di Taormina è un territorio estremamente fragile dal punto di vista idrogeologico e dunque il G7 avrebbe dovuto essere una grande occasione almeno per alcuni dei lavori necessari per il risanamento e la messa in sicurezza del comprensorio, ma sembra che della vera sicurezza nessuno intenda occuparsi preferendo lavori di maquillage, come l’inutile rimaneggiamento della strada per il Teatro greco romano, giustamente bloccata dalla Soprintendenza. Ma, siamo convinti che non sia ancora troppo tardi per poter fare almeno qualcuno di quei lavori di cui Taormina (e il suo comprensorio) hanno un disperato bisogno”.

Legambiente ha, quindi, organizzato, insieme al mecenate Antonio Presti, per il prossimo venerdì, 24 febbraio, un incontro con tutte le associazioni e realtà locali alla Villa Comunale, dalla quale far partire una forte richiesta della cittadinanza affinché il suo territorio venga rispettato e valorizzato. L’appuntamento è alle ore 16, all’ingresso di via Bagnoli Croce con tutti coloro che hanno a cuore il futuro di questo comprensorio.

Hanno preso il via oggi presso il Liceo Caminiti di Giardini gli incontri di formazione e invito all' ascolto della musica lirica, proposti e organizzati dalla Nuova compagnia lirica siciliana, da Taormina Opera stars e da Naxoslegge. Gli studenti del Liceo Caminti-Trimarchi di Giardini Naxos e S.Teresa di Riva, grazie all'incontro con specialisti del settore, direttori d'orchestra, studiosi e giornalisti, saranno coinvolti in un percorso di approfondimento su Cavalleria rusticana di Mascagni, messa in scena la scorsa estate al Teatro Greco di Taormina e ora riproposta anche per le scuole al Metropolitan di Catania. Il percorso didattico, accanto ai seminari, prevede la partecipazione degli studenti al concorso programmato dagli organizzatori, per la realizzazione di una recensione dello spettacolo, cui gli studenti parteciperanno, e la ideazione del manifesto dell'evento. I vincitori saranno premiati in estate, al Teatro greco di Taormina. Il progetto vede il coinvolgimento anche dei Licei di Adrano e Paterno'.

 L' iniziativa intende avvicinare consapevolmente i giovani a questa importante forma di arte, anche evidenziando l' importanza del libretto operistico, soprattutto nelle eventuali correlazioni con testi letterari ispiratori, come nel caso della verghiana novella Cavalleria rusticana. Un progetto di vera interdisciplinarietà che vede gli studenti protagonisti e conferma la necessaria sinergia tra la istituzione scolastica e le realtà culturali vivaci e operose del territorio. In tal senso il Liceo Caminiti-Trimarchi, per volontà della dirigente dott.ssa Maria Carmela Lipari, si conferma un punto di riferimento  fondamentale per il territorio, capace di promuovere e fare cultura, in modo aperto e costruttivo.

Com’è noto,  Taormina sarà “palcoscenico del mondo” con il G7, e naturalmente questa Amministrazione ha  previsto alcuni eventi culturali di grandissimo spessore che apriranno la stagione primaverile, e rimarranno in prosecuzione sino al grande evento mediatico di maggio.

Abbiamo immaginato un percorso che possa esprimere alcune vere eccellenze italiane dell’arte, un viaggio in cui il visitatore immerso nei luoghi simbolo dell’arte, della bellezza e del paesaggio scoprirà alcuni emozionanti protagonisti della cultura italiana.

All’interno del prezioso progetto "Unescosites / Italian Heritage and Arts" che verrà allestito al Palazzo corvaja, che  mostra al mondo intero la bellezza della Sicilia e dell'Italia, saranno esposti, ad esempio,  capolavori assoluti di Caravaggio e Antonello da Messina.

Scegliendo di puntare sull’arte e sulla cultura, il visitatore verrà condotto nelle meravigliose atmosfere di alcuni tra i più affascinanti luoghi riconosciuti dall’UNESCO come patrimonio mondiale dell’Umanità, ma conoscerà anche la straordinarietà degli artisti italiani.

Ancora,  dall’11 marzo Taormina ospiterà all’interno dell’Ex Chiesa del Carmine “Il Futuro sopravvenuto” un evento internazionale che metterà in mostra le opere degli artisti di spicco del futurismo italiano. Una grande mostra con 70 opere uniche provenienti principalmente dall’archivio Futur-Ism, dalla Collezione Ventura, dalla Fondazione Cirulli e dalla Collezione Trust Aletta. In esposizione, alcune tra le più interessanti espressioni artistiche di artisti di spicco del movimento futurista italiano come Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Julius Evola, Giulio D’anna ed altri. Particolarmente attesa è l’opera  “Complesso plastico colorato di frastuono + Velocità” di Giacomo Balla.

Straordinario evento, infine, l’esposizione dal 24 maggio nella cripta dell’Ex Chiesa del Carmine della “Tavola Lucana”, di Leonardo Da Vinci,  un pannello di 60 x 44 cm rappresentante l’autoritratto del grande artista italiano.  La mostra è prodotta da Fenice e l’opera è gentilmente concessa dal proprietario professore Nicola Barbatelli.

L’amministrazione comunale di Roccalumera ha disposto l’attivazione di un applicazione per tablet e telefonini che permetterà a tutti gli utenti di avere il Municipio in tasca. E’ un ulteriore passo avanti che permetterà alla municipalità roccalumerese di avere un filo diretto con tutta la comunità e di informarla in tempo reale anche con news ed avvisi importanti quali quelli di protezione civile per eventuale allerta meteo. Il Sindaco Dott. Gaetano Argiroffi, nell’esprimere soddisfazione per la promozione di questa iniziativa da parte della sua amministrazione, dichiara: “l’istituzione dell’App comunale è finalizzata ad ottimizzare la comunicazione fra i cittadini e l’amministrazione, rendendola sempre più vicina ed interattiva. Con questa applicazione ogni iniziativa adottata dall’Ente sarà trasmessa con tempestività in modo da poter veicolare in tempo reale tutte le notizie di interesse pubblico e sociale”.

I militari della Stazione Carabinieri di Giardini Naxos, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, in mattinata hanno tratto in arresto M. M. classe 94, perché ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia.

L’attività investigativa traeva spunto da una denuncia recentemente presentata dalla persona offesa, una ragazza trentatreenne di  Graniti, la quale, dopo aver interrotto la relazione sentimentale con il compagno, veniva minacciata di morte e violentemente percossa in diverse circostanze con calci e pugni, tanto da dover ricorrere all’Ospedale di Taormina per le cure del caso. L’esigenza cautelare della custodia in carcere nasce dalla reiterazione delle condotte aggressive e violente dell’indagato, sfociate in lesioni, minacce, e sinanche limitazioni della libertà in un arco di tempo prolungato e tale da far vivere la persona offesa in uno stato costante di sofferenza e paura.  

Le indagini, prontamente avviate dall’Arma di Giardini Naxos, consentivano di riscontrare quanto denunciato dalla parte offesa, attraverso sommarie informazioni testimoniali ed accertamenti  di P.G. che confermavano la vicenda.

L’attività d’indagine condotta nell’immediatezza dei fatti e coordinata dalla Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Messina consentiva di raccogliere, in pochi giorni, un quadro indiziario grave e tale da consentire l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare della custodia in carcere. A seguito dell’emissione della misura i militari dell’Arma, grazie ad un intensa attività info-investigativa, rintracciavano e bloccavano l’uomo, il quale veniva tratto in arresto ed, espletate le formalità di rito,  tradotto presso la casa Circondariale di Messina Gazzi.

L’andamento dei fatti dimostra come le denunzie da parte delle vittime di maltrattamenti in famiglia, stalking, violenze di genere e nei confronti di minori sono di fondamentale importanza per gli organi deputati a perseguire tali tipologie di delitti  poiché conducono ad un immediato intervento in loro tutela. Tale rapidità della risposta della Polizia Giudiziaria in tutela delle vittime si ricollega anche ad una specifica preparazione professionale raggiunta nell'affrontare tali reati, sollecitata e coordinata dalla Procura della Repubblica di Messina, che ha stabilito precise modalità operative per giungere quanto più rapidamente possibile a tutelare tutte le vittime vulnerabili, operando con la sensibilità e l’attenzione che simili situazioni richiedono.

 

La Compagnia Carabinieri di Taormina ha denunciato due persone e nello specifico una per omissione di soccorso a seguito di incidente stradale ed una altra a Santa Teresa di riva per guida in stato di ebbrezza. Nello specifico a Giardini Naxos i Carabinieri della locale stazione sono intervenuti in seguito ad un investimento pedonale ai danni di un cittadino italiano classe’59 sul lungomare Schisò nel comune di Giardini Naxos. Il conducente, un ragazzo venticinquenne, non fermandosi per prestare soccorso è stato deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per omissione di soccorso in seguito ad incidente stradale. La vittima fatta trasportare immediatamente dai militari al locale nosocomio è stato giudicato affetto da diverse patologie per cui necessiterà di 30 giorni di diagnosi salvo ulteriori e sopraggiunte complicazioni. A Santa Teresa di Riva  militari della locale Stazione in servizio perlustrativo accorgendosi che un uomo alla guida della propria vettura effettuava manovre azzardate e pericolose a “zig zag” hanno proceduto al fermo per gli accertamenti del caso. L’uomo sottoposto al controllo dell’alcool test è stato trovato positivo e quindi in guida di stato di ebbrezza per cui è stato denunciato alla competente Ag mentre il suo veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo ed affidato in custodia oltre che il soggetto si è vista ritirata la patente di guida

Il centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania, rappresentato dal direttore Giovanni Signorello, in occasione della conferenza di servizi relativa alla realizzazione di una elisuperficie temporanea in località Piano Porto e di una elisuperficie permanente presso la Piscina comunale, che si è tenuta giovedì scorso nella sede della Prefettura di Messina, alla presenza del vicepresidente della Regione Siciliana, ha presentato le seguenti osservazioni.

“Dall’esame della documentazione tecnica ricevuta non si rilevano incidenze negative significative sulle quattro aree protette prossime ai luoghi oggetto di intervento (Sito di Interesse Comunitario (SIC) ITA030040 “Fondali di Taormina – Isola Bella”; Zona Speciale di Conservazione (ZSC) ITA030003 “Rupi di Taormina e Monte Veneretta”; Zona speciale di conservazione ITA030031 “Isola Bella, Capo Taormina e Capo S. Andrea”; Riserva Naturale Orientata “Isola Bella” – si legge sul documento a firma del direttore del Cutgana, prof. Giovanni Signorello -. Tuttavia si osserva che l’elisuperficie temporanea da realizzarsi in località Piano Porto prevede l’eliminazione di parte della vegetazione steppica a dominanza di Hyparrhenia hirta, inclusa nell’allegato I della Direttiva Habitat (92/43/CEE) come habitat prioritario di conservazione (cod. 6220*), nonché l’eradicazione di arbusti e alberi tipici della macchia mediterranea. Pertanto, si ravvisa la necessità che, dopo la rimozione dell’elisuperficie in questione, siano attuati interventi di ripristino dello stato originario dei luoghi e/o eventuali misure di compensazione ambientale”.

“Per quanto attiene agli aspetti operativi delle strutture, si fa presente che il Decreto istitutivo della Riserva naturale orientata Isola Bella, vieta, nelle zone A e B, di sorvolare con veicoli non autorizzati, salvo quanto definito dalle leggi sulla disciplina del volo e per motivi di soccorso e vigilanza, e che nello spazio aereo tra Capo S. Andrea e Capo Taormina potrebbero verificarsi, soprattutto nel mese di maggio, eventi di “bird strike”, dovuti alla presenza di numerosi esemplari di Gabbiano reale Larus michahellis – si legge sul documento del Cutgana -. Pertanto, si consiglia di escludere dai piani di volo degli elicotteri lo spazio aereo sopra indicato e, in particolare, lo spazio sovrastante la Riserva naturale Isola Bella”.

 

Nella foto Prateria a Hyparrhenia hirta (habitat 6220*), con esemplare di Prunus dulcis nel sito “Piano Porto”

 

E’ stata chiusa al transito la via Mario e Nicolo’ Garipoli nel tratto del viadotto interessato dal movimento franoso.

A stabilirlo un’ordinanza del primo cittadino Eligio Giardina.

Si svolgerà sabato 18 febbraio 2017 alle ore 10.30 presso la Sala Ovale del Municipio di Messina una CONFERENZA STAMPA: LA REALTA' NON SI ARCHIVIA...ovvero RICORSO -OPPOSIZIONE all'archiviazione dell'indagine giudiziaria su Capo Ali'.

Insieme all’avvocato Salvatore Iannello relazioneranno i presentatori dell' esposto: Giacomo Di Leo per il comitato centrale del Partito Comunista dei Lavoratori (PCL), Francesco Urdi' per la CUB, un rappresentante del Comitato No Frane e dell'associazione Aiutiamoci Noi. Alfonso Calabrese della federazione del PCI di Messina.

 Interverranno anche rappresentanti del Fronte Popolare Autorganizzato, dell' Unione Inquilini e del Prc. E soprattutto sono invitati ad intervenire i pendolari-lavoratori, cittadini che per vari motivi transitano da Capo Alì e in primis tutti i cittadini che hanno vissuto con sofferenze materiali e psicologiche all'epoca dell'alluvione del 2009 "l'imbottigliamento" tra Capo Alì e Capo Scaletta, ambedue interrotti al traffico per frane...e quindi Itala e Scaletta Zanclea isolati dal mondo e dai soccorsi stradali.....in una situazione di calamità.

 

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI