Super User

Super User

"Il Consiglio comunale di Taormina, dopo 20 anni, è riuscito ad approvare il regolamento sul canone unico patrimoniale. Si tratta di un tassello storico nella vita amministrativa della nostra città, perché nel passato la politica aveva faticato a trovare un punto di incontro su questo complesso argomento”: sono le parole del presidente del Civico consesso, Lucia Gaberscek.
“Il regolamento sui suoli pubblici, che chiaramente tocca i punti nevralgici della nostra vita economica e sociale - prosegue la presidente - è stato approvato con i voti della maggioranza e l’astensione della minoranza. Un grazie alla maggioranza e alla amministrazione attiva per quello che, comunque ,è un risultato raggiunto dal Consiglio comunale nella sua interezza, ottenuto nell’interesse della città e dei suoi ospiti. Il riferimento è ai residenti e anche ai visitatori, che grazie alle nuove regole messe in campo troveranno una Taormina più decorosa, vivibile, ordinata e pulita. Anche gli imprenditori e gli albergatori potranno vivere e lavorare in maniera più serena. Sono stati gli stessi commercianti a chiederci delle regole e noi abbiamo fatto il possibile per ascoltarli, confrontandoci più volte con loro. Nella fase di redazione del regolamento sono state accolte quante più istanze possibili. In alcuni casi, ci saranno regole più rigide, come il blocco delle concessioni in via Teatro Greco e sul Corso Umberto. Inoltre, si potrà giungere alla revoca della concessione per sei mesi in caso di reiterata violazione del regolamento. Non abbiamo tralasciato nulla. C’è stata una grande attenzione e un grande senso di responsabilità da parte di tutti durante i lavori, perché non volevamo danneggiare chi ha già investito e continua a investire quotidianamente a Taormina. Anzi, anche in un’ottica di destagionalizzazione dell’offerta turistica, tra le novità più importanti ricordo che con il nuovo regolamento è previsto uno sconto del 20% del canone per chi mantiene aperta la propria attività per almeno 11 mesi l’anno. Siamo veramente soddisfatti per il traguardo raggiungo e, a tal proposito - ha concluso la presidente Lucia Gaberscek - colgo l’occasione per ringraziare l’assessore comunale alle Attività produttive, Andrea Carpita, che ha fortemente voluto questo regolamento e che ha profuso impegno e dedizione”.

Finisce in Tribunale il caso delle spettanze non pagate agli ex lavoratori dell’Ato Messina. La Fit Cisl Messina, attraverso il segretario provinciale Letterio D’Amico, ha presentato un esposto alla Procura evidenziando come «molti lavoratori ex dipendenti della ATO ME 4 che sino al 31 marzo 2021 aveva in gestione il servizio di igiene ambientale per numerosi comuni della zona jonica della provincia di messinese, come Giardini Naxos, Letojanni, Mandanici, S. Alessio Siculo, non abbiano ancora ricevuto i compensi previsti».

«Messa in liquidazione l’Ato Me 4 – ricorda D’Amico - il 1 aprile 2021 i lavoratori sono stati trasferiti alla SRR di Messina ma la gestione commissariale non ha corrisposto la retribuzione relativa al mese di marzo 2021 nonché le altre spettanze di fine rapporto di lavoro tra cui la 13° mensilità, l’indennità sostitutiva di ferie e permessi ed il relativo Trattamento di fine rapporto».

Più volte la Fit Cisl di Messina ha chiesto ai commissari liquidatori il pagamento delle spettanze ma è stata ottenuta solo una risposta informale che «non si poteva procedere al pagamento delle spettanze degli ex lavoratori dipendenti in quanto l’uscente Commissario Straordinario Ing. Nicola Russo, alla scadenza del suo mandato in data 31/03/2021, non avrebbe consegnato la cassa dell’Ente».

Adesso la Fit Cisl, con l’esposto-denuncia presentato oggi, chiede alla Procura di verificare quali siano le cause ostative per procedere al pagamento delle spettanze agli ex dipendenti.

 

Il segretario della Fisascat CISL Messina Salvatore D’Agostino, in una nota indirizzata alla nuova proprietà dell’hotel San Domenico Palace e per conoscenza al primo cittadino Mario Bolognari, esprime preoccupazione e rammarico per il mancato rispetto degli accordi sottoscritti nel 2017 che prevedevano la riassunzione di tutto il personale impiegato nella precedente gestione. 

Sulla vicenda si registra anche la presa di posizione del sindaco chiamato in causa dalla stessa organizzazione sindacale. 

“Confermo, afferma Bolognari,  di aver avuto un incontro con una delegazione di lavoratori a tempo determinato e di aver preso visione dell’accordo sindacale che garantiva la riassunzione alla riapertura della struttura alberghiera. Esclusivamente nell’interesse pubblico e a tutela degli interessi dei lavoratori, ho chiesto delucidazioni alla Taormina Hotel Management, la quale mi ha assicurato di aver sottoposto l’accordo all’attenzione della Four Seasons, società con la quale ha sottoscritto un accordo per la gestione della struttura alberghiera denominata Hotel San Domenico. Ci tengo a precisare che non sono a conoscenza dei termini contrattuali intercorsi tra la Taormina Hotel Management e la Four Seasons, né li ho richiesti, non essendo di mia competenza questo tipo di relazioni economiche e commerciali intercorrenti tra società private. Mi è stato assicurato che sarebbe stato fatto tutto quanto nelle possibilità della Taormina Hotel Management per soddisfare le legittime richieste dei lavoratori, all’interno dei criteri di competenza professionale e di efficienza sul lavoro dettati da Four Seasons. Ci tengo a precisare, inoltre, che da parte mia non c’è stato, né ci sarà mai un interessamento per i casi personali, ma una semplice attenzione in difesa del principio di equità e di valorizzazione del merito.” 

Certificato di sicurezza anti covid e defiscalizzazione del 5% sulla bolletta idrica e su quella della tari, per commercianti, ristoratori e albergatori. Tamponi garantiti sulla base delle presenze turistiche stimate.  Questa la proposta di "Unione civica per Taormina" ,  per incentivare in sicurezza, i soggiorni e le presenze turistiche, soprattutto straniere.  

"Durante la ripartenza, si legge in una nota del movimento, la competizione tra le località turistiche internazionali, sarà ancora più aggressiva e basata sulla maggiore garanzia, che i siti scelti, potranno essere sicuri e ben organizzati sul piano pandemico.

La pandemia infatti, tende ancora a frenare una ripresa spedita e senza ostacoli. Nonostante l'impegno e la collaborazione di tutti i cittadini, il settore turistico continua ad essere seriamente penalizzato ma, resta cruciale, fondamentale per la nostra città.

Il caso drammatico e ancora tutto da chiarire, avvenuto presso l'ospedale San Vincenzo con la catena di contagi tra pazienti e personale sanitario, e le zone rosse circostanti, non facilitano neanche per Taormina una ripresa spensierata, soprattutto quella internazionale.
A chi arriva dall'estero, dai paesi europei, ma soprattutto da quelli extra europei, occorre garantire ottima organizzazione basata sulla sicurezza e sull'affidabilita' organizzativa di un' intera città e delle sue istituzioni."

"Per questo, Unione Civica x Taormina, dichiara il suo portavoce Antonio D'Aveni, propone alla giunta e al sindaco Bolognari, di istituire un "Certificato di Sicurezza" da apporre presso le vetrine di tutti i locali commerciali, quelli di ristoro e le categorie alberghiere, che rafforzerà la fiducia di ulteriore garanzia a tutti i turisti, da parte degli operatori del settore, che i locali verranno costantemente sanificati garantendo il massimo della responsabilità sulla sicurezza sanitaria. Inoltre, aggiunge D'Aveni, proponiamo uno sconto del 5% per un intero anno, sulla bolletta idrica, e il 5% sulla Tari a tutte le categorie imprenditoriali coinvolte, per contribuire con un aiuto sensato proprio attraverso l'acqua. Che oggi più che mai rimane un bene primario e fondamentale. Questo, per noi di UNIONE CIVICA X Taormina, è senso di comunità e di collaborazione in un momento tanto complesso, tanto difficile ma che non deve vederci inermi. Anzi, siamo noi che dobbiamo attaccare il virus con Idee, proposte e soluzioni. Non possiamo assolutamente restare inermi e immobili. Occorre reagire: reagire come si può e senza indugi... se pur sempre in sicurezza! Spero vivamente, conclude Antonio D'Aveni, che la Maggioranza e il Sindaco, possano accogliere, apprezzare, attuare e interpretare questo nostro contributo, come un sano spirito collaborativo per il bene di Taormina."

Taormina Book Festival sceglie “il bacio” della lettura per arredare la centralissima piazza IX Aprile nel corso della sua 11^ edizione, in programma dal 17 al 21 giugno. È infatti “The kiss”, l’installazione progettata dal team francese dell’École nationale supérieure d’architecture de Paris-Malaquais, a vincere la prima edizione de “Lo spazio dei libri”, concorso internazionale di progettazione architettonica promosso da Taobuk Festival. “Il progetto - spiega la Giuria nelle sue motivazioni - declina il tema attraverso due strutture che, aggregate compongono uno spazio intimo, e separate diventano piccoli palchi funzionali agli eventi del festival. L’architettura interagisce con la pavimentazione, offrendo una duplice rappresentazione del rapporto fra architettura e libri, insieme intima e sociale”. Antoine Geiger e August Hijlkema, che firmano il progetto “The kiss”, aggiungono: «Il bacio è un incontro tra un libro e un paesaggio, in un balletto di parole. Rifugio per i libri e per gli esseri umani, proprio come un libro, questo padiglione è un contenitore da aprire, il santuario per migliaia di storie di fronte all'orizzonte mediterraneo. Concepito come un mini anfiteatro, quasi un “fratellino” del Teatro Greco, racchiuso in un diametro di due metri e mezzo, “The kiss” è il posto dove sfogliare e scoprire altre storie, sede di riunione, conferenze, interviste e, perché  no, il luogo indimenticabile dei primi baci».

Una prestigiosa Giuria – composta dal Presidente Giovanni Francesco Tuzzolino, architetto e docente di progettazione architettonica all’Università degli Studi di Palermo, Sara Banti, caporedattore della rivista Abitare, media partner dell’iniziativa, dalle scrittrici Helena Janeczek ed Evelina Santangelo e dall'architetto Fran Silvestre della Universitat Politecnica de Valencia – ha visionato i 98 elaborati ammessi al concorso, pervenuti da una molteplicità di Atenei internazionali, decretando The Kiss come progetto vincitore. I progetti “Red Lighthouse” di Roberta Pitti dell’Università degli Studi di Palermo e “In Pages” di Ludovico Matteo della Lunga e Flavia Di Donfrancesco dell’Università degli studi Roma Tre, s si sono classificati rispettivamente al secondo e al terzo posto del concorso. 

Lo spazio dei libri” è una proposta tematica fortemente voluta dalla ideatrice e direttrice artistica di Taobuk, Antonella Ferrara: un ponte creativo e culturale con le Università italiane e straniere e al tempo stesso un “segno” capace di esprimere, con tangibile efficacia, l’incontro fra letteratura e architettura, offrendo uno spazio di centralità urbana per la lettura. Nel comitato scientifico del concorso, oltre  ad Antonella Ferrara, figurano il Presidente della Giuria Giovanni Francesco Tuzzolino, architetto e docente di progettazione architettonica all’Università degli Studi di Palermo; il Presidente Consulta Architetti Siciliani Pino Falzea; e due esperti internazionali come Ali Abu Ghanimeh, Presidente del Forum Internazionale Architetti del Mediterraneo e Sahar Attia, del Dipartimento di Architettura dell’Università del Cairo.

“Metamorfosi. Tutto muta” è il tema dell’edizione 2021 di Taobuk Festival: dal 17 al 21 giugno, a Taormina, cinque giorni di incontri letterari e culturali, spettacoli teatrali, pièce di danza, percorsi espositivi. Sabato 19 giugno, attesissima, la Serata di gala nella splendida cornice del Teatro Antico di Taormina con l'evento "Taormina legge Dante" e la consegna dei Taobuk Awards all'Eccellenza letteraria. Dal 18 al 20 giugno spazio alla seconda Conferenza dedicata all'Europa, per ragionare del futuro postpandemico del continente. E per tutti i visitatori Taormina Cult, un percorso turistico letterario a tappe sulle tracce di grandi personalità che hanno vissuto e amato Taormina: da Ingrid Bergman a Liz Taylor, da Cary Grant a Audrey Hepburn, da Truman Capote a Winston Churchill - a bordo di un'ape calesse, nel segno del turismo sostenibile. Info e programma: taobuk.it.

Facendo seguito alle indicazioni emerse nel corso dei primi incontri del Circolo di Taormina di “Diventerà Bellissima” ed all’avvio della campagna di adesioni 2021, su disposizione del Commissario del partito taorminese, si è avviata l’organizzazione del circolo mediante attribuzioni di incarichi operativi agli attivisti e dirigenti locali. Vice Commissario con delega alla politica locale e quindi incaricato di collaborare nel rapporto con le altre forze politiche cittadine Salvatore Valerioti; Vice Commissario con delega alle politiche comprensoriali il noto commercialista Giuseppe Spartà; Portavoce Enza De Luna; Responsabile del tesseramento Salvatore CurcurutoResponsabile del programma amministrativo il Prof. Carlo Turchetti; Segretario Enrico Buda; Responsabile web e Social Marco Parisi; Responsabile frazione Trappitello Salvo Magro; Responsabile Organizzativo e per la Comunicazione Sakiko Chemi. La “squadra” costituita dal Commissario De Vita si è già messa al lavoro per concretizzare entro  un mese le prime iniziative e programmare altre iniziative funzionali a far crescere a Taormina il movimento  fondato da Nello Musumeci, con l’obiettivo di coinvolgere e far partecipare al progetto politico un grande numero di simpatizzanti ed, entro fine anno, celebrare un grande congresso alla presenza del Presidente Musumeci. “Sono molto soddisfatto del lavoro che stiamo facendo – ha dichiarato De Vita – sia in relazione alla crescita ed organizzazione del movimento, che in relazione alla costruzione di una casa ed un progetto comune per tutti coloro che chiedono un radicale cambiamento  nel modo di governare la città. Su questo fronte ci stiamo già attrezzando con una serie di progettualità che porteremo al confronto con i cittadini e con le altre forze politiche ed a breve, infatti, verranno individuate altre  iniziative ed attivati nuovi gruppi di lavoro 

Il Circolo P.D. di S.Teresa di Riva, vuole affrontare un tema, che tra qualche mese, sarà di grande attualità’ per tutta la cittadinanza, quello della viabilità cittadina e dei parcheggi, che tante criticità produce, in termini di vivibilità ed ambiente all’intero territorio comunale.

"Da tanti anni ,soprattutto nei mesi di luglio e agosto, si legge nella nota a firma del segretario Angelo Casablanca, la cittadinanza ha subito l’assalto di un turismo in gran parte mordi e fuggi, che ha lasciato poco in termini di economia, ma ha creato gravi disagi a tutta la cittadinanza residente,  e un aggravio di costi per il bilancio comunale, con una viabilità caotica ,uno stress continuo alla ricerca di parcheggi, che non si trovano e che spesso vengono occupati, dai bagnanti non residenti.

Una serie di proposte operative e di buon senso, per dare ai residenti, ma anche ai turisti , una città ordinata e vivibile. Tre anni fa, chiedemmo l’istituzione del pass gratuito per i residenti nei mesi di luglio e agosto, la proposta fu bocciata con argomentazioni risibili dalla maggioranza consiliare e senza discutere una  possibile soluzione condivisa."

Oggi il locale circolo del Pd prova ad esporre nuovamente le proposte pensate per agevolare la vita dei cittadini residenti durante i caotici mesi estivi:

"Fornire ai cittadini residenti la possibilità di poter parcheggiare gratuitamente quantomeno, per un tempo maggiore, negli stalli a pagamento e nel lungomare ed gratuitamente per le intere giornate di sabato e per il mese di agosto  attraverso il rilascio di un pass parcheggio residenti. I non residenti ed i turisti potranno usufruire dei pass a ore a pagamento per un certo numero di posti disponibili. In alternativa utilizzare le aree di piazza Mercato, dello spazio fiera e degli spazi utilizzati di recente dal Circo, con abbonamenti ,forniti anche dalle strutture ricettive.  Utilizzare bus navetta scoperti ( per una maggiore copertura anticovid) e bici per raggiungere la spiaggia, peraltro facilmente raggiungibile. E’ evidente ,che questi spazi parcheggi scarseggiano nella zona nord della città, però un certo numero di posti si potrebbero ricavare ,con una attenta rimodulazione  nella zona antistante la caserma dei carabinieri . Per incentivare l’utilizzo delle bici ,anche elettriche e dei monopattini, da parte dei cittadini residenti pensiamo può essere una buona proposta istituire il CASHBACK MOBILITA’ , attraverso l’utilizzo di diversi sistemi tecnologici, Gps,App ect, collegati alla bicicletta che l’ente comunale consegnerà e previa iscrizione al sito comunale, darà  la possibilità di ottenere un guadagno a km ,che contribuirà a formare un Cashback con un tetto massimo stabilito .  che entro fine anno anno potrà essere speso presso gli esercizi commerciali del Comune, che tanto hanno sofferto per la crisi pandemica, coniugando ambiente e solidarietà. Offrire una via alternativa di viabilità al lungomare, cosa fondamentale da fare a medio termine, attraverso la predisposizione di un progetto per realizzare una bretella che colleghi, la strada di via Sparagonà alta al lungomare di Bucalo per bypassare una buona parte di traffico sulla strada panoramica, che rappresenta l’unica alternativa possibile. Con colpevole ritardo, incalza il locale circolo del Pd,  si rilascia adesso il pass gratuito per docce ai residenti ed a pagamento per gli altri, dopo che per ben quattro anni il nostro consigliere PD Antonio Scarcella aveva chiesto questa giusta soluzione .Dopo anni di sprechi a favore di un turismo di scarsa  qualità che ha portato aggravi alla casse comunali. Il  nostro auspicio, conclude la nota,  è che adesso, l’Amministrazione Comunale volti pagina e ascolti le nostre proposte concrete e di buon senso, attraverso un confronto serio e leale in Consiglio Comunale che produca soluzioni a favore dei cittadini."

"Le opportune dichiarazioni del Presidente del Consiglio Mario Draghi rendono giustizia a un comparto dell’economia italiana tra i più penalizzati da quattordici mesi a questa parte. Per il Sud, la Sicilia e la città di Taormina si tratta di cogliere immediatamente il segnale: riapertura con prudenza, ma in modo irreversibile. Infatti, una riapertura come quella dell’estate del 2020 sarebbe un disastro sanitario ed economico." E' quanto dichiarato dal primo cittadino Maro Bolognari a commento delle dichiarazioni del Premier Draghi.

"Taormina, prosegue Bolognari, come organizzazione pubblica, dal Comune all’ASM, dall’ospedale al centro vaccinale, è pronta ad accogliere i turisti. Sono sicuro che dalla seconda metà di maggio i bar e i ristoranti riapriranno a pieno regime per dare risposta al desiderio di libertà e svago dei tanti siciliani e italiani che conoscono Taormina. L’enogastronomia siciliana, rinomata nel mondo, potrà dimostrare tutto il suo potenziale valore. Pian piano anche gli alberghi riapriranno, grazie all’introduzione del Pass verde nazionale che consentirà da subito di muoversi tra una regione e l’altra e in attesa della possibilità che in Europa riprendano i viaggi a giugno grazie al Green Pass. Ricordiamo che ad oggi gli europei vaccinati sono ben 40 milioni.

La società Belmond ha comunicato proprio oggi che l’Hotel Timeo aprirà il 13 maggio e l’Hotel Sant’Andrea il 16 maggio. Segnale confortante che deve spingere tutti a programmare le riaperture.

Come noto, a metà maggio la Sicilia potrebbe tornare in colorazione gialla e contemporaneamente potrà partire la stagione balneare.

Il cartellone degli spettacoli al Teatro Antico avrà inizio a metà giugno con Taormina Book Festival e Taormina Film Festival, con la serata della consegna dei Nastri d’Argento per il cinema italiano fissata per il 26 giugno.

Sono fiducioso, prosegue Bolognari,  nelle nostre capacità di fare sistema e di reagire. Sono fiducioso perché le bellezze e il fascino di Taormina sono ancor più attrattivi di prima. Sono fiducioso per la voglia di lavorare che i taorminesi hanno oggi più di ieri. Sono fiducioso perché la fortuna ci assisterà, come avvenuto in altri momenti della lunga storia della Città." Infine l'augurio ai "lavoratori e agli imprenditori del settore, nella certezza, afferma Bolognari,  che l’Hub vaccinale del parcheggio Lumbi già dalla prossima settimana partirà con la somministrazione di consistenti dosi che superino l’attuale fase di incertezza. Lì sarà possibile vaccinare anche i cittadini stranieri, dando un ulteriore servizio ai turisti."

 Al via questa mattina il "mercato del mercoledì" al piano terra del parcheggio "Porta Catania". "Il tutto - spiega il commissario di Asm, l'avvocato, Antonio Fiumefreddo - è il risultato di apposita convenzione sottoscritta con Palazzo dei Giurati. Abbiamo aggiunto, così, un nuovo servizio a disposizione dell'utenza". Il trasferimento del mercato si è reso necessario anche alla luce del recente assetto viario della città del centauro. "È un progetto - ha affermato l'assessore alle attività produttive, Andrea Carpita - nel quale crediamo e che siamo pronti a migliorare. È in programma, ad esempio, il potenziamento del numero dei venditori". Soddisfazione per questa apertura è stata espressa da Pietro Aci, presidente dell'"Associazione nazionale venditori ambulanti". "Tengo a precisare - ha detto Aci - che apriamo in assoluta sicurezza. Tutti i venditori nostri associati, dispongono di uno speciale attestato che certifica la loro capacità di adottare nella vendita le procedure che servono ad evitare il diffondersi del Corona       virus". Ennesimo impegno, dunque, messo in atto da parte di Asm. "Il mercato - dice il responsabile tecnico dei parcheggi della municipalizzata, Carmelo Portogallo - è frutto di un buon lavoro organizzativo effettuato. Ricordo, inoltre, che i residenti hanno la possibilità di poter parcheggiare gratuitamente per due ore all'interno dell'autosilos. Un'agevolazione questa che rimarrà in vigore fino alla fine di questo mese". Presenti, infine, all'avvio del nuovo corso del tradizionale appuntamento commerciale il presidente del Consiglio comunale di Taormina, Lucia Gaberscek  ed il rappresentante del civico consesso, Maria Grazia Russotti. Numerose sono state le persone che si sono recate, in mattinata, alla nuova sede del mercato.

Solo 12 casi positivi al covid 19 su una popolazione di 10mila abitanti ma il trend in crescita nei comuni limitrofi impone maggiore attenzione, ecco perché l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Danilo Lo Giudice ha disposto la chiusura delle scuole fino a sabato. Nel week end verranno inoltre organizzati degli screening dedicati alla popolazione scolastica.

 

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI