TAORMINA. ARRESTATO A TRAPPITELLO UN 37ENNE PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI STUPEFACENTI

TAORMINA. ARRESTATO A TRAPPITELLO UN 37ENNE PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI STUPEFACENTI In evidenza

Andava in giro con 5 grammi di cocaina destinata a chissà quale acquirente. I carabinieri in borghese gli stavano addosso ed attendevano il momento propizio. Troppo strani erano apparsi i movimenti di quel trentasettenne, residente a Giardini Naxos ma spesso individuato nei territori della vicina Taormina.
A finire in manette Silvio BUZZURRO, residente a Giardini Naxos, già noto alle forze dell’ordine.
Nella tarda serata di venerdì i carabinieri della Aliquota operativa della Compagnia di Taormina, in borghese, hanno posto in essere una continuativa attività di vigilanza discreta fin quando l’uomo è apparso con la propria autovettura a Trappitello, frazione a valle della Perla della Jonio.
I carabinieri hanno seguito il sospettato, poi hanno raggiunto la sua auto con passo felpato e lesto. L’uomo vistosi scoperto, con gesto repentino ha lanciato un involucro di cellophane dal finestrino. L’azione però non è sfuggita ai militari. La sorte ha voluto che il sacchetto cadesse in una grata del sistema idrico. Dopo non poche peripezie i Carabinieri sono riusciti a recuperare l’involucro che conteneva poco più di 5 grammi di cocaina destinati al mercato locale.
Visti gli sviluppi dell’operazione i militari hanno richiesto l’intervento dei rinforzi per estendere la perquisizione all’auto, all’abitazione ed anche al passeggero che era con l’uomo in macchina e che è risultato estraneo alla vicenda.
La successiva perquisizione a casa ha consentito di scoprire un supermercato della droga.
In un armadio della camera da letto i Carabinieri hanno ritrovato alcune buste con circa 35 grammi di cocaina. Sono state ritrovate poi altre tre dosi di cocaina per un peso complessivo di 1,3 grammi oltre a materiale per il taglio della sostanza pura.
In una scatola per scarpe è stato inoltre ritrovato un sacchetto con quasi novanta grammi di marijuana. C’era anche una pianta di marijuana di un metro e mezzo, un bilancino di precisione, materiale vario per il confezionamento e alcune centinaia di euro in contanti, presunto provento dell’attività di spaccio.
L’uomo nelle ore notturne, a conclusione delle attività, è stato accompagnato al carcere di Messina dove sarà sentito dal magistrato competente per la convalida.

 

000
Letto 897 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Letojanni. Arrestato dai Carabinieri a seguito di una condanna a 6 anni e 10 mesi di reclusione

    I Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno arrestato S. D., 43enne già noto alle forze dell’ordine, originario di Letojanni, in esecuzione di un ordine di carcerazione per cumulo di pene concorrenti.

    I Carabinieri della Stazione di Letojanni hanno dato esecuzione al provvedimento definitivo emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Messina- Ufficio Esecuzioni Penali nei confronti dell’uomo che era già ristretto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione. Lo stesso dovrà scontare una pena residua di anni 6 e mesi 10, per il cumulo delle condanne riportate per diversi reati commessi a partire dal 2017 in poi. In particolare S. D. è stato condannato per i reati di lesioni stradali gravi o gravissime ed evasione, nonché alla pena accessoria della revoca della patente di guida. Lo stesso, infatti, già sottoposto agli arresti domiciliari, nell’ottobre 2020 era stato arrestato in flagranza per il reato di evasione e condannato ad 1 anno e 6 mesi di reclusione.

    Il 43enne è stato ristretto presso la casa circondariale di Giarre dove, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sconterà la pena.

  • SANTA TERESA. CONVALIDATO ARRESTO PER IL 35 ENNE RESPONSABILE DI UNO SCIPPO

    Nella serata di sabato 20 febbraio, i Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno arrestato, in flagranza di reato, D.B.S., 35enne, originario di Santa Teresa di Riva, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di furto con strappo.

    I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, allertati da una telefonata pervenuta al numero unico d’emergenza 112 con la quale veniva segnalato uno scippo in danno di una donna, in poco tempo hanno raggiunto l’abitazione indicata dalla vittima. La donna, ancora sotto shock, riferiva ai militari di essere stata poco prima avvicinata, in prossimità dell’uscio della propria abitazione, da un ragazzo di giovane età, che, con un gesto repentino, le aveva strappato con forza la borsa dalle mani, contenente alcune decine di euro, i documenti nonché altri effetti personali della vittima, facendola rovinare al suolo e dandosi subito alla fuga. Dopo aver raccolto una sommaria descrizione del ladro, i Carabinieri hanno iniziato la ricerca per le vie limitrofe ed hanno rintracciato, nelle immediate vicinanze del luogo del reato, un giovane mentre cercava, con fare disinvolto, di recuperare il proprio telefono cellulare, scivolatogli dalla tasca durante la fuga. I militari, notata la somiglianza del 35enne con la descrizione della vittima e insospettiti dal suo comportamento ambiguo, lo hanno sottoposto a controllo, trovandolo in possesso di una modica somma di denaro provento del reato appena commesso. I Carabinieri sono riusciti a recuperare anche la borsa, di cui il malvivente si era disfatto poco distante dal luogo in cui è stato fermato, abbandonandola sul marciapiede. La refurtiva è stata restituita alla vittima unitamente agli effetti personali.

    Il 35enne, dopo il riconoscimento anche da parte dalla vittima quale suo aggressore, è stato arrestato, in flagranza, per il reato di furto con strappo e, su disposizione della Procura della Repubblica di Messina, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta questa mattina. Il Giudice del Tribunale di Messina ha convalidato l’arresto operato dai Carabinieri e a D.B.S. è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari.

  • TAORMINA. UTILIZZO TEATRO ANTICO. SCEGLIERA' UNA COMMISSIONE DI VALUTAZIONE

    Questa mattina si è svolta la Commissione di valutazione “Anfiteatro Sicilia” per esaminare le richieste di utilizzazione del Teatro Antico di Taormina nella stagione degli spettacoli 2021. Sono state approvate numerose date a partire dal 9 giugno e fino al 2 ottobre. Una stagione piena di eventi di grande rilievo. La Commissione è presieduta da Massimo Barrale e composta da due dirigenti dell’assessorato regionale al Turismo, due dell’assessorato ai BBCC e dal sindaco di Taormina. Con voto consultivo partecipa la direttrice del Parco archeologico Naxos Taormina. Il calendario approvato sarà pubblicato quanto prima a cura dell’assessorato regionale al Turismo. Quest’anno si ripropongono le manifestazioni classiche, come il Taormina Film Festival, Taormina Book Festival, Festival Opera Stars e alcune opere liriche. Ritornano l’Università di Messina per la consegna dei diplomi di laurea e il Coro Lirico Siciliano. Inoltre, come negli ultimi anni, numerosi imprenditori privati organizzeranno eventi e concerti di grande richiamo. La Commissione dovrà tornare a riunirsi per completare una parte del calendario per la quale non erano complete le pratiche. Va ricordato che il Parco archeologico si è riservato 32 serate per le visite serali, offerta turistico-culturale molto amata soprattutto dagli stranieri. Si tratta di un primo tassello per tornare a operare e rivivere la magia del Teatro Antico di Taormina.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI