Furti sulla A18. La Polizia di Stato sorprende ladri in azione in un’area di servizio

Furti sulla A18. La Polizia di Stato sorprende ladri in azione in un’area di servizio In evidenza

Li hanno sorpresi nella notte tra il 28 e il 29 novembre, intorno alle 03.30, all’interno di una piazzola di sosta dell’area di servizio di Aci Sant’Antonio Ovest, insistente sulla A18, durante i consueti servizi di prevenzione e repressione di reati.

I poliziotti della Sottosezione Polizia Stradale di Giardini Naxos hanno tratto in arresto in flagranza di reato per furto in concorso pluriaggravato TERMINI Salvatore, 50 anni, pluripregiudicato, e SCIUTO Giovanni, 34 anni, entrambi catanesi.

All’arrivo dei poliziotti, i due avevano già caricato su una Fiat Panda presa a noleggio 43 contenitori di olive (da Kg.4,4 ciascuno) asportati da un autoarticolato Volvo, in sosta nell’area di servizio, nella cui cabina, ignaro di quanto stesse accadendo, riposava il conducente.

Dell’accaduto veniva prontamente informata l’A.G competente; convalidato l’arresto ai due veniva applicava la misura cautelare dell’obbligo di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria.

000
Letto 1339 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Temporali e dissesto idrogeologico: chiuso un tratto dell’autostrada A18
    A seguito delle intense precipitazioni registrate nelle scorse ore in Sicilia, un masso di considerevoli dimensioni (del peso di circa una tonnellata) si è riversato su una carreggiata dell’autostrada A18 Messina Catania, al km. 10,800. Il macigno è precipitato nelle prime ore della mattinata sulla corsia di valle che conduce in direzione Messina, all’altezza del Comune di Scaletta. Dalle prime ricostruzioni sembra che il blocco di pietra sia rotolato dalla cima del rilievo a seguito dell’erosione dei terreni collinari (di proprietà privata) determinata dai forti temporali e dalle abbondanti piogge. Il masso rotolando ha prima attraversato la collinetta che sovrasta la galleria autostradale di monte della carreggiata in direzione Catania (per la quale sono in corso i lavori di rifacimento del manto stradale), terminando poi la propria corsa, senza provocare danni a mezzi e persone, sulla corsia di valle in cui al momento vige il doppio senso di marcia. 
     
    Sul posto sono intervenute tempestivamente le squadre di sicurezza di Autostrade Siciliane, supportati dai Vigili del Fuoco e dalla Polizia Stradale, al fine di verificare le condizioni dell’autostrada e regolare il traffico. A seguito dei rilievi e delle indagini, condotte anche con l’ausilio dei droni, i tecnici di Autostrade Siciliane hanno già disposto a partire dalle prossime ore le prime operazioni di messa in sicurezza dell’area. Nel frattempo, anche in considerazione dell'allerta meteo diramata per le prossime ore, di concerto con le autorità di sicurezza territoriale è stata disposta l’immediata chiusura al transito del tratto autostradale e pertanto le automobili provenienti da Catania dovranno osservare l’uscita obbligatoria a Roccalumera, mentre quelle provenienti da Messina dovranno utilizzare l’uscita di Tremestieri.
     
  • AUTOSTRADA A18. TRAGICO INCIDENTE. A PERDERE LA VITA PADRE E FIGLIO 14 ENNE

    E' di 2 morti, un ragazzo di 14 anni e il padre  di 48 anni, e 4 feriti, il bilancio del terribile incidente  stradale che si è verificato sull'autostrada A18 Messina-Catania, tra Fiumefreddo e Giardini, in direzione di Messina. Ignota la dinamica dello scontro tra due auto.

    Le vittime originarie di Giardini Naxos. I feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni, farebbero parte  dello stesso nucleo familiare. Sono stati trasportati negli ospedali di Taormina, al Garibaldi Nesima di Catania e al San Marco.

  • GIARDINI NAXOS. Ubriaco in autostrada. La Polizia di Stato denuncia automobilista. Patente ritirata e auto sottoposta a sequestro.

    Viaggiava sulla A18, con un tasso alcolemico superiore a quanto consentito e in evidente stato di alterazione psico-fisica.

    È stato notato ed invitato ad accostare in un’area di sosta dai poliziotti della Sottosezione Polizia Stradale di Giardini Naxos dopo aver rischiato di investire un’altra auto in transito e sbandato pericolosamente e ripetutamente lungo il tratto autostradale.

    L’uomo, appena sceso dal veicolo sul quale viaggiava con la moglie, equilibrio precario ed eloquio incerto, ha raccontato di essere un imprenditore nel settore vinicolo e di aver proposto alcuni vini al titolare di un ristorante.

    Dopo aver appurato il tasso alcolemico con etilometro, i poliziotti hanno proceduto al deferimento all’Autorità Giudiziaria e al ritiro della patente. L’auto è stata sequestrata ai fini della confisca.

    Si rammenta che l’assunzione di alcolici o di droghe è tra le prime cause di incidente e di morte su strade e autostrade. Mettersi alla guida dopo aver bevuto alcolici o assunto sostanze stupefacenti significa mettere a repentaglio la vita propria e quella altrui.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI