SAVOCA. DISCARICA ABUSIVA. INDIVIDUATI I RESPONSABILI

SAVOCA. DISCARICA ABUSIVA. INDIVIDUATI I RESPONSABILI In evidenza

Nella costante azione di tutela del territorio da parte degli agenti del nucleo ambientale della polizia Metropolitana, è stata individua una discarica abusiva in C.da Balardo -Pizzo Cucco nel comune di Savoca con rifiuti di vario tipo, in prevalenza derivati da attività di demolizione edilizia con presenza di sfabbricidi , materiale plastico, ma anche suppellettili e sacchi di plastica contenenti rifiuti di vario tipo.

Dopo una intensa attività di indagine, anche con appostamenti, è stato individuato il responsabile che è stato sanzionato ai sensi degli artt. 192 e 255 del d.l. 152/2006 ed obbligato al ripristino dello stato dei luoghi.

L’attività di controllo del territorio e repressione dei reati ambientali sarà ulteriormente intensificata in tutta l’area di competenza della Polizia Metropolitana.

000
Letto 146 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Sant'Alessio Siculo, sequestrata dalla polizia metropolitana un'estesa discarica d'amianto

    Continua l'attività della polizia metropolitana volta al controllo dell'intero territorio per la prevenzione e repressione dei reati ambientali.

    Nel corso di una dettagliata perlustrazione operata nel territorio del Comune di Sant'Alessio Siculo, al confine con il Comune di Forza d'Agrò, gli agenti guidati dal Comandante Antonino Triolo hanno individuato un vero e proprio deposito di amianto abbandonato in un terreno.

    Nel frattempo è stata data comunicazione del ritrovamento alla Procura della Repubblica e si attende la convalida del sequestro.

    Di conseguenza sono scattate le indagini per risalire ai proprietari dell'area ed individuare i responsabili del grave reato.

    Il fenomeno dello smaltimento abusivo sta assumendo proporzioni di notevole rilevanza e rappresenta fonte di rischio per la salute, soprattutto per via delle polveri d’amianto che, trasportate dal vento, vanno a depositarsi sulle colture dei campi circostanti inquinando il terreno e le falde acquifere.

    “L’abbandono dei rifiuti – afferma il Comandante Triolo – non è solo un atto di totale mancanza di rispetto delle normative ambientali ma, spesso, è opera di una strategia malavitosa volta ad eludere i costi ed i controlli dello smaltimento, soprattutto quando si tratta di rifiuti pericolosi per la salute dell'uomo”.

  • SAVOCA. SEQUESTRO DI DISCARICA ABUSIVA CON MATERIALI PERICOLOSI

    Durante un servizio di monitoraggio e controllo del territorio finalizzato alla individuazione e alla repressione di reati ambientali, in data 6 febbraio u.s. gli ufficiali di P.G. della Poliza Metropolitana, Arito Luigi e Bitto Giuseppe, coadiuvati dagli agenti Panarello A., Lombardo F. e Magazzu’ G. con il coordinamento del Comandante Antonino Triolo, hanno riscontrato la presenza di tre distinte discariche ricadenti sulla sponda sinistra del torrente Abramo del Comune di Savoca.

    Dai controlli è emerso che nella discarica  erano depositati in modo incontrollato materiali di varia natura fortemente pericolosi per la salute pubblica: elevate quantità di amianto, in lastre parzialmente rotte ed in fase di polverizzazione; cumuli di inerti: pneumatici fuori uso, mobili vecchi ed altro. Della circostanza è stato avvertito il P.M. di turno della Procura della Repubblica di Messina., dott.ssa Casabona, che ha disposto il sequestro delle aree in quanto è stato acclarato il reato di cui all'art. 192, comma 1, D.Lgs 152/06: “deposito incontrollato di rifiuti pericolosi”, sussistendo il pericolo reale e concreto di alterazione, dispersione o modificazione delle cose, tracce o luoghi.

    Trattandosi di rifiuti pericolosi non trasportabili e non conservabili negli Uffici Giudiziari, l’intera area sequestrata è stata affidata in custodia giudiziale al responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Savoca.

  • SAVOCA. SUCCESSO PER LA PRIMA EDIZIONE DI “EUPHORIKA”

    La prima edizione di “Euphorika” il festival jonico della Filosofia si chiude con un bilancio  positivo sia per la qualità dell’offerta culturale che per il numero delle presenze. Alla prima edizione del festival, infatti, hanno partecipato tantissimi studenti provenienti da varie città italiane, con una presenza giornaliera di oltre trecento persone, numeri che, considerati gli spazi ricettivi del piccolo borgo di Savoca, risultano essere importanti.

    Tre giorni, da giovedì 22 a sabato 24 settembre, che hanno animato Savoca trasformandola in una location filosofica e artistica con le viuzze riempite di giovani, studenti e cittadini di ogni età insieme in nome della filosofia.

    Molto soddisfatti gli organizzatori: il presidente dell’Associazione “Dianoia” Giovanni Gullotta ha sottolineato "Siamo estremamente contenti del risultato di queste tre giornate, perché le lezioni magistrali e gli eventi del programma culturale hanno segnato il pienone, grazie all’elevata qualità degli interventi, che confermano un programma all'altezza di una manifestazione, che speriamo, sia in continua crescita". La prof.ssa Francesca Gullotta, l'ideatrice del festival,  contenta dei risultati raggiunti evidenzia come "i temi filosofici scelti abbiano una potenzialità attrattiva e quello di quest’anno “Il possibile e la libertà”, trattato brillantemente da diverse prospettive dai vari illustri relatori, ha suscitato molto interesse negli ascoltatori, a riprova del fatto che  il pensiero filosofico aiuta a riflettere sull'esistenza umana.”

    Le tre intense giornate hanno visto oltre alle conferenze e ai dibattiti filosofici, un programma culturale con grandi artisti che hanno esposto le loro opere, che hanno recitato, che hanno danzato e suonato trasformando il piccolo ma noto borgo medievale in un'esperienza multisensoriale. L’Associazione Italiana Sommelier ha saputo poi esprimere con gusto il fantastico binomio Filosofia-vino, offrendo delle degustazioni di ottimi vini per le vie del borgo.

    Si ringrazia, pertanto, tutti gli Enti e le persone che ci hanno sostenuto e collaborato, come il Sindaco Nino Bartolotta, l’Assessore alla cultura Enico Salemi Scarcella con tutta l’Amministrazione Comunale di Savoca, la Proloco di Savoca, l’Associazione culturale DIANOIA, il prof. Massimo Donà, direttore de il DIAPOREIN di Milano, Carmela Maria Lipari, Dirigente dell’Istituto di Istruzione Superiore “Caminiti Trimarchi”, l’Università Vita-Salute San Raffaele, il DICAM dell’Università di Messina, la Fondazione Bonino Puleio e tanti esercizi commerciali, associazioni, imprenditori e semplici cittadini amanti della cultura. Un grazie particolare va all'artista Nino Ucchino che ha creato delle sculture uniche  "Steel Art Award “Extremamente”, donate a Massimo Cacciari e a Vincenzo Vitiello, due dei filosofi-relatori presenti al festival.

    A breve sarà disponibile la pubblicazione degli atti dei seminari e delle conferenze e le riprese video degli interventi magistrali di Massimo Cacciari e Vincenzo Vitiello.

     

    Euphorica, Festival jonico della filosofia ha contribuito alla raccolta fondi per salvare i dipinti della Chiesa di San Michele (http://www.savethesoulofsavoca.com/faq.asp).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI