Foto repertorio Gdf Foto repertorio Gdf

ANTILLO. DUE MOTOCICLISTI SOCCORSI E SALVATI DAL CORPO SPELEOLOGICO E VIGILI DEL FUOCO In evidenza

Si è conclusa a lieto fine la disavventura di due enduristi catanesi che nel pomeriggio di ieri, 3 ottobre, nonostante le previsioni metereologiche di possibili nubifragi, si sono arrischiati a percorrere una parte della strada sterrata panoramica della dorsale dei Monti Peloritani che dalla pineta di Graniti (ME), attraverso il Bosco di Antillo, porta al paese di Roccafiorita (ME).

I due motociclisti, colti dal forte temporale, hanno richiesto i soccorsi contattando il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) di Etna Nord che, in base al protocollo d’intesa recentemente stipulato con il Comando Regionale Sicilia della Guardia di Finanza, ha prontamente attivato i militari della Stazione del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi per procedere insieme alle ricerche dei due malcapitati che si trovavano nel territorio del Comune di Antillo (ME).

I Finanzieri del SAGF e la squadra del CNSAS - unitamente ad una Squadra dei Vigili del Fuoco di Mojo Alcantara (ME) e ad un’altra del Corpo Forestale Regionale di Savoca (ME), contattati anch’essi dalla Sala Operativa del 112 NUE - nonostante le difficoltà di guida dovute all’incessante pioggia e all’acqua torrenziale che si raccoglieva lungo le strade di ascesa verso l’area di interesse, sopraggiungevano tempestivamente sul luogo delle ricerche e riuscivano a localizzare e raggiungere i malcapitati nel casolare abbandonato dove questi avevano trovato rifugio. Prestate le prime cure del caso ad entrambi i motociclisti, colti da leggera ipotermia dovuta alla lunga esposizione alle intemperie, i soccorritori, con un estricatore KED e collare in dotazione ai Finanzieri di Nicolosi, provvedevano ad immobilizzare uno di loro che presentava sospetti traumi alla colonna vertebrale, procurati dalla sua rovinosa caduta dalla motocicletta avvenuta durante il violento temporale ed i copiosi fulmini. La disavventura dei due imprudenti enduristi si è poi conclusa con il loro accompagnamento fino all’ambulanza del 118, che attendeva presso il Comune di Roccafiorita (ME), per il successivo trasporto al Policlinico di Messina.

000
Letto 723 volte

Articoli correlati (da tag)

  • MANDANICI. RECUPERATO NELLA NOTTE IL CORPO DI UN CACCIATORE MESSINESE CADUTO IN UN CANALONE NEI MONTI PELORITANI

    Questa notte i militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (SAGF) di Nicolosi hanno recuperato a quota 1100 mt. s.l.m., in località Postoleone del Comune di Mandanici (ME), il corpo del cacciatore 52 enne 52enne Giuseppe Mastroeni che nella mattinata di ieri, durante una battuta di caccia al cinghiale, dopo essere stato travolto da una caduta di sassi, era finito in un profondo canalone.

    Le Fiamme Gialle sono state allertate nella serata di ieri dalle unità del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) di Catania e dai Vigili del Fuoco che si trovavano in località Monte Cavallo del Comune di Mandanici (ME) ove avevano tentato il recupero della salma dell’uomo.

    Arrivati sul luogo dell’intervento, gli specialisti delle Fiamme Gialle di Catania - avuta notizia dai Carabinieri della Stazione di Mandanici (ME), che avevano condotto gli accertamenti sulle dinamiche dell’incidente, dell’intervenuta autorizzazione della Procura di Messina a rimuovere la salma - coadiuvati da una squadra dei Vigili del Fuoco e da due tecnici del CNSAS Etna nord, nonostante le difficoltà dovute all’asperità e alla conformazione del terreno e all’oscurità, hanno effettuato il recupero con l’ausilio di corde e imbracature.

    L'uomo lascia la moglie e tre figli. Sgomento ad Antillo, comune di cui l'uomo era originario e dove tutti lo conoscevano e stimavano.

  • FOOD E BENEFICENZA: GRANDE SUCCESSO PER LA SETTIMA EDIZIONE DI ETNA CHIC CHEF

    “Fare del bene ne vale la cena''. Questo lo slogan che ha accompagnato la settima edizione di Etna&Chic Chef, evento enogastronomico ai piedi del vulcano, quest'anno è stato dedicato al tema del comfort food.

    La manifestazione è stata organizzata dall'associazione Italiana Charming Italian Chef, (Chic) che vede impegnato in prima linea la stella Michelin Pietro D'Agostino, ideatore dell'iniziativa cresciuta anno dopo anno, con la collaborazione anche della Federazione italiana cuochi, l'Associazione provinciale cuochi etnei e del suo presidente provinciale, Seby Sorbello.

    Nella tenuta Voscenza a Santa Venerina si sono dati appuntamento oltre venti tra i migliori Chic chef d'Italia in una vera e propria maratona culinaria all’insegna della beneficenza.

    Tra i nomi dei tanti chef stellati che hanno accettato l’invito di Pietro D’Agostino ricordiamo Giuseppe Mancino due stelle Michelin de il Piccolo Principe di Viareggio; Alessandro Gilmozzi, una stella Michelin de El Molin di Cavalese nella Valle di Fiemme a Trento; Flavio Costa una stella Michelin del ristorante 21.9 all’interno della Tenuta Carretta a Piobesi d’Alba; e ancora Pier Giorgio Parini da stella Michelin a miglior giovane chef d’Italia per la Guida dell’Espresso 2012.

    Un viaggio enogastronomico alla scoperta di piatti ricercati e sapori raffinati il tutto accompagnato dai vini delle più importanti cantine.

    Non solo gusto… nella Tenuta Voscenza c’è stato spazio anche per l’arte con le creazioni Marella Ferrera che  per l’occasione ha confezionato degli originali papillon per essere venduti in beneficenza.

    L’incasso della manifestazione è infatti stato devoluto alla LIMPE - DISMOV, l’Accademia Italia Malattia Parkinson e disordini del movimento.

    Protagonisti della serata anche gli studenti dell’istituto Pugliatti di Taormina, accompagnati dal preside Luigi Napoli,  che hanno offerto il loro prezioso contributo per l’ottima riuscita della cena.

    GUARDA INTERVISTA A PIETRO D’AGOSTINO, MARELLA FERRERA , LUIGI NAPOLI


  • ETNA CHIC. Chef stellati per la raccolta fondi

    “Fare del bene ne vale la cena”. E' il motto della settima edizione di Etna&ChicChef, l’atteso evento enogastronomico  dedicato quest’anno al tema del comfort food, con oltre venti tra i migliori Chic chef d’Italia che hanno già raccolto l’invito e hanno risposto: «Felichic di esserci!», riprendendo il mood di quest’anno che appunto è un gioco di parole basato sulla sigla dell’associazione Charming Italian Chef e che vuole mettere anche un accento divertente ed elegante.

    Etna&ChicChef, in programma il prossimo 7 novembre, a Tenuta Voscenza a Santa Venerina, è organizzata da Chic, l’Associazione Italiana Charming Italian Chef, che vede impegnato in prima linea la stella Michelin Pietro D’Agostino, ideatore dell’iniziativa cresciuta anno dopo anno anche con la collaborazione della Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Provinciale Cuochi Etnei e del suo presidente provinciale Seby Sorbello.

    Una intera giornata, scandita da quattro importanti momenti: alle 10,30, la presentazione dell’evento affidata al direttore nazionale Chic Chef Raffaele Geminiani; alle 11,15 l’avvio del B2B in The Kitchen Tour, una Jam Session unica nel suo genere in cui produttori e chef daranno vita a un divertente confronto: i primi si presenteranno con un paniere di primizie del territorio, i secondi improvviseranno un piatto innovativo. L’evento sarà riservato ai giornalisti di settore. Alle 19, sarà la volta dei Percorsi del terroir, il B2B, a cura del sommelier Mauro Cutuli, dedicato ai produttori del vino. A partire dalle 19,30, infine, l’evento clou con la cena chic, vera e propria kermesse enogastronomica, aperta al pubblico, il cui ricavato sarà devoluto interamente alla Limpe – Dismov, l’Accademia Italia Malattia Parkinson e disordini del movimento.

    Eccezionale testimonial di Etna&ChicChef sarà la maison Marella Ferrera, firma dell’alta moda tra le più importanti del panorama italiano ed internazionale e vulcanica figlia “doc” dell’Etna che, per l’occasione confezionerà degli originali papillon, fatti indossare da ogni singolo chef per poi essere venduti in beneficenza.
    Sarà presente anche la grande artista italiana Laura Calafiore, unica fast painter donna al mondo, che si esibirà in una performance di colori e musica live, per realizzare una delle sue più spettacolari opere creando una Puzzle paint dal vivo, che verrà poi devoluta in beneficenza.

    Ma ecco gli chef che hanno accettato l’invito di Pietro D’Agostino, a cominciare da Giuseppe Mancino, due stelle Michelin, de il Piccolo Principe di Viareggio, e le altre stelle Michelin Alessandro Gilmozzi, de El Molin di Cavalese nella Valle di Fiemme, Trento, tra i più noti nel panorama nazionale come lo chef di montagna con la sua cucina che sa di licheni, profuma di affumicatura, di erbe dei boschi, di capanna da caccia e Flavio Costa, del ristorante 21.9 all’interno della Tenuta Carretta a Piobesi d’Alba, grande cantina e location nel cuore del Roero nella patria di alcuni dei più grandi prodotti d’Italia, tartufo bianco e nebbiolo. E ancora Pier Giorgio Parini, da stella Michelin a miglior giovane chef d’Italia per la Guida dell’Espresso 2012, ma che oggi gira l‘Italia da consulente con la passione per qualità e ricerca del prodotto locale, l’esaltazione della materia prima, l’innovazione continua nell’ideazione e proposta di piatti.

    Inoltre, hanno risposto alla chiamata: Giuseppe Bonsignore (L’Oste e il Sacrestano di Licata), Roberto Pirelli (Vidi a Portopalo), Valentina Chiaramonte (Fud Off a Catania), Dario Diliberto (Il Tocco di Ragusa), Salvo Vicari (Noto), Alfio Visalli (Blu Lab Academy). E i resident Elia Russo (Villa Neri, Linguaglossa), Giuseppe Raciti (Zash, Riposto), Carmelo Trentacosti (Villa Igea, Palermo). Naturalmente, pronti ad accedere i fornelli anche Pietro D’Agostino, La Capinera e Kistè di Taormina, e Seby Sorbello, Sabir Gourmanderie di Zafferana Etnea.

    Presenti anche i pasticceri della Conpait, la Confederazione Pasticceri italiani: Salvatore Cappello, della più famosa pasticceria palermitana; Giovani Pace, Carmelo Ciampagna e Antonella Scripilliti. E per finire, il dopo cena, affidato all’estro e allo spirito di due barman siciliani, Mario Grasso e Luciano Ferlito, che firmeranno gli special cocktail, dedicati ai profumi e alle essenze dello straordinario territorio dell’Etna.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI