Sant'Alessio Siculo, sequestrata dalla polizia metropolitana un'estesa discarica d'amianto

Sant'Alessio Siculo, sequestrata dalla polizia metropolitana un'estesa discarica d'amianto In evidenza

Continua l'attività della polizia metropolitana volta al controllo dell'intero territorio per la prevenzione e repressione dei reati ambientali.

Nel corso di una dettagliata perlustrazione operata nel territorio del Comune di Sant'Alessio Siculo, al confine con il Comune di Forza d'Agrò, gli agenti guidati dal Comandante Antonino Triolo hanno individuato un vero e proprio deposito di amianto abbandonato in un terreno.

Nel frattempo è stata data comunicazione del ritrovamento alla Procura della Repubblica e si attende la convalida del sequestro.

Di conseguenza sono scattate le indagini per risalire ai proprietari dell'area ed individuare i responsabili del grave reato.

Il fenomeno dello smaltimento abusivo sta assumendo proporzioni di notevole rilevanza e rappresenta fonte di rischio per la salute, soprattutto per via delle polveri d’amianto che, trasportate dal vento, vanno a depositarsi sulle colture dei campi circostanti inquinando il terreno e le falde acquifere.

“L’abbandono dei rifiuti – afferma il Comandante Triolo – non è solo un atto di totale mancanza di rispetto delle normative ambientali ma, spesso, è opera di una strategia malavitosa volta ad eludere i costi ed i controlli dello smaltimento, soprattutto quando si tratta di rifiuti pericolosi per la salute dell'uomo”.

000
Letto 121 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Polizia Metropolitana: lotta alle discariche abusive. Interventi in città e provincia.

    E' stata sequestrata stamane una vasta area utilizzata come discarica abusiva sita a Forte Schiaffino, nella zona di Santa Lucia sopra Contesse.

    L'operazione è stata condotta dalla Polizia Metropolitana, guidata dal Comandante Colonnello Antonino Triolo, che è intervenuta a seguito di una segnalazione.

    Numerosi gli inerti presenti sul terreno e all'interno del forte umbertino, abbandonato dopo la dismissione del canile che era stato realizzato nella struttura; eternit, carcasse di animali, resti di automobili, rifiuti di vario genere e persino uno scafo di una imbarcazione a rendere insalubre un luogo in totale stato di degrado.

    Al sopralluogo ha partecipato l'Assessore all'Ambiente del Comune di Messina, Dafne Musolino, che ha dichiarato: “è sconvolgente vedere come il territorio venga abusato da incivili, un crimine ambientale che colpisce un luogo storico per la città di Messina; un forte abbandonato e trasformato in una discarica di inerti, carcasse di animali, di pezzi di auto e di amianto, materiale che rappresenta la evidente testimonianza che qui viene attuata un'attività illecita che richiede urgentemente l'adozione di provvedimenti che il Comandante Triolo ha tempestivamente eseguito. L'impegno del Comune di Messina prosegue serrato per la tutela dell'ambiente ed il recupero di tutte le aree degradate ed anche questa rientrerà tra quelle oggetto di bonifica per la quale presenteremo la scheda entro la fine di aprile, visto che il Presidente della Regione Siciliana, on. Nello Musumeci, ha concesso la disponibilità di ulteriori termini di scadenza. Presenterò all'Assessore regionale ai Rifiuti, on. Alberto Pierobon, la richiesta di finanziamento per la bonifica del Forte Schiaffino”.

    “Procederemo immediatamente al sequestro dell'area – ha affermato il Comandante della Polizia Metropolitana, Colonnello Antonino Triolo - ai sensi dell'articolo 354 del codice di procedura penale e trasmetteremo tutti gli atti alla Procura e dopodiché faremo dei monitoraggi continui per vedere se possiamo in qualche modo identificare i responsabili di questi crimini ambientali”.

    L'operazione di Forte Schiaffino segue di pochi giorni un altro intervento della Polizia Metropolitana, denominato “Salviamo i monumenti”, che, nei pressi della chiesa dei Santi Pietro e Paolo d'Agrò, nel territorio di Casalvecchio Siculo, ha effettuato il sequestro di un'area in cui erano presenti inerti di amianto e di altro genere. In quest'ultima operazione è stato individuato il responsabile, un cittadino di Furci Siculo, che è stato condannato ad una sanzione pecuniaria di 600 euro ed alla bonifica della zona.

  • Da Tenente Colonnello a Colonnello, avanzamento di grado per il Comandante della Polizia metropolitana Antonino Triolo

    Si è svolta stamane, a Palazzo dei Leoni, la cerimonia di avanzamento di grado al Comandante della Polizia metropolitana di Messina, Antonino Triolo, che da Tenente Colonnello con funzioni di comando assume i gradi di Colonnello con funzioni di comando. Il Sindaco metropolitano Cateno De Luca ha elogiato l'attività del Comandante Triolo e dell'intero corpo di polizia che è stata contraddistinta da numerose operazioni mirate alla prevenzione ed alla repressione delle attività illecite nell'intero territorio provinciale. Il Colonnello Triolo ha ringraziato il Sindaco metropolitano De Luca per l'assegnazione dei nuovi gradi e tutti gli agenti della Polizia metropolitana per il quotidiano impegno prestato a servizio della collettività sempre con la massima professionalità e dedizione.

  • SAVOCA. DISCARICA ABUSIVA. INDIVIDUATI I RESPONSABILI

    Nella costante azione di tutela del territorio da parte degli agenti del nucleo ambientale della polizia Metropolitana, è stata individua una discarica abusiva in C.da Balardo -Pizzo Cucco nel comune di Savoca con rifiuti di vario tipo, in prevalenza derivati da attività di demolizione edilizia con presenza di sfabbricidi , materiale plastico, ma anche suppellettili e sacchi di plastica contenenti rifiuti di vario tipo.

    Dopo una intensa attività di indagine, anche con appostamenti, è stato individuato il responsabile che è stato sanzionato ai sensi degli artt. 192 e 255 del d.l. 152/2006 ed obbligato al ripristino dello stato dei luoghi.

    L’attività di controllo del territorio e repressione dei reati ambientali sarà ulteriormente intensificata in tutta l’area di competenza della Polizia Metropolitana.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI