MESSINA. BRUTALE AGGRESSIONE AI DANNI DI UN'ANZIANA. DUE MINORI IN MANETTE PER TENTATO OMICIDIO E VIOLENZA SESSUALE

MESSINA. BRUTALE AGGRESSIONE AI DANNI DI UN'ANZIANA. DUE MINORI IN MANETTE PER TENTATO OMICIDIO E VIOLENZA SESSUALE In evidenza

Nella notte di domenica scorsa, i poliziotti delle Volanti hanno tratto in arresto due minori messinesi, un diciassettenne già noto agli uffici di polizia ed un quattordicenne, ritenuti responsabili in concorso tra loro dei reati di rapina aggravata, tentato omicidio e violenza sessuale in danno di un donna di 90 anni. Inoltre, entrambi sono indagati a piede libero per il reato di porto di strumenti atti ad offendere.

In particolare, nel pomeriggio di sabato, perveniva alla Centrale Operativa della Questura di Messina una richiesta di intervento da parte di una signora, la quale segnalava una presumibile aggressione ai danni della madre, all’interno della propria abitazione.

 Sul posto, il personale operante rinveniva l’anziana donna ancora cosciente ma riversa sul pavimento con il volto tumefatto e sanguinante, che riferiva agli operatori di aver acconsentito poco prima l’ingresso all’interno della sua abitazione di due giovani, uno dei quali a lei noto in quanto amico di un suo nipote. Subito dopo, i due, minacciandola e percuotendola ripetutamente, mettevano a soqquadro l’abitazione in cerca di denaro ed oggetti preziosi. Dai successivi accertamenti si riusciva a risalire agli autori dell’aggressione che venivano poco dopo rintracciati, con gli abiti intrisi di sangue ed in evidente stato di agitazione. Nella circostanza, venivano sequestrati a loro carico un coltello a serramanico ed oggetti immediatamente riferibili alla vittima.

L’anziana donna è stata ricoverata in prognosi riservata con fratture multiple e contusioni escoriate in varie parti del corpo. Inoltre, dalle visite cliniche effettuate è emersa ai suoi danni anche una violenza sessuale.

I due minori arrestati sono stati condotti presso il Centro di Prima Accoglienza presso il Tribunale per i Minorenni di Messina, a disposizione dell’A.G. competente.

 

000
Letto 264 volte

Articoli correlati (da tag)

  • MESSINA. CADAVERE RINVENUTO SULLA SPIAGGIA A TUSA. ESEGUITA AUTOPSIA

    Il 7 gennaio 2020 sulla battigia di Castel di Tusa (ME) è stato ritrovato un cadavere da alcune persone che stavano facendo dei lavori di giardinaggio presso una villetta. Il cadavere indossava una muta da sub e delle scarpe da ginnastica e si presentava in avanzato stato di decomposizione con le parti non coperte dalla muta (testa e mani) completamente scarnificate. Sul posto sono intervenuti i militari della Compagnia Carabinieri di Mistretta (ME) e della Capitaneria di Porto di Santo Stefano di Camastra (ME) e Sant’Agata di Militello (ME). Non è stato possibile identificare il cadavere data l’assenza dei tratti somatici del volto, di documenti e delle impronte papillari. La salma è stata trasportata presso l’ospedale “Barone Romeo” di Patti (ME) per l’esame autoptico. Dall’autopsia, eseguita nel primo pomeriggio del 9 gennaio 2020, è emerso che il cadavere è di sesso maschile ed il corpo presenta alcuni tatuaggi. In particolare un “tribale” sull’avambraccio sinistro, la sagoma di un pipistrello con alcune lettere illeggibili tra le scapole ed una lettera “M” sul braccio destro. L’esame autoptico non ha evidenziato lesività traumatiche. Per giungere all’identificazione del cadavere, i Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Patti, stanno svolgendo ulteriori indagini, anche mediante l’estrazione del profilo genotipico della salma da comparare con quelli presenti nella banca dati delle persone scomparse.

  • Raid Reggio Calabria - Milano per i 40 anni della "Collezione Lopresto"

    Santa Teresa di Riva. Domenica 15 Dicembre passera, dalla nostra Riviera, la "carovana" della "Collezione Lopresto" formata da auto per lo più anni ‘40. Il collezionista di fama mondiale Corrado Lopresto di origini calabresi, vincitore di premi e riconoscimenti in ogni continente (Concorso Eleganza – Villa D’Este, Kyoto concours d’Elegance (Giappone), Concours Pebble Baech (California – USA) Qatar Concours d’Elegance (tanto per citarne qualcuno), l’ambasciatore italiano nel mondo di stile e cultura oggi ci presenta la sua una nuova sfida: il RAID Reggio Calabria - Milano, per festeggiare  i 40 anni della Collezione Lopresto, nata con la storica Balilla acquistata il 23 dicembre 1979, ma anche per ricordare il 70 anni del Raid Reggio Calabria-Milano di Luigi Fiertler con la microvettura Lupetta. Chi vuole può seguire il raid su Facebook

    Ecco il programma per chi volesse unirsi alla colorata carovana

    PROLOGO:

    PALERMO – REGGIO CALABRIA

    Sab. 14 dicembre : Palermo – Cefalù – Nicosia – Leonforte – Catania

    Dom. 15 dicembre : Catania – Taormina – Milazzo – Messina – Reggio Calabria

    RAID
    REGGIO CALABRIA – MILANO Lun. 16 dicembre : Reggio Calabria – Lamezia Terme – Castrovillari

    Mar. 17 dicembre : Castrovillari – Contursi Terme – Napoli

    Mer. 18 dicembre : Napoli – Latina – Civitavecchia

    Gio. 19 dicembre : Civitavecchia – Livorno

    Ven. 20 dicembre : Livorno – Firenze – Bologna

    Sab. 21 dicembre : Bologna – Piacenza – Asti

    Dom. 22 dicembre : Asti – Milano.

  • MESSINA. AL PALAZZO DI GIUSTIZIA LA MOSTRA "VIOLATE" DI LELIO BONACCORSO

    In occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999, il Comitato Pari Opportunità istituito presso l'Ordine degli Avvocati di Messina organizza la mostra "Violate" Si tratta della riproduzione delle illustrazioni che Lelio Bonaccorso, autore delle tavole, nel 2013 donó all'iniziativa Posto Occupato quale personale contributo al contrasto a tutte le forme di violenza.

    Violate sono donne ignorate, manipolate, abusate assassinate. La mostra si compone di dieci illustrazioni, che rappresentano alcune modalità, fra le troppe, con le quali donne, di ogni età condizione, subiscono un abuso.

    L'autore parte correggendo la prospettiva con la quale si tollerano alcune pratiche quotidiane ed arriva alla denuncia degli atti più eclatanti, che culminano con il femminicidio: sono dunque illustrate violenze come la molestia sul lavoro, l'orrore delle spose bambine, la tortura dell'acido o delle percosse, la violenza assistita, la lacerazione psicologica indotta vedendo la tragedia abbattersi sulle persone care.

    Dalle dieci tele, di cui oggi se ne espone sei, emerge un'umanità femminile varia, accomunata dalla solitudine che le avvolge in un silenzio del quale si nutre la spirale della violenza, spesso patita fino all'ultimo respiro. Tutte violenze che sono rintracciabili nel quotidiano di troppe realtà. Un fenomeno senza distinzione geografica, economica e sociale.

    II Comitato Pari Opportunità consapevole che la prevenzione è di fondamentale importanza per contrastare il fenomeno della violenza di genere invita tutti ad intervenire lunedì 25 novembre p.v. alle ore I I .30 nell'atrio centrale del Palazzo di Giustizia di Messina per un momento di sensibilizzazione e riflessione.

    La mostra verrà esposta dalle ore 9 alle ore 13.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI