TAORMINA. INCENDIO BARCA FARACI.  INDAGINE DEI CARABINIERI IN CORSO.

TAORMINA. INCENDIO BARCA FARACI. INDAGINE DEI CARABINIERI IN CORSO. In evidenza

Sono in corso le indagini da parte dei militari della compagnia Carabinieri di Taormina diretti dal capitano Arcangelo Maiello per individuare i responsabili dell’incendio che ha distrutto l’imbarcazione di Antonio Faraci.

Il fatto si è verificato la scorsa notte a Mazzarò. Proprio nei giorni scorsi Antonio Faraci era stato promotore insieme ad altri volontari dell’associazione Taormina Fishing Club di un’azione di pulizia della spiaggia di Mazzarò. Per più domeniche consecutive i volontari si erano ritrovati a Mazzarò per ripulire l’area in totale stato di abbandono e degrado.

Con una serie di foto pubblicate su facebook Faraci aveva documentato l'iniziativa commentando così quanto fatto: “Se tutti fossero dei cittadini rispettosi delle regole non ci sarebbe bisogno di aspettare l'intervento di qualche volontario. Comunque, ormai è fatta, adesso voglio vedere quanto durerà questo sito pulito!”

Ieri sera invece l’amara scoperta. Tra tutte le imbarcazioni presenti sulla spiaggia proprio quella di Antonio Faraci è stata incendiata. A commentare nell’immediato la notizia il consigliere comunale, e nipote di Faraci, Manfredi Faraci:

“Incredibile, scrive Manfredi, come l’ignoranza, l’illegalità e l’atteggiamento mafioso si perpetui in maniera così palese ancora nella nostra Città. Questa era la barca di mio zio che da una vita si spende per il proprio paese e per la valorizzazione della spiaggia dei Taorminesi, quella di Mazzaró... questo il ringraziamento da parte di chi pensa di poter essere sopra la legge, sopra la giustizia ed il benessere comune preferendo a questo l’interesse personale e le proprie ingiuste ragioni.
Io dico a voi cari delinquenti che la mia famiglia e la nostra Città non accetterà mai e non si piegherà mai a logiche mafiose così becere quindi bene vi siete divertiti ma state sereni tutto questo non accadrà più perché insieme alle forze dell’ordine faremo di tutto per eliminarvi dalla società taorminese!”

Numerosi i messaggi di solidarietà e vicinanza ad Antonio Faraci, cittadino impegnato nel sociale per il bene della sua comunità, sempre pronto ad aiutare il prossimo. Il sindaco Mario Bolognari fa sapere che “tutte le componenti politiche de La Nostra Taormina esprimono piena solidarietà e sostegno al presidente dell’Associazione Fishing Club, Antonio Faraci, per la grave intimidazione subita. Condannano fermamente quest’atto che non deve essere per nessun motivo accettato da una comunità pacifica e laboriosa come quella taorminese. Si augurano che i responsabili vengano individuati immediatamente e assicurati alla giustizia perché legalità e correttezza si affermino come principi della convivenza civile.”

I militari della compagnia Carabinieri di Taormina diretti dal capitano Arcangelo Maiello hanno effettuato un sopralluogo e procederanno nelle prossime ore a visionare le immagini delle telecamere presenti nella zona. Inoltre si sta procedendo ad individuare eventuali testimoni.

Non è ancora chiaro se si sia trattato di una bravata compiuta da balordi o di un vero e proprio atto intimidatorio per l’attività di bonifica portata avanti da Faraci.

Al momento, fanno sapere i carabinieri, non si esclude alcuna pista.

 

000
Letto 367 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Mandanici. Controlli dei Carabinieri alle aziende zootecniche. Sequestrati 65 capi di bestiame

    Quest’oggi, nel comune di Mandanici, in collaborazione con i Carabinieri del NAS di Catania, gli agenti del Corpo Forestale della Regione Sicilia ed i veterinari dell’ASP di Messina, i Carabinieri del Compagnia Messina Sud hanno svolto un servizio straordinario finalizzato al controllo delle aziende zootecniche, procedendo a verifiche sanitarie di numerosi capi di ovini e caprini, in parte allo stato brado ed in parte presenti presso le stalle delle aziende zootecniche del luogo.

    Le attività hanno consentito di individuare e sottoporre a sequestro sanitario 40 capi privi di segni di identificazione, 16 dei quali vaganti, per i quali l’Autorità Sanitaria ha disposto l’abbattimento. Inoltre, sono stati rinvenuti altri 25 animali dotati dei previsti codici identificativi ma di cui i proprietari avevano denunciato lo smarrimento che, prima di essere restituiti agli allevatori, sono stati affidati in custodia ad una ditta specializzata in attesa dell’esito delle analisi ematochimiche cui gli animali saranno sottoposti per verificare che non siano affetti da brucellosi.

    All’esito dei controlli sono state elevate sanzioni amministrative per oltre 3.000 euro nei confronti della titolare di un’azienda zootecnica responsabile di aver introdotto all’interno della sua azienda 24 caprini privi di marchio auricolare e bolo identificativo.

     

  • Castelmola. Furto in abitazione. 22enne denunciato dai Carabinieri.

    I Carabinieri della Stazione di Taormina hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Messina un 22enne Taorminese, residente in Calatabiano (CT), ritenuto responsabile di furto in abitazione.

    I Carabinieri avevano avviato le indagini a seguito di un furto in un’abitazione di Castelmola (ME) avvenuto lo scorso 15 gennaio quando un ladro si era introdotto nella casa mentre i proprietari erano fuori ed aveva messo a soqquadro tutte le stanze impossessandosi di un cofanetto portagioie contenente collane e monili in orso del valore di circa 800,00 euro nonché un computer e materiale informatico.

    I Carabinieri della Stazione di Taormina hanno acquisito le immagini dei sistemi di sorveglianza della zona e sono riusciti ad individuare il ladro che è stato successivamente identificato. I militari hanno svolto una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’indagato rinvenendo una collana in oro giallo sottratta dall’appartamento di Castelmola che è stata riconosciuta dal proprietario ed è stata restituita.

  • Lions Club a Taormina un successo oltre ogni misura, firmati due importanti protocolli

    Un successo oltre ogni misura per i Lions del Distretto 108Yb Sicilia, la due giorni di Taormina dello scorso week end dove sono stati celebrati il Gabinetto e la Conferenza d’Inverno. Molto soddisfatto il Governatore del Distretto, dottor Angelo Collura, che ha progettato insieme al suo staff l’importante evento. Un successo oltre ogni misura per presenza di dirigenti e soci dell’importante club internazionale, per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con la Regione Sicilia, firmato dal Governatore Collura e dall’Assessore Regionale al formazione e alla pubblica istrizuine, on. Roberto Lagalla, su scuola e disabilità e di un accordo di collaborazione con i maggiori club service presenti nella regione su terreni comuni di lavoro al servizio delle comunità sia a livello regionale che locale. Il Gabinetto Distrettuale ha approvato lo statuto e il regolamento della nuova Fondazione del Distretto Sicilia. Ad aprire e chiudere i lavori della Conferenza d’Inverno il sindaco di Taormina, il professor Mario Bolognari, che ha portato il saluto come primo cittadino ed ha concluso intervenendo come antropologo nella quarta sessione dedicata all’identità siciliana, con il sociologo Francesco Pira, Direttore della rivista Lions Sicilia. “Una conferenza storica – ha commentato con orgoglio il Governatore Angelo Collura- dove abbiamo messo insieme città metropolitane, tre università e tutto il mondo del volontariato”. Un anno sociale ricco di successi e anche i numeri parlano chiaro. Oltre 3500 i soci oggi in Sicilia, 85 nuovi dal luglio scorso. I lions siciliani hanno svolto attraverso un pool di professionisti, in una sorta di cittadella sanitaria,  gli screening gratuiti che è stata inaugurata dal Sindaco Bolognari e dal Governatore Collura. Poi la  prima sessione di lavori: una tavola rotonda sul tema “La cultura, precondizione per la crescita sociale e lo sviluppo del territorio siciliano”,  coordinata brillantemente dal  giornalista di Mediaset e  brillante scrittore, Gaetano Savatteri, e che ha visto la partecipazione del Sindaco di Palermo, on. Leoluca Orlando, in collegamento , del professor Paolo La Greca, consulente del sindaco di Catania Pogliese,  e dei Rettori delle Università di Catania, professor Francesco Priolo e di Messina professor Salvatore Cuzzocrea del Delegato del Rettore dell’Università di Palermo, professor Silvio Buscemi e dell’Assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, Il pomeriggio si è aperto con la consegna del Premio Ciancitto, che come ha spiegato l’architetto Carmelita Ciancitto, figlia dello scienziato Antonino, vuole dare un riconoscimento al merito e all'applicazione nella ricerca scientifica e si inserisce all'interno delle iniziative volte alla valorizzazione di questi studi possibilmente finalizzandole all'interessamento degli enti e/o istituzioni appositamente preposti per arrivare alla sperimentazione/applicazione degli stessi. A ritirare il Premio Ciancitto il dottor Carmelo Vindigni dell’Università Kore di Enna presentato dal suo docente professor Giuseppe Alaimo. Subito dopo la terza sessione dei lavori con una tavola rotonda sull’associazionismo condotta da Carlo Alberto Tregua, Direttore del Quotidiano di Sicilia e scrittore con la partecipazione di Valerio Cimino, Governatore Rotary Sicilia e Malta, Giuseppina Seidita , Past  Presidente Nazionale FIDAPA, Cristina La Grassa Fiorentino, Governatore Inner Wheel Sicilia e Calabria , Rina Florulli, Vice Presidente Nazionale SOROPTIMIST, Alberto Buttafaro, Governatore della Disione I del KIWANIS. “E’ la prima volta – ha detto il Governatore Lions Collura – che il mondo del volontariato firma un accordo per lavorare insieme sui territori. Non era mai successo e siamo felici di essere stati i promotori di questo momento importante”. Poi la chiusura, come scritto, con l’ momento di confronto la quarta sessione di lavoro su: “L’evoluzione antropologica della nostra società”, moderata da Enzo Stroscio, Ha chiuso i lavori il Governatore Collura. Nel corso della due giorni è stato distribuito anche l’ultimo numero della rivista cartacea e on line “Lions Sicilia”, un numero ricchissimo di contenuti di 68 pagine.

     

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI