Graniti. Non si fermano all'ALT dei carabinieri. Due arresti

Graniti. Non si fermano all'ALT dei carabinieri. Due arresti In evidenza

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Graniti hanno arrestato in flagranza di reato due giovani di Gaggi, A.F. di 34 anni e T.T. di 37 anni, già noti alle forze dell’ordine, ritenuti responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Nel pomeriggio di ieri, i carabinieri della Stazione di Graniti durante un servizio di controllo del territorio, hanno effettuato un posto di controllo disponendo due pattuglie sulla Statale 185 nel comune di Gaggi, una a valle e l’altra, poco più avanti, a monte nei pressi del centro abitato. I militari hanno intimato l’ALT ad un’autovettura proveniente dall’abitato di Trappitello di Taormina con a bordo due uomini ma il conducente, invece di arrestare la marcia, ha tentato la fuga, superando i militari. L’altra pattuglia dei Carabinieri, immediatamente intervenuta ha bloccato l’auto condotta da A.F., mentre T.T. ha tentato di sottrarsi al controllo strattonando i militari.

I Carabinieri hanno proceduta alla perquisizione personale dei due uomini ed hanno ispezionato il breve tratto di strada percorso dal veicolo prima di essere bloccato, rinvenendo, al margine della strada, un involucro contenente poco più di 3 grammi di cocaina di cui i due si erano, presumibilmente, appena disfatti.

I Carabinieri hanno altresì proceduto alla perquisizione domiciliare a carico dei due uomini e presso l’abitazione di T.T. hanno rinvenuto e sequestrato oltre 3 grammi di marijuana contenuta in due involucri occultati in un muro perimetrale.

I due sono stati pertanto arresati per i reati di detenzione di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale e, su disposizione della Procura della Repubblica di Messina, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

000
Letto 266 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Taormina. I carabinieri arrestano un 26enne in esecuzione di misura cautelare e denunciano due giovani per furto aggravato in concorso

    Ieri i Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Messina, nei confronti del 26enne taorminese G.V., già noto alle forze dell’ordine, residente a Giardini Naxos (ME), ritenuto responsabile, in concorso con la propria convivente, del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

    Alcuni giorni fa, a Giardini Naxos, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Taormina avevano controllato l’uomo insieme alla sua convivente. A seguito della perquisizione, la 21enne R.M., convivente del giovane, era stata trovata in possesso di alcune dosi di cocaina ed arrestata, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente mentre l’uomo era stato deferito, in stato di libertà, per il medesimo reato. Poiché, all’esito dell’esame del Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri di Messina la sostanza risultava essere del tipo cocaina con oltre 2 grammi di principio attivo, sufficienti a ricavare circa 18 dosi medie singole, i Carabinieri della Carabinieri di Taormina informavano l’Autorità Giudiziaria che, a seguito della relazione dei militari dell’Arma, emetteva il provvedimento della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico dell’uomo.

    Sempre nella giornata di ieri. i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taormina hanno deferito, in stato di libertà, due soggetti: un 30enne di Francavilla di Sicilia (ME), ed un 24enne siracusano, ritenuti responsabile del reato, di furto aggravato in concorso.

    In particolare, a seguito di una segnalazione da parte di un ristoratore di Giardini Naxos che aveva subito il furto di una cassetta con del danaro, i Carabinieri intervenivano nella zona individuando e bloccando due soggetti trovati in possesso della cassetta contenente il denaro, asportata poco prima dal ristorante. Pertanto la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario ed i due sono stati condotti in caserma per gli accertamenti e deferiti, in stato di libertà, per il reato di furto aggravato in concorso.

  • Taormina. Taormina, Giardini e Letojanni. Controlli da parte dei carabinieri. Un arresto per rapina

    Nel fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno svolto un servizio di controllo del territorio in particolare lungo i litorali dei Comuni di Giardini Naxos (ME), Taormina e Letojanni (ME) e nelle zone interessate della c.d. “movida”. I militari coadiuvati dal Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Catania e dal Nucleo Ispettorato del Lavoro di Messina, hanno operato numerosi controlli in diversi locali di intrattenimento anche al fine di verificare il rispetto delle regole sul distanziamento interpersonale previste dalle norme per l’emergenza Covid-19.

     Nel corso dei servizi sono stati effettuati controlli alla circolazione stradale e, con l’ausilio dell’unità Cinofila dei Carabinieri di Nicolosi (CT), sono stati eseguiti anche controlli finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Sono stati controllati complessivamente 67 automezzi e 93 persone con la contestazione di 6 infrazioni al Codice della Strada, sequestrati 3 scooter per mancato uso del casco protettivo, guida senza patente e per mancanza di copertura assicurativa.

    A seguito dei controlli, i Carabinieri hanno proceduto nei confronti di un 49enne di Fiumefreddo di Sicilia che è stato denunciato, in stato di libertà, all’Autorità Giudiziaria poiché causava un incidente stradale autonomo per guida in stato di alterazione psico-fisica, motivo per il quale gli è stata ritirata la patente di guida.

     Inoltre, nel corso del servizio, i Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare emessa dal G.I.P. Tribunale per i Minori di Messina nei confronti di un 15enne di Paternò (CT) ritenuto responsabile del reato di rapina impropria, commessa in Giardini Naxos lo scorso 15 luglio 2020. In quella circostanza, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Taormina avevano fermato il minore che poco prima, in concorso con un altro soggetto non ancora identificato, aveva sottratto da un’autovettura un portafogli ed un telefono cellulare, ed i due avevano minacciato il proprietario per garantirsi il possesso della refurtiva. Pertanto, il giovane era stato deferito, in stato di libertà, dai Carabinieri che a seguito delle indagini riuscivano anche a documentare coinvolgimenti del minore, in concorso con altri soggetti ancora non identificati, in altri furti commessi nel circondario di Giardini Naxos. Al termine delle formalità di rito, il minore è stato ristretto presso una comunità di Militello Val di Catania (CT) a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

     

  • Taormina. Controlli dei Carabinieri nel fine settimana, un arresto per detenzione di droga e due denunce

    Nel fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno intensificato i servizi coordinati di controllo del territorio nei Comuni di Taormina, Giardini Naxos, Sant’Alessio Siculo, Francavilla di Sicilia e Roccalumera.

    Nella serata di domenica, a Roccalumera, i Carabinieri hanno arrestato il 44enne C.F., di origine catanese ma residente nel comune jonico, ritenuto responsabile del reato di detenzione di sostanza stupefacente del tipo cocaina e marijuana. I militari, che già da tempo tenevano sotto controllo l’uomo, lo hanno bloccato e sottoposto a una perquisizione personale e veicolare che ha consentito di rinvenire addosso all’uomo alcune dosi di cocaina. Pertanto i militari hanno esteso la perquisizione anche al suo domicilio. Nel corso delle perquisizioni i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato complessivamente 12 dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina di peso complessivo di 4,5 grammi, un involucro del peso complessivo di 18 grammi circa contenente sostanza stupefacente del tipo marijuana, un bilancino elettronico ed alcune banconote di piccolo taglio ritenute provento dell’attività illecita. Al termine delle formalità di rito l’uomo, nella giornata di martedì, è comparso davanti al GIP del Tribunale di Messina che ha convalidato l’arresto effettuato dai Carabinieri e gli ha applicato la misura cautelare dell’obbligo di firma presso gli uffici della polizia Giudiziaria.

    Inoltre, nel corso dei servizi di controllo del territorio, a Giardini Naxos i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà un quindicenne di Paternò (CT) per il reato di furto per avere sottratto dall’abitacolo di un’autovettura un portafoglio ed uno smartphone. Il minore è stato bloccato dai militari dell’Arma poco lontano dal veicolo appena derubato. La refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario mentre il minore è stato affidato ai genitori.

    A Francavilla di Sicilia, i militari della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà un cittadino del luogo F.A., 62enne, per detenzione abusiva di armi e munizioni. I militari, nel corso della perquisizione all’interno dell’abitazione dell’uomo, hanno rinvenuto una pistola a tamburo calibro 32 con inserite all’interno tre cartucce. Il revolver era nascosto nel vano di una stufa a pellet posizionata nella cucina dell’abitazione. Inoltre i carabinieri hanno rinvenuto all’interno delle camere da letto una carabina occultata all’interno di un’intercapedine tra il muro e l’armadio, con 3 scatole di piombini/pallini calibro 4,5 per carabina ed all’interno di un armadio una balestra e nr. 8 dardi.

    Infine, nel corso dei servizi sono stati controllati 111 veicoli e 165 perone elevando 10 contravvenzioni al codice della strada di cui 2 per guida senza patente, 2 per mancanza di copertura assicurativa, una mancanza del casco protettivo, 2 per velocità non moderata in centro abitato e 3 per ingombro carreggiata con rimozione mezzi. Sono stati altresì controllati 4 locali notturni ed a Giardini Naxos sono state elevate due contravvenzioni per violazione all’ordinanza Sindacale che impone la chiusura dei locali alle ore 2.00,

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI