SPEED MARATHON: LA MARATONA DELLA POLIZIA STRADALE CONTRO GLI ECCESSI DI VELOCITÀ. CONTROLLI ANCHE SULLE STRADE DELLA PROVINCIA DI MESSINA

SPEED MARATHON: LA MARATONA DELLA POLIZIA STRADALE CONTRO GLI ECCESSI DI VELOCITÀ. CONTROLLI ANCHE SULLE STRADE DELLA PROVINCIA DI MESSINA In evidenza

Al via la “Speed Marathon”, l’iniziativa europea di sensibilizzazione contro l’eccesso di velocità cui ha aderito la Polizia Stradale Italiana, promossa dal network europeo di Polizia TISPOL. Giovedì 16 Aprile 2015 sarà una giornata di controlli a tappeto che vedrà impegnate le pattuglie della Polizia Stradale su tutte le strade e autostrade del Paese. L’iniziativa interesserà anche la provincia di Messina. Verranno effettuati infatti specifici servizi da parte della Sezione Polizia Stradale e da parte di tutti i Reparti da essa dipendenti, nello specifico Sottosezione di Giardini Naxos, Sottosezione Autostradale di Messina Boccetta, Distaccamento di Barcellona P.G., Distaccamento di S. Agata M.llo. L’obiettivo della maratona contro gli eccessi di velocità è quello di incrementare i livelli di sicurezza sulle strade e ridurre il numero di vittime da incidente stradale. Nel 2014, le vittime di incidenti stradali sono state quasi 25.700 nella Ue28 (26.020 nel 2013), con una riduzione tra il 2014 ed il 2010 del 18%, variazione analoga a quella registrata in Italia nello stesso periodo. Si tratta di oltre 51 persone decedute in incidente stradale ogni milione di abitanti. L’Italia ha registrato un valore pari a 52 persone per ogni milione di abitanti, collocandosi al 14° posto nella graduatoria europea, dietro Regno Unito, Spagna, Germania e Francia (Fonte: Rapporto Aci – Istat 2014). In Italia, come nel resto d’Europa, la velocità è una delle principali cause di incidente stradale, insieme al mancato rispetto delle regole di precedenza e alla guida distratta. Nel corso del 2014, in Italia sono state rilevate 837.505 infrazioni per eccesso di velocità (dato rilevato da Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri). Sul sito www.poliziadistato.it è pubblicata la lista delle tratte ove sono attivi i servizi di controllo della velocità tramite misuratori elettronici. L’iniziativa si colloca nell’ambito delle azioni di sensibilizzazione promosse dall’Unione Europea per la decade 2011-2020 con l’obiettivo di dimezzare il numero di decessi da incidenti stradali e diminuire il numero dei feriti gravi in Europa e nel Mondo.

000
Letto 4333 volte

Articoli correlati (da tag)

  • GIARDINI NAXOS. Ubriaco in autostrada. La Polizia di Stato denuncia automobilista. Patente ritirata e auto sottoposta a sequestro.

    Viaggiava sulla A18, con un tasso alcolemico superiore a quanto consentito e in evidente stato di alterazione psico-fisica.

    È stato notato ed invitato ad accostare in un’area di sosta dai poliziotti della Sottosezione Polizia Stradale di Giardini Naxos dopo aver rischiato di investire un’altra auto in transito e sbandato pericolosamente e ripetutamente lungo il tratto autostradale.

    L’uomo, appena sceso dal veicolo sul quale viaggiava con la moglie, equilibrio precario ed eloquio incerto, ha raccontato di essere un imprenditore nel settore vinicolo e di aver proposto alcuni vini al titolare di un ristorante.

    Dopo aver appurato il tasso alcolemico con etilometro, i poliziotti hanno proceduto al deferimento all’Autorità Giudiziaria e al ritiro della patente. L’auto è stata sequestrata ai fini della confisca.

    Si rammenta che l’assunzione di alcolici o di droghe è tra le prime cause di incidente e di morte su strade e autostrade. Mettersi alla guida dopo aver bevuto alcolici o assunto sostanze stupefacenti significa mettere a repentaglio la vita propria e quella altrui.

  • PAGLIARA. La Polizia di Stato sequestra un’area abusivamente utilizzata per recupero rifiuti pericolosi e veicoli dismessi

    Personale della squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Messina ha proceduto al sequestro preventivo di un’area di circa 2000 mq in contrada Piana nel comune di Pagliara (ME), ove il titolare di una società avrebbe effettuato, senza alcuna autorizzazione, un’attività di raccolta, recupero di rifiuti pericolosi e, in particolare, di veicoli dismessi. La vicenda nasce nel 2015 allorché, durante un controllo amministrativo della Polizia Stradale, venivano rinvenuti numerosi veicoli, targati e non, motori e parti di essi, pneumatici e varie parti di carrozzerie.

    A seguito di una mirata attività di indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica, si accertava la totale assenza delle necessarie autorizzazioni alla demolizione o alla gestione dei rifiuti, oltre che un progetto mai autorizzato di raccolta e messa in sicurezza dei rifiuti speciali pericolosi.

    Nel 2016, un ulteriore controllo permetteva di appurare la parziale rimozione di alcuni rottami senza però effettuare una bonifica dei luoghi continuando a riversare sostanze inquinanti nel sottosuolo. Da quest’ultimo controllo sarebbe ulteriormente emersa la sussistenza degli elementi integranti fattispecie di reato previste dal codice dell’ambiente.

    Una precedente condanna del titolare dell’azienda per la medesima fattispecie emessa dal Tribunale di Messina nel 2011 e la necessità di impedire il protrarsi dell’attività criminosa ai fini della salvaguardia dell’ambiente, hanno consentito al Giudice delle Indagini Preliminari di disporre il Sequestro Preventivo dell’area del Comune di Pagliara eseguito a cura della Polizia Stradale di Messina.

  • SANTA TERESA DI RIVA. FUNERALI DI STATO E LUTTO CITTADINO PER LA MORTE DEL POLIZIOTTO ANGELO SPADARO

    Il comune di Santa Teresa di Riva si stringe attorno alla famiglia del poliziotto Angelo Spadaro, rimasto vittima di un incidente stradale mentre svolgeva il suo lavoro. Per domani, giorno dei funerali di Stato, il sindaco Danilo Lo Giudice ha proclamato il lutto cittadino.

    Sarà monsignor Giovanni Accolla, insieme al parroco don Ettore Sentimentale, a celebrare i funerali. Saranno presenti  il Capo della Polizia di Stato Franco Gabrielli, l'assessore regionale Bernardette Grasso, il prefetto Maria Carmela Librizzi, il sindaco della città metropolitana di Messina Cateno De Luca.

    L’intera comunità è attonita ed incredula per quanto accaduto. Messaggi di cordoglio continuano ad arrivare da più parti. Su tutti il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Capo della Polizia di Stato, Franco Gabrielli, il seguente messaggio:

    «Ho appreso con profonda tristezza la notizia dell’incidente stradale in cui ha perso la vita, nell’espletamento del servizio, l’Assistente Capo Coordinatore Angelo Spadaro.

    Nell’esprimere a lei e alla Polizia di Stato solidale vicinanza, la prego di far pervenire ai familiari le espressioni della mia commossa partecipazione al loro cordoglio e all’Assistente Capo Giuseppe Muscolino, rimasto ferito, gli auguri di pronta guarigione».

    La FP CGIL ha espresso il cordoglio ai familiari delle vittime coinvolte nell’incidente, vicinanza alle persone ferite e solidarietà a tutti coloro che sono stati impegnati nei soccorsi dell’incidente verificatosi sulla A18 all’altezza dell’abitato di Scaletta Zanclea. Ha inoltre chiesto che vengano messe in atto da subito misure concrete per evitare ulteriori tragedie su quella sta diventando una vera e propria “autostrada della morte”.

    Respinge ogni responsabilità però il Cas che in un comunicato nelle scorse ore chiarisce che: “dalla prima ricognizione sullo stato dei luoghi non appare possano rilevarsi criticità strutturali del tratto stradale in questione né negligenze del concessionario correlate al verificarsi dell'evento.”

    Critico il sindacato  FSP : “Il Cas precisa di non avere alcuna colpa in questa circostanza... lo diranno le indagini... Si interroghi piuttosto sulle condizioni in cui versano entrambi i tratti, che i cittadini pagano ogni giorno profumatamente e sul rischio che corrono i pattuglianti nel prestare i soccorsi.”

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI