Redazione

Redazione

In coincidenza dell’apertura della stagione venatoria si ripetono i fenomeni di violazione delle norme sulla caccia.  La Polizia Metropolitana sta, pertanto, intensificando i controlli antibracconaggio in provincia di Messina.

Il nucleo venatorio del Corpo di Polizia Metropolitana, durante un’operazione nel territorio del Comune di Alì Terme, nelle prime ore dell’1 ottobre, ha intercettato una persona che, durante una battuta di caccia, faceva uso di richiami.

Il trasgressore è stato denunciato dagli agenti per la violazione della legge regionale 33/97 sulla tutela della fauna che, all’art. 21, comma 1, lettera e, ne vieta l’uso.

Tale infrazione prevede un’ammenda fino 1.549,00 euro oltre al sequestro dei richiami ai sensi dell’art. 30, comma 1, lettera h, della legge 11 febbraio 1992, n. 157.

La Polizia Metropolitana nei prossimi giorni intensificherà l’attività di controllo e repressione per impedire le pratiche venatorie illegali con una sorveglianza particolare delle zone di protezione speciale (ZPS) poste lungo le rotte di migrazione dell’avifauna.

Saranno gli studenti di Taormina i protagonisti della giornata ecologica “Un Mare da Amare” che si terrà lungo la costa adiacente l’Isola Bella, la riserva naturale orientata gestita dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania.

L’iniziativa, in programma giovedì 13 ottobre, alle 9,30, giunta alla quarta edizione, è realizzata dalla sezione di Giardini-Taormina della Lega navale italiana (nell’ambito del progetto scuole “Giardini Naxos – Taormina ed il Mare” finalizzato al rispetto dell’ambiente e degli ecosistemi, alla conoscenza del mare e degli strumenti della navigazione) con la collaborazione del Cutgana, del Parco archeologico di Naxos e della Guardia costiera di Giardini Naxos.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Taormina e di quelli della Stazione di Sant’Alessio Siculo nell’ambito dei servizi tesi a frenare il fenomeno dei reati contro gli stupefacenti disposti dal superiore Comando Compagnia di Taormina dopo gli arresti per droga effettuati qualche giorno fa in Letojanni hanno proceduto all’arresto di Giuseppe SEMINARA, un pregiudicato sessantacinquenne nativo di Enna ma residente in Sant’Alessio, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana. I Carabinieri della  Stazione e del Radiomobile  che già da diverso tempo avevano organizzato dei servizi mirati soprattutto all’interno di un noto Circolo Ricreativo ove si aveva certezza che il proprietario spacciasse la sostanza agli avventori del circolo in tarda serata sono entrati in azione. Bloccato il soggetto e perquisito è stato trovato in possesso di circa 50 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana di cui parte di essa già suddivisa in dosi e copioso materiale per il confezionamento delle dosi.

Espletate formalità di rito l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Giardini Naxos in attesa del rito direttissimo e comunque a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

I finanzieri della Compagnia di Taormina, nelle prime ore del mattino di mercoledì, hanno dato esecuzione a quattro ordinanze di custodia cautelare, due in Sicilia e due in Lombardia, sequestrando un patrimonio di oltre due milioni di euro, nel corso di una importante operazione antiriciclaggio. Le misure, una in carcere e tre ai domiciliari, sono state emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Messina, dott.ssa Monica Marino, nei confronti di Antonino Nicita, di 65 anni, imprenditore del settore turistico di Taormina, Rocco Frisone, di 72 anni, di Letojanni (Me), Angelo Mulè, di 62 anni imprenditore di origini siciliane e Patrizia Tretti di 58 anni, questi ultimi entrambi residenti a Brescia. Le Fiamme Gialle hanno sequestrato partecipazioni societarie riconducibili agli indagati, tra cui il dieci per cento del capitale sociale, quota che corrisponde ad un milione di euro, di un conosciuto albergo a cinque stelle del centro di Taormina, il 51% del capitale sociale di un noto ristorante, nonché quattro immobili, tra cui un villino, tutti siti in Taormina, denaro, conti correnti bancari, polizze assicurative e altri strumenti finanziari, per una somma complessiva di due milioni di euro.

 L’attività investigativa, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Messina, dott. Francesco Massara, era stata avviata nel 2014 dai finanzieri, che erano riusciti ad individuare l’abusivo esercizio di attività finanziaria messa in atto dal predetto Antonino Nicita imprenditore della città ionica, amministratore di un noto ristorante cittadino, ai danni di soggetti in difficoltà economica, dovuta per lo più a perdite al gioco d’azzardo. Il successivo meticoloso approfondimento investigativo, realizzato anche attraverso indagini finanziarie e accertamenti bancari, ha permesso di appurare che il predetto soggetto di Taormina unitamente a Rocco Frisone, residente a Letojanni (Me), si prestava a riciclare quasi due milioni di euro per conto di un imprenditore bresciano del settore edile Angelo Mulè denunciato in passato per reati tributari, per aver costituito società fittizie al fine di eludere le imposte, nonché per bancarotta fraudolenta e destinatario per tale ultima condotta anche di un mandato di cattura internazionale eseguito in Svizzera. È, difatti, nel riciclaggio di questa importante somma di denaro che entrano in gioco la signora Patrizia Tretti ed i citati amici taorminesi Antonino Nicita e Rocco Frisone, conosciuti durante i frequenti soggiorni nella rinomata città ionica, negli ambienti della “bella vita”. In particolare, il contante insistente sui conti correnti intestati alle predette società fittizie, provento dei richiamati reati fiscali e fallimentari, veniva fatto uscire dalla sfera giuridica di Angelo Mulè attraverso l’emissione di assegni circolari a soggetti ignari ed in taluni casi inesistenti o deceduti; i titoli di credito in esame venivano contestualmente girati ed accreditati sui rapporti bancari intestati ai complici taorminesi che provvedevano a prelevare il contante ed a restituirlo, previo il trattenimento di una percentuale a titolo di commissione per l’attività illecita di riciclaggio. Le accurate investigazioni, anche di natura tecnica, le molteplici dichiarazioni raccolte in sede di indagini preliminari dagli indagati e dalle persone informate dei fatti, nonché l’esame dei rapporti bancari intrattenuti dai sodali tutti con diversi intermediari finanziari, ha permesso di tracciare e quantificare il patrimonio illecitamente accumulato ed occultato negli anni attraverso il descritto sistema criminoso, nonché a risalire ad una società di Taormina, attiva nel settore immobiliare; quest’ultima, anch’essa sottoposta a sequestro dalle Fiamme Gialle, è ritenuta una società “di comodo”, appositamente costituita per dissimulare le disponibilità immobiliari riconducibili all’imprenditore bresciano, i cui azionisti risultano essere i predetti Antonino Nicita e Patrizia Tretti. Come evidenziato, i militari taorminesi dipendenti dal Comando Provinciale di Messina nel corso dell’operazione denominata “Bella vita” sono riusciti a sequestrare alcune partecipazioni societarie tra cui le quote di una conosciuta struttura alberghiera di lusso, oltre a immobili, denaro, conti correnti bancari, polizze assicurative e altri strumenti finanziari, per una somma complessiva di circa due milioni di euro. L’attività eseguita dalla Guardia di Finanza rientra nell’ambito della delicata e rilevante azione di contrasto alla criminalità economica e finanziaria che viene condotta con l’obiettivo di individuare e aggredire i patrimoni illeciti e viene effettuata quotidianamente anche attraverso lo sviluppo investigativo delle segnalazioni di operazioni sospette che mediante l’esecuzione di ispezioni nei confronti dei soggetti tenuti al rispetto degli specifici obblighi di legge.

Taglia finalmente i nastri di partenza l’impegnativo campionato FIGC di C-2 Calcio a 5 dove la società naxiota sarà protagonista nel girone C. Il team guidato da mister Alessandro Strano debutterà tra le mura amiche del “Centro Sportivo Desport” di Giuseppe Monte e Mario Stagnitta alle ore 15.30 di sabato 1 ottobre. Come avversario si troverà di fronte l’ostica “Nuova Rinascita”, squadra di Patti. A mister Strano toccherà l’arduo compito di ridisegnare la squadra orfana del capitano Walter Rizzo oggetto di una squalifica maturata nello scorso campionato e da scontare necessariamente nella prima partita di quello attuale. Le soluzioni tecniche, tuttavia, considerata l’ampiezza della rosa a disposizione, non mancano al coach taorminese fiducioso di poter trovare la giusta alchimia. Tutta la dirigenza nelle persone del Presidente Tino Sturiale, del Vice Gabriele Cacciola e del neo-Segretario Giuseppe Leotta si sono detti fiduciosi in vista del primo impegno ufficiale, con la convinzione di poter iniziare con un risultato positivo e la certezza di essere in grado di disputare un campionato sicuramente foriero di grandi soddisfazioni.

I Carabinieri della Compagnia di Taormina nell’ambito dei servizi tesi a prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio hanno arrestato un pregiudicato letoiannese quarantenne per evasione dagli arresti domiciliari dove era ristretto e per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo hashish e marijuana. I Carabinieri che hanno messo in atto un servizio di controllo e prevenzione su tutto il territorio hanno sorpreso  Salvatore BUCCERI, pregiudicato di Letojanni, al di fuori del luogo dove avrebbe dovuto scontare la misura. In seguito poi della perquisizione personale e domiciliare i militari hanno rivenuto e sottoposta a sequestro una corposa quantità di stupefacente già suddivisa in dosi e pronta per essere immessa sul mercato illegale.

Inoltre a Gaggi (ME),una delle località turistiche del comprensorio, è stato deferito in stato di libertà un albergatore in quanto non aveva comunicato all’autorità di pubblica sicurezza le generalità delle persone alloggiate. Nello stesso contesto veniva contravvenzionato per esercizio abusivo dell’attività.

In Giardini Naxos invece i militari della Stazione hanno deferito in stato di libertà un pregiudicato napoletano trentenne per la violazione delle prescrizioni della misura degli arresti domiciliari in quanto nonostante l’autorità Giudiziaria avesse imposto il divieto di non incontrare pregiudicati questi veniva colto all’atto di colloquiare presso la propria abitazione con un pregiudicato del posto.

Ritorna l’atteso appuntamento con la Festa dei Nonni in programma Domenica 2 Ottobre 2016 alle ore 18:00 presso i locali del Teatro Val D’Agrò.

Come ormai da tradizione l’Associazione “Riciclare è meglio che …… Inquinare L.A.R.C. – Sicilia” con il patrocinio del Comune di Santa Teresa di Riva con in testa l’Assessore alla Cultura, Sport, Turismo e Spettacolo Giovanni Bonfiglio organizza la 3^ edizione della Festa dei Nonni, una festa pensata per divertire, ma anche per valorizzare il ruolo dei nonni nelle nostre famiglie, portatori di conoscenza ed esperienza.

Una festa, per non dimenticare le nostre radici e lasciare memoria nelle generazioni future.

"L’impegno dell’associazione, che io, afferma la presidente Antonina Barresi,  ho l’onore di presiedere insieme a Rita D’Amico, Patrizia Rita Lezzi, Antonella Strazzeri, Rosalba Crisafulli, Rita Colloca, Agatina Leo e Carmela Scibilia, è quello di ridare il giusto valore a figure istituzionali come gli anziani (Nonni) i quali, rappresentano un punto di riferimento nella nostra società, vogliamo evitare, la politica della scarto, sollecitando e invitando i nostri Nonni alla vita sociale.

Più volte Papa Francesco, ha ricordato che una Nazione, che non tiene conto della saggezza dei Nonni è destinata a non avere futuro.

Domenica 2 ottobre 2016 sarà un’occasione di celebrazione, ma anche di riflessione per rappresentare il valore insostituibile dei Nonni, la nostra memoria storica e il legame tra passato e presente.

Sarà un pomeriggio, caratterizzato da testimonianze, riflessioni sul tema della Famiglia all’insegna dello scambio generazionale; non mancheranno momenti di puro divertimento.

Quello della “Festa dei Nonni” è un appuntamento che rinnoviamo di anno in anno, non solo nel rispetto di una festività istituita ufficialmente (2005 in Italia), ma anche perche il riscontro è sempre molto positivo in termini di partecipazione e di soddisfazione degli intervenuti.

Quest’anno abbiamo arricchito ulteriormente i contenuti, ci sarà da divertirsi."

Interverranno quali ospiti d’eccezione:

Compagnia Teatrale i “SIKILIA”,  l’Attore-Regista Vittorio Bruno  e Padre Agostino Giacalone della Parrocchia Madonna di Porto Salvo …..

……….. Vi Aspettiamo!!!!!

 

Mercoledì, 28 Settembre 2016 12:15

GIARDINI NAXOS. UNA GIORNATA DEDICATA ALLA LEGALITÀ

Il festival culturale “Naxoslegge” ha dedicato l’intera giornata del 23 settembre all’attualissimo tema della legalità. Lo ha fatto in primis con un’egregia “lectio magistralis” del professore Vincenzo Piccione sul tema “Ecomafie” presso l’auditorium del liceo Scientifico C. Caminiti di Giardini Naxos di fronte a circa 150 alunni ed in secundis con la presentazione del libro “L’inchiesta Merra”, presso la meravigliosa cornice del palazzo Paladino, grazie alla disponibilità dell’omonima famiglia, dell’autore Fabrizio Fonte. A quest’ultimo evento, coordinato da Fulvia Toscano, direttrice di Naxoslegge, e da Giuseppe Leotta, presidente dell’Associazione Culturale “Idee In Movimento”, ha preso parte l’On. Nello Musumeci, presidente della Commissione Regionale Antimafia. Mentre Fabrizio Fonte, di fronte ad una nutrita platea, ha ricostruito sinteticamente i fatti storici trattati nel suo libro mettendo in risalto l’unicità dell’inchiesta Merra come atto spontaneo di una Politica sinceramente desiderosa di essere protagonista e non succube nella lotta all’illegalità, Musumeci ha sferzato quella stessa Politica dimostratasi incapace, negli ultimi anni, di assolvere al proprio ruolo di selezionatrice della classe dirigente isolana. Per Musumeci la politica deve fungere da filtro morale nei confronti di chi amministra la cosa pubblica arrivando prima di qualsiasi inchiesta avviata dalla magistratura nell’isolare le mele marce. Il presidente si è poi accoratamente rivolto ai giovani affinché si interessino alla Politica non lasciandola nelle mani di chi persegue interessi lontani dal bene comune. Giuseppe Leotta e Fulvia Toscano hanno dunque concluso la giornata lanciando un anelito e un auspicio di redenzione per una terra, la Sicilia, che, sfruttando a pieno le immense risorse di cui è in possesso, conserva certamente la speranza di esorcizzare la maledizione della sua presunta irredimibilità

La prima edizione di “Euphorika” il festival jonico della Filosofia si chiude con un bilancio  positivo sia per la qualità dell’offerta culturale che per il numero delle presenze. Alla prima edizione del festival, infatti, hanno partecipato tantissimi studenti provenienti da varie città italiane, con una presenza giornaliera di oltre trecento persone, numeri che, considerati gli spazi ricettivi del piccolo borgo di Savoca, risultano essere importanti.

Tre giorni, da giovedì 22 a sabato 24 settembre, che hanno animato Savoca trasformandola in una location filosofica e artistica con le viuzze riempite di giovani, studenti e cittadini di ogni età insieme in nome della filosofia.

Molto soddisfatti gli organizzatori: il presidente dell’Associazione “Dianoia” Giovanni Gullotta ha sottolineato "Siamo estremamente contenti del risultato di queste tre giornate, perché le lezioni magistrali e gli eventi del programma culturale hanno segnato il pienone, grazie all’elevata qualità degli interventi, che confermano un programma all'altezza di una manifestazione, che speriamo, sia in continua crescita". La prof.ssa Francesca Gullotta, l'ideatrice del festival,  contenta dei risultati raggiunti evidenzia come "i temi filosofici scelti abbiano una potenzialità attrattiva e quello di quest’anno “Il possibile e la libertà”, trattato brillantemente da diverse prospettive dai vari illustri relatori, ha suscitato molto interesse negli ascoltatori, a riprova del fatto che  il pensiero filosofico aiuta a riflettere sull'esistenza umana.”

Le tre intense giornate hanno visto oltre alle conferenze e ai dibattiti filosofici, un programma culturale con grandi artisti che hanno esposto le loro opere, che hanno recitato, che hanno danzato e suonato trasformando il piccolo ma noto borgo medievale in un'esperienza multisensoriale. L’Associazione Italiana Sommelier ha saputo poi esprimere con gusto il fantastico binomio Filosofia-vino, offrendo delle degustazioni di ottimi vini per le vie del borgo.

Si ringrazia, pertanto, tutti gli Enti e le persone che ci hanno sostenuto e collaborato, come il Sindaco Nino Bartolotta, l’Assessore alla cultura Enico Salemi Scarcella con tutta l’Amministrazione Comunale di Savoca, la Proloco di Savoca, l’Associazione culturale DIANOIA, il prof. Massimo Donà, direttore de il DIAPOREIN di Milano, Carmela Maria Lipari, Dirigente dell’Istituto di Istruzione Superiore “Caminiti Trimarchi”, l’Università Vita-Salute San Raffaele, il DICAM dell’Università di Messina, la Fondazione Bonino Puleio e tanti esercizi commerciali, associazioni, imprenditori e semplici cittadini amanti della cultura. Un grazie particolare va all'artista Nino Ucchino che ha creato delle sculture uniche  "Steel Art Award “Extremamente”, donate a Massimo Cacciari e a Vincenzo Vitiello, due dei filosofi-relatori presenti al festival.

A breve sarà disponibile la pubblicazione degli atti dei seminari e delle conferenze e le riprese video degli interventi magistrali di Massimo Cacciari e Vincenzo Vitiello.

 

Euphorica, Festival jonico della filosofia ha contribuito alla raccolta fondi per salvare i dipinti della Chiesa di San Michele (http://www.savethesoulofsavoca.com/faq.asp).

Le Francescane Missionarie di Maria, istituto internazionale, sono presenti e operanti  a Taormina dal 1903.

Hanno attivamente collaborato alla continua ricerca di equilibrio sociale tra cultura di custodia della tradizione e integrazione del nuovo, tra gli interessi di guadagno immediato, modelli di vita portati dal turismo e appartenenza fattiva alla vita della città.

In questi  ultimi anni gli istituti religiosi -Salesiani, Suore del Divino Zelo, Francescane Missionarie di Maria e Fratelli Maristi si sono sempre più ridimensionati .

I Salesiani hanno chiuso nel 2015 e i Fratelli Maristi hanno lasciato la scuola che avevano in comodato dalle suore.

Taormina non dispone di strutture in cui coordinare la necessaria assistenza dei poveri e la formazione culturale.

Gli edifici scolastici da anni sono inagibili.

Le Francescane Missionarie di Maria a Taormina dal 1921 abitano un convento del  1500 sottoposto a vincolo artistico storico architettonico delle Belle Arti e di un vasto edificio scolastico costruito nel 1960.

Attraverso il servizio agli anziani e ai giovani, con la stima e l’aiuto della Chiesa locale e della popolazione, nel tempo hanno creato e adattato strutture di accoglienza.

Oggi l’istituto ha deciso di chiudere e mettere in vendita l’intera proprietà. "Questo fatto, afferma Alessandra Caltabiano,  interpella direttamente la nostra coscienza civica e soprattutto la nostra capacità di progettazione, perché non vada perduto o in mano di speculatori , questo bene nato e mantenuto fino ad oggi dalle suore.

La nostra città può permettersi di perdere questo bene?

Può permettersi l’assenza di un richiamo credibile ai valori umani e spirituali ?

Può continuare ad ignorare il problema dei bambini e dei giovani?

Può rinviare ancora progetti di formazione culturale che ridiano un anima alla nostra città?

Davvero non siamo capaci di elaborare insieme un progetto concreto da presentare?

Siamo consapevoli che i problemi si risolvono assumendo ciascuno la responsabilità che gli compete?

La citta’ di Taormina e’ chiamata in tutte le sue parti a non aspettare soluzioni miracolistiche ma riflettere e fare proposte concrete da presentare e valutare tenendo conto di quelle che sono i soggetti  vivi e duraturi di Taormina :la nostra comunità sociale e religiosa e le famiglie."

 

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI