LIONS CLUB DI S.TERESA DI RIVA.  INAUGURAZIONE DELL’ANNO SOCIALE IN OCCASIONE DEL CONVEGNO E DELLA MOSTRA DI FOTO SU “ANTICHI MESTIERI ... NUOVO SVILUPPO”.  PREVISTO UN RICCO PROGRAMMA DI ATTIVITÀ

LIONS CLUB DI S.TERESA DI RIVA. INAUGURAZIONE DELL’ANNO SOCIALE IN OCCASIONE DEL CONVEGNO E DELLA MOSTRA DI FOTO SU “ANTICHI MESTIERI ... NUOVO SVILUPPO”. PREVISTO UN RICCO PROGRAMMA DI ATTIVITÀ In evidenza

Alla presenza del Past Governatore Distrettuale dott. Salvatore Ingrassia  si è inaugurato  l’anno sociale del Lions Club di S. Teresa di Riva venerdì  scorso all’Antica Filanda di Roccalumera con un importante convegno dal titolo “Antichi mestieri ... nuovo sviluppo”. La conferenza è stata avviata dal neo Presidente Geom. Onofrio Chillemi, il quale dopo i saluti alle numerose autorità lionistiche presenti, ha spiegato i motivi della scelta dell’argomento proposto intendendo approfondire i percorsi di conoscenza degli antichi mestieri del comprensorio jonico e  cercando di capire quali strumenti normativi e finanziari consentano oggi di intraprendere delle attività imprenditoriali incentrate sulla valorizzazione delle risorse tradizionali locali. Ha, così, presentato il programma annuale delle iniziative che saranno attuate dal Club sottolineando l’impegno del sodalizio per alcuni temi ritenuti di vitale importanza quali : raccolta degli occhiali, poster per la pace; progetto “Alert Team”; Emergenza lavoro, ludopatia, sovraindebitamento e usura; abuso sui minori; Concorso fotografico Paesaggi siciliani e Interventi nel campo sanitario: screening e prevenzione.

Dopo i saluti del vice presidente del Leo Club di Santa Teresa di Riva, Giulia Starrantino, l’avv. Mariella Sciammetta, delegato del Tema di Studio “Sicilia isola tra mito e realtà” ha tracciato le linee guida in cui viene collocata l’iniziativa sottolineando l’importanza della conoscenza delle attitudini manuali ed artigianali siciliane, mentre la prof.ssa Lina Severino, delegato distrettuale sul tema “Antiche arti e mestieri della tradizione siciliana: occasioni di sviluppo sociale ed economico”, ha spiegato come la ricerca storica di queste peculiarità artigianali conduca verso la scoperta di valori importanti anche in funzione di nuovi modelli di sviluppo.

Ha introdotto, così, il tema della conferenza e i relatori, l’Arch. Andrea Donsì, Delegato Regionale al Concorso di Idee sul tema delle “Antiche arti e mestieri della tradizione siciliana” sottolineando l’importanza di conoscere un mondo che si sta allontanando da noi, un mondo di amore per il lavoro, di rispetto per l’uomo, di felicità, pur nella durezza della quotidianità, ed ha spiegato come la mostra fotografica, da lui ideata e coordinata, intenda richiamare una intimità che la società attuale ci conduce a emarginare dalla nostra attenzione. Ha, infine, esposto numerose diapositive sugli antichi mestieri del territorio siciliano allo scopo di rivivere emozioni sopite.  Il Geom. Santi Mastroeni, ha illustrato le tradizioni degli antichi mestieri della riviera jonica messinese – basate sul modello sociale ed economico dell’artigianato locale dal dopoguerra ad oggi - legate  soprattutto all’agrumicoltura, alla pesca e ad un artigianato che, purtroppo, è andato via via scomparendo senza lasciare molte tracce nelle nuove generazioni sia di memoria visiva che materiale. Mentre il dott. Salvatore Spartà, parlando sugli “Strumenti e opportunità di valorizzazione del patrimonio tradizionale siciliano”,  ha cercato di dare una lettura sugli strumenti e sui canali di finanziamento che possono essere adottati per favorire uno sviluppo imprenditoriale sulla direttrice dell’artigianato locale. Comunque,  ha, correttamente e onestamente raffreddato gli entusiasmi di uno sviluppo immediato ed effettivo, in quanto i fondi europei assegnati alla Sicilia non vengono utilizzati e spesi nei tempi adeguati, spiegando come la complessa farraginosità delle regole e la imperizia della classe politica e della burocrazia si ripercuote negativamente sui progetti sia del privato che del pubblico.

Sono così intervenuti il presidente di zona Avv. Carlo Mastroeni  che ha esposto alcune esperienze nel settore dei progetti comunitari, e  il presidente della III Circoscrizione dott. Roberto Malfitano il quale si è complimentato per l’impostazione e la sobrietà della manifestazione, tra l’altro,  augurando buon lavoro

al sodalizio santateresino.

Il presidente Chillemi ha ringraziato gli intervenuti, i relatori, gli ospiti, l’AFI-011, associazione di fotoamatori, per la fattiva collaborazione dei soci,  Giovanni Saglimbeni (in arte ‘Ntantè),  Orlando Storiale, Franco Romeo e Nina Foti per la disponibilità dei propri archivi fotografici.

Infine, ha espresso gratitudine nei riguardi del segretario, Avv. Lalla Parisi, e del cerimoniere, Ing. Alessandra Giordano, per la preziosa collaborazione nel coordinamento della manifestazione.

Ha concluso i lavori l’immediato Past Governatore ing. Salvatore Ingrassia che ha sintetizzato le riflessioni ed i contributi dei relatori in un apprezzamento significativo verso i partecipanti alla manifestazione auspicando una presa di consapevolezza della società civile per cercare di offrire prospettive occupazionali sostenibili alle future generazioni.

Infine, porgendo i saluti del Governatore dott. Francesco Freni Terranova,  si è complimentato col presidente ed i soci del Club santateresino  per la riuscita della manifestazione ed ha augurato buon lavoro per le importanti attività previste nell’anno sociale in corso.

A margine della manifestazione è stata allestita l’interessante mostra fotografica, incentrata su soggetti e su lavorazioni tipiche del nostro territorio che ha calamitato a lungo l’attenzione dei presenti.

 

000
Letto 1167 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Lions Club a Taormina un successo oltre ogni misura, firmati due importanti protocolli

    Un successo oltre ogni misura per i Lions del Distretto 108Yb Sicilia, la due giorni di Taormina dello scorso week end dove sono stati celebrati il Gabinetto e la Conferenza d’Inverno. Molto soddisfatto il Governatore del Distretto, dottor Angelo Collura, che ha progettato insieme al suo staff l’importante evento. Un successo oltre ogni misura per presenza di dirigenti e soci dell’importante club internazionale, per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con la Regione Sicilia, firmato dal Governatore Collura e dall’Assessore Regionale al formazione e alla pubblica istrizuine, on. Roberto Lagalla, su scuola e disabilità e di un accordo di collaborazione con i maggiori club service presenti nella regione su terreni comuni di lavoro al servizio delle comunità sia a livello regionale che locale. Il Gabinetto Distrettuale ha approvato lo statuto e il regolamento della nuova Fondazione del Distretto Sicilia. Ad aprire e chiudere i lavori della Conferenza d’Inverno il sindaco di Taormina, il professor Mario Bolognari, che ha portato il saluto come primo cittadino ed ha concluso intervenendo come antropologo nella quarta sessione dedicata all’identità siciliana, con il sociologo Francesco Pira, Direttore della rivista Lions Sicilia. “Una conferenza storica – ha commentato con orgoglio il Governatore Angelo Collura- dove abbiamo messo insieme città metropolitane, tre università e tutto il mondo del volontariato”. Un anno sociale ricco di successi e anche i numeri parlano chiaro. Oltre 3500 i soci oggi in Sicilia, 85 nuovi dal luglio scorso. I lions siciliani hanno svolto attraverso un pool di professionisti, in una sorta di cittadella sanitaria,  gli screening gratuiti che è stata inaugurata dal Sindaco Bolognari e dal Governatore Collura. Poi la  prima sessione di lavori: una tavola rotonda sul tema “La cultura, precondizione per la crescita sociale e lo sviluppo del territorio siciliano”,  coordinata brillantemente dal  giornalista di Mediaset e  brillante scrittore, Gaetano Savatteri, e che ha visto la partecipazione del Sindaco di Palermo, on. Leoluca Orlando, in collegamento , del professor Paolo La Greca, consulente del sindaco di Catania Pogliese,  e dei Rettori delle Università di Catania, professor Francesco Priolo e di Messina professor Salvatore Cuzzocrea del Delegato del Rettore dell’Università di Palermo, professor Silvio Buscemi e dell’Assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, Il pomeriggio si è aperto con la consegna del Premio Ciancitto, che come ha spiegato l’architetto Carmelita Ciancitto, figlia dello scienziato Antonino, vuole dare un riconoscimento al merito e all'applicazione nella ricerca scientifica e si inserisce all'interno delle iniziative volte alla valorizzazione di questi studi possibilmente finalizzandole all'interessamento degli enti e/o istituzioni appositamente preposti per arrivare alla sperimentazione/applicazione degli stessi. A ritirare il Premio Ciancitto il dottor Carmelo Vindigni dell’Università Kore di Enna presentato dal suo docente professor Giuseppe Alaimo. Subito dopo la terza sessione dei lavori con una tavola rotonda sull’associazionismo condotta da Carlo Alberto Tregua, Direttore del Quotidiano di Sicilia e scrittore con la partecipazione di Valerio Cimino, Governatore Rotary Sicilia e Malta, Giuseppina Seidita , Past  Presidente Nazionale FIDAPA, Cristina La Grassa Fiorentino, Governatore Inner Wheel Sicilia e Calabria , Rina Florulli, Vice Presidente Nazionale SOROPTIMIST, Alberto Buttafaro, Governatore della Disione I del KIWANIS. “E’ la prima volta – ha detto il Governatore Lions Collura – che il mondo del volontariato firma un accordo per lavorare insieme sui territori. Non era mai successo e siamo felici di essere stati i promotori di questo momento importante”. Poi la chiusura, come scritto, con l’ momento di confronto la quarta sessione di lavoro su: “L’evoluzione antropologica della nostra società”, moderata da Enzo Stroscio, Ha chiuso i lavori il Governatore Collura. Nel corso della due giorni è stato distribuito anche l’ultimo numero della rivista cartacea e on line “Lions Sicilia”, un numero ricchissimo di contenuti di 68 pagine.

     

  • Taormina. Al via da oggi i lavori dei Lions siciliani che parteciperanno al Gabinetto e alla Conferenza d’Inverno

    Per due giorni Taormina sarà invasa dai Lions siciliani che parteciperanno al Gabinetto e alla Conferenza d’Inverno.

    L’evento organizzato dal Distretto 108YB Sicilia del Lions Club International, di cui è Governatore il dottor Angelo Collura. Un altro importantissimo momento di confronto nella Sicilia dove il club service è notevolmente cresciuto e dove quotidianamente nell’ultimo Anno Sociale vengono organizzati service, momenti di interazione con le comunità.

    Anche l’appuntamento del 7 e 8 febbraio 2020 parte per sovvertire la famosa frase di Andre Camilleri: “la sicilitudine è il lamento che il siciliano fa di se…Sicilitudine è una condizione segnata con l’evidenziatore”. Da qui è partito il Governatore Collura  che ha lavorato intensamente con il suo staff per costruire un programma di altissimo livello e che vedrà per due giorni una pacifica invasione di lions nella bellissima Taormina.

    “Il nostro obiettivo – ha dichiarato il Governatore Angelo Collura – dimostrare che la sicilianità, vista come un valore aggiunto, può essere l’arma vincente per sconfiggere la sicilitudine. I Lions del Distretto 108 Yb lo hanno capito e in questi mesi hanno lavorato sodo per far parlare i numeri: solidarietà, presenza nei territori, soci al servizio di chi ha bisogno, iniziative culturali prestigiose, momenti di scambio importanti a livello internazionale. Domani per noi è un’altra data importante: insieme alle università siciliane e le associazioni di volontariato vogliamo scrivere altre pagine importanti per far crescere la Sicilia. Lo sviluppo della nostra terra passa anche dalla formazione – ha detto ancora il Governatore Collura -  e dall’impegno sociale. Continuiamo ad essere e sentirci cittadini responsabili, prima che Lions, pronti a dare tutto noi stessi con passione ed entusiasmo”.

    I lavori si apriranno stamattina alle 9 e proseguiranno per tutta la giornata con la riunione del Gabinetto Distrettuale alla presenza di tutti gli officer distrettuali. Sarà presente anche il Direttore Internazionale dottoressa Elena Appiani.

    Sabato mattina in piazza Municipio l’inaugurazione della cittadella sanitaria per gli screening gratuiti e poi presso l’hotel Diodoro la tavola rotonda sul tema “La cultura, precondizione per la crescita sociale e lo sviluppo del territorio siciliano”, aperta dai saluti del sindaco di Taormina Mario Bolognari e delle autorità e Delegazioni estere Lions,  condotta dal noto giornalista e scrittore, Gaeta Savatteri, e che vedrà la partecipazione dei Sindaci di Palermo, Catania e Messina, Leoluca Orlando, Salvatore Pogliese e Cateno De Luca e dei Rettori delle Università delle tre città Fabrizio Micari, Francesco Priolo e Salvatore Cuzzocrea dell’Assessore regionale ll’Istruzione Roberto Lagalla,. Nel pomeriggio la tavola rotonda sull’associazionismo condotta da Carlo Alberto Tregua, giornalista e scrittore con la partecipazione di Valerio Cimino, Governatore Rotary Sicilia e Malta, Maria Concetta Oliveri, Presidente Nazionale FIDAPA, Cristina La Grassa Fiorentino, Governatore Inner Wheel Sicilia e Calabria e Rina Florulli, Vice Presidente Nazionale SOROPTIMIST. Ultimo momento di confronto la quarta sessione di lavoro su: “L’evoluzione antropologica della nostra società”, moderata da Enzo Stroscio, Delegato alla comunicazione televisiva, con Mario Bolognari, antropologo e Francesco Pira, sociologo entrambi dell’Università di Messina. Chiuderà i lavori il Governatore Collura.

    Nel corso dell’evento sarà distribuito anche l’ultimo numero della rivista cartacea e on line “Lions Sicilia”, un numero ricchissimo di contenuti di 68 pagine.

  • LIMINA. GLI ORTI URBANI DEL LIONS CLUB. BIMBI A LEZIONE DI AGRICOLTURA

    Giovedì 24 ottobre nel plesso scolastico di Limina, il Lions Club Letojanni-Valle d’Agró ha avviato il Service Distrettuale “Sviluppo degli orti urbani “.

    Il Presidente del Club Dr.ssa Marina Scimone e i soci Francesca Celi Componente Area Ionica del Service e Ketty Tamà GST e Delegato Distrettuale hanno avuto il compito di presentare il progetto ai bambini.

    È stata spiegata l’importanza di rispettare la Terra che ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno e sono stati mostrati i semi e le piante che avrebbero coltivato e il risultato finale del loro futuro racconto.

    Sono stati piantati lattuga, broccoli, carote, piselli, fave, basilico, patate, salvia sotto l’attenta guida del nonno e degli insegnanti.

     “I bambini -  ha spiegato la Dr.ssa Scimone - erano entusiasti e incuriositi, hanno partecipato all’intero processo con interesse e collaborazione. Un sentito ringraziamento al Sindaco Dr. Marcello Bartolotta in rappresentanza del quale erano presenti il Vice Sindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione Jenny Spadaro e l’Assessore alla Salute, Sport e Turismo Antonio Saglimbeni, per la loro disponibilità nell’accogliere la nostra proposta e averci fatto trovare il terreno pronto alla semina, al corpo docente e al nonno “Capo Coltivatore”. Nel corso degli anni – ha proseguito - ci siamo resi conto che i bambini sono il nostro investimento più importante per il futuro e spesso i plessi scolastici più distanti rischiano un’immotivata, anche se involontaria, esclusione da molte attività assolutamente attuabili. Per questa ragione nel nostro piccolo cerchiamo di essere presenti e propositivi, per dare a tutti i bambini occasione di conoscere, imparare e perché no divertirsi.”

    I prossimi appuntamenti riguarderanno il controllo dello stato della coltivazione, il raccolto e ovviamente una festa dedicata ai piccoli agricoltori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI