ROCCALUMERA. “Il MAESTRO” DI TERESA BRANCATO PRESENTATO PRESSO LO YACHTING CLUB DI CATANIA

ROCCALUMERA. “Il MAESTRO” DI TERESA BRANCATO PRESENTATO PRESSO LO YACHTING CLUB DI CATANIA In evidenza

Si è svolto presso l’esclusivo Yachting Club di Catania la presentazione dell’ultimo libro della scrittrice siciliana Teresa Brancato dal titolo “Il Maestro”.

Il libro è stato redatto con la collaborazione del produttore cinematografico Emanuele Leone, titolare della Società Leone Production con sede a Milano, da cui verrà tratto il film dall’omonimo titolo, che sarà interamente girato a Catania.

La serata ha visto la partecipazione di imprenditori e professionisti catanesi che sono intervenuti alla presentazione rigorosamente su invito selettivo da parte del dott.Mario Alparone, Global Banker Banca Mediolanum, sponsor della serata.

Durante la presentazione Teresa Brancato ha ripercorso la sua attività di scrittrice di romanzi, siamo al decimo libro, pubblicazioni che hanno un file rouge legato all’eros e alla passione.

“Era il 2013 quando Emanuele Leone mi chiese di scrivere un libro autobiografico, ma non troppo, da cui poi trarne un film. Un libro complicato e intenso, nel quale avrebbe smascherato la sua anima, inserendo comunque anche delle connotazioni di pura fantasia che avrebbero reso il libro ancora piu’ avvincente. Scrivere di erotismo mi viene facile, talmente spontaneo, mentre scrivere una storia autobiografica è stata una vera sfida. Il percorso è stato difficile perché la vita ci mette sempre davanti a degli ostacoli, ma alla fine siamo riusciti a mettere nero su bianco e a completare il romanzo” – dice Teresa Brancato - “Stiamo correggendo le bozze per cui passerà del tempo prima che l’opera possa essere pubblicata, ma siamo convinti che questo inedito best seller, da cui verrà tratto il film grazie alla Leone Production, sarà un lavoro molto importante che verrà pubblicizzato sul territorio nazionale e non solo”.

Emanuele Leone, nel suo intervento, ha ricordato le sue esperienze nel campo della produzione cinematografica con i suoi lavori che hanno partecipato a diversi e famosi festival internazionali della cinematografia, tra cui alla 68^ e 69^ Mostra del Festival del Cinema di Venezia.

“ In Native, il thriller prodotto dalla Leone Production uscito nelle sale cinematografiche italiane nel 2012 in cui ho avuto anche un ruolo di attore – dice Emanuele Leone – abbiamo ricevuto 3 Globi d’Oro dalla stampa internazionale per la miglior musica, miglior canzone e regista rivelazione”.

“Nel mio percorso lavorativo – continua Leone – ho conosciuto sia Teresa Brancato che Giovanna Ioppolo, Presidente dell’Associazione L’officina delle Idee che si occupa da anni di moda e fotografia, tanto da affidarle la cura della mia immagine e della comunicazione legata alle attività del progetto che stiamo sviluppando. Non voglio anticipare nulla sul film, ma sarà girato a Catania con un importante cast di attori professionisti della scena italiana”.

Sottolineiamo il grande e importante impegno nel sociale della giovane scrittrice, che attraverso la sua Associazione artistica e culturale “E…Berta Filava” ha ideato lo Smistausato, nel quale nulla va sprecato e quindi tutto riciclato. La sede della sua associazione è divenuto un centro di raccolta di ogni genere, dal vestiario all'arredo, dai farmaci ai generi alimentari, andando incontro ai bisogni reali di chi in questo momento non riesce a sopravvivere con le sole proprie forze.

La serata è stata chiusa da un aperitivo gentilmente offerto dallo sponsor della serata dott.Mario Alparone, Global Banker di Mediolanum sede di Catania.

000
Letto 1527 volte

Articoli correlati (da tag)

  • MISSIONE EXPÒ PER “ L’OFFICINA DELLE IDEE ASSOCIAZIONE DI MODA E CULTURA”

    Si terrà ad Expò 2015 di Milano la presentazione del progetto de "L'Officina delle Idee" denominato "Boxart - Melodia dei Fili Parlanti" performance artigianal-artistica, basata su progetto di sviluppo eco sostenibile dei territori e delle micro economie, elaborato dall'arch.Loredana Ferrara per il Comune di Castroreale.

    Nel padiglione Sicilia, all'interno del Cluster Biomediterraneo, durante la settimana di eventi organizzati da Messina Città Metropolitana, si svolgeranno le attività/evento dell'Associazione.

    I temi che coinvolgeranno i partecipanti saranno i valori, la storia, la cultura dei nostri territori  in chiave sostenibile. Attraverso una metodologia attiva partecipativa, il pubblico sarà coinvolto in attività volte alla conoscenza del territorio attraverso i suoi atavici mestieri, sia dal punto di vista culturale, storico, economico, produzioni di artigianato locale di qualità, prodotti di nicchia, prodotti e artigianato tipico, mestieri di un tempo come difesa del territorio e volano di sviluppo che avvalora le tradizioni, il riuso, il sistema eco e sostenibile.

    Filiera corta, dalla materia prima come presidio idrogeologico, al filato e alle sue trame come volano di sviluppo delle microeconomie locali:  Coltivazioni di Lino, Canapa, Ginestra e Baco da seta  per la filatura di tessuti naturali ipoallergenici e presidi di cultura immateriale; Lana: da rifiuto speciale proveniente dalla tosatura delle pecore, a filato pregiato per tessuti, a lana per imbottiti e a bio componente per l’architettura; Ficodindia: dalle colture spontanee della pianta alla estrazione della fibra tessile utilizzata nel fashion design, nell’architettura di interni e come bio componente/coibente per l’architettura ecosostenibile.   

    L’esposizione di un telaio “parlante”, perfettamente funzionante, della fine del 1800, restaurato la prima volta nel 1937 e  nel 2013 la seconda volta, sarà l'elemento portante del progetto come pure la lavorazione del tombolo attraverso l’utilizzo di piccoli fusi che intrecciano con ritmica maestria i fili di seta, cotone e lino fino alla realizzazione di eterei merletti.

    Si prevedono momenti di interazione con il pubblico presente per far assaporare la creazione autonoma attraverso questa arte antica che si è tramandata nel tempo in forma orale/fattiva, come una sapienza antica e pregiata da preservare e tutelare.

    I momenti di intrattenimento prevedono la proiezione di video realizzati da giovani artisti siciliani e della lavorazione dei filati con gli strumenti appositi e con le donne all’opera e le realizzazioni da esse eseguite. Abiti e accessori moda in chiave moderna, realizzati con tessuti filati a telaio,  saranno indossati dalla bellissima testimonial messinese Jessica Bellinghieri, Miss Mondo Italia 2012. Il tutto ripreso attraverso l’obiettivo fotografico, che crea evento shooting nel quale il pubblico presente potrà divenire  protagonista.

    Come punto di legame tra le antiche tradizioni e il territorio di riferimento è previsto un momento espositivo dell’artista Andrea Calabrò,  scenografia d'artista e percorso d'arte alla scoperta dei luoghi interiorizzati della cultura siciliana.

    Partner dell'evento "Boxart - Melodia dei fili parlanti"  il Comune di Castroreale (Me), uno tra i borghi piu' belli d'Italia. 

    Sponsor  ufficiale della comunicazione di "Boxart" è l'Agenzia Karamella di Messina, azienda con esperienza ventennale nel settore.

     

    Gli artisti in esposizione:

    Paola Floramo - tessitura a telaio

    Cinzia Svezia - ricamo siciliano

    Andrea Calabrò - architetto e artista glocal

    Home design eco sostenibile - Rocca di Luméra

    Loredana Ferrara - architetto e project manager

    Giovanna Ioppolo - Presidente dell'Associazione

     

    Partners del progetto:

    Agenzia Karamella

    Marilena  Manna  - Fotografo

    Sebastian Marabello - Fotografo

    Carmelo Crisafulli - Fotografo

    Alessandro Olivato - Compositore

    Marina D'Antone - Chimere in Arte

    Tina Copani - Semplicemente Arte 

  • UNA SERA A CENA FUORI ANCHE PER CHI VERSA IN CONDIZIONI DI DISAGIO ECONOMICO. E’ L’INIZIATIVA PROMOSSA DALL’ ASSOCIAZIONE “E BERTA FILAVA”

    Una sera a cena fuori anche per chi versa in condizioni di disagio economico. E’ l’iniziativa promossa dall’associazione “E Berta Filava” presieduta da Teresa Brancato. Non un servizio di mensa sociale o meglio, non solo questo,  ma una cena al ristorante…perché anche chi si trova in difficoltà possa trascorrere un momento di spensieratezza. L’iniziativa è stata subito condivisa dal Ristorante “A Muddica” di Franca Mastroianni che lunedì 29 Giugno aprirà le porte del proprio locale anche a chi una cena fuori non può permettersela. Un esperimento di mensa sociale che mira a non mortificare la dignità di chi suo malgrado si trova in difficoltà. “Proprio per questo, spiega Teresa Brancato,  lunedì 29 il ristorante sarà aperto anche al pubblico. In modo tale che non sia possibile fare alcuna distinzione.  Perché essere in difficoltà non è una colpa.” L’iniziativa vuole essere un esperimento di mensa sociale. “Le persone che parteciperanno al banchetto offerto dal ristorante “A Muddica”, prosegue Teresa Brancato, sono state selezionate personalmente da me. Dopo 8 atti di attività al servizio di chi ha bisogno con lo “Smistausato” e  non solo, conosco molto bene determinate realtà. La serata sarà allietata anche dalla musica jazz dei maestri Giampiero Todaro e Carmelo Coglitore. “L’auspicio, conclude Teresa Brancato, è che altre attività possano aderire all’iniziativa; così da programmare nel corso dei prossimi mesi altri appuntamenti.”

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI