GIARDINI NAXOS. GLI STUDENTI INCONTRANO EDOARDO BONCINELLI

GIARDINI NAXOS. GLI STUDENTI INCONTRANO EDOARDO BONCINELLI

Grande entusiasmo al liceo Caminiti di Giardini Naxos per l'incontro con il professore Edoardo Boncinelli, programmato nell' ambito della I edizione del Festival della cultura scientifica che i Licei scientifici di Santa Teresa di Riva e di Giardini Naxos hanno. Nelle due sedi del liceo, infatti, a partire dal 5 e fino ad ieri  14, giornata nazionale del pi greco day, si sono avvicendati studiosi, esperti di diverse discipline scientifiche e gli stessi alunni del liceo sono stati protagonisti di esperienze di laboratorio, ricerche, seminari  di approfondimento in cui la scienza, declinata in vario modo, è stata la vera protagonista. Edoardo Boncinelli, genetista di fama mondiale, è stato capace, da subito, di affascinare il nutrito pubblico degli studenti, provenienti anche dal liceo scientifico di Francavilla e dal classico di Santa Teresa, raccontando la sua vita di scienziato ed erudito, come una vera avventura della mente  in cui il filo conduttore è stata la passione. Ed è con questo messaggio che il professore ha voluto salutare gli studenti, invitandoli a coniugare sempre competenze specialistiche e passione, secondo un'idea veramente interdisciplinare del sapere. Ovazione conclusiva per Boncinelli a cui è stata strappata la promessa di un ritorno a Naxos per un altro strepitoso incontro.

000
Letto 787 volte

Articoli correlati (da tag)

  • SANTA TERESA DI RIVA. Studenti del Liceo Scientifico “Caminiti-Trimarchi” di S. Teresa collaborano al restauro di un antico libro del 1700

    Un’affollata Abbazia dei SS. Pietro e Paolo di Itala ha vissuto sabato scorso una serata davvero speciale. Con una cerimonia, denominata “Rileggere l’Abbazia”, che ha coinvolto diversi organismi è stato riconsegnato al parroco italese, don Salvatore Orlando, un libro del 1700, “Theologia Moralis Uninversa”. Il libro proveniente proprio dal monastero basiliano, torna ad Itala dopo un attento restauro realizzato nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro di due classi del Liceo Scientifico “Caminiti-Trimarchi” di S. Teresa, col tutoraggio tecnico di una società di restauro di libri antichi catanese.

    Le tappe del restauro sono state descritte dalla prof.ssa Ninuccia Foti, pioniere di questo ed altri progetti analoghi, che è anche presidente dell’Osservatorio Beni Culturali dell’Unione Comuni Valli Joniche dei Peloritani e socia Archeoclub Area Ionica Messina. Un’idea che viene da lontano, visto che la Foti ed il Liceo Scientifico santateresino presso il quale insegna, già dal 2001 si occupano di restauro di libri antichi, con positive esperienze soprattutto a Mandanici e Casalvecchio Siculo. Nel 2015, padre Orlando affidò alla Foti  il “Theologia Moralis Universa” restituito ieri ripulito e restaurato.

    La Foti ha ricevuto il ringraziamento della dirigente del “Caminiti-Trimarchi”, prof. Maria Carmela Lipari, la quale ha sottolineato come questo progetto sia il frutto di una sinergia tra scuola, privati, parrocchia, comune ed Archeoclub. Anche le istituzioni di Itala hanno mostrato grande entusiasmo per l’iniziativa. In particolare il parroco, don Salvatore Orlando, che ha aperto i lavori parlando anche del tempio basiliano che ospitava l’evento, ma anche il vice sindaco Katy Micali e l’assessore Giovanni Feudale, il quale ha auspicato collaborazione anche per altri libri antichi del biblioteca di Itala. Un auspicio subito colto dal presidente di Archeoclub Area Jonica, Filippo Brianni, che da anni dà il proprio supporto a questo tipo di progetti, cercando di valorizzare l’importante realtà creatasi all’interno del Liceo Scientifico di S. Teresa. Ketty Tamà, anche lei socia Archeoclub Area Ionica ha anche proposto che, così come è avvenuto a S. Pietro e Paolo di Casalvecchio, possano tornare nell’omonima chiesa di  Itala, almeno in formato digitale, i 7 volumi conservati all’Escorial di Madrid.

    Inoltre Archeoclub ha donato a don Salvatore Orlando l’audioguida con la storia e la descrizione dell’Abbazia italese, realizzata dalla Tamà, che funziona attraverso un QrCode conservato dentro la chiesa e attivabile con un semplice telefonino. Peraltro, quello di “digitalizzare la bellezza del territorio”, per dirla con i termini usati da Ketty Tamà, è uno strumento che Archeoclub sta usando con successo da qualche anno. QrCode realizzati dall’associazione sono già presenti a S. Pietro e Paolo di  Casalvecchio, Limina e Roccafiorita ed altri sono in corso di realizzazione.

  • SANTA TERESA DI RIVA. CIAK….AL LICEO CLASSICO SI GIRA!

    Grande soddisfazione per il Liceo Classico di S. Teresa di Riva, che riesce a far emergere i valori e i talenti dei propri studenti, riconosciuti ed apprezzati anche al di fuori del panorama scolastico.

    In occasione del concorso "Nati nel Tertio Millennio" proposto dalla Fondazione Ente dello Spettacolo con sede a Roma per le scuole superiori di tutta Italia, fra le tante proposte pervenute da tutta l’Italia, è stata premiata ,insieme ad altri due licei romani, per capacità di adesione al tema e creatività, la V B ginnasiale del Liceo  Classico dell’ I.I.S.“Caminiti -Trimarchi” di Santa Teresa di Riva , che ha presentato al concorso un soggetto cinematografico dal titolo “ L’amicizia sul filo”.

    L’iniziativa fa parte di un progetto finanziato dal Piano nazionale cinema scuola del MIUR e MiBAC, e vedrà la sua conclusione nel dicembre 2019 con la partecipazione delle classi vincitrici al Festival “Tertio Millennio Film Fest”, che quest’anno propone il tema dal titolo "Io sono, tu sei", ad indicare l'accettazione della diversità e il riconoscimento dell'unicità di ogni persona

    Come da bando, nel mese di novembre una troupe cinematografica romana terrà nei locali del Liceo Classico un percorso di formazione di 30 ore, indirizzato agli studenti della classe vincitrice, che prevede una parte teorica e una pratica, con lezioni, riprese e successivo montaggio del video del soggetto cinematografico in concorso. Il seminario sarà offerto dalla Fondazione Ente dello Spettacolo in collaborazione con la Libera Università del Cinema di Roma. Le discipline approfondite saranno la sceneggiatura (si spiegherà e si imposterà con gli studenti la linea di narrazione), la fotografia ( gli studenti verranno introdotti alla preparazione degli storyboard), la regia (si preparerà il set, si definiranno i ruoli e le interpretazioni e si girerà) e il  montaggio ( attraverso le attrezzature tecniche si preparerà il montaggio del video).

    Gli studenti vincitori si recheranno, inoltre, a Roma, dall’11 al 13 dicembre 2019, per partecipare al Tertio Millennio Film Fest in qualità di giurati del concorso di cortometraggi, assegnando il Premio Speciale Giovani al cortometraggio che riterranno più meritevole. Durante la Cerimonia di premiazione dei vincitori del festival, che avrà luogo nella serata di giovedì 12 dicembre., gli studenti, veri e propri “critici cinematografici in erba”, avranno anche l’opportunità di rapportarsi e confrontarsi con professionisti storici e con le giovani leve del cinema. La Cerimonia di premiazione delle scuole si svolgerà, invece, nella mattina di venerdì 13 dicembre presso la Casa del Cinema di Roma.

    Questa  straordinaria opportunità offerta agli studenti è l’esempio di come il Liceo Classico possa dialogare proficuamente con il cinema e gli altri media, mettendo a disposizione i propri strumenti culturali come chiave di reinterpretazione della realtà ,e favorendo l’emersione di nuove competenze spendibili in diversi contesti professionali legati al mondo della cultura  e dell’arte.

  • GIARDINI NAXOS. LA GRECIA NECESSARIA. DA UN' IDEA DI FULVIA TOSCANO UN CORSO GRATUITO DI GRECO ANTICO

    Da un' idea di Naxoslegge e Archeoclub Naxos-Taormina, grazie alla collaborazione e disponibilità del Parco archeologico di Naxos, prenderà avvio, da Novembre 2018, un corso gratuito di greco antico, aperto a quanti ( diplomati) vogliano approcciare per la prima volta la lingua greca. Il corso, a cadenza settimanale, sarà tenuto dalla prof.ssa Fulvia Toscano e mira, come lei stessa afferma, " a favorire, attraverso un percorso morfo sintattico di base, la conoscenza di un lessico essenziale per la definizione di categorie e concetti che dovrebbero esserci familiari, che costituiscono l impalcatura delle nostre idee di città, di politica, di arte, di storia. Lo studio della lingua greca sarà occasione per approfondire aspetti della civiltà classica. Ci sembra questa una bella sfida che parte proprio dalla prima colonia greca di Sicilia. Una sfida a un pensiero omologato e unilaterale, che forse considera inattuale una proposta come la nostra. Ma l’inattualità ci piace e ci interessa. E poi nulla è più attuale del pensiero greco. Proveremo a dimostrarlo". Da ciò la scelta del titolo La Grecia necessaria, in quanto il corso, come detto dalla Toscano, non sarà solo un progetto linguistico ma mirerà ad avvicinare, in modo consapevole, alla cultura greca classica quanti abbiano voglia di scoprirla, apprezzandone a fondo l' unicità e la importanza.

    Le iscrizioni potranno effettuarsi o a mezzo mail ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o telefonando ai numeri 3289657939( sig.ra Katia Di Blasi per Archeoclub Naxos-Taormina) e 3936025554( prof.ssa Fulvia Toscano, Naxoslegge), entro e non oltre il 10 novembre.

    Il corso, che prenderà avvio il 14 novembre, si concluderà nel mese di maggio 2019.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI