TRADURRE LA BELLEZZA. LA MOSTRA DI ALESSANDRO LA MOTTA PER NAXOSLEGGE, RENDE OMAGGIO A SALVATORE QUASIMODO

TRADURRE LA BELLEZZA. LA MOSTRA DI ALESSANDRO LA MOTTA PER NAXOSLEGGE, RENDE OMAGGIO A SALVATORE QUASIMODO In evidenza

Sarà inaugurata il 27 settembre, alle ore 17.00, presso la Galleria di arte moderna e contemporanea della Città metropolitana di Messina, la mostra dell' artista riminese Alessandro La Motta, realizzata nell' ambito della VIII edizione di Naxoslegge e dedicata a Salvatore Quasimodo.

Come afferma Fulvia Toscano, dir.artistico di Naxoslegge, " per la mostra abbiamo scelto un titolo esemplificativo, Tradurre la Bellezza, che rimanda, da un lato, alla trasposizione figurativa dei testi di Quasimodo, dall' altra al fatto che abbiamo scelto di raccontare, per immagini, le traduzioni dei Lirici greci, effettuata da Quasimodo. D' altra parte è questo il tema centrale di questa edizione di Naxoslegge, CustoDire la Bellezza, cioè raccontarla in diversi modi, custodire la memoria, preservare ciò che resta". Alessandro La Motta, noto artista riminese, ha già collaborato con Naxoslegge, nell' ambito del progetto In viaggio con Tomasi, realizzando la mostra Lighea. Il mito, la sirena.

Per la mostra, realizzata grazie alla Città metropolitana di Messina, Naxoslegge si è avvalso anche della collaborazione di altre associazioni come la Fidapa Messina-Capo Peloro, gli Archeoclub di Messina e Naxos-Taormina, l' AICC di Messina.

L' inaugurazione, cui prenderanno parte le Autorità, con il sindaco della Città metropolitana, sarà coordinata da Fulvia Toscano e Angela Pipito', direttrice della Galleria, e sarà una occasione per riflettere sull' opera di Salvatore Quasimodo, come traduttore dei Lirici greci, grazie alla presenza di eminenti studiosi come i proff. Giorgio Ierano', Salvatore Nicosia, Antonella Prenner e Dario Tomasello, provenienti da diverse Università italiane.

 La mostra, che resterà in visione fino a giorno 8 ottobre,  sarà quindi ospitata presso il Rettorato della Università di Messina, nei gg.20-21 Ottobre, nell ambito del Convegno nazionale dell' AICC, dedicato a Quasimodo traduttore e, dal 25 al 28 ottobre, sarà, quindi,  trasferita, insieme a quella dedicata a Lighea, a Montalbano Elicona, ospite del prestigioso evento internazionale UNESCO, che si terrà nel borgo del messinese, e che vedrà la partecipazione di circa quaranta delegazioni di quaranta paesi di tutto il mondo.

Un percorso, dunque, impegnativo e suggestivo che premia il lavoro di squadra dello staff di Naxoslegge, degli artisti che, come Alessandro La Motta, hanno creduto nel progetto culturale del festival.

000
Letto 303 volte

Articoli correlati (da tag)

  • GIARDINI NAXOS. LA GRECIA NECESSARIA. DA UN' IDEA DI FULVIA TOSCANO UN CORSO GRATUITO DI GRECO ANTICO

    Da un' idea di Naxoslegge e Archeoclub Naxos-Taormina, grazie alla collaborazione e disponibilità del Parco archeologico di Naxos, prenderà avvio, da Novembre 2018, un corso gratuito di greco antico, aperto a quanti ( diplomati) vogliano approcciare per la prima volta la lingua greca. Il corso, a cadenza settimanale, sarà tenuto dalla prof.ssa Fulvia Toscano e mira, come lei stessa afferma, " a favorire, attraverso un percorso morfo sintattico di base, la conoscenza di un lessico essenziale per la definizione di categorie e concetti che dovrebbero esserci familiari, che costituiscono l impalcatura delle nostre idee di città, di politica, di arte, di storia. Lo studio della lingua greca sarà occasione per approfondire aspetti della civiltà classica. Ci sembra questa una bella sfida che parte proprio dalla prima colonia greca di Sicilia. Una sfida a un pensiero omologato e unilaterale, che forse considera inattuale una proposta come la nostra. Ma l’inattualità ci piace e ci interessa. E poi nulla è più attuale del pensiero greco. Proveremo a dimostrarlo". Da ciò la scelta del titolo La Grecia necessaria, in quanto il corso, come detto dalla Toscano, non sarà solo un progetto linguistico ma mirerà ad avvicinare, in modo consapevole, alla cultura greca classica quanti abbiano voglia di scoprirla, apprezzandone a fondo l' unicità e la importanza.

    Le iscrizioni potranno effettuarsi o a mezzo mail ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o telefonando ai numeri 3289657939( sig.ra Katia Di Blasi per Archeoclub Naxos-Taormina) e 3936025554( prof.ssa Fulvia Toscano, Naxoslegge), entro e non oltre il 10 novembre.

    Il corso, che prenderà avvio il 14 novembre, si concluderà nel mese di maggio 2019.

  • LETOJANNI. NAXOSLEGGE RICORDA BIANCA GARUFI

    Il Comune di Letojanni ospiterà nella giornata di sabato due importanti eventi nell’ambito dell’VIII edizione di “Naxoslegge”: il ricordo di Bianca Garufi nel centenario della nascita e la consegna del premio “La tela di Penelope ai Saperi delle donne”, giunto alla quinta edizione alla regista Liliana Cavani. Il primo appuntamento alle 16 nella Sala consiliare del Comune di Letojanni, per la manifestazione “Sulla tracce di Leucò”; dopo i saluti del sindaco di Letojanni Alessandro Costa e dell’assessore alla Cultura, Teresa Rammi, interverranno Fulvia Toscano, Marinella Fiume e Riccardo Mondo che rievocheranno la figura dell’intellettuale poliedrica di origini siciliane nata a Roma il 21 luglio del 1918 dalla letojannese Giuseppina Melita, appartenente ad una delle famiglie aristocratiche letojannesi, e vissuta  a Roma, che spesso tornava a Letojanni per trascorrere dei periodi con la famiglia.  Analista junghiana, la Garufi discusse la prima tesi di laurea su Jung,  ma fu anche poetessa e scrittrice raffinata, Musa ispiratrice di Cesare Pavese – la sua Leucò – con cui scrisse a quattro mani il romanzo "Fuoco Grande". Vicepresidente della IAAP e caposaldo della Psicologia Analitica, espresse nella pratica clinica il suo amore per le immagini e la passione per il “fare anima”, facendo anche conoscere tra le prime l'opera di James Hillman con cui iniziò, a partire dagli anni '70, un'assidua collaborazione. Madrina nella diffusione della Psicologia Archetipica, favorì infatti la traduzione e la diffusione degli scritti di Hillman in Italia. Alla fine dell’incontro, coordinato dalla giornalista Francesca Gullotta, una targa sarà collocata nella Biblioteca a lei intitolata ubicata all’interno del Palazzo della Cultura, con ingresso da via Luigi Rizzo. Porteranno il loro contributo alla manifestazione i rappresentanti di alcune associazioni del comprensorio quali: Cipa (Centro Italiano di Psicologia Analitica), Impa Centro Studi, L’altra metà, La città delle donne, Fidapa sezione di Santa Teresa-Valle d’Agrò, Archeoclub Area Jonica e Lions Club Letojanni-Valle d’Agrò

    Ma Letojanni è  il centro di altre attività pensate da Naxoslegge nella stessa giornata. Infatti, anche quest’anno, nell’ambito dell’ottava edizione di Naxoslegge, si rinnova l’appuntamento con il Premio “La tela di Penelope ai Saperi delle donne”, giunto alla sua quinta edizione. Il premio intende dare un riconoscimento alle eccellenze femminili che hanno dato prova del loro sapere nei più diversi ambiti. Così, a seguire, a Villa Garbo, la dimora che fu della “divina”, sarà insignita del riconoscimento la regista di fama internazionale Liliana Cavani, reduce da Venezia dove ha ricevuto il prestigioso premio Bresson, regista di film ormai consegnati alla storia, come Il portiere di notte, Francesco, Il gioco di Ripley, ecc..  

    All’incontro, supportato dalla Fineco Bank, nella persona di Daniela Alessandroe da Villa Garbo, con la supervisione di Maria Rita Sabato e introdotto da Fulvia Toscano e Marinella Fiume, con la Cavani interverranno: Mario Falcone, scrittore e sceneggiatore, tra l’altro di fiction televisive per la regia della stessa Cavani, la giornalista Maria Lombardo,Ignazio Vasta, presidente regionale del Centro Studi cinematografici e direttore artistico del Festival del cinema per ragazzi diGiardini NaxosIl premio consiste in un’opera del maestro riminese Alessandro La Motta che, da anni, collabora con Naxoslegge nella realizzazione di mostre, tra cui quella dedicata alla Lighea di Tomasi di Lampedusa.

  • GIARDINI NAXOS. LE DONNE NON PERDONO IL FILO. DONNE CHE PARLANO DI DONNE

    Ancora un altro importante appuntamento  nell’ambito di Naxoslegge organizzato da Fulvia Toscano.

    Nella splendida cornice del Lido di Naxos  è stato presentato il libro della giornalista e scrittrice siciliana Ester Rizzo Le ricamatrici”.

    Una storia vera degli anni Settanta accaduta a Santa Caterina Villarmosa, piccolo centro in provincia di Caltanissetta, che ripercorre le vicissitudini di un gruppo di ricamatrici, guidate da Filippa Rotondo (nella realtà storica Filippa Pantano) e le sue figlie, da sempre sfruttate da committenti e intermediari, che decise di mettere fine alle angherie subite e di iniziare a reclamare i propri diritti di donne e di lavoratrici. 

    La presentazione del romanzo di Ester Rizzo è stata  curata dalla dott.ssa Mariada Pnasera ed ha rappresentato lo spunto per un confronto tra le donne professioniste che hanno accettato l’invito di Fulvia Toscano a raccontarsi e a fare il punto sulla condizione attuale delle donne nei vari ambiti di competenza.

    La prof.ssa Marinella Fiume, scrittrice e storica delle donne, la prof.ssa Giusi Liuzzo, pres. Archeoclub Catania e consigliera nazionale, la dott.ssa Maria Pia Luca', pres. Ass. Altra Metà, la dott.ssa Fina Maltese, consigliera di parità prov. Trapani e Resp. Ugl Sindacato prov. Messina settore pari opportunità, la dott.ssa Mimma Nucifora, dirigente neuro psichiatria ospedale San Vincenzo di Taormina, e la dott.ssa Marina Trimarchi, fisico e ricercatrice dell’Università Messina.

    Queste le donne che si sono confrontate raccontando la loro esperienza, fotografando la situazione oggi nel mondo del lavoro.

    Testimonianze ricche di spunti di riflessione dalle quali è emersa una grande verità: la forza delle donne risiede nell’essere donna.

    E se pure è vero che ancora molto deve essere fatto bisogna evidenziare i risultati ottenuti fino ad oggi. Diritti acquisiti, grazie anche alle battaglie delle ricamatrici di Ester Rizzo, che oggi vanno difesi.

    Per gli studenti e le studentesse presenti un importante momento di crescita. Un occasione per confrontarsi con modelli positivi di donne che ogni giorno lavorano per l’affermazione di diritti e la costruzione di una società civile responsabile ed equa.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI