SANTA TERESA DI RIVA. CAFFE' D'ARTE. Arte, Scienza ed Ineffabile: un mistero sulla Gioconda

SANTA TERESA DI RIVA. CAFFE' D'ARTE. Arte, Scienza ed Ineffabile: un mistero sulla Gioconda In evidenza

Incontro al Caffè d Arte di S. Teresa di Riva incentrato su uno dei tanti misteri riguardanti il celebre quadro leonardesco. Ospite relatrice la prof.ssa Pina Ardita, insegnante,pittrice e studiosa di Cabala e Teosofia.  La riflessione della prof.ssa Ardita si è fermata su un tema particolare: il simbolismo numerico e letterale nella Gioconda. Il simbolismo numerico risiede, secondo la relatrice, nella misura della tavola: 77×53×13. Tale misure sono state analizzate nel rapporto che esiste tra questi numeri e lo scaturire di un orologio cosmico a partire della Genesi, che come conseguenza ha determinato e determina il tempo nei tempi. Tali numeri sono ricorrenti nei testi biblici con significati ben precisi che sono stati esposti per meglio far capire la tesi. Per quanto riguarda il significato letterale ed anche numerico, se si ricorre alla gematria, la prof.ssa si è soffermata sul fatto che il nome Gioconda può essere riducibile a Codice Giona.Quindi, la tesi supportata è stata quella di vedere raffigurata nella Gioconda la Regina del Mezzogiorno indicata da Cristo come segno della fine dei tempi. Inoltre, il 72 che appare alla fine del quarto arco del ponte sul fiume è un numero energetico che partecipa della creazione, infatti esso rappresenterebbe il valore di una immaginaria circonferenza determinata dalle quattro ere dei quattro esseri viventi. In ultima analisi la relatrice ha sottolineato come in quest'opera Leonardo racchiude il suo pensiero teosofico, scientifico e teologico. La Gioconda rappresenterebbe l'umanità perfetta, l'anima appagata dalla recezione della luce di Dio...e questa figura in realtà rimanda all'osservatore la sua luce.
La particolare tematica ha suscitato un vivace dibattito tra gli associati,particolarmente interessati agli aspetti misterici associati alla figura e alle opere di Leonardo da Vinci 
Nel prosieguo della serata alla presenza del consigliere Santino Scarcella rappresentante l'Amministrazione Comunale, è stato consegnato il premio BOCCAVENTO 2018 per l'imprenditoria pro Arte alla Signora Roswita Gruber, pittrice e gallerista, per la pluridecennale attività in favore dell' Arte e della Cultura . Per il concorso BOCCAVENTO : Colori e materie sez grafica ,una giovane talentuosa ritrattista ha presentato i suoi lavori, suscitando consensi nella giuria di merito,presieduta dal veterano pittore Pino Morales.

Per il concorso "Piccole Storie- Nuove novelle morali " la giuria presieduta dal prof Franco Campailla ha favorevolmente commentato la short storia di Renato di Pane. A concludere la serata la lezione di stile musicale del M. Scuderi ha raccontato in note l'opera di famoso compositore spagnolo della fine dell'800, accompagnandosi in duetto con la chitarrista Gloria Pafumi.

Prossimo appuntamento venerdì 23 novembre al Palazzo della Cultura per raccontare storie di donne, nella ricorrenza della giornata contro la violenza di genere.

000
Letto 271 volte

Articoli correlati (da tag)

  • SANTA TERESA. CONVALIDATO ARRESTO PER IL 35 ENNE RESPONSABILE DI UNO SCIPPO

    Nella serata di sabato 20 febbraio, i Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno arrestato, in flagranza di reato, D.B.S., 35enne, originario di Santa Teresa di Riva, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di furto con strappo.

    I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, allertati da una telefonata pervenuta al numero unico d’emergenza 112 con la quale veniva segnalato uno scippo in danno di una donna, in poco tempo hanno raggiunto l’abitazione indicata dalla vittima. La donna, ancora sotto shock, riferiva ai militari di essere stata poco prima avvicinata, in prossimità dell’uscio della propria abitazione, da un ragazzo di giovane età, che, con un gesto repentino, le aveva strappato con forza la borsa dalle mani, contenente alcune decine di euro, i documenti nonché altri effetti personali della vittima, facendola rovinare al suolo e dandosi subito alla fuga. Dopo aver raccolto una sommaria descrizione del ladro, i Carabinieri hanno iniziato la ricerca per le vie limitrofe ed hanno rintracciato, nelle immediate vicinanze del luogo del reato, un giovane mentre cercava, con fare disinvolto, di recuperare il proprio telefono cellulare, scivolatogli dalla tasca durante la fuga. I militari, notata la somiglianza del 35enne con la descrizione della vittima e insospettiti dal suo comportamento ambiguo, lo hanno sottoposto a controllo, trovandolo in possesso di una modica somma di denaro provento del reato appena commesso. I Carabinieri sono riusciti a recuperare anche la borsa, di cui il malvivente si era disfatto poco distante dal luogo in cui è stato fermato, abbandonandola sul marciapiede. La refurtiva è stata restituita alla vittima unitamente agli effetti personali.

    Il 35enne, dopo il riconoscimento anche da parte dalla vittima quale suo aggressore, è stato arrestato, in flagranza, per il reato di furto con strappo e, su disposizione della Procura della Repubblica di Messina, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta questa mattina. Il Giudice del Tribunale di Messina ha convalidato l’arresto operato dai Carabinieri e a D.B.S. è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari.

  • Santa Teresa di Riva, senso unico alternato sulla strada provinciale 23 di Misserio

    La III Direzione "Viabilità Metropolitana" Servizio "Progettazione Stradale Zona Omogenea Ionica - Alcantara" ha disposto l'istituzione di senso unico alternato, regolato da impianto semaforico e di limitazione di velocità a 30 km/h, in prossimità del km 2+000 circa, lungo la strada provinciale 23 di Misserio, contrada Giardino, nel territorio del Comune di Santa Teresa di Riva. L'ordinanza, finalizzata ad evitare rischi e pericoli per la pubblica incolumità a persone e cose, ha decorrenza a partire dal 16 febbraio 2021 ed avrà la durata di mesi 4 consecutivi. La limitazione si è resa necessaria in quanto la ditta esecutrice dei lavori dovrà occupare parte della sede stradale con le operazioni di scavo inerenti al progetto finalizzato all'esecuzione degli interventi urgenti di Proiezione Civile conseguenti agli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 24 e 25 novembre 2016 nel territorio della provincia di Messina. Il provvedimento di cui sopra é reso noto al pubblico mediante l’apposizione di idonea segnaletica locale.

  • Santa Teresa di Riva, consegnati i lavori sulla strada provinciale 23 di Misserio
    Sono stati consegnati stamane, alla ditta vincitrice dell’appalto, i lavori sulla strada provinciale 23 che riguarderanno la realizzazione delle opere di sostegno e del rifacimento del piano viabile ai chilometri 3+550 e 5+700.
    L'importo complessivo del progetto, redatto dalla III Direzione "Viabilità Metropolitana" Servizio "Progettazione stradale - Zona omogenea Jonica - Alcantara" della Città Metropolitana di Messina, ammonta a 595.587,34 euro, l’importo complessivo dei lavori, al netto del ribasso d’asta del 35,3500%, è di 318.512,82 euro.
    Gli interventi si sono resi necessari a causa degli eventi atmosferici che hanno determinato il cedimento di una porzione del muro, lungo circa 30 metri, di notevole altezza che sostiene la strada provinciale 23 e che funge da argine del latistante torrente, causando un notevole restringimento della sede stradale esistente, con il conseguente rischio di isolamento della frazione di Misserio.
    I principali lavori, da effettuare nell’arco di cinque mesi, consistono nelle seguenti esecuzioni: sistemazione dell’alveo del torrente, limitatamente alla zona immediatamente vicina all’intervento, al fine di distanziare il corso dell’acqua dalla zona delle lavorazioni da effettuare; realizzazione del muro in cemento armato a sostegno della sede stradale, realizzato su pali di fondazione trivellati; rifacimento della porzione di sede stradale con il ripristino delle dimensioni geometriche della stessa, precedenti lo smottamento verificatosi; messa in opera del guard rail a protezione della sede stradale, rifacimento del manto bituminoso nella zona di intervento e della segnaletica orizzontale.
    Il Responsabile Unico del Procedimento è l'ing. Rosario Bonanno, il Progettista e Direttore dei Lavori l'ing. Giovanni Lentini, i Responsabili del Servizio Progettazione stradale - Zona omogenea Jonica - Alcantara, geometri Giovanni Pinto e Pasquale Chiaia, il Collaudatore statico delle strutture l'ing. Carmelo Battaglia.
     

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI