CASALVECCHIO SICULO.  La Chiesa basiliana di Casalvecchio siculo in gestione al Parco Naxos Taormina

CASALVECCHIO SICULO. La Chiesa basiliana di Casalvecchio siculo in gestione al Parco Naxos Taormina In evidenza

E’ il prototipo delle grandi cattedrali normanne di Messina, Catania, Monreale e Cefalù e, con le sue feritoie, le merlature e il tetto calpestabile, era di fatto la roccaforte della Val d’Agrò, un avamposto dove anche i monaci, se necessario, ricorrevano ad armi e spade per difendere il territorio dalle invasioni straniere.

La Chiesa Basiliana e il Monastero dei Santi Pietro e Paolo, a Casalvecchio Siculo (nella Val d’Agrò, in provincia di Messina), sono da poche settimane inseriti nel patrimonio dei siti monumentali gestiti dal Parco Archeologico Naxos Taormina, diretto da Gabriella Tigano e mercoledì 11 settembre, ore 18, ospiteranno per la prima volta un evento della rassegna “Comunicare l’Antico”, organizzato da Naxos Legge, diretto da Fulvia Toscano, in collaborazione con il Parco. Di scena Raffaele Schiavo con l’incontro-laboratorio “Danzare la voce. Riverberi e riflessioni musicali del volto umano”.

Musicista e musicoterapeuta, Raffaele Schiavo è esperto di vocalità medievale, rinascimentale e barocca e, nello scenario mistico del monastero basiliano di Casalvecchio, esporrà i criteri della sua ricerca artistica e sociale sulla vocalità antica e sulla nascita del pensiero polifonico: studio che lo ha portato alla realizzazione di uno speciale piano di cure palliative e di assistenza musicoterapica durante la delicatissima fase del fine vita. La performance di Schiavo, che include la proiezione di video sulla sua attività in hospice e a domicilio, sarà preceduta dagli interventi del direttore del Parco, Gabriella Tigano, di Ketty Tamà e Fulvia Toscano (Naxos Legge) e di Fillippo Brianni, presidente Archeoclub area jonica. L’ingresso è libero.

Le visite alla Chiesa Basiliana dei SS. Pietro e Paolo – monumento d’età bizantina, restaurato intorno al 1172, come documenta un’epigrafe in greco sull’architrave d’ingresso – sono a cura del Comune di Casalvecchio Siculo: fino al 1 ottobre tutti i giorni 9-13 e 15-19; dal 2 ottobre fino a marzo solo al mattino 9-13. L’ingresso è gratuito. Info: Pro Loco di Casalvecchio 340 39.899.39

Martedì 10 settembre, poi, sempre nel’ambito di Naxos Legge, il museo di Naxos ospita alle 17.30 l’incontro con Davide Brullo: si tratta di conversazione sul volume “Vuoti di Memoria. Vite di scrittori e poeti oltraggiati dalla Storia”. Dopo i saluti del direttore Gabriella Tigano, interverranno Mauro Curcuruto e Fulvia Toscano.

 

 

000
Letto 324 volte

Articoli correlati (da tag)

  • CASALVECCHIO. DISSESTO IDROGEOLOGICO: AL VIA IL MONITORAGGIO NEL CENTRO

    Si sono davvero arrestate, dopo i recenti lavori di consolidamento, le lesioni che hanno profondamente segnato decine di fabbricati nel centro storico di Casalvecchio Siculo? Per dare una risposta certa a questa domanda, nel Comune del Messinese sono pronti a entrare in azione i tecnici della Globalgeo srl, l'impresa di Montemaggiore Belsito che si è aggiudicata i lavori di monitoraggio, anche questi finanziati dall'Ufficio contro il dissesto idrogeologico guidato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

    I risultati delle verifiche saranno poi trasmessi alla Struttura commissariale diretta da Maurizio Croce che, nel caso fosse accertata una incompleta stabilizzazione del pendio in frana, potrebbe disporre ulteriori interventi per disinnescare i residui movimenti del terreno. La zona dove si è già intervenuti è assai fragile dal punto di vista geomorfologico e l'intervento che si è da poco concluso nelle vie Sant'Onofrio e Leto, a pochi passi dalla chiesa di San Teodoro, ha abbinato lavori di assestamento a opere di regimentazione delle acque piovane. Si tratterà adesso di stabilire se siano stati sufficienti per ritenere davvero conclusa l'operazione di messa in sicurezza di un'area - il cuore del paese - classificata ad alto rischio sin dall'inizio degli anni Duemila.



     

  • TAORMINA. Sospeso ingresso gratuito per la prima domenica del mese

    Anche il Parco archeologico Naxos Taormina, i cui siti del Teatro Antico, Isola Bella e Museo di Naxos saranno regolarmente aperti al pubblico, dovrà rinunciare domenica 4 ottobre alla popolare manifestazione della “Domenica al Museo” che prevede l’ingresso gratuito nei parchi e nei siti archeologici di tutta Italia.

    La sospensione dell’iniziativa, comunicata dall’assessore regionale dei Beni Culturali Alberto Samonà in ottemperanza ad un’ordinanza del Ministro della Salute, rientra tra le misure imposte per contenere il rischio di contagio che potrebbe derivare da potenziali assembramenti.

    A Naxos e Taormina restano aperte al pubblico anche la mostra di Alessandro La Motta “Di fronte ai classici”, allestita nella storica Torre Vignazza nell’area archeologica e prorogata fino al 15 ottobre. Al Teatro Antico, invece, i visitatori troveranno l’installazione “Frammenti del tempio d’oro”, realizzata dall’artista Paola D’Amore come omaggio alla figura dell’archeologo Sebastiano Tusa. L’opera è esposta negli spazi della versura occidentale dove, fino alla fine di ottobre, accoglierà i visitatori del Parco archeologico Naxos Taormina alla scoperta di uno dei più affascinanti monumenti della storia greca e romana della Sicilia. Con il mese di ottobre entra in vigore l’orario autunnale che prevede dall’1 al 15 l’apertura dalle 9 alle 18 (ultimo ingresso ore 17.30); dal 16 al 31 ottobre apertura dalle 9 alle 17.30 (ultimo ingresso ore 17.00).

  • TAORMINA. Ferragosto, oltre 6600 visitatori nel Parco Naxos Taormina

    Con 6.631 visitatori nel weekend di Ferragosto, incluso il tour serale del 16 nel Teatro Antico di Taormina con 620 persone a godersi il monumento al chiar di luna fino a mezzanotte, il Parco archeologico Naxos Taormina frena l’emorragia di presenze causata dal covid nello storico comprensorio turistico della Perla dello Jonio. Si ferma infatti a -15% la riduzione di presenze rispetto agli stessi giorni del 2019, quando 7.857 visitatori avevano animato i siti monumentali del Parco Naxos Taormina, primo polo turistico in Sicilia per numero di posti letto, alberghi di lusso, strutture balneari e per l’offerta culturale che esprime con tesori d’arte, del paesaggio e prestigiose proposte di svago.

    Sempre nei siti del parco, poi, un’analisi comparata dei flussi di presenze nei primi 16 giorni di agosto 2020 vede una riduzione di presenze nei tre siti monumentali circoscritta al -30%. Dall’1 al 16 agosto 2020, infatti, sono stati 46.538 gli ingressi al Teatro Antico, Isola Bella e Naxos. Nel 2019, negli stessi giorni in esame, erano stati 66.588. I dati sono forniti da Aditus, gestore dei servizi di biglietteria del Parco.

    Gabriella Tigano, direttrice del Parco Naxos Taormina, commenta: “Questi numeri ci confermano che, nonostante la riduzione dei flussi storici di turisti dagli Usa e più di recente dall’Estremo Oriente per le limitazioni imposte da Covid, l’offerta culturale di Taormina e Naxos è sempre di grande appeal non solo per gli stranieri, ma anche per il cosiddetto turismo di prossimità. Un dato incoraggiante per il territorio e gli addetti ai lavori del settore turistico. Da parte nostra, insieme a tutto lo staff di custodi e addetti che ringrazio per l’impegno costante, lavoriamo per rendere fruibili quanto più possibile i siti: in particolare il Teatro Antico nelle ore serali, le più fresche e dunque più gradite dai turisti in questa stagione di caldo torrido. Prossime aperture notturne del progetto “A riveder le stelle”, il 28 e il 30 agosto” mentre sono in fase di ultimazione alcune iniziative culturali legate al progetto “Comunicare l’Antico” realizzato in collaborazione con NaxosLegge e Fulvia Toscano che vedranno il parco teatro di un incontro istituzionale fra gli addetti ai lavori di musei e parchi in Sicilia”.

    I siti del Parco Naxos Taormina sono aperti ogni giorno dalle 9 alle 19. Per le visite serali al Teatro Antico di Taormina del 28 e 30 agosto il sito sarà visitabile con orario continuato dalle 9 del mattino e fino alla mezzanotte. L’ultimo ingresso sarà alle ore 23. Occorre prenotarsi sul sito di Aditus, gestore della biglietteria del Parco, su www.aditusculture.com oppure su www.parconaxostaormina.com.  L’ingresso è consentito solo con mascherina e dopo la verifica della temperatura corporea con il termoscanner ai tornelli.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI