LETOJANNI. NASCE IL CIRCOLO DI LETTURA. PRIMO APPUNTAMENTO IL 25 SETTEMBRE

LETOJANNI. NASCE IL CIRCOLO DI LETTURA. PRIMO APPUNTAMENTO IL 25 SETTEMBRE In evidenza

Insieme per il piacere di leggere. Per condividere questo desiderio che, quando si accende, può diventare anche inarrestabile. Punterà su questo e su molto altro il Circolo di lettura di Letojanni, fondato nei giorni scorsi dal docente di Lettere, Giovanni Costa, dall’ex fisioterapista ed appassionato di Letteratura, Michele Caruso, e dallo studente e “racconta storie”, Enrico Scandurra, che, dopo una serie di incontri tenutisi nel corso delle ultime settimane, hanno deciso finalmente di uscire allo scoperto e creare nei locali della Biblioteca comunale “Bianca Garufi” un piccolo ritrovo per coloro che amano leggere e rileggere libri fino a sviscerarne i contenuti e renderli vivi. Un’iniziativa nata quasi per gioco e che avrà come obiettivo la crescita intellettuale della cittadina letojannese che, come hanno dichiarato i fondatori “vuole ingrandirsi sempre di più, allargando gli orizzonti di ogni singolo partecipante”. Chi vorrà prendere parte agli appuntamenti mensili e gratuiti che si terranno, per l’appunto, al piano terra del Palazzo della Cultura, (i cui locali sono stati concessi dall’Amministrazione comunale del sindaco Alessandro Costa) potrà condividere ore spensierate e tuffarsi a capofitto in un mondo fatto di parole e di sogni, che ci farà viaggiare ovunque. In sostanza la strategia del gruppo, che si materializzerà ufficialmente il 25 settembre, alle ore 18:00 (data del primo appuntamento) si baserà sulla scelta collegiale di un romanzo da leggere e su cui discutere a cadenza mensile. I titoli saranno scelti in base alle tendenze e a gusti dei partecipanti che potranno esprimere le loro opinioni senza settarismi o operazioni di censura. In sintesi il Circolo di lettura letojannese cercherà di unire, senza lasciare fuori nessuno sulla base di una corretta interpretazione dei gusti di ognuno di noi. Appuntamento, dunque, a venerdì pomeriggio, ore 18, alla Biblioteca comunale “Bianca Garufi”.

000
Letto 291 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Letojanni. Gruppo Fratres. Un anno di attività: bilanci e progetti

    Il 2020 si chiude in bellezza per il Gruppo Donatori di Sangue Fratres Letojanni: sono state raggiunte e superate le 600 sacche. “635 per la precisione. È un traguardo che ci inorgoglisce” afferma il presidente Carmela Micalizzi  “È ormai qualche anno che abbiamo questo obiettivo e finalmente abbiamo raggiunto questo nuovo traguardo per la prima volta! Speriamo di poterlo mantenere e di puntare sempre più in alto. Il bisogno di sangue nella nostra zona si rivela sempre più critico e incessante per i nostri ammalati. Non è stato un anno facile per tanti motivi e per nessuno, ma il continuare a poterci dedicare al bene del prossimo è stato il miglior regalo che questo 2020 ci potesse fare”.

    Sono ben 583 le sacche raccolte presso l’Unità di Raccolta fissa della sede di Letojanni, situa in via Monte Bianco, e 122 le pre-donazioni effettuate durante l’intero anno, di cui circa il 62% ovvero circa 76, si sono concretizzate in prime donazioni. Rispetto al 2019, c’è stata una crescita del 28,8% per le sacche di sangue raccolte e del 79,4% per le pre-donazioni.  “Il metodo delle prenotazioni e delle chiamate mirate ai donatori ha reso molto più efficiente il nostro lavoro” conferma Maria Elena Lo Monaco, capogruppo dell’associazione.

    Adesso l’associazione è pronta a ripartire immediatamente con il calendario donazioni 2021 che quest’anno prevede un sensibile incremento delle giornate di raccolta dalle 26 previste del 2020, che poi a causa del Covid e su richiesta del SIMT sono diventate 33, a ben 36.

    Il calendario 2021 realizzato dalla Fratres Letojanni, che solitamente scaturisce dal progetto “Dona Libera…mente” in collaborazione con le scuole del comprensorio e i disegni e i pensierini di bambini e ragazzi, quest’anno per la prima volta e per ragioni di sicurezza anti Covid è stato fatto con le foto dei volontari in vista anche del 30esimo anniversario dell’associazione proprio in questo 2021. I calendari sono già stati distribuiti a tutti gli esercizi commerciali, alla Parrocchia, al Comune e ai medici di famiglia e ai sindaci dei paesi limitrofi.

    Quest’anno, inoltre, è stata attivato il progetto Garanzia Giovani da svolgere presso il Gruppo Donatori di Sangue Fratres Letojanni. Il progetto s’intitola “L’amore ce l’hai nel sangue” e prevede 2 posti disponibili. Si potrà fare domanda entro e non oltre l’8 febbraio. I requisiti prevedono un’età compresa tra i 18 e 28 anni, l’essere disoccupati e in possesso dello SPID, l’identità elettronica digitale. Per maggior info sul bando e sulle modalità di invio della domanda basta andare sul sito https://domandaonline.serviziocivile.it/.

    I volontari del gruppo letojannese sono sempre alla costante ricerca di altri volontari che, come loro, accolgono lo spirito di sacrificio e di altruismo verso il prossimo meno fortunato. Garanzia Giovani è sempre un’importante opportunità per avvicinare i giovani alla cultura del dono. Per tenersi sempre informati sulle attività del gruppo e per maggiori info sulla donazione del sangue e sul mondo del volontariato, visitare la pagina Facebook  e Instagram “Gruppo Fratres Letojanni”.

     

     

  • Letojanni. Le pigotte dei vigili del fuoco
    Tante pigotte Vigili del fuoco hanno “preso servizio” nelle caserme di Messina e Provincia. La campagna nazionale ”Per Natale adotta una pigotta” è stata infatti estesa tra i Vigili del Fuoco che hanno accolto l’invito con entusiasmo partecipando in maniera massiccia e adottando le pigotte in divisa che sono subito diventate le mascotte dei comandi e dei distaccamenti che hanno aderito all’iniziativa promossa dal Comitato Provinciale di Messina per l’Unicef presieduto da Angela Rizzo Faranda, dietro richiesta del presidente Provinciale dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale di Messina Luciano Portovenero.
    Il connubio tra Unicef e Vigili del fuoco non nasce a caso poiché questi ultimi sono ambasciatori Unicef per la missione istituzionale, per gli alti valori civili, e di solidarietà che connotano gli scopi istituzionali dell’Associazione Nazionale, per l’azione di tutela e promozione dei diritti del’infanzia e dell’Adolescenza, con particolare riguardo alle azioni finalizzate alla protezione e sicurezza di coloro che sono svantaggiati, con particolare riguardo a tutte le bambine, i bambini, le ragazze e ragazzi, condividendo gli ideali del sodalizio. Per realizzare le pigotte c’è stato un vero e proprio dispiegamento di forze. Le divise sono state fornite dal Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Messina e dal distaccamento di Milazzo, grazie alla generosità del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Messina Ing. Giuseppe Biffarella, mentre per la realizzazione ci hanno pensato le volontarie che hanno offerto la loro sapiente manodopera. A Messina hanno collaborato Stella Corrieri, Stefania Crisostamo, Tina Giacobbe, Francesca Trovatello e dai volontari UNICEF: Maria Rizzo Trischitta, Graziella Milo e Matteo Galtieri; mentre a Barcellona Maria Rita Giardina. Le Pigotte sono state adottate dai Vigili del Fuoco in pensione e dai Vigili del Fuoco in servizio presso il Comando provinciale di Messina, dai Vigili del Fuoco del Distaccamento di Letojanni, coordinato dal caporeparto Natale Micalizzi. All’iniziativa ha aderito anche il distaccamento di Acireale che opera sotto le direttive del caporeparto Gregorio Antonio Sorbello, grazie alla collaborazione dei vigili Ezio Santoro e Andrea Caristi, con il gentile consenso di Ambra Picasso, presidente provinciale Unicef di Catania. Le
    adozioni sono state curate da Domenico Miuccio Caporeparto del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Messina, da Luciano Portovenero per Messina e da Francesca Gullotta per Letojanni ed Acireale. Con i contributi ricavati dalle adozioni delle Pigotte, l’UNICEF garantirà le vaccinazioni per i bambini nei Paesi in via di sviluppo e questo Natale, sosterrà anche programmi per l’istruzione, in quanto, a causa della pandemia da COVID-19, milioni di bambini e giovani non sono più tornati in classe: "Abbiamo un compito – ha affermato la presidente Rizzo Faranda - Accompagnare a scuola tutti i bambini e le bambine."

     

  • LETOJANNI. NATALE ALL'INSEGNA DELLA SOLIDARIETA'

    “Natale… in comune” è il tema dell’iniziativa lanciata dall’Amministrazione comunale di Letojanni, guidata dal sindaco Alessandro Costa, per il periodo natalizio. A partire da venerdì 18 dicembre e per i giorni che precedono la festa del Santo Natale, è stato predisposto un calendario di piccoli gesti di solidarietà e vicinanza rivolti a tutta la popolazione attraverso eventi che rappresentino un legame tra la politica e le varie fasce sociali per superare al meglio questo difficile momento funestato dalla pandemia. In questo contesto, l’Amministrazione intende realizzare delle azioni significative soprattutto nei confronti delle fasce più deboli. L’idea è stata concretizzata in un datario immaginario che scandisce i giorni antecedenti il Natale, all’interno del quale ogni casella è riservata alle varie categorie che costituiscono la collettività letojannese: anziani, indigenti, defunti, forze dell’ordine e volontari, studenti, dipendenti comunali e bambini. A loro sarà rivolta una piccola attenzione con un piccolo ma significativo gesto che attesti la presenza ed il sostegno per affrontare queste festività inedite e particolari durante il quale molte famiglie resteranno lontane o separate e non si potrà festeggiare come è solito fare. Si inizierà venerdì 18 con la consegna dei panettoni agli anziani; sabato 19 comincerà la distribuzione delle buste-spesa a favore degli indigenti; domenica 20 una corona di fiori sarà deposta davanti al cimitero di Letojanni per tutti coloro i quali non potranno fare visita ai defunti; lunedì 21 consegna di un attestato ai volontari che si sono particolarmente contraddistinti durante il periodo dell’emergenza; martedì 22 consegna dei panettoni agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale; mercoledì 23 auguri ai dipendenti comunali che fanno parte della macchina amministrativa e a tutti i letojannesi. Infine, giovedì 24 ci sarà una sorpresa per tutti i bambini che stanno già inviando le loro letterine a Babbo Natale grazie all’App del Comune di Letojanni ma che non potranno consegnarle personalmente a causa del Covid. Per loro che sono stati costretti a dover fare numerose rinunce sarà rivolta un’attenzione particolare affinché non venga loro negato il sogno di poter confidare a Babbo Natale i loro desideri e mantenere viva la gioia dell’attesa di ricevere i doni richiesti.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI