L'omaggio di Taormina a Dante Alighieri

L'omaggio di Taormina a Dante Alighieri In evidenza

La città di Taormina non poteva mancare all'appuntamento con il sommo poeta Dante Alighieri, in occasione della ricorrenza nazionale dedicata al padre della lingua italiana. L'omaggio a Dante si è svolto nel salone del prestigioso Palazzo dei Duchi di Santo Stefano ed ha sancito la ripresa degli incontri culturali nella "Perla dello Jonio". Il Sindaco Mario Bolognari, nel saluto iniziale, ha avuto parole di elogio verso il Club per l'Unesco di Taormina, Val d'Alcantara e Val d'Agrò e per il suo presidente, il N. H. Tindaro Toscano della Zecca, per la cura e l'organizzazione dell'evento culturale.

Il meeting è stato moderato dalla Socia del Club Unesco Ninuccia Foti, che è stato anche presidente dell'Osservatorio dei Beni Culturali - Unioni dei Comuni. La prima relatrice è stata suor Tarcisia Carnieletto F.M.M. responsabile incaricata dalla Diocesi di Messina per il dialogo ecumenico e interreligioso, che ha parlato di "Dante e San Francesco due voci della memoria a Taormina", in particolare ha ricordato la piantumazione di due cipressi siti all'ingresso del Convento, che ricordano il passaggio a Taormina del Santo patrono d'Italia. L'avv.to Vito Livadia delegato per il Club Unesco di Taormina per i diritti umani e le tradizioni religiose, ha relazionato sul "San Domenico: L'Ordo Preticatorum e il Diritto Canonico", una pagina di storia che continua ancora, a Taormina, a San Domenico, prima convento e oggi albergo  di lusso. Il medico,  scrittore e giornalista Giuseppe Ruggeri nel suo interessante intervento ha ricordato la sua famiglia, di origini fiorentine, che ha dato lustro a Messina e Taormina e si è soffermato su "Palazzo Ciampoli", storica dimora di proprietà, oggi compreso nel Parco Archeologico di Naxos Taormina. Tanina Ambra, già responsabile della Biblioteca di Taormina, ha tracciato un originale percorso  "Leggere Dante tra vecchi libri e antichi documenti".  il dott. Mario Agostino, già assessore provinciale alla cultura, ha sottolineato  con delle slide "Tra Dante e Palazzo Corvaia", una pagina di storia locale, piena di spunti originali e per certi aspetti inediti.

I momenti culturali sono stati scanditi dalle piacevoli  letture dell'attrice Rita Patanè.  Al tavolo di presidenza si sono alternati: l'assessore alla cultura del Comune di Taormina Francesca Gullotta, la Presidente del Consiglio Comunale di Taormina Lucia Gaberschek, il vicepresidente vicario del Club per l'Unesco Salvatore Brocato, che ha portato i saluti del Presidente Toscano assente per motivi istituzionali, il prof. Santo Giovanni Torrisi e Salvatore Pennisi che ha curato la regia dell'evento e la proiezione di un video con l'Oration Picciola recitata da Roberto Crinò. Gli applausi finali sono stati riservati a Ninuccia Foti, per la brillante realizzazione dell'evento e alla  segreteria del Club per l'Unesco Vilma De Lazzari. L'evento ha ottenuto il significativo patrocino del Comune di Taormina.

 

000
Letto 91 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Taormina. Incarico alla dott.ssa Enza Maria Giovanna Cilia come esperta del sindaco per il progetto di candidatura al patrimonio mondiale Unesco di Taormina

    La dott.ssa Enza Maria Giovanna Cilia è la new entry tra gli esperti a titolo gratuito nominati   dal primo cittadino Mario Bolognari.

    Una figura chiamata a supportare il sindaco nell’esercizio delle proprie funzioni di indirizzo, programmazione e coordinamento in materia di progetto di candidatura UNESCO di “Taormina Valle D’Alcantara e D’Agrò”.

    L’esperta dovrà assistere il Sindaco supportando l’azione dell’organo politico mediante suggerimenti, proposte, pareri, risposte a quesiti formulati e quant’altro necessario.

    Per lo svolgimento del proprio incarico la dott.ssa Enza Maria Giovanna Cilia utilizzerà i locali e i mezzi comunali e intratterrà rapporti con gli uffici ed il personale.

    Le procedure per l’inserimento nella Lista del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale descritte nelle relative Linee Guida Operative prevedono l’istituzione della Lista propositiva del Patrimonio Mondiale (Tentative List).

    La Lista Propositiva costituisce un elenco provvisorio di siti che ogni Stato membro è tenuto a presentare al Comitato per il Patrimonio Mondiale dell’UNESCO per segnalare i beni che intende iscrivere durante gli anni successivi. Le Candidature alla Lista del Patrimonio Mondiali sono possibili solo per i siti già inclusi nella “Tentative List”. L’iscrizione di un sito nella Lista propositiva non comporta necessariamente la successiva iscrizione del sito nella Lista del Patrimonio Mondiale. Quindi l’inserimento nella “Tentative List”  è condizione necessaria ma non sufficiente affinché un sito possa essere candidato per l’inserimento nella Lista del Patrimonio Mondiale.

     

  • ANCHE TAORMINA E LE ISOLE EOLIE ALLA V EDIZIONE DI “MIRABILIA - EUROPEAN NETWORK OF UNESCO SITES”

    Anche quest’anno, le aziende del territorio messinese hanno preso parte a “Mirabilia - European Network of Unesco Sites”, il progetto di rete delle Camere di commercio di Messina, Matera (ente capofila), Bari, Genova, Chieti, La Spezia, Lecce, Perugia, Riviere di Liguria, Siena, Taranto e Udine, giunto alla V edizione.

    Nel corso dell’evento, svoltosi a Udine, gli imprenditori del settore turistico hanno incontrato, con la formula del B2B, 50 buyers provenienti dai Paesi dell’Unione europea, degli Usa, del Giappone e della Cina. «“Mirabilia” è un evento sul quale la Camera di commercio di Messina ha voluto scommettere sin dall’inizio – afferma il commissario dell’Ente camerale, Daniele Borzì - un evento di portata internazionale e di straordinaria importanza, che lo scorso anno abbiamo ospitato alle Isole Eolie. Una meta che alcuni buyers hanno scelto anche quest’anno per il proprio post-tour insieme a Taormina. Il che conferma l’attenzione che i turisti rivolgono al territorio messinese».

    E sono stati ottimi i feedback del post-tour “Mirabilia”. Alle Eolie, un programma ricco di incontri con gli operatori turistici e di momenti intensi e significativi – organizzato da Federalberghi Isole Eolie - ha consentito alla delegazione straniera di ammirare e di apprezzare il maggior arcipelago siciliano, inserito sin dal 2000, quale sito naturalistico, nella World Heritage List dell’Unesco.

    Nei due giorni a disposizione, gli operatori hanno avuto modo di visitare il museo archeologico eoliano intitolato a “Luigi Bernabò Brea” dove, accompagnati dalla guida Svetlana Roussak e da Tatiana Manfredi (TTG), sono stati accolti dalla direttrice, Maria Amalia Mastelloni. Non è mancata la cucina tipica, la visita alle terme di San Calogero e, infine, una scalata al cratere di Vulcano. L’ultima giornata è stata dedicata alla Perla dello Jonio, grazie all’organizzazione curata da “Federalberghi Taormina” e, in particolare, dal suo presidente, Italo Mennella.

    «Siamo soddisfatti dei feedback positivi pervenutici dai tour operator – dichiara Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Eolie e Isole minori Sicilia - questo conferma che le sinergie tra gli operatori locali posso offrire ottimi risultati e che il nostro prodotto turistico risulta di grande interesse presso i mercati turistici interpellati per l’occasione. Ringraziamo la Camera di commercio, che sin dall’inizio ha aderito e creduto nella “Borsa internazionale del turismo culturale”, dimostrando nell’occasione lungimiranza e caparbietà anche in tempi impegnativi per gli Enti camerali. Continueremo a seguire questo progetto, ormai dal respiro sempre più internazionale, convinti che abbia ancora considerevoli margini di crescita e che possa portare ritorni significativi per i territori del network “Mirabilia”».

    Il percorso progettuale, già avviato con la realizzazione della Borsa internazionale a Lerici nel 2012, a Matera nel 2013, a Perugia nel 2014 e a Lipari nel 2015 intende promuovere un’offerta turistica integrata dei siti Unesco, per poi proporli a un pubblico internazionale sempre più attento ed esigente a un turismo culturale di grande qualità.

  • FRANCESCO DURANTE. NESSUNA CANDIDATURA DA PARTE DELL’UNESCO. IL PRESIDENTE DEL CLUB CHIARISCE: LA CANDIDATURA DEVE ESSERE PRESENTATA DAL COMUNE

    Il club Unesco non può proporre candidature ma può prendere in esame quelle presentate da enti, associazioni, o fondazioni. A chiarire la vicenda della candidatura di Francesco Durante quale personaggio patrimonio dell’umanità è lo stesso presidente del club per l’ Unesco di Taormina Valli d’Alcantara e d’Agrò Giuseppe Tindaro Toscano. La precisazione del presidente Toscano arriva a distanza di qualche giorno dall’annuncio fatto dalla Dr.ssa Domenica Riccobene, delegata Unesco fruizione arte e cultura per la Valle del Ghiodaro. Oggi il club fa un passo indietro e specifica che “ la procedura per la richiesta di commemorazione di un personaggio spetta unicamente ad un erede, ad un’Associazione, ad un Comitato, ad un Ente, a un Comune  o Fondazione previa richiesta fatta al Club  UNESCO territoriale. Nel caso riguardante il Prof. Francesco Durante, scrive il presidente Toscano,  va inoltrata al Club UNESCO di Taormina ed alla sua delegata previa richiesta di inserimento della manifestazione nei programmi culturali del Club. Quest’ultimo, conclude in una nota il presidente del club Unesco Taormina,  può prendere in considerazione la richiesta per  la commemorazione di un personaggio ( nel nostro caso il  Prof Francesco Durante), vista la sua storia biografica e benefica per il paese di Letojanni, e nel mondo.” Il riconoscimento dunque a Francesco Durante dovrà aspettare. L’auspicio è che l’amministrazione comunale condivida la proposta che era stata lanciata dalla Dott.ssa Riccobene e si faccia promotore di questa battaglia che mira a celebrare la figura di Francesco Durante, per tutti la vera storia di Letojanni.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI