Facendo seguito alle indicazioni emerse nel corso dei primi incontri del Circolo di Taormina di “Diventerà Bellissima” ed all’avvio della campagna di adesioni 2021, su disposizione del Commissario del partito taorminese, si è avviata l’organizzazione del circolo mediante attribuzioni di incarichi operativi agli attivisti e dirigenti locali. Vice Commissario con delega alla politica locale e quindi incaricato di collaborare nel rapporto con le altre forze politiche cittadine Salvatore Valerioti; Vice Commissario con delega alle politiche comprensoriali il noto commercialista Giuseppe Spartà; Portavoce Enza De Luna; Responsabile del tesseramento Salvatore CurcurutoResponsabile del programma amministrativo il Prof. Carlo Turchetti; Segretario Enrico Buda; Responsabile web e Social Marco Parisi; Responsabile frazione Trappitello Salvo Magro; Responsabile Organizzativo e per la Comunicazione Sakiko Chemi. La “squadra” costituita dal Commissario De Vita si è già messa al lavoro per concretizzare entro  un mese le prime iniziative e programmare altre iniziative funzionali a far crescere a Taormina il movimento  fondato da Nello Musumeci, con l’obiettivo di coinvolgere e far partecipare al progetto politico un grande numero di simpatizzanti ed, entro fine anno, celebrare un grande congresso alla presenza del Presidente Musumeci. “Sono molto soddisfatto del lavoro che stiamo facendo – ha dichiarato De Vita – sia in relazione alla crescita ed organizzazione del movimento, che in relazione alla costruzione di una casa ed un progetto comune per tutti coloro che chiedono un radicale cambiamento  nel modo di governare la città. Su questo fronte ci stiamo già attrezzando con una serie di progettualità che porteremo al confronto con i cittadini e con le altre forze politiche ed a breve, infatti, verranno individuate altre  iniziative ed attivati nuovi gruppi di lavoro 

Pubblicato in Politica

Il progetto politico di “Diventerà Bellissima” che si pone come obiettivo il buon governo della “Cosa Pubblica” ed il convinto coinvolgimento dei cittadini per la rinascita di una destra moderna, meritocratica ed autonomista, sta mettendo radici nel tessuto sociale ed economico della nostra Regione ed in questa ottica, nel quadro di una riorganizzazione del partito in Provincia di Messina, il Coordinatore Provinciale, Avvocato Giosuè Giardina, ha nominato Bruno De Vita, esponente di spicco della politica locale e dirigente regionale di “Diventerà Bellissima”, Commissario cittadino del movimento che fa capo a Nello Musumeci. “Intendo lavorare per la creazione di una squadra coesa e competente – ha dichiarato il neo commissario De Vita. – perché siamo convinti che, senza sterili divisioni, potremo dare alla nostra Comunità quella proposta politica, autorevole ed innovativa, oggi necessaria per evitare il dissesto economico e sociale; uniti anche e soprattutto in vista delle prossime elezioni amministrative, con una logica di collaborazione assolutamente inclusiva. Tutti insieme vogliamo dare forza ad un progetto di cambiamento, che sia attento alla crescente emergenza sociale, al concetto di sostenibilità ed al valore della meritocrazia. Un progetto – ha concluso De Vita – cui abbiamo aderito sin dalla prima ora, partecipi e presenti già nella fase costituente. Oggi stiamo lavorando per radicare il partito sul territorio e la porta d’ingresso sarà sempre aperta per chi ha voglia di impegno civico e per chi ne condivide gli obiettivi”.

Intanto "Diventerà Bellissima" incassa nuove adesioni.  Ufficializzata nelle scorse ore l'adesione  di Antonino Cappadona, sindaco di Floresta. Alla presenza del presidente della Regione Siciliana e presidente di Diventerà Bellissima, Nello Musumeci e del deputato regionale all'Ars, Pino Galluzzo, il primo cittadino del centro nebroiodeo, ha ufficializzato l’adesione al movimento. Il Presidente Musumeci ha molto gradito l'adesione di Nino Cappadona, una scelta che dimostra come Diventerà Bellissima stia diventando sempre più punto di riferimento per quanti condividono la politica di serietà e concretezza del governo regionale. “Diventerà Bellissima è un movimento in crescita e la presenza di Nino Cappadona, insieme a tanti altri amministratori, è un segno di fiducia, conferma che la nostra attenzione ai territori è apprezzata” ha dichiarato Pino Galluzzo

 

Pubblicato in Politica

Albergatori e commercianti, imprenditori di Taormina e di Giardini Naxos, insieme, attorno ad un tavolo “virtuale”, non per litigare né per stabilire chi deve fare da capofila dell’ennesimo Ambito Territoriale Ottimale, ma per parlare la stessa lingua e puntare agli stessi obiettivi: evitare il tracollo dell’industria turistica e provare a rilanciare guardando alla prossina stagione e ad alcune specifiche iniziative.

L’iniziativa è stata promossa da Taormina Futura che ha coinvolto esperti del settore.

PIERPAOLO BIONDI – Presidente Federalberghi Riviera Jonica Messina e componente Giunta Esecutiva Federalberghi Sicilia, FILIPPO GRASSO – Esperto di turismo e Professore di Analisi di Mercato nel corso di laurea in Scienze del Turismo dell’Università di Messina, SALVO FIUMARA – Presidente del centro commerciale naturale di Taormina, MARCO VENUTO – Titolare dell'agenzia di viaggi "I Viaggi di Marco" di Giardini Naxos, BRUNO VALASTRO — Imprenditore turistico, ROBERTO SCHILIRÓ — Presidente del centro commerciale naturale di Giardini Naxos, PIERO COZZO — Operatore Turistico e ENRICO BUDA — Consigliere del Direttivo del Club per l’Unesco di Taormina.

Insieme per tentare di trovare strategie e soluzioni condivise.

“Questo forum, ha spiegato Bruno De Vita, rappresenta uno strumento a disposizione per chi ha proposte da fare, ed in tal senso si stanno già programmando altri tre appuntamenti, con l’obiettivo di approfondire la tematica dello sviluppo economico legato al turismo a Taormina e nel comprensorio, finalizzando ogni incontro alla formulazione di proposte condivise ma operative da sottoporre al confronto delle istituzioni preposte.”

Per chi volesse rivedere il forum con tutti gli interventi ecco il link

https://www.facebook.com/104607664225475/posts/258521062167467/?vh=e

Pubblicato in Politica

Alla presenza dell’On. Pino Galluzzo e del Coordinatore Provinciale di “Diventerà Bellissima” Giosuè Giardina, si è tenuta nei giorni scorsi una riunione dei quadri dirigenti del partito del comprensorio di Taormina, in vista della imminente costituzione degli organi provinciali e comunali. L’incontro, cui hanno partecipato anche Bruno De Vita e Chiara Sterrantino, componenti l’Assemblea Regionale del Partito, i consiglieri comunali Antonio Russo (Graniti), Pina Raneri (Taormina) e Tino Raneri (Gaggi), gli ex amministratori Salvatore Curcuruto e Salvo Valerioti, ha affrontato ed approfondito il percorso che il nuovo soggetto politico intende portare avanti. “Un percorso – ha spiegato l’On. Galluzzo – che non può fondersi con i soggetti dell’attuale panorama politico in vista delle Elezioni Europee, perché, seppure incardinata nell’area del centro-destra, Diventerà Bellissima ha una propria identità culturale e valoriale ed in questa fase è impegnata a strutturarsi sempre più per essere quella forza politica che, più di tutte, ha a cuore la Sicilia”.

“Per raggiungere questo obiettivo – ha argomentato De Vita -  dobbiamo camminare uniti, senza sterili divisioni, sia a livello nazionale che locale, con una logica di collaborazione assolutamente inclusiva”. “Questo progetto – ha dichiarato il Coordinatore provinciale Giardina - ha un leader credibile e stimato, il nostro Presidente Nello Musumeci, ed una squadra competente e spendibile che si sta organizzando come soggetto politico ed ovunque stiamo riscontrando l’interesse ed il sostegno, sia di numerosi esponenti politici, che dei cittadini".

Pubblicato in Politica

Al termine di un percorso costellato di delusioni e tradimenti, ma ricco di rapporti umani e condivisione di idee e progettualità, dopo il fallimento di ogni tentativo di rendere competitiva la lista denominata “Taormina Perla dello Jonio” e poi l’accordo con Raneri, il gruppo “Taormina Futura”, dopo una serie di incontri e ragionamenti, centrati principalmente sulla possibilità di affrontare i problemi della città e quindi sulle soluzioni programmatiche, sugli obiettivi progettuali e sulle scelte da compiere, nelle scorse ore ha maturato una decisione riguardo la scelta del candidato sindaco da sostenere alla prossime elezioni amministrative in programma  il 10 giugno: “Taormina Futura ha scelto MARIO BOLOGNARI e la sua lista “La nostra Taormina” con la quale si condivide l’esigenza di proporre alla città un progetto dove esperienza ed innovazione, competenza e cambiamento si fondono per  disegnare un futuro di sviluppo sostenibile.

 

Moltissimi infatti i punti programmatici condivisi, ritenuti indispensabili per il rilancio dell’azione amministrativa:

  1. Politica di contenimento e razionalizzazione dei costi, mediante lotta all’evasione ed all’elusione fiscale e piena funzionalità del patrimonio cittadino;
  2. Politica di sostenibilità ambientale e revisione dello strumento di programmazione urbanistica;
  3. Pianificazione della viabilità ed avvio ZTL, puntando alla progressiva pedonalizzazione del centro storico;
  4. Organizzazione del settore rifiuti, puntando sulla raccolta differenziata e determinando scelte in funzione dell’ “obiettivo zero rifiuti”;
  5. Riorganizzazione della gestione e fruizione dei beni culturali in un’ottica di sistema integrato anche in funzione del riconoscimento Unesco;
  6. Immediata chiusura del percorso di liquidazione dell’ASM e ritorno ad una gestione di rilancio e sviluppo, nell’ottica di rafforzamento del ruolo di “multiservizi”;
  7. Potenziare i servizi alla persona ed alle fasce deboli della popolazione;
  8. Applicare negli uffici comunali i principi di trasparenza, programmazione per obiettivi e valutazione delle “performance” dei soggetti apicali;
  9. Immediata chiusura del percorso di liquidazione dell’ASM e ritorno ad una gestione di rilancio e sviluppo, nell’ottica di rafforzamento del ruolo di “multiservizi;
  10. Centralità delle azioni volte a determinare sviluppo nel settore del turismo e destagionalizzazione.
Pubblicato in Politica

Al termine di un percorso fatto di incontri e ragionamenti, centrato sui problemi della città e quindi sulle soluzioni programmatiche, sugli obiettivi progettuali e sulle scelte da compiere, nelle scorse ore si è costituita una aggregazione che intende proporre alla città un progetto dove esperienza ed innovazione, competenza e cambiamento si fondono per  disegnare un futuro per la città di Taormina

La lista, denominata “Taormina Perla dello Jonio” nasce da un preventivo confronto programmatico e progettuale tra diversi soggetti e gruppi politici, partendo dal percorso di critica costruttiva portato avanti in Consiglio Comunale da Pinuccio Composto e Nunzio Corvaia, dalle molteplici iniziative legate alla frazione di Trappitello da parte di Enzo Scibilia, dalla concreta azione di risanamento attuata al Consorzio Rete Fognante da Bruno De Vita, dal ruolo di “garanzia” esercitata in questi anni dal Presidente del Consiglio Comunale Antonio Daveni, ma soprattutto dal rinnovato impegno politico dell’ex sindaco Mauro Passalacqua, ma ha già raccolto l’adesione e la convergenza di altri importanti soggetti politici, la cui ufficializzazione sarà comunicata nelle prossime ore.

Il programma di governo, elemento cardine dell’accordo e del progetto di “rinnovamento” della città, a cui da tempo lavorano i fondatori dell’aggregazione, verrà completato e reso pubblico nei prossimi giorni. Il programma si fonderà su una azione amministrativa innovativa, pragmatica e scandita per  obiettivi e scadenze temporali e sarà incentrato sulla valorizzazione delle risorse e delle vocazioni economiche della città e quindi lo sviluppo “sostenibile” dell’economia turistica sarà alla base di ogni futura decisione ed attorno ad esso ruoterà ogni azione di governo. Tale impostazione verrà coniugata ad una necessaria politica di contenimento dei costi e riequilibrio finanziario, ma anche con una attenta politica a tutela delle qualità della vita ed al potenziamento dei servizi alla persona, nell’ottica di una profonda riorganizzazione dell’apparato burocratico, mirata a responsabilizzare funzionari e dirigenti rispetto ad obiettivi legati all’efficienza ed alla efficacia dell’azione amministrativa.

 

La compagine ha già discusso e maturato tutte le scelte importanti ed ha definito gli elementi progettuali cardine dell’azione di governo, ma ha anche identificato la squadra di governo e quindi nei prossimi giorni comunicherà il nominativo del candidato sindaco, scelto tenendo in conto i principi della esperienza, della affidabilità e della credibilità.

Pubblicato in Politica

Il Consorzio Rete Fognante  di Taormina, Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola si apre al dialogo ed alla collaborazione con il territorio e con gli attori che vi operano: in tale ottica la prima iniziativa, già approvata dal Consiglio di Amministrazione, riguarda la stipula di una convenzione con l’Istituto Statale d’Istruzione Superiore di RIPOSTO, per l’attivazione di percorsi di alternanza scuola lavoro; ai sensi dell’art. 1 D. Lgs. 77/05, infatti, l’alternanza Scuola – Lavoro costituisce una modalità di realizzazione dei corsi
nel secondo ciclo del sistema d’istruzione e formazione, per assicurare ai giovani l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro;la stipula della convenzione tra l’Istituzione scolastica ed il Consorzio sarà finalizzata a poter effettuare percorsi di alternanza scuola lavoro presso  gli  uffici ed impianti per il settore amministrazione finanza e marketing,   sistemi informatici aziendali e settore costruzione ambiente e territorio.

Il percorso di collaborazione con il territorio proseguirà poi con la concessione gratuita dei locali a soggetti, eventi ed iniziative di rilevanza sociale, purché senza fini di lucro e con il coinvolgimento delle scuole per mostrare agli alunni il funzionamento del sistema di depurazione e sensibilizzare quindi le giovani generazioni verso la tutela ambientale. Altre iniziative sono già in cantiere ma il Presidente De Vita intende comunicarle solo dopo la loro effettiva attivazione, anche se su alcune si sta già lavorando, come ad esempio alla “Comunicazione istituzionale” sul web, “sicuramente ancora da migliorare e completare – ha dichiarato De Vita – ma già funzionale nei suoi servizi principali, quali le informazioni sugli impianti, l’albo pretorio, le news”.

 

Pubblicato in Attualità

Il Consiglio di Amministrazione del Consorzio Rete Fognante dei Comuni di Taormina, Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola, nella seduta del 18 gennaio scorso, ha approvato gli “indirizzi generali di pianificazione economico – finanziaria e di riorganizzazione della relativa gestione”, con l’obiettivo di ridurre e razionalizzare la spesa e realizzare una maggiore efficienza, a fronte di una attuale   situazione di disagio economico, in virtù del quale il Consorzio si trova  nelle condizioni di dover limitare l'assunzione dei propri impegni di spesa esclusivamente a quelli relativi ai “servizi espressamente previsti per legge” e necessari per garantire il corretto funzionamento del Consorzio, con una situazione di cassa, sofferente per carenza di liquidità  determinata principalmente dalla mancata riscossione dei residui attivi nei confronti dei Comuni.

Questi gli elementi principali dell’indirizzo di programmazione votato dagli Amministratori del Consorzio:

  1. Una rigida e celere tempistica per approvare gli atti di gestione finanziaria: Adozione del bilancio consuntivo 2016 entro e non oltre il 30 gennaio, successiva approvazione dell’Assemblea entro il 20 febbraio; predisposizione e trasmissione del Bilancio Previsionale 2018, entro il 20 febbraio
  2. la revisione dei residui attivi e passivi da iscrivere nel Rendiconto 2017
  3. Adozione del P.E.G.e del Piano degli obiettivi per l’esercizio finanziario 2018;
  4. Il contenimento della spesa nella misura e con le modalità di seguito descritte: riduzione del 3% delle spese per prestazioni di servizi, e della spesa corrente nel bilancio 2018 ed entro un triennio riduzione spese per un totale del 9%;
  5. Riduzione dei residui passivi anche mediante utilizzo di anticipazioni concesse dal Tesoriere;
  6. Abbattimento dei costi di fornitura di beni e servizi ricorrendo a procedure comparative, gare ad evidenza pubblica, e comunque metodologie comparative per quelle “sotto soglia”;
  7. riconciliazione dei rapporti finanziari tra gli enti aderenti ed il Consorzio  mediante la definizione di tutti i rapporti economici e la adozione di un Piano di rateizzazione  delle somme dovute.               
Pubblicato in Attualità

“Convinti che l’agire politico sia  frutto di idee, progetti, programmazione e conseguentemente, decisioni, fatti, atti amministrativi e non solo parole, con la speranza “di poter contribuire a far cambiare le cose”, ci prepariamo ancora una volta a partecipare alla prossima competizione elettorale per eleggere il sindaco ed il governo della nostra città, per non rimanere a fare solo gli spettatori ed esercitare invece il diritto di cittadinanza attiva.”

E’ l’inizio della nota con la quale Bruno De Vita annuncia la sua discesa in campo in vista della campagna elettorale per le amministrative.

“Ho deciso di impegnarmi, insieme agli amici di sempre ed alcuni nuovi che hanno condiviso tale percorso, spiega De Vita,  perché vogliamo dare forza ad un progetto di cambiamento, che sia attento alla crescente emergenza sociale, al concetto di sostenibilità ed al valore della legalità, utilizzando sempre il metodo della trasparenza, assumendo le responsabilità per ogni decisione presa, adottando realmente il principio della sussidiarietà e delle decisioni “partecipative” e “dal basso”. Tale impostazione dovrà trovare attuazione mediante la formulazione, lo sviluppo e la concreta attivazione di progetti concreti che saranno proposti quali azioni di governo assolutamente indispensabili per il rilancio dell’azione amministrativa e tra queste segnaliamo:

  1. Politica di contenimento e razionalizzazione dei costi, lotta all’evasione ed all’elusione fiscale e piena funzionalità del patrimonio cittadino;
  2. Politica di sostenibilità ambientale e pianificazione della viabilità, puntando alla progressiva pedonalizzazione del centro storico;
  3. Organizzazione del settore rifiuti, puntando sulla raccolta differenziata e determinando una gestione nuova, trasparente e funzionale;
  4. Riorganizzazione della gestione e fruizione dei beni culturali in un’ottica di sistema integrato;
  5. Immediata chiusura del percorso di liquidazione dell’ASM e ritorno ad una gestione di rilancio e sviluppo, nell’ottica di rafforzamento del ruolo di “multiservizi”;

Su queste tematiche, conclude la nota,  il nostro gruppo politico intende fondare il rilancio dell’azione di governo della città, aprendo al dialogo ed al confronto costruttivo con tutti gli attori del sistema politico, sociale ed economico, verificando su tale “terreno” le reali convergenze e quindi le possibili alleanze e la successiva definizione della coalizione e del percorso comune verso le elezioni amministrative del 2018, con la predisposizione di un serio programma di legislatura e la organizzazione ed effettuazione delle primarie per la scelta del candidato sindaco.”

Pubblicato in Politica

Il cambio al vertice del Consorzio Rete Fognante rimette in moto i giochi della politica, quella fatta di poltrone da spartire e nuove alleanze da allacciare.

Una poltrona che aveva fatto intravedere al primo cittadino di Taormina Eligio Giardina la possibilità di recuperare i rapporti con il gruppo che fa capo a Bruno De Vita. Questo almeno quanto Giardina aveva fatto intendere da alcune recenti dichiarazioni di stampa.

A smentire il sindaco però e chiarire la situazione ci pensa proprio De Vita.

“Siamo costretti, afferma in una nota, ad un immediato chiarimento e relativa “presa di distanze. Appare evidente, prosegue, che allo stato attuale, non vi sono le condizioni per una nostra collaborazione con il sindaco e con la coalizione che lo sostiene, perché ogni forma di collaborazione politica si fonda sul confronto tra idee e progetti e questo confronto non è ancora stato avviato.

Riorganizzazione della macchina amministrativa, risanamento della situazione finanziaria, pianificazione dei settori viabilità e rifiuti, politiche sociali, turismo e beni culturali, liquidazione ASM, questi i temi caldi su cui oggi intendiamo discutere, sia in sede politica, che attraverso il confronto con i cittadini.”

“NuovaMente - sezione Taormina” avvierà quindi una serie di iniziative concrete e necessarie per aprire un dibattito reale sulle scelte da compiere, rimanendo quindi aperta al dialogo con tutti i soggetti politici che intendono muoversi in tale direzione. “Attualmente quindi, ribadisce De Vita, il nostro gruppo, riconferma una posizione autonoma ed indipendente, con la volontà di sostenere solo le scelte che si condividono. Per questo, prima ancora di pensare a nomine e ruoli, avevamo chiesto, e richiediamo ancora, la preventiva sottoscrizione di un documento che certificasse una “reale volontà di cambiamento”, senza la quale è impossibile avviare alcun dialogo; per questo, conclude De Vita, non siamo interessati al “Toto-Consorzio”, né alla revoca di Raneri, che a nostro avviso ha operato bene e dovrebbe poter continuare in tale ruolo, ma soprattutto non abbiamo proposto alcun nominativo né abbiamo intenzione di confrontarci su questo terreno.”

 

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 2

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI