Leggo con grande stupore delle dichiarazioni del Commissario straordinario per il dissesto idrogeologico che con enfasi annuncia che, “la strategia di prevenzione sui corsi d’acqua avviata dal Governo Musumeci passa anche da Santa Teresa di Riva”‚  riferendosi al progetto di manutenzione idrica del Torrente Savoca, che da anni rappresenta una minaccia per le comunità di Santa Teresa e Furci.”

“Purtroppo le cose non stanno cosi, anzi i documenti dicono esattamente il contrario: progetti che fino ad agosto del 2019 erano dotati di adeguata copertura finanziaria sono ora del tutto snaturati,

con risorse che serviranno a ben poco e certamente non ad eseguire gli interventi attesi da anni per la sicurezza dei cittadini.” Lo dichiara Danilo Lo Giudice, Deputato Regionale e Sindaco del Comune di Santa Teresa Riva, riferendosi alla delibera di giunta regionale dell'otto agosto che ha rimodulato le previsioni di spesa del cosiddetto "Patto per il Sud.

Nella delibera si legge, infatti, che per i due interventi del comune di Santa Teresa di Riva gli importi sono stati rideterminati e nello specifico:

- Sistemazione Idraulica del Torrente Savoca da un importo iniziale di € 2.850.000 viene rideterminato in soli € 194.003,55 (che basteranno forse solo per la progettazione esecutiva).

- Interventi integrati per la protezione del litorale in erosione del Comune di Santa Teresa di Riva che da un importo iniziale di € 9.553.600 viene rideterminato in soli € 900.000

"Se sono queste le risposte che il Governo Musumeci vuole dare rispetto ad un tema cosi importante e delicato come il dissesto idrogeologico, c’è da essere seriamente preoccupati; sto approfondendo il contenuto della delibera per tutta la provincia di Messina, ma da Sindaco prima ancora che da deputato non permetterò assolutamente le risorse vengano sottratte alla mia comunità anche perché entrambi i progetti sono stati forniti alla struttura commissariale già a maggio del 2018 senza che nei successivi 15 mesi si sia fatto alcunché per l’avvio delle gare d’appalto.” “Come è possibile che i progetti siano definiti “non cantierabili” quando è a tutti noto che il Codice degli appalti ha previsto la possibilità di ricorrere all’appalto integrato per la progettazione esecutiva e la realizzazione?”

 "Ovviamente - annuncia Lo Giudice - proporrò ricorso perché la delibera di Giunta Regionale è assolutamente illegittima per numerosi profili, ma soprattutto perché non posso consentire che siano sottratte risorse importanti per la messa in sicurezza del nostro territorio: il Torrente Savoca è una vera e propria bomba pronta a esplodere e che già in passato ha messo in ginocchio le nostre comunità. Ora è arrivato il momento di passare ai fatti per la soluzione dei problemi.”

 

Pubblicato in Attualità

Diletta Lo Monaco e Rachele Siligato, belle e talentuose ballerine di S. Alessio Siculo di S. Teresa di Riva, della scuola di ballo Special Stars Dancing del maestro Giuseppe Cassibba di Comiso (RG) continuano a stupire con le loro perfomance ed i loro risultati.

Dopo una stagione agonistica ricca di successi in ambito provinciale, regionale e nazionale, hanno chiuso la stagione agonistica partecipando nello scorso mese di luglio a Rimini al Campionato italiano Fids (Federazione Italiana Danza Sportiva) 2019, aggiudicandosi ben 2 medaglie d'oro con il gruppo della Special Stars Dancing quindi diventando di fatto campionesse italiane. Argento nel duo synchro a tema freestyle 16/oltre classe A su 68 atleti partecipanti, e nel duo latin show 16/oltre classe A portando in pista «il bambino con il pigiama a righe», laureandosi quindi vicecampionesse italiane.

Proprio questo risultato potrebbe garantire alle due atlete, per la stagione agonistica 2019/2020, il passaggio obbligatorio in classe AS (classe internazionale) per acquisiti meriti sportivi.

Ottimo pure il risultato nel duo syncro latin 16/oltre classe A dove hanno sfiorato la finale ottenendo un 7° posto su 48 duo.

Risultati importanti sono arrivati pure nell'assolo Latin show 16/oltre classe A con Rachele Siligato 11° classificata su 69 atleti con “la violenza sulle donne” e Diletta Lo Monaco 13° classificata con “l'Isolamento” tema sulle malattie mentali e l'isolamento negli ospedali psichiatrici.

Dal 31 ottobre al 2 novembre prossimi, Diletta e Raschele parteciperanno rappresentando l'Italia all'IDO WORLD latin show e sincrho dance championship (campionato del mondo) di Sarajevo in Bosnia.

Pubblicato in Attualità

Dopo Catania, Cagliari, Foggia e Roma Samara è stata avvistata anche a Santa Teresa di Riva.

Di cosa si tratta? La nuova “challenge” nata sul web sta dilagando coinvolgendo sempre più città, in pochi giorni in Italia si contano già decine di segnalazioni. I primi avvistamenti sono stati effettuati a Napoli, ma la sfida si è spostata subito in tutto il Sud Italia.

Samara Morgan è la ragazzina del film horror The Ring con Naomi Watts uscito nel 2002. Nel film, la bambina dai lunghi capelli neri terrorizzava e poi uccideva chiunque avesse guardato una videocassetta considerata maledetta.

L’invito è quello di vestirsi come il personaggio del film e girare di notte per le strade, con lo scopo creare il panico e terrorizzare i passanti. La sfida è riuscire a fuggire nel buio senza essere presi.

I carabinieri assicurano che "i controlli continueranno, sia per scongiurare spaventi, sia per tutelare gli stessi ragazzi aderenti".

Come riporta il Corriere della Sera “gruppi di ragazzini a Foggia e in provincia si stanno organizzando in ronde per colpire, con calci e bastoni, chi si aggira in strada, soprattutto di notte, travestito da Samara. Si moltiplicano gli appelli di genitori preoccupati: «Fate attenzioni - scrivono - questa stupida caccia a Samara sta assumendo contorni preoccupanti. Orde di ragazzini si aggirano armati di mazze di ferro con atteggiamenti pericolosi».”

In Sardegna è stata fermata e identificata una turista tedesca di 25 anni in vacanza nel Sud dell’isola, che negli ultimi giorni era stata vista aggirarsi vicino al cimitero comunale di Fluminimaggiore, nei panni di Samara.

A Santa Teresa di Riva Samara è stata avvistata sulla nazionale nel quartiere di baracca. Chi l'ha incontrata ha fatto foto e video condividendo poi sui social.

Pubblicato in Attualità

Sono coperte dal massimo riserbo le indagini condotte  dalla Compagnia dei Carabinieri di Taormina e coordinate dal vicecomandante, tenente Francesco Claudio Galante per fare luce sull’esatta dinamica dell’aggressione verificatasi domenica sera nel parcheggio di una discoteca di Santa Teresa di Riva ai danni del giovane Gianluca Trimarchi.

Il 27 enne di Roccalumera è ancora ricoverato al Policlinico di Messina in gravi condizioni. L’intera riviera jonica si è stretta in un abbraccio virtuale attorno alla famiglia. Ieri sera una veglia di preghiera è stata organizzata a Forza D’Agrò, comune dove per tanti anni ha abitato il giovane con la famiglia.

Proprio i genitori attraverso una lettera aperta hanno voluto ringraziare quanti in queste ore hanno manifestato vicinanza e solidarietà  e al contempo hanno voluto  invitare a tacere chi invece  sta esternando considerazioni fuori luogo.

“Vorremmo chiedere SILENZIO, hanno scritto, la più grande forma di rispetto che si possa avere nei nostri, e soprattutto nei confronti di Gianluca, perché, credetemi, per una famiglia appesa ad un filo di speranza intrecciato alla fede, sentire e leggere sproloqui assurdi, è veramente troppo!”

Il riferimento è molto probabilmente alle dichiarazioni rilasciate su facebook da Francesco Saporito, il giovane che per sua stessa ammissione ha colpito Gianluca con un pugno in pieno volto.

Istruttore di arti marziali e titolare del lido Golden Beach, a Santa Margherita, attraverso il suo profilo facebook Saporito fornisce la propria versione dei fatti.

“ Nessun pestaggio solo legittima difesa”. In più post pubblicati nella serata di ieri il giovane messinese aveva provato a respingere ogni responsabilità dicendosi dispiaciuto e pentito per quanto accaduto. In poche ore aveva cambiato l’ immagine del proprio profilo che lo ritraeva con i guantoni da box con l’immagine della Madonna.

Da stamattina il profilo facebook di Saporito risulta disattivato. I carabinieri mantengono il più stretto riserbo e fanno sapere di essere nel pieno delle attività investigative.

 

Pubblicato in Cronaca

Una convezione tra l’associazione Ulisse di Santa Teresa Riva e Trenitalia, all’interno dell’iniziativa estiva ‘Al mare in treno in Sicilia’, consente ai turisti che scelgono la ferrovia, per raggiungere la spiaggia Bandiera blu del comune ionico, di avere uno sconto del 20 per centro nelle strutture convenzionate. In particolare, la promozione è attiva sui servizi balneari e di ristorazione presso i lidi Odissea, Lime, Onda Azzurra, Riviera e Mamma mia beach, dove basta esibire il biglietto di viaggio.

Un’altra conveniente opportunità, quindi, per coloro che questa estate, fino al 30 settembre, decidono di lasciare l’auto a casa. I servizi della convenzione con associazione Ulisse, infatti, si aggiungo agli sconti dedicati che Trenitalia offre ai clienti regionali, che possono raggiungere le migliori località balneari siciliane evitando lo stress dell’auto e senza inquinare.

‹‹Questa possibilità per l’estate 2019 nasce dai rapporti di collaborazione che negli anni si sono evoluti proficuamente con la direzione regionale commerciale di Trenitalia – commenta il presidente di Ulisse Carmelo Cutrufello – è un modo in più per rendere fruibile il nostro territorio, fare conoscere le bellezze della nostra costa e promuovere il lavoro degli operatori commerciali locali. Da non dimenticare, inoltre, l’impatto ambientale del progetto: un minor impiego delle automobili aiuta a mantenere l’aria pulita, ridurre i rumori e aumentare la tranquillità dei luoghi rendendo il soggiorno più piacevole e sereno››.

L’Associazione Ulisse è un Ente del Terzo Settore, nato nel 2007, che si occupa di progettare, attivare e gestire interventi di utilità sociale in sinergia sia con partner pubblici, che privati. Collabora, tra gli altri, con Trenitalia; Intesa San Paolo; Invitalia Spa; Ente Nazionale Microcredito;  Anpal e moltissime realtà del terzo settore.

Pubblicato in Attualità

La Fidapa Santa Teresa-Valle D’Agrò ha proceduto al rinnovo delle cariche. Nei giorni scorsi si è tenuta, alla presenza della delegata distrettuale Letizia Bonanno, l’assemblea e la votazione che ha decretato il nuovo direttivo che durerà in carica due anni e sostituisce quello guidato dalla dott.ssa Marilena Micalizzi.

Alla guida del sodalizio è stata eletta Cettina Carnabuci che si avvarrà della collaborazione della vice Presidente Valeria Brancato, della segretaria Angela Muscolino e della tesoriera Antonella Maimone. Nominata anche la rappresentante Young Monia Galletta.

La Fidapa Santa Teresa Valle D’Agrò da anni opera nel territorio portando avanti la propria mission: promuovere, coordinare e sostenere le iniziative delle donne che operano nel campo delle Arti, delle Professioni e degli Affari, autonomamente o in collaborazione con altri Enti, Associazioni ed altri soggetti.

“Con le  recenti elezioni, ha affermato la presidente uscente Marilena Micalizzi, siamo quasi giunte al termine  di questo biennio che mi vede Presidente della Sezione, ed è tempo non solo di bilanci,  ma anche di riposo e necessario recupero di forze per ricominciare. È stato un biennio vissuto all’insegna dell’impegno, della condivisione, amicizia e intenso lavoro. Molte attività sono state svolte in sezione, affrontando e sviluppando con successo temi di grande attualità, con il coinvolgimento delle istituzioni. Un biennio particolarmente fecondo di iniziative di qualità su tematiche concrete, di forte impatto culturale e sociale, mettendo in luce problematiche femminili, contribuendo all’attuazione di azioni positive per migliorare la qualità della vita di tutte le donne. Sono profondamente orgogliosa, conclude Marilena Micalizzi, di aver avuto al mio fianco un direttivo che ha saputo supportarmi e sono felice di passare il testimone alla mia Vice Cettina Carnabuci che mi è stata accanto in questi due anni agevolando il mio lavoro e consigliandomi nel migliore dei modi, a lei auguro un biennio proficuo promettendole che sarò al suo fianco per sostenerla.”

Emozione e soddisfazione per il ruolo che si appresta a ricoprire è stata espressa da Cettina Carnabuci: “Intanto ringrazio la ormai past presidente Marilena Micalizzi per avermi scelta come sua vice nel biennio precedente e tutto il  vecchio direttivo.  Sono onorata di essere presidente di una federazione cosi importante che si è sempre battuta per il riconoscimento dei diritti e soprattutto  dei diritti delle donne. Mi auguro di portare avanti, con tutto il nuovo direttivo e le socie,  le finalità associative e soprattutto di saper valorizzare le competenze di ognuna per creare percorsi che possano mettere in luce ancora di più il nostro  territorio dal punto di vista artistico, culturale e sociale. L’obiettivo è di proseguire a lavorare in sinergia con le istituzioni e le associazioni per migliorare le condizioni di vita e di lavoro delle donne. Anche se la nostra é una piccola  e giovane sezione, conclude Cettina Carnabuci, ci auguriamo di poter raggiungere gli obiettivi

Pubblicato in Attualità

In una cornice di pubblico eccezionale, si è concluso oggi il progetto “Le Gesta di Orlando” dell’Associazione SiciliArte, guidata dal Prof. Carmelo Ariosto.

Il progetto, avviato nel 2017, aveva come obiettivo l’integrazione di giovani con bisogni educativi speciali attraverso la promozione della cultura siciliana e le nuove tecnologie. In due anni sono stati coinvolti oltre 600 studenti, 30 docenti e maestranze qualificate di dieci diversi istituti scolastici della provincia di Messina. I giovani sono stati impegnati in attività di pittura, disegno digitale con tavolette grafiche, narrazione di miti e leggende, laboratori di danza, recitazione, musica e apprendimento della cultura siciliana, supportati dai “mastri” pupari.

A conclusione del progetto, enorme la soddisfazione di alunni e docenti, che hanno tantissimo apprezzato le attività in cui sono stati coinvolti.

Per la sua finalità, il progetto è stato sostenuto da Enel Cuore Onlus, l’Associazione senza scopo di lucro del Gruppo Enel, che sostiene iniziative promosse dalle organizzazioni non profit che hanno l’obiettivo di cautelare il benessere della persona e della famiglia, nella comunità in cui Enel è presente.

“Sono davvero felice” – ha dichiarato il Prof. Carmelo Ariosto – “per l’impatto che il progetto ha avuto a livello scolastico, coinvolgendo oltre 600 giovani, in maggioranza con bisogni educativi speciali, favorendone la socializzazione e l’apprendimento di elementi storici e culturali che spesso, per mancanza di tempo, vengono marginalizzati nelle lezioni scolastiche. Il recupero e la valorizzazione” – conclude Ariosto – “degli elementi tipici della cultura siciliana sono un elemento essenziale della formazione dei nostri giovani perché permettono loro di rimanere in contatto con il territorio e di sentire più forte l’appartenenza alle nostre radici ed alla nostra terra”.

In rappresentanza di Enel Cuore era presente il Dott. Stefano Terrana, responsabile Enel - Affari Istituzionali Sicilia, che ha dichiarato: “Continua il nostro impegno nei territori in cui Enel è presente. Siamo accanto alle famiglie ed alle associazioni per migliorare la vita di chi è più fragile. La cultura dell’educazione e l’attenzione alla scuola come luogo di crescita rimangono per Enel Cuore una priorità assoluta”.

Gli Istituti scolastici che hanno partecipato al progetto:

- IC Alì Terme, con sede nel comune di Alì Terme (ME);

- IC Taormina 1, con sede nel comune di Taormina (ME);

- IC Manzoni “Dina e Clarenza”, con sede nel comune di Messina;

- IC Santa Teresa di Riva, con sede nel comune di Santa Teresa di Riva (ME);ù

- IC Vittorini, con sede nel comune di Messina;

- IC Mazzini, con sede nel comune di Messina;

- IC Enzo Drago, con sede nel comune di Messina;

- IC Roccalumera, con sede nel comune di Roccalumera (ME);

- IC Santa Margherita, con sede nel comune di Messina (ME);

- IC Cannizzaro Galatti, con sede nel comune di Messina (ME).

Pubblicato in Cultura

Note santateresine d’eccellenza lasciano il segno in quel di Aci Bonaccorsi. In occasione del IX International Music Competition Amigdala,  Memorial “G. Raciti” organizzato dalla  Associazione Amigdala, che racchiude, coinvolge e cura la crescita e il confronto tra i talenti musicali della Sicilia Nordoccidentale, il giovane chitarrista classico Ivan Rui Cicala, categoria 8-10 anni, che già si era fatto notare in due Master Class a Savoca negli anni scorsi, porta a casa il Primo Premio di categoria. Il giovanissimo musicista santateresino non ha mancato l’appuntamento d’esordio assoluto nelle kermesse concorsuali, facendosi notare nell’esecuzione, fatta con grande padronanza, di  Preludio n.3 e n.7 di Ferdinando Carulli, opera 904. La premiazione si è svolta nello storico palazzo Recupero-Cutore. Soddisfatti e commossi papà G. Massimo e mamma Veronica.

La spiaggia di Santa Teresa di Riva in provincia di Messina anche per il 2019 sarà una delle spiagge siciliane che ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di Bandiera Blu 2019.

Già dal 2017 la cittadina jonica è stata insignita di questo importante riconoscimento da parte di Fee Italia, a seguito di un’attenta valutazione inerente non solo la qualità delle acque di balneazione ma anche i servizi in spiaggia oltre che tutte le iniziative poste in essere a tutela e salvaguardia dell’ambiente.

“Riuscire ad ottenere questo riconoscimento - dichiara il sindaco Lo Giudice - è stata una grande conquista per la nostra comunità, che ci ha dato la possibilità di certificare in modo inconfutabile quanto di buono è stato fatto in questi anni, oltre che l’enorme potenzialità turistica dell’intera zona jonica messinese.”

“Riconfermarsi anche nel 2019, per il terzo anno consecutivo, dimostra che il percorso intrapreso deve proseguire per migliorare la nostra comunità, rendendola sempre più vivibile e accogliente; dal 2017 infatti i dati turistici inerenti le presenze nei nostri b&b e case vacanze sono più che raddoppiati, oltre alle numerose strutture che sono nate e che sono in corso di realizzazione.”

 “Il merito va a tutta la comunità, - conclude Lo Giudice - ai nostri concittadini che sono sempre al nostro fianco nelle strategie messe in campo in tema di sostenibilità ambientale e ci danno la possibilità di raggiungere traguardi importanti come ad esempio la raccolta differenziata che ci vede tra i primi comuni siciliani ben oltre il 75%, così come la Bandiera Lilla, inerente l’accessibilità al turismo, ottenuta per la prima volta quest’anno come secondo comune siciliano.”

Alla cerimonia tenutasi oggi a Roma presso la sala convegni del CNR oltre il Sindaco e deputato regionale Danilo Lo Giudice, erano presenti l’Assessore alla cultura Annalisa Miano e il consigliere comunale Santino Veri.

Pubblicato in Attualità

È ufficialmente iniziato il countdown per il taglio del nastro della prima edizione dello Street Food di Primavera.

Mancano infatti esattamente trenta giorni all’avvio dell’esperienza gastronomica che mira a diventare un nuovo appuntamento di richiamo per la riviera jonica messinese.

Il prossimo 25 aprile appuntamento dunque con la kermesse enogastronomica che fino a domenica 28 aprile ospiterà le eccellenze della gastronomia siciliana.

La scelta dell’organizzazione, “Fratellone” con Claudio Prestopino e “ People on the Move” con la collaborazione di Francesco Sturniolo, è ricaduta su alcune delle aziende più importanti del panorama culinario dell’Isola.

Tra queste l’azienda agrituristica “Il Vecchio Carro” situata a Caronia (ME), nel territorio del Parco dei Nebrodi che ha recentemente ottenuto il premio come “miglior trattoria Best in Sicily” dal giornale di enogastronomia Cronache di Gusto oltre ad essere stato scelto dal Gambero Rosso come norcineria di eccellenza che scommette sui maiali rustici. Sarà presente anche La Ruota con i suoi tradizionali “pidoni”  e l’Hosteria delle Palme con l’hamburger di suino nero. Questi alcuni dei protagonisti della prima edizione dello Street Food di Primavera di Santa Teresa di Riva.

Le pietanze di strada accompagneranno i visitatori in un vero e proprio viaggio del gusto  tra cibi prelibati,  musica e divertimento.

Particolarmente significativa la collaborazione con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Danilo Lo Giudice.

L’amministrazione mira ad offrire alla città un evento di prestigio ma anche e soprattutto a creare un circuito virtuoso in grado di incrementare l’indotto turistico.

A tal fine proprio per il week end dello Street Food di Primavera le strutture ricettive del territorio offriranno pacchetti particolarmente vantaggiosi.

 

 

Pubblicato in Intrattenimento

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI