Super User

Super User

A Francavilla di Sicilia, dal 1° novembre orario continuato e prolungato al MAFRA, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18. A una settimana dall’apertura del nuovo Museo Archeologico di Francavilla di Sicilia, e incoraggiati dagli entusiastici commenti dei numerosi visitatori, il Parco Naxos Taormina e il Comune di Francavilla hanno concordato di prolungare l’orario delle visite che, a partire da domenica 1 novembre, sarà continuato: dalle 10 del mattino e fino alle 18 del pomeriggio, mentre ogni mercoledì l’archeologa del Parco, Maria Grazia Vanarìa, sarà a disposizione ogni ora per visite guidate gratuite.

Una formula, quella dell’orario continuato e prolungato, che assimila il MAFRA di Francavilla agli altri siti gestiti dal Parco: il Teatro Antico di Taormina, Isola Bella e Museo e Area Archeologica di Naxos.

La decisione di rimodulare gli orari è stata presa di comune accordo dalla Direttrice del Parco, l’archeologa Gabriella Tigano, insieme con il sindaco Vincenzo Pulizzi, rimodulando i turni del proprio personale.

“Confortati dal riscontro e dal gradimento dei visitatori – spiega la Tigano – abbiamo riprogrammato i turni dei nostri custodi che coprono il servizio della domenica e che già prima dell’inaugurazione avevano dato la disponibilità a lavorare nella sede di Francavilla. Mentre l’amministrazione comunale ha riorganizzato gli orari del proprio personale, prolungando la presenza nei turni infrasettimanali di loro competenza. Siamo molto orgogliosi del successo che questo museo ha riscosso già dai primi giorni dall’apertura, grazie alla sua innovativa impaginazione e al linguaggio semplice con cui si accosta al grande pubblico. Come Parco, grazie alla proficua sinergia con il Comune, manteniamo l’impegno a sostenere lo sviluppo in chiave turistica di Francavilla e della Valle dell’Alcantara”.

Fino al 6 gennaio 2021 l’ingresso al MAFRA sarà gratuito. Tutte le sale sono accessibili dai visitatori a mobilità ridotta. Per prenotare la visita e la visita guidata con l’archeologa del mercoledì è gradita la prenotazione al numero 0942-388.028. Lunedì chiuso.

Il primo cittadino Danilo Lo Giudice ha informato la cittadinanza di aver avuto comunicazione da parte di Asp di due nuovi casi positivi a Santa Teresa di Riva. Salgono dunque a 5 i totale le persone positive al Covid-19 residenti nel comune jonico. Si tratta di due persone che appartengono allo stesso nucleo familiare, gli altri 3 casi invece non sono apparentemente collegati tra loro. Da parte del sindaco Lo Giudice l'appello a mantenere sempre alta l’attenzione, osservando le prescrizioni e  soprattutto utilizzare la mascherina. Infine un appello ai più giovani " affinché siano più attenti, più responsabili nel rispettare delle misure di contenimento del contagio...in modo particolare nell’utilizzo della mascherina. Solo attraverso la responsabilità, afferma Lo Giudice,  possiamo vincere questa sfida, avendo rispetto di noi stessi ma soprattutto degli altri."

L'analisi del presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro e del Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza sull'andamento dei contagi in Italia

Il primo cittadino di Taormina Mario Bolognari ha risposto con una nota alle richieste di chiarimenti avanzate da parte dei rappresentanti dei genitori Plesso di via Francavilla Trappitello. In particolar modo i genitori avevano evidenziato la situazione di disagio che si era creata in seguito ad alcuni casi di positività registrati presso il plesso di Trappitello.

“La competenza della gestione dell’emergenza sanitaria dei plessi scolastici, spiega Bolognari, non è attribuita al Sindaco, ma alle autorità sanitarie (attraverso l’USCAS) che prescrivono le misure da adottare alle autorità scolastiche. Tuttavia, prosegue Bolognari non mi sottraggo a qualche valutazione e, se del caso, a qualche intervento ritenuto necessario per la tutela della salute pubblica. In generale, coloro che hanno avuto contatti con persone risultate positive devono porsi in quarantena per quattordici giorni, senza effettuare il tampone; al termine dei quattordici giorni, se non sono insorti sintomi, si può tornare in classe. Se si vuole risolvere prima il problema, al decimo giorno bisogna effettuare il tampone; in caso di risultato negativo, si torna in classe.

Quindi gli alunni delle classi interessate dovevano seguire questa procedura. Invece, i fratelli degli alunni che hanno avuto contatto con un positivo, quindi nel caso di un contatto indiretto non devono fare nulla e possono continuare a frequentare la scuola, a meno che nel frattempo il loro fratellino risulti positivo.

In definitiva, la corsa al tampone è inutile, tranne nei casi veramente in cui è indispensabile per tracciare la diffusione del virus. Ritengo che le disposizioni date dalle autorità sanitarie per la gestione del plesso di Trappitello siano in linea con le regole generali che valgono per tutta l’Italia. Pertanto, vigilerò sulla effettiva attuazione di quanto previsto dal protocollo. Mi risulta anche che l’autorità scolastica abbia scelto la procedura accelerata, cioè il tampone al decimo giorno. Restiamo in attesa del risultato. Non ritengo che vi siano le condizioni per accogliere, allo stato attuale delle cose, la richiesta di chiusura totale del Plesso, non prevista da nessun protocollo. Altrettanto per la richiesta di DAD, esclusa dall’ultimo DPCM e dalle direttive ministeriali.”

La Città Metropolitana di Messina, nell'ambito del Masterplan per il Mezzogiorno – Patto per lo sviluppo dell’area vasta della Città di Messina ha dato il via ai lavori di manutenzione straordinaria, messa in sicurezza e sistemazione del piano viabile delle strade provinciali n. 17 di San Francesco di Paola, n. 18 di Scorsonello e n. 18/bis di Botte.
L’importo complessivo previsti in progetto è di 800.000,00 euro di cui 618.314,69 euro per lavori soggetti a ribasso d’asta, 10.446,81 euro per oneri di attuazione dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso e 171.218,50 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione mentre l’importo complessivo dei lavori,  al netto del ribasso d’asta del 41,9089%, è di 369.652,61 euro.
Il progetto, inserito nel vigente Piano Triennale della Città Metropolitana di Messina, prevede la realizzazione di tutte le opere atte a migliorare la viabilità esistente, a favorire la mobilità attraverso la suddetta viabilità provinciale che costituisce il nodo di interscambio con la restante parte del territorio.
Gli interventi risultano di particolare importanza per i Comuni di S. Teresa di Riva e Savoca e per quelli limitrofi in quanto le zone interessate all'ammodernamento della sede viaria insistono sia sulle arterie che mettono in comunicazione le frazioni con i Comuni vicini, sia sulla restante rete stradale, con la possibilità di raggiungere agevolmente la strada statale 114 ed, attraverso essa, i restanti territori della Città Metropolitana.
I lavori mirano ad eliminare i pericoli per la transitabilità derivanti principalmente dall’irregolarità della pavimentazione stradale, che si presenta in alcuni tratti deformata, dall'assenza o inadeguatezza di protezione laterale e di segnaletica stradale, dalle frane dei pendii a monte delle strade provinciali.
Nell’esecuzione delle attività di manutenzione e messa in sicurezza si provvederà, in via prioritaria, al disgaggio di elementi pericolanti ed all’eliminazione di frane, che potrebbero occupare parte della carreggiata, ed alla demolizione delle strutture pericolanti, per procedere, successivamente, alla realizzazione dei parapetti di delimitazione della sede stradale. Inoltre sarà realizzato il rifacimento di alcuni tratti di pavimentazione stradale, l’accrescimento della visibilità nei tratti in curva, la realizzazione di parapetti di delimitazione delle scarpate, la collocazione della segnaletica verticale di pericolo, di limitazione di velocità e della relativa segnaletica orizzontale, la realizzazione di muri in pietrame o cemento, la pulitura di cunette, tombini, pozzetti e caditoie perla raccolta delle acque meteoriche, la realizzazione di gabbionate per il contenimento dei versanti instabili a stretto contatto con le zone di immediata giacitura dell’arteria stradale.
Il Responsabile Unico del Procedimento è l'ing. Anna Chiofalo, i progettisti sono l'ing. Giovanni Lentini (Direttore dei lavori) ed i geometri Giovanni Pinto (Direttore operativo), Francesco Cristaudo (Ispettore di cantiere) e Domenico Stornanti.

Venerdì, 23 Ottobre 2020 16:05

DIRETTA. INSTAGRAM AL TRAMONTO

Il live talk di presentazione dell’ultimo libro di Paolo Landi, “Instagram al Tramonto”, che si doveva tenere a porte chiuse, oggi pomeriggio alle 17 a Taormina, nel salone del Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, alla luce del peggioramento della situazione nazionale, a causa dell’emergenza Coronovirus, e in particolare in alcune regioni come la Lombardia, che non rendono sicuri i collegamenti, e volendoci attenere alle indicazioni generali del Governo di limitare gli spostamenti all’essenziale, è stato  trasmesso interamente in remoto, e non in presenza,   sulle pagina Facebook dell’Associazione Ulisse e JonicaReporter.

A partire dalle 17, e prima dell’inizio della presentazione su Fb, Silvia Berri, nel suo profilo Instagram, in diretta, ha fatto una preview, in collegamento prima con l’autore e, subito dopo, con il professore Francesco Pira. I tre relatori, poi, hanno animato il dibattito online successivo, su Facebook.

L’evento è stato organizzato in collaborazione con il Comune di Taormina - Assessorato alla Cultura, con il patrocinio dell’Università di Messina e con il supporto di Taormine Act (Associazione Commercianti Taormina), Associazione Ulisse di Santa Teresa Riva, la Feltrinelli Point di Messina e PVK Produzioni Video Karamella, di Antonio Grasso, che ha curato la regia e la diretta web.

Salgono a due i consiglieri comunali della Lega a Taormina. Tra le fila del Carroccio, che già vede il consigliere Antonio D’Aveni, arriva Pina Raneri, già assessore e vicesindaco della città ionica.

A sancire l’adesione di Raneri al progetto di Matteo Salvini l’incontro stamane con il commissario della Lega in provincia di Messina Matteo Francilia.

“A Taormina - sottolinea Francilia - la Lega cresce numericamente ma anche in qualità. L’adesione del consigliere Raneri oltre a rafforzare la nostra presenza in consiglio comunale ci consente di costruire una squadra di alto livello per impegno e competenze e di realizzare quell’apertura alle energie migliori del territorio che ci ha indicato il nostro segretario regionale Stefano Candiani”.

E’ stato sorpreso alle 05.00 di stamani all’interno di un ristorante di Taormina da un poliziotto in servizio presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza di quel centro.

L’agente, libero dal servizio, ha notato l’uomo e subito compreso quanto stava accadendo. Qualificatosi, ha intimato al ladro di fermarsi e lo ha bloccato nonostante un iniziale tentativo di fuga.

Aveva già razziato il contenuto della cassa automatica forzandola e stava rovistando dentro la sala principale dell’esercizio commerciale. Nei pantaloni nascondeva gli arnesi con cui aveva verosimilmente manomesso porta d’ingresso e cassa.

Tratto in arresto per furto aggravato, sarà giudicato stamani con rito direttissimo. La somma trafugata, circa 130 euro, sarà riconsegnata al legittimo proprietario. In corso ulteriori accertamenti per stabilire eventuali responsabilità in merito ad altri furti perpetrati con le stesse modalità nei giorni scorsi.

Ancora nuovi interventi del Consorzio Autostrade Siciliane per migliorare e mettere in sicurezza la Messina Catania. Da oggi (venerdì 23 ottobre) si lavorerà, in entrambe le direzioni. anche per il ripristino e la manutenzione delle barriere e dei cordoli ammalorati in corrispondenza dei viadotti Fago, Tagliaborse I-II-III e del sottopasso della strada provinciale 49/I.
 
Pertanto, sino al 21 aprile del prossimo anno, vigerà in entrambe le direzioni la parzializzazione del tratto compreso tra il km. 61,780 e il km. 55,076, mediante una chiusura alternata delle corsie di emergenza, marcia e sorpasso.
 
Per la sicurezza di tutti i viaggiatori e in ossequio alle disposizioni ministeriali, si raccomanda sempre il rispetto della segnaletica stradale, dei limiti di velocità e il divieto di sorpasso sul tratto autostradale interessato.

Nelle scorse ore è giunta al Comune di Taormina, come a tanti altri comuni della Sicilia orientale, una comunicazione da parte dell’Amministrazione giudiziaria della Sicula Trasporti Spa, che gestisce la discarica di contrada Grotte San Giorgio, nel territorio del comune di Lentini. Il contenuto della stessa riguarda il fatto che “tra la fine di marzo e gli inizi dell’aprile 2021 raggiungerà la sua capienza massima e non potrà più accettare alcun conferimento”. Vale la pena di ricordare che tale discarica accoglie la frazione organica, mentre la parte secca dei rifiuti viene conferita presso la discarica di contrada Coda Volpe, nel territorio di Catania. Anche per quest’ultimo impianto viene fatta una previsione estremamente preoccupante: “resterà regolarmente in funzione, ferma però sempre la necessità di individuare altro sito, anche estero, ove trasferire il secco e l’umido ottenuto”.

"La previsione, afferma il sindaco Bolognari, è particolarmente preoccupante e rende necessaria una iniziativa del Governo regionale al fine di scongiurare l’invio all’estero dei rifiuti siciliani e che comunque si determini una situazione grave per la salute pubblica. Immagino, aggiunge il primo cittadino di Taormina, che i comuni coinvolti dovranno raccordarsi per studiare una strategia comune per il superamento di questa emergenza, che, nonostante manchino ancora cinque mesi al collasso, resta urgente."

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI