TAORMINA. PARTY ESCLUSIVO DI DOLCE E GABBANA PER OKSANA MARCHENKO E VIKTOR MEDVEDCHUK

TAORMINA. PARTY ESCLUSIVO DI DOLCE E GABBANA PER OKSANA MARCHENKO E VIKTOR MEDVEDCHUK In evidenza

Viktor Medvedchuk e  la moglie Oksana Marchenko, stella della tv ucraina a Taormina per il docu film  “Revealing Ukraine”, con le interviste realizzate da Oliver Stone sono stati protagonisti di un esclusivo party che si è tenuto ieri sera al Timeo.

Per l’occasione la terrazza del noto albergo si è trasformato in un set omaggio alla Sicilia.

Il party è stato firmato dagli stilisti Dolce e Gabbana.

Le luminarie delle feste di paese, i carretti siciliani, le ceramiche, i sapori e i profumi della nostra terra per una esclusiva “A Sicilian Dinner with Oksana and Victor”. Dalla scelta dei vini a quella delle portate tutto è stato pensato per omaggiare la Sicilia.

 

Ad intrattenere gli illustri ospiti un gruppo folk con la musica e i canti della tradizione siciliana che ha coinvolto Oksana che, tolte le scarpe, ha ballato con lo stilista Dolce sulle note di una tipica tarantella. Il tutto è stato documentato dalla stessa Oksana sul suo profilo instagram che conta oltre 150 mila followers.

 

 

 

000
Letto 1663 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA FILM FEST 2021. Il grande cinema al Teatro Antico dal 27 Giugno al 3 Luglio 2021

    Verrà inaugurata il 27 Giugno al Teatro Antico la 67ma edizione del Taormina Film Fest, fra i più antichi e prestigiosi Festival del cinema a livello internazionale. Prodotto e organizzato da Videobank Spa nell’ambito di un mandato triennale - su concessione della Fondazione Taormina Arte Sicilia e con il patrocinio dell’Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo della Regione Sicilia, della Sicilia Film Commission, del Comune di Taormina e del MIBACT - il Festival accenderà i riflettori del Teatro Antico sul grande cinema dal 27 Giugno al 3 Luglio 2021.

    In un anno particolarmente significativo per il cinema mondiale, il Taormina Film Fest si presenta con una Direzione Artistica rinnovata e, per la prima volta, composta da tre note firme del giornalismo e della critica cinematografica: Francesco Alò (Il Messaggero, BadTaste.it),  Alessandra De Luca (Avvenire, Ciak) e Federico Pontiggia (La Rivista del Cinematografo, Il Fatto Quotidiano, Movie Mag). Una squadra di esperti già al lavoro con il Coordinatore Generale Gida Salvino, autrice televisiva di lungo corso, per definire la linea editoriale e il programma di questa 67ma edizione.

    Al debutto di questa nuova sfida, Videobank desidera ringraziare Leo Gullotta, il Direttore Artistico che ha portato a termine il suo incarico alla guida della passata edizione. E un grazie al Condirettore Francesco Calogero, per il suo impegno in una difficile stagione per l’industria cinematografica.

    Nel 2021 si torna quindi al Teatro Antico che, con i suoi 4.500 posti, si configura come uno dei cinema all’aperto più grandi e certamente più affascinanti del mondo, tempio delle arti e ideale luogo di incontro fra cinema e glamour, cultura e spettacolo. 

  • TAORMINA FILM FEST. VIDEOBANK LAVORA ALLA NUOVA EDIZIONE. ECCO LE NOVITA’

    Nell’imminenza della presentazione della nuova squadra che guiderà la 67esima edizione del Taormina Film Fest, Videobank desidera ringraziare chi, durante la scorsa straordinaria manifestazione svoltasi dall’11 al 19 luglio 2020, ha contribuito alla sua ottima riuscita: Leo Gullotta. Il pluripremiato attore ha guidato la passata edizione portando a termine il suo incarico con impegno e generosità in un momento d’emergenza nel quale si preannunciava l’annullamento del festival, così contribuendo a sostenere quella speranza che noi tutti avevamo in cuore.

    Allo stesso modo Videobank esprime gratitudine a Francesco Calogero che, nelle condizioni di grande incertezza che hanno caratterizzato e ancora caratterizzano l’industria cinematografica, ha saputo lavorare con appassionata professionalità e competenza immaginando e licenziando un concorso di assoluto valore.

    Emerge dunque con certezza che non saranno Leo Gullotta e Francesco Calogero a guidare la nuova edizione del Taormina Film Fest. Videobank ringrazia le istituzioni nazionali, regionali e locali, gli sponsor privati e tutti coloro che hanno sostenuto e sostengono il festival di Taormina, senza dimenticare il pubblico che ha sempre seguito questo importante patrimonio della Sicilia.

     

  • TAORMINA. Il Mibact azzoppa Taormina Film Fest, tagliati del 70% i contributi del 2020

    Il Mibact azzoppa il Taormina Film Fest. Tagliati del 70% i contributi ministeriali alla storica manifestazione che, con 66 anni di storia, è il secondo festival cinematografico d'Italia dopo la Mostra del Cinema di Venezia che di stagioni ne conta 77. A fronte dei 160.000 euro assegnati nel 2019, quest'anno il contributo si è fermato a 50.000 euro.

    A denunciare l'inspiegabile riduzione – annunciando di aver già avanzato richiesta di accesso agli atti tramite il proprio ufficio legale - è Lino Chiechio, General Manager di Videobank, società titolare della concessione del marchio TFF per il triennio 2020-2022 e che, proprio per questa edizione 2020 svoltasi dall'11 al 19 luglio, per garantire la continuità dell'evento nonostante le criticità legate alle misure anti-covid, ha messo a punto un format completamente nuovo e dematerializzato. Bypassando, infatti, le limitazioni logistiche a Taormina e l'inevitabile riduzione di pubblico per lo stop al turismo internazionale per questa edizione 2020 Videobank ha traghettato la programmazione in streaming su MYmovies e dunque condividendo con una ben più ampia platea di cinefili, composta dalla community internazionale del web, il ricco cartellone dei film in concorso dove figuravano 11 anteprime mondiali, 12 internazionali e 19 nazionali, trasmesse in lingua originale

    "Siamo stupefatti da questa clamorosa e ingiustificata riduzione di contributi da parte del Mibact – commenta Chiechio – non solo nei confronti di un festival come quello di Taormina che ha una lunga e gloriosa tradizione alle spalle, ma anche in considerazione delle risorse assegnate a manifestazioni con una storia meno radicata e con programmazioni meno complesse, anche in termini di pellicole inedite, del Tao Film Fest. Non si comprende l'iter logico giuridico adottato dalla commissione assegnatrice nel ripartire le somme. Nel richiedere l'accesso agli atti, ci auguriamo che si tratti di una vistosa "distrazione" alla quale si possa presto porre rimedio".

    Un'analisi comparata fra le varie manifestazioni che hanno partecipato al bando Mibact 2020 conferma l'analisi di Chiechio: su 82 festival associati all'AFIC (Associazione Festival Italiani di Cinema), 58 hanno ricevuto dal Mibact lo stesso contributo del 2019, 15 un aumento, 9 una decurtazione. Taormina Film Fest è l'unico, tra i 9 che hanno subito una decurtazione, ad aver subito un taglio del 70%.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI