È stato presentato domenica 11 LUGLIO, presso il giardino di Villa Crisafulli-Ragno, la quinta pubblicazione dell’appena 25enne Mariapia Crisafulli. “La vita là fuori”, raccolta di poesie edita da Macabor, ha ricevuto il proprio “battesimo” grazie ad un evento organizzato dal comune di S. Teresa di Riva, in collaborazione con alcune associazioni del territorio (Archeoclub Area Ionica, Unitrè, Il paese di fronte al mare e Avis) e col patrocinio dell’Osservatorio dei beni culturali dell’Unione.

Una serata di poesia, musica e riflessioni che ha fatto da apripista alla finale dell’Europeo di calcio.

L’incontro è stato moderato dall’assessore di S. Teresa di Riva, Annalisa Miano, la quale ha sottolineato “l’importanza di riaprire Villa Ragno dopo la pandemia insieme ad alcune associazioni molto attive a S. Teresa di Riva e presentando un libro di una santateresina che, malgrado la giovane età, costituisce già un vanto”. 

Gli interventi sono stati intermezzati da momenti musicali affidati alla giovane e talentuosa Barbara Ceccio, con l’assistenza tecnica di Magic Sound.  

Dopo i saluti di Nina Foti, presidente dell’Osservatorio Beni Culturali, Melina Patanè, presidente dell’associazione “Il paese di fronte al mare”, ha iniziato ad esplorare il libro, evidenziando soprattutto come dalle poesie emerga  il percorso di crescita dalla stessa autrice, la quale, peraltro, aveva presentato, a soli sedici anni, il suo primo libro proprio al “Caffè d’arte” gestito dall’associazione presieduta dalla Patanè. Un percorso che riflette anche una ricerca interiore e letteraria di cui “queste belle rime costituiscono una testimonianza”.

Santino Albano, presidente di Unitrè, si è occupato dell’aspetto letterario, evidenziando gli influssi classici che ispirano poesie e tematiche della Crisafulli, l’accostamento al modo di vedere il mondo che fu di Pasolini e alla poetica che si rintraccia in Giorgio Caproni.

Filippo Brianni, presidente di Archeoclub Area Ionica, ha invece “intervistato” l’autrice sugli spunti principali che offrono le varie poesie e sulle scelte, poetiche, grafiche e tematiche.

 

L’AUTRICE

Mariapia Crisafulli, 25 anni, studentessa di Storia e Relazioni internazionali all’Università di Catania.  Prima di “La vita là fuori”, aveva pubblicato due raccolte di poesie (“Un’altra notte d’emozioni”, Kimerik editore e “Come un’Odissea”, Macabor editore), una raccolta di racconti (“Odos, storie di strade”, Cavinato editore) e curato "Il ritorno di Madama Meraviglia", una raccolta di racconti per ragazzi. Numerosi i premi ed i riconoscimenti che fanno di Mariapia Crisafulli una delle figure più promettenti della cultura della riviera jonica. Da qualche anno collabora con riviste di critica letteraria

Pubblicato in Cultura

La Misericordia di Letojanni, aderente al GIJ, da anni è sensibile alle richieste del territorio e della gente che la sostiene. Sempre nell'ambito della formazione, sabato 18 maggio 2019 alle ore 15.30 a Villa Ragno grazie alla disponibilità concessa dal Comune di Santa Teresa di Riva, organizza un incontro "Bimbi Sicuri" ove si parlerà della sicurezza dei nostri bambini. "Stiamo puntando alla figura dei First responders laici, dichiara Alessandro D'Angelo, Governatore della Misericordia di Letojanni, quali figure che possano dare il primo soccorso ammortizzando i tempi in attesa dei soccorsi sanitari. Solo facendo conoscere "cosa fare o anche cosa non fare", si rende il popolo delle mamme, nonne, papà ed insegnanti, parte attiva in momenti di emergenza. Ma la vera vittoria punta sulla prevenzione." Hanno immediatamente dato riscontro all'evento la Drssa Daria Caminiti, la Dr.ssa Eleonora Di Tommaso e la Drssa Laura Giannetto. sarà presente Marco Cerminara, istruttore Nazionale Salvamento Academy. L'ingresso è gratuito e a chi ne farà richiesta verrà fornito attestato di presenza.

Pubblicato in Attualità

La Croce Rossa italiana sezione Roccalumera-Taormina organizza in collaborazione con l’amministrazione di Santa Teresa di Riva un incontro formativo sulle di disostruzione delle vie aeree in età pediatrica ed adulta.

Si tratta di un importante momento istruttivo in programma per giovedì 7 febbraio alle ore 17,30 a Villa Ragno al quale tutta la comunità è invitata a prendere parte.

La Croce Rossa Italiana da sempre si occupa di formazione e di educazione sanitaria promuovendo  su tutto il territorio nazionale percorsi informativi e/o formativi, in base alle linee guida internazionali (ILCOR) sulle Manovre Salvavita, semplici manovre che possono fare la differenza. 

Il Progetto delle Manovre Salvavita Pediatriche racchiude quei percorsi, formativi e/o informativi, che tendono, in modo coordinato, ad aiutare ciascun individuo o gruppi di persone che sono a contatto con i soggetti in età pediatrica a conoscere, ad acquisire e saper eseguire azioni e modificare i propri comportamenti per mantenere e/o migliorare la salute dei bambini.  

Un dato importante da annotare è che chi assiste ai primi momenti dell'evento di solito non è adeguatamente formato ad intervenire o richiedere l'intervento dei soccorsi qualificati.

È possibile fare la differenza partecipando ai semplici eventi formativo e/o informativi proposti dalla CRI. La partecipazione è gratuita.

Pubblicato in Attualità

Torna finalmente alla libera fruizione della cittadinanza Villa Ragno. Dopo essere rimasta off limits per mesi,  a causa dei lavori di riqualificazione energetica realizzati grazie ad un finanziamento di circa 700 mila euro concesso dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio, Villa Ragno è stata riconsegnata alla città. I lavori eseguiti hanno riguardato la realizzazione dell`impianto geotermico, un sistema che consentirà in pratica un risparmio energetico del 90% circa. “ Un risultato importante per tutta la comunità” come ha affermato il primo cittadino Cateno De Luca subito dopo il taglio del nastro effettuato a sei mani tra il sindaco e gli assessori Giovanni Bonfiglio e Annalisa Miano. Riqualificata anche l’area giochi antistante il parco di Villa Ragno. Ai giochi già presenti infatti è stata aggiunta un altalena per “bambini speciali” donata da Gianmarco Lombardo, segretario democratici riformisti. “ Sono molto felice, ha affermato Lombardo, per questa serata. Il mio ringraziamento va a tutti i tecnici e gli operai del comune che si sono impegnati nonostante i tempi molto stretti affinché l’altalena fosse installata in tempo. E’ la dimostrazione,  ha aggiunto Lombardo, che fare rete può davvero portare a risultati concreti per la cittadinanza.”  Un ringraziamento speciale da parte dell’amministrazione comunale è stato espresso anche nei confronti di Pippo Ariosto, un vero e proprio maestro dell’arte del restauro che ha eseguito gratuitamente i lavori di recupero di un imbarcazione donata a Villa Ragno e che il tempo e le intemperie avevano rovinato. La serata subito dopo il taglio del nastro è stata allietata da una manifestazione musicale che ha visto esibirsi sul palco gli allievi delle scuole di musica di S. Teresa, Acireale e Catania ed ha avuto come testimonial d’eccezione il maestro e direttore d’orchestra Beppe Vessicchio.

Pubblicato in Attualità

Sono ormai in dirittura d’ arrivo i lavori di riqualificazione energetica di Villa Ragno. I lavori, realizzati grazie ad un finanziamento di circa 700 mila euro concesso dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio, hanno riguardato la realizzazione dell`impianto geotermico. Un sistema che consentirà in pratica un risparmio energetico del 90% circa. La geotermia è la tecnologia che utilizza il sottosuolo quale serbatoio termico per riscaldare e raffrescare gli edifici e per la produzione di acqua calda sanitaria. Letteralmente geotermia significa calore dalla terra, ossia l’energia termica immagazzinata nel sottosuolo del nostro pianeta, e che nella crosta terrestre aumenta in maniera proporzionale man mano che si scende in profondità. Si tratta di una fonte di energia inesauribile, costantemente disponibile e soprattutto rinnovabile. In Sicilia al momento esistono solo 4 impianti di geotermia, due di questi sono a Letojanni  e Limina. Villa Ragno potrebbe dunque diventare un progetto pilota anche per i privati. I lavori eseguiti hanno infatti consentito di ottenere un risparmio energetico tale da far passare l’edificio da una classe energetica G ad una classe energetica B. Stamattina i tecnici della ditta che si è aggiudicata i lavori insieme alla ENERGREEN POWER srl dell`Ing. Francesco Muzzicato,  hanno effettuato un sopralluogo congiunto con l’amministrazione comunale per valutare ed illustrare gli interventi eseguiti. Tecnicamente sono state eseguite otto perforazioni ad una profondità media di 100 metri, per un fabbisogno termico di 60kW. Inoltre sono stati eseguiti lavori di coibentazione soffitto per evitare la dispersione termica, si sta procedendo alla sostituzione degli infissi nonché alla sostituzione delle vecchie lampade con corpi luminosi a led. Al sopralluogo erano presenti l’amministratore dell' impresa che ha vinto la gara d’appalto Francesco Pagliuca, l’Ing. Francesco Muzzicato della Energreen power, e i consulenti Gianfranco Spadaro e Savino Basta. I lavori eseguiti a Villa Ragno saranno oggetto di tesi da parte di due giovani ingegneri, Fabrizia Trovato e Marco Milazzo, che stanno completando il percorso di studi con un Master sull'efficientamento energetico degli edifici. Soddisfazione è stata espressa dal presidente del consiglio comunale Danilo Lo Giudice: “Siamo soddisfatti, ha affermato Lo Giudice, non soltanto per l’aspetto economico ed il risparmio dunque che l’intervento garantisce in termini di consumi energetici ma anche per le ricadute che gli interventi eseguiti avranno sull’ambiente. Rappresenta senz’altro un fiore all’occhiello per l’amministrazione comunale dal momento che in Sicilia sono solo 4 gli impianti che utilizzano la tecnologia geotermica. I lavori saranno ultimati entro il prossimo mese di luglio e, ha concluso Lo Giudice, siamo sicuri che da subito sarà possibile notare le differenze e i vantaggi di questi interventi.” 

Pubblicato in Attualità

Il Palatenda di Villa Ragno verrà consegnato alla comunità di S. Teresa di Riva entro natale 2016. Ad annunciarlo il sindaco Cateno De Luca che ha cosi risposto all’ennesima sollecitazione circa la necessità per S. Teresa di dotarsi un teatro, un polo culturale capace di rispondere alle esigenze di quanti vogliono investire tempo e risorse in queste attività. Ad accendere i riflettori sull’argomento Carlo Barbera che attraverso una lettera aperta ha evidenziato le difficoltà legate all'assenza di un teatro a Santa Teresa di Riva. “ Le soluzioni oggi disponibili , ha affermato Barbera, non sono facilmente percorribili. L'auditorium delle Ancelle Riparatrici, spiega Barbera,  non è utilizzabile a causa della mancanza di poltroncine e di una acustica adeguata. Il teatro a Santa Teresa è praticabile solo per chi può disporre dello spazio Val d'Agrò e quindi rimane una chimera per tutti coloro che vogliono confrontarsi con questa bellissima arte.  Soltanto durante la Stagione Estiva si può usufruire delle piazze.  Abbiamo chiesto la possibilità di utilizzare Villa Ragno per rappresentazioni invernali e i locali ci sono stati sempre concessi con massima disponibilità dall'amministrazione comunale, solo che pare che in quel sito non sia possibile lo sbigliettamento, per cui si possono realizzare solo spettacoli low cost.” Da qui l’appello e la richiesta di un momento di confronto per tentare di trovare “ una soluzione per permettere a tutti di poter fare spettacoli di prosa in questo paese, dove il pubblico è costretto a spostarsi per andare in altri luoghi per assistere a tali manifestazioni”. La risposta del primo cittadino Cateno De Luca non si è fatta attendere. De Luca ha infatti affermato che entro natale 2016 il comune consegnerà alla comunità il Palatenda con Villa Ragno rinnovata e riqualificata. Il progetto prevede la realizzazione di un teatro coperto con il sistema "palatenda" : in inverno al chiuso ed in estate all'aperto . L'intervento prevede: 400 posti a sedere ; palcoscenico di circa 100 mq ; doppi camerini con servizi .  L'intero giardino di villa ragno e' circa 2000 mq e l'intervento ricadrà si circa 900 mq di giardino lasciando nelle parti laterali oltre 500 mq per lato di giardino.  L'opera sarà interrata di circa 2 m rispetto all'attuale livello di calpestio del giardino al fine di mantenere integro il prospetto di Villa Ragno. Nell’attesa però che Villa Ragno venga restituita alla comunità il primo cittadino si è detto pronto ad accogliere suggerimenti e proposte. “Se avete una fattibile e praticabile idea fatevi avanti.” 

Pubblicato in Attualità

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI