Super User

Super User

La giunta municipale di Santa Teresa di Riva ha proceduto ad approvare il regolamento che disciplina gli ecopunti, erogati a tutti i cittadini che conferiscono i rifiuti differenziati presso il CCR (Centro Comunale di Raccolta ). 

“Dopo una serie di confronti costruttivi, annuncia il sindaco Danilo Lo Giudice,  siamo arrivati alla sintesi finale. Un’iniziativa volta a migliorare non solo la differenziata ma anche l’incentivo al conferimento presso il Centro Comunale di Raccolta. Adesso i direttori prevedranno le modalità attuative e dal prossimo anno si potrà concretizzare questa importante iniziativa. I conferimenti pregressi, conclude Lo Giudice, saranno tenuti in considerazione ai fini dell’attribuzione dei punteggi.”

“Il meccanismo, spiega l’assessore all’ambiente Gianmarco Lombardo, è molto semplice. Il conferimento diretto di alcune tipologie di rifiuti comporterà l’assegnazione di un punteggio per ogni chilogrammo di rifiuto riciclabile. I punti sono attribuiti, esclusivamente alle utenze domestiche che conferiscono i rifiuti di imballaggi di carta e cartone, di vetro e di plastica. Il punteggio accumulato viene convertito in Euro.”

Tale importo sarà spendibile dall’utente in rimborsi per le seguenti tipologie di servizi forniti dal Comune di Santa Teresa di Riva:

  • nella scheda prepagata per l’utilizzo alla Casa dell’Acqua;
  • l’equivalente dell’importo accumulato in buoni pasto per la Mensa scuola del comune di Santa Teresa di Riva
  • l’equivalente dell’importo accumulato in biglietti per il parcheggio nelle strisce blu del comune di Santa Teresa di Riva.

L’utente beneficiario di tale rimborso dovrà presentare una domanda dal 01 Marzo al 31 Maggio dell’anno successivo all’anno in cui sono maturati i punti.

Il comune provvederà a ricaricare le card della casa dell’acqua e/o a consegnare i buoni pasto mensa o ai biglietti dei parcheggi.

Per ogni chilogrammo di rifiuto conferito verrà riconosciuto un rimborso pari a 0,03 € (3 centesimi di Euro) per ogni punto ricevuto come da elenco successivo:

  • 1 Punto per ogni Kg di rifiuto imballaggio di CARTA
  • 1 Punto per ogni Kg di rifiuto imballaggio di VETRO
  • 2 Punti per ogni Kg di rifiuto imballaggio di CARTONE
  • 5 Punti per ogni Kg di rifiuto imballaggio di PLASTICA

“Quindi, prosegue Lombardo, differenziare, oltre ad essere un obbligo morale e legislativo, è un modo di risparmiare. Più differenziata, più incentivi. Un grazie, conclude l’assessore Lomabrdo, va al Comitato Jonico Beni Comuni per il confronto costruttivo, ai Comitati di quartiere, ai Consiglieri Comunali e agli uffici per il supporto.”

 

Che ruolo avevano i teatri di pietra nella fondazione e nell’identità di una città? E’ la domanda cui si tenterà di rispondere domenica 6 ottobre, in occasione della passeggiata archeo-filosofica intitolata “L’ombra di Diòniso” e in programma dalle 11.30 fra le mura e le gradinate del Teatro Antico di Taormina.

L’iniziativa rientra fra gli eventi collaterali del Parco Archeologico Naxos Taormina promossi in occasione della prima domenica del mese, quando l’ingresso nei siti del parco (Teatro Antico, Isola Bella, Museo e Area Archeologica di Naxos) è gratuito per tutto il giorno. La passeggiata archeo-filosofica di domenica prossima segue quella del 1° settembre, quando il filosofo Angelo Tonelli inaugurò questo ciclo di appuntamenti al Parco organizzati nell’ambito di “Comunicare l’Antico”, cartellone curato da Fulvia Toscano (docente e direttore artistico di NaxosLegge) con dibattiti e incontri periodici con il mondo della cultura, dell’arte e degli atenei siciliani nei siti del Parco Naxos Taormina. L’appuntamento è per le 11.30, alla biglietteria di via Teatro Greco.

A guidare i visitatori fra i vari ambienti del Teatro Antico di Taormina saranno l’archeologo e primo ricercatore CNR Massimo Cultraro e la stessa Toscano. A Cultraro il compito di illustrare la storia e il ruolo del teatro per i greci che qui, tramite le tragedie di Eschilo, Sofocle ed Euripide vi rappresentavano tutti gli aspetti della vita umana. Nel corso della passeggiata si ripercorrerà la storia dei teatri e il loro ruolo strategico come spazi di aggregazione, di espressione del pensiero e dunque di identità culturale sia nel mondo greco che, di conseguenza, nelle comunità di origine greca che erano le colonie in Sicilia. Fulvia Toscano sottolineerà alcuni momenti cruciali dell’esposizione di Cultraro con la lettura di brani dall’opera “La nascita della tragedia” del filosofo Friederich Nietzsche: un viaggio dall’antichità fino ai nostri giorni, con spunti di riflessione sul mondo dionisiaco – Diòniso è il dio dell’ebbrezza, della musica sfrenata, della danza e dell’estasi – e sul suo ruolo nella società di ieri e di oggi.

E con ottobre ripartono i laboratori didattici a cura di Civita Sicilia, società che gestisce i servizi aggiuntivi del Parco. Due gli appuntamenti di domenica 6 ottobre formulati per i bambini, entrambi alle 10.30 del mattino e al costo di 3 euro a partecipante (prenotazioni al nr. 335 7304378).  A Taormina, negli spazi del Teatro Antico, il tema sarà “Greci, teatri e panorami”: lo sguardo di noi contemporanei sulla bellezza mozzafiato del paesaggio tra mare ed Etna scelto dai nostri avi per fare da fondale alle rappresentazioni teatrali e alla vita della comunità; a Naxos, sempre alle 10.30, appuntamento al bookshop del Museo Archeologico per “Epigrafista per un giorno”: si impareranno i rudimenti di simboli e segni dell’alfabeto greco e i bambini potranno incidere su una tavoletta il proprio originale messaggio ai posteri.

I siti saranno aperti con orario continuato dalle 9 del mattino fino a un’ora prima del tramonto

Info pubblico 0942 51.001 – 0942 628.738

  • Acquisto biglietti online qui, a cura di Aditus Culture, concessionario dei servizi aggiuntivi
  • Parco Archeologico Naxos Taormina su Youtube   Facebook
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.parconaxostaormina.com

 

Giovedì, 03 Ottobre 2019 07:48

TAORMINA. RITROVATA LA TARGA MONOLITE RUBATA

È partito tutto da una segnalazione su whatsapp dello scorso agosto. Un profilo Instagram pubblicava una foto raffigurante una delle due targhe in alluminio installate sui monoliti antiterrorismo posizionati in corrispondenza dell’arco di porta Messina e di porta Catania e raffiguranti il Minotauro e la scritta Città di Taormina . Alla fine di agosto ignoti infatti avevano asportato le due targhe che risultavano attaccate su uno dei lati dei due blocchi in cemento. A seguito di intensa attività investigativa condotta dal vice comandante Daniele Lo Presti si riusciva a risalire all’utente del profilo Instagram in questione (risultato essere un giovane catanese di anni 26 residente nella cittadina di Misterbianco). Sentito dalla polizia locale il giovane dichiarava di aver scattato la foto pubblicata su Instagram in una via di Misterbianco in corrispondenza della statua del beato Cardinale Dusmet. La polizia locale con l’ausilio dei colleghi di Misterbianco, una volta portatisi sui luoghi indicati dal ragazzo, rinvenivano la targa, risultata un po’ malconcia, ancora perfettamente integra e utilizzabile. Gli autori del gesto sono rimasti ignoti.

Nell’ambito della campagna "Puliamo il mondo" il circolo Legambiente di Taormina in collaborazione con le scuole IC1 di Mazzeo, Trappitello, Taormina centro e la Polizia Locale ha proceduto alla bonifica di diverse aree presenti sul territorio comunale.

Lo scorso 27 settembre con le scuole di Mazzeo impegnate nel loro percorso "plastic free" i rappresentanti del locale circolo hanno illustrato il “global strike for climate change", l'ordinanza "plastic free" del comune di Taormina, il percorso per ottenere la bandiera blu e preceduto alla pulizia della spiaggia di Mazzeo.

Un altro momento importante quello di ieri quando con gli alunni delle scuole medie di Trappitello si è proceduto alla pulizia del torrente Santa Venera. Un’azione concreta svolta in collaborazione con la Polizia Locale di Taormina e preceduta da un confronto sulle problematiche legate alla presenza delle microdiscariche e sulle attività illegali di deposito rifiuti in aree non autorizzate. Gli agenti della Polizia Locale hanno poi proceduto a spiegare la normativa che regola i divieti e l’attività di bonifica richiesta dalla legge.

Il prossimo appuntamento è fissato per martedì 15 ottobre con le classi delle scuole medie di Taormina centro per procedere alla pulizia del sentiero.

“Le giornate della salute” sono giunte al decimo appuntamento. L’iniziativa di prevenzione rivolta alla terza età, promossa dalla dr.ssa Daria Caminiti, medico-chirurgo specialista in otorinolaringoiatria ed esperta in allergologia, ed organizzata nei locali della Casa di Soggiorno per Anziani “Carlo Zuccaro” di Taormina, sta riscuotendo una notevole partecipazione da parte della cittadinanza. «I cittadini taorminesi ma anche dei centri limitrofi - ha evidenziato la dr.ssa Daria Caminiti - hanno risposto positivamente a queste giornate di  prevenzione dedicate alle patologie che interessano da vicino i meno giovani. Ma non solo, ha visto anche l’entusiastica adesione di tanti specialisti che hanno messo a disposizione la loro professionalità e il loro tempo, dei volontari dell’associazione Misericordia “San Giuseppe” di Letojanni oltre che di numerose amministrazioni locali. La decima giornata ha visto impegnati una parte degli specialisti dell’equipe del Centro Siciliano Acufene e del Gruppo Medicina del Sonno a dimostrazione che la collaborazione tra professionisti dà sempre ottimi risultati in ogni ambito medico».

Il decimo appuntamento delle “Giornate della salute” è stato dedicato alla prevenzione in ambito odontoiatrico e gnatologico, e di conseguenza anche osteopatico e posturologico. La dr.ssa Crisitina Vitale, specialista in ortognatodonzia, con il supporto dell’osteopata Gianluca Barca e della posturometrista Angela Toscano, ha valutato i pazienti con problematiche ortodontiche che in alcuni casi presentavano anche malocclusioni e disfunzioni dell’articolazione temporo-mandibolare. «Le patologie che si oggi riscontiamo nei pazienti della terza età – ha spiegato la dr.ssa Cristina Vitale -derivano in larga parte dall’assenza di prevenzione. Sessant’anni fa non c’era un’attenzione particolare alla cura della bocca, di conseguenza oggi questi pazienti presentano l’assenza di molti elementi dentari. La mancanza dei denti crea dei disturbi al corretto funzionamento dell’articolazione temporo-mandibolare con un alterazione delle funzioni masticatorie e fonatorie. Considerando il paziente nella sua globalità, queste problematiche nella cavità orale si ripercuotono anche sulla postura, per questo è importante un approccio multidisciplinare che vede la collaborazione tra odontoiatra, gnatologo, osteopata e posturometrista. Per evitare l’insorgenza di queste patologie in età adulta bisogna cominciare a prendersi cura dei denti fin da bambini».

Il trattamento dei disordini temporo-mandibolari è complesso e richiede spesso la collaborazione di altre figure professionali, tra cui ortodontisti, osteopati e posturometristi che collaborano con lo gnatologo. «L’osteopata lavora spesso in sinergia con l’ortognatodontista – sottolinea il dr. Gianluca Barca - in quanto qualsiasi intervento che riguarda l’occlusione dentale comporta come conseguenza un adeguamento posturale. La mandibola è un importante recettore del sistema posturale e quando si trova in disfunzione può avere ripercussioni su tutto l’apparato stomatognatico. Nei pazienti della terza età l’osteopata può essere di grande aiuto per migliorare la mobilità, per cercare di  ridurre e gestire la fase infiammatoria e il dolore e per limitare l’assunzione di farmaci».  Nella diagnosi l’ortognatodontista si avvale anche del posturometrista per valutare eventuali squilibri posturologici e stabilometrici nei pazienti affetti da malocclusioni e disfunzioni dell’articolazione temporo-mandibolare. «La pedana posturo-stabilometrica - spiega la dr.ssa Angela Toscano – permette il rilevamento e l’analisi delle condizioni posturali del paziente in modo non invasivo. I dati raccolti serviranno allo specialista per programmare un percorso terapeutico adeguato alle esigenze del paziente in base alla patologia riscontrata».


Il prossimo appuntamento con le “Giornate della Salute” è previsto per sabato 26 ottobre e sarà dedicato alla prevenzione in ambito nefrologico e cardiologico mediante valutazione clinica e laboratoristica del rene e del cuore. A partire dalle 8.30 nei locali della Casa di Soggiorno per Anziani “Carlo Zuccaro” di Taormina il dr. Gaetano Montalto, specialista in nefrologia, e il dr. Giuseppe Cinnirella, specialista in cardiologia, effettueranno screening e controlli gratuiti rivolti soprattutto alla terza età.
Le Giornate della Salute hanno ottenuto il patrocinio della Fraternita Misericordia “San Giuseppe” di Letojanni e dei comuni di Taormina, Antillo, Castelmola, Francavilla di Sicilia, Gaggi, Gallodoro, Giardini Naxos, Graniti, Forza d’Agrò, Letojanni, Mojo Alcantara, Mongiuffi Melia, Randazzo, Roccella Valdemone, San Teodoro, Santa Teresa di Riva e Sant’Alessio Siculo. Media partner delle “Giornate della Salute” è la Maurfix Srl, agenzia di comunicazione e strategia digitale di Roma, con sede operativa anche a Taormina (www.maurfix.it).

Il consiglio comunale di Taormina riunitosi ieri sera avrebbe dovuto occuparsi anche di alcuni punti che riguardano la scuola. Ancora una volta però la discussione non ha fornito le risposte che i genitori si aspettavano.

Dura la reazione dei rappresentanti dei genitori che hanno assistito alla seduta nella speranza di avere finalmente chiarimenti.

“Siamo sconcertate, scrivono oggi in una nota, dall’ ennesimo teatrino di una politica inconcludente e smarrita in vuoti ed inconcepibili tatticismi.  Con rifermento alle tematiche di nostro interesse e, cioè, in primo luogo su dove trasferire momentaneamente gli alunni della scuola dell’infanzia di Taormina durante i lavori alla “Vittorino da Feltre” il sindaco ha assicurato una sistemazione provvisoria senza però, sebbene più volte richiesto, indicare questo fantomatico luogo. Analogamente, per i buoni libro, una battaglia che conduciamo da tempo, l’Amministrazione ha ribadito che non sono obbligatori per legge e che in futuro saranno comunque riconosciuti. Ci sembra troppo poco, anche perché non si capisce perché altri finanziamenti non obbligatori vengono comunque concessi, e non vogliamo a fare alcuna polemica ma i fatti sono chiari: non siamo esperte in materia ma sappiamo che in politica se c’è una reale volontà le soluzioni si trovano. Nel complesso ci riteniamo deluse, l’amministrazione ha mostrato improvvisazione e confusione senza neanche lontanamente sforzarsi di dare risposte ai nostri problemi. Da ultimo facciamo presente, si legge nella nota a firma di Ornella Monforte Trifiletti Manuela, al fine di fare comprendere l’atteggiamento dell’amministrazione verso la scuola che da 10 mesi chiediamo la riparazione di un condizionatore della scuola di Mazzeo  e  l’Assessore non ha fatto nulla ed il Sindaco, verosimilmente stizzito perché forse è abituato a relazionarsi solo con persone “accondiscendenti” neanche risponde ai messaggi inviati su tale questione.”

 

Pareggio a reti bianche tra due delle pretendenti all'Eccellenza di questo campionato. Jonica e Milazzo danno vita ad una partita dall'altissima intensità, poco convertita in pericolosità ed azioni da gol.

Un punto che non fa male a nessuno e che permette ad entrambe di non fermarsi del

tutto e affrontare la prossima partita con maggiore serenità.

La Cronaca.

Partono subito forte entrambe le compagini con diversi fraseggi e tanta intensità. La prima squadra ad essere pericolosa è il Milazzo con una punzione dalla trequarti di Bartuccio al sesto minuto, che però finisce alta sopra la traversa.

Al minuto 24 Ninkovic, dopo aver recuperato palla intercettando un passaggio tra i difensori del Milazzo all'altezza del cerchio di centrocampo, riesce a raggiungere i 25 metri e lascia andare una bordata che Scibilia, numero uno milazzese, smanaccia in corner.

Angolo dal quale nasce un'altra ghiottissima occasione per la formazione di casa, sul cross, infatti, Gallardo da pochi passi spara alto di testa.

Primo cambio per il Milazzo già a metà primo tempo con Laquidara che subentra a Delloro. Al 40esimo anche la Jonica è costretta ad effettuare un cambio con Ferraro che prende il posto di Savoca G. frastornato dopo una botta alla testa di qualche minuto prima.

Al minuto 42 Savoca A. arriva al tiro ma spara alto. Ultima occasione della prima frazione per il milazzo che al 45 per su corner trova un pericolo colpo di testa, facilmente bloccato da Gugliotta.

Il secondo tempo comincia con la stessa intensità del primo ed è la Jonica a rendersi pericolosa al decimo minuto con una grande azione iniziara da Ninkovic che con un bellissimo filtrante imbecca Ortiz che è contrastato dal portiere, sulla ribattuta Savoca A. spara su un difensore del Milazzo a porta vuota.

Al 20esimo tiro di Cardia pdalla distanza che però non impensierisce Scibilia. Da qui si vede poco calcio e molti cambi: al 25esimo nel Milazzo Sterrantino per La Spada e al 32esimo Fofana per Mastroeni. La Jonica mette dentro Trovato per Savoca e De Zan per Giannetto al minuto 35 e al 38esimo deve sostituire Ortiz per infortunio al polpaccio con La Forgia. Al 45esimo ultimo cambio per la Jonica che mette dentro Saglimbeni per Ninkovic.

Nel recupero il Milazzo con qualche energia in più tenta il tutto per tutto riversando nella metà campo avversaria, arrivando addirittura a segnare, gol però annullato per fuorigioco dal guardalinee, che scatena le proteste dei Milazzesi.

Finisce cosi la sfida tra due delle squadre più quotate per il salto di categoria, partita avvincente, dinamica e coinvolgente nonostante la casella dei marcatori sia vuota da ambo le parti. La Jonica scenderà nuovamente in campo Sabato 28/09 sul difficile campo del Real Aci.

 

Tabellino:

Jonica Fc - Gugliotta, Savoca A.(Ferraro 40'pt), Sanfilippo, Herasymenko, Lombardo, Giannetto(De Zan 35'st), Cardia, Gallardo, Ninkovic(Saglimbeni 45'st), Ortiz(La Forgia 38'st), Savoca G.(Trovato 35'st)

 

Milazzo - Scibilia, Delloro(Laquidara 25'pt), Coulibaly, Arena, Shpellzaj, Matinella, Bartuccio, La Spada(Sterrantino 25st), Rasa, Aloe, Mastroeni(Fofana 32st).

In queste settimane la seguitissima competizione “Il Borgo dei Borghi” continua ad appassionare ed interessare il pubblico ed il Borgo di Castelmola (Me) in lizza per il titolo, punta adesso ad approdare alla finalissima di domenica 20 ottobre che sarà trasmessa in diretta su Rai 3 alle 21,40, condotta da Camila Raznovich. Al grido “Vota Castelmola, vince la Sicilia”, prosegue incessantemente la votazione dal link breve: http://bit.ly/votacastelmola

L’imponente campagna promozionale è entrata nel vivo sia a livello di strategie social, dalla pagina Facebook ufficiale Castelmola Borgo dei Borghi nella quale vengono postati contenuti ed info utili per la votazione, sia in ambito di marketing territoriale con il coinvolgimento di tutto il territorio, dei comuni della provincia di Messina e della stessa Città Metropolitana.

Si invita tutta la cittadinanza siciliana, i siciliani residenti nel resto d’Italia ed all’estero ma anche le migliaia di turisti che ogni anno ammirano la bellezza e lo splendore del Borgo a votare e far votare ogni giorno Castelmola.

In tal senso sono accorati appelli del Sindaco Orlando Russo che evidenzia: “Se vince Castelmola vince la Sicilia e vinciamo tutti noi. Chi vota per noi vota per un Borgo la cui bellezza è nota e apprezzata in tutto il mondo, chi esprime un voto per Castelmola lo fa per una cittadina che è orgoglio e vanto della nostra Sicilia”. E poi l’importante invito dell’Assessore al Turismo Eleonora Cacopardo che aggiunge: “Rinnoviamo l’appello a tutti a sostenerci e a votare per Castelmola, ringraziando sin d’ora chiunque lo farà “.

Castelmola è indubbiamente uno dei luoghi più conosciuti ed esclusivi della Sicilia, un vero gioiello ricco di storia ed arte, rappresenta con i suoi panorami mozzafiato unici al mondo un’estensione naturale della vicina Taormina. Meta di flussi turistici sempre più qualificati che ne ammirano lo splendore a partire dal suggestivo centro storico con il suo impianto urbanistico medievale perfettamente conservato, fatto di pittoreschi vicoli stretti, piccole piazze ed antiche chiesette fino ad arrivare all’area del castello dal quale è possibile ammirare l’Etna, la baia di Giardini Naxos e tutta la costa jonica.

La votazione è in corso proseguirà fino al 17 ottobre alle ore 23,59. Tutte le info sulla pagina ufficiale: https://www.facebook.com/castelmolaborgodeiborghi/

Anche il Parco Archeologico Naxos Taormina partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP 2019). Per l’occasione  DOMENICA 22 SETTEMBRE, è prevista l’apertura serale straordinaria - e totalmente gratuita - sia del Teatro Antico di Taormina che del Museo archeologico di Naxos. I due siti saranno a disposizione dei visitatori dalle ore 19 e fino alle 22.

Un’occasione eccezionale per una indimenticabile passeggiata serale in uno dei monumenti più amati e icona della Sicilia sin dai tempi dei colti viaggiatori europei del Grand Tour; oppure per rivedere le collezioni del Museo archeologico di Naxos, prima colonia greca dell’isola, dove spiccano i volti sorridenti e irridenti del Sileno, testimonianza del diffuso culto di Diòniso, presente anche nelle prime monete; nella sezione di archeologia subacquea, allestita nella Torre spagnola del Cinquecento, è riunita una raccolta di reperti – anfore e ceppi d’àncora - recuperati in fondo al mare, al largo della baia di Taormina.

Le Giornate Europee del Patrimonio sono promosse dal Consiglio d’Europa con l’appoggio della Commissione Europea e dal 1991 aprono ai cittadini le porte di monumenti, siti storici, artistici e naturalistici. Sono coinvolti i 49 membri della Convenzione Culturale Europea.

Info pubblico 0942 51.001 – 0942 628.738

  • Acquisto biglietti online qui, a cura di Aditus Culture, concessionario dei servizi aggiuntivi
  • Parco Archeologico Naxos Taormina su Youtube Facebook
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; www.parconaxostaormina.com

Il 23 settembre si riapre alla fruizione dei numerosi turisti presenti a Taormina e agli spettatori interessati l’Odeon Romano con un programma di spettacoli di nicchia e di grande qualità a cura della Fondazione Taormina Arte Sicilia. Uno spazio storico nel cuore di Taormina che ritorna alla sua naturale destinazione di  rappresentazioni musicali, teatrali e letterarie grazie al Parco Archeologico Naxos-Taormina. La riapertura vuole riportare il teatro romano di Taormina al suo antico splendore e dare uno spazio culturale alternativo alla cittadina jonica dove idee innovative possano essere realizzabili ed eccellenze in campo artistico  possano trovare casa.

Ad aprire la programmazione di Autunno all’Odeon la Compagnia Nèon con lo spettacolo Punti di vista di Monica Felloni. La produzione, appositamente creata per l’inaugurazione, conferma che ogni possibile distinzione tra diversi può scomparire e ogni singola diversità può diventare il fulcro significativo dell’essere umano. Punti di vista, racchiude tutti i precedenti spettacoli creati dalla Compagnia Nèon tra i quali Magnificat, Ciatu, Invasioni, Boxeurs. Ancora una volta Piero Ristagno e Monica Felloni, fondatori della compagnia, insieme agli attori professionisti e non, agli artisti con abilità diverse coinvolgeranno il pubblico presente in una sequenza appassionata e lieve che ha al centro il genere umano nella sua varietà possibile.

La Compagnia Nèon fondata nel 1985 da Piero Ristagno e Monica Felloni ha all'attivo oltre 30 produzioni teatrali di grande suggestione ed emozione. Diversi i riconoscimenti, tra i quali, nel novembre del 2013, il Premio “Teatri delle diversità” condiviso con l’Associazione Nazionale Critici di Teatro. Dal 1989 ad oggi l’associazione ha curato oltre cento laboratori di teatro, di espressione corporea, di scrittura poetica, aperti a chiunque voglia imparare, condividere, creare. Negli spettacoli targati Nèon tutte le forme espressive vengono sondate, plasmate, miscelate: danza, canto, recitazione, arti visive, mimica. Il corpo è lirica incarnata, segno responsabile. Responsabile di quel che si esprime. Il dramma convive con la commedia, la tragedia sublimata nell’ironia.  La poetica,  irrorata dalle frequentazioni con Calvino, Roversi, Fortini, Pasolini, Saramago, Whiltman, Tabucchi, Shakespeare, alimenta le opere della compagnia che fa della eterogeneità un corpo unico in movimento. Gli attori di NeonTeatro è come se ogni volta annunciassero di essere qui. Come una canzone d’amore.

Il restyling dello spazio archeologico è stato realizzato grazie all’intervento finanziario di Sensi Contemporanei, dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, il Mibac e la Sicilia Film Commission.

La stagione Autunno all’Odeon è sostenuta dagli Assessorati Regionali Turismo, Sport e Spettacolo, Beni Culturali e dal Comune di Taormina.

 

Info:

Costo biglietto € 12,00 posto unico

Biglietterie:

Online  www.ctbox.it o www.boxol.it

Punti vendita Circuito Boxoffice

Biglietteria in loco Casa del Cinema Corso Umberto, 61 (10.00-20.00. Chiusa il lunedì)

Biglietteria all'entrata dell'Odeon prima dell'inizio dello spettacolo secondo disponibilità di posti.

www.taormina-arte.com

tel. 391.7462146

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI