TAORMINA. Il 15 e 16 novembre si terrà la Riunione Ministeriale Pari Opportunità

TAORMINA. Il 15 e 16 novembre si terrà la Riunione Ministeriale Pari Opportunità In evidenza

Al Summit di Taormina, i Leader dei Paesi G7 hanno ribadito il ruolo chiave che le donne hanno per la crescita delle nostre economie e per il raggiungimento dello sviluppo sostenibile. Per consolidare questi risultati, il prossimo 15 e 16 novembre si svolgerà a Taormina la prima Riunione Ministeriale delle Pari Opportunità dei paesi del G7.

Questo evento chiuderà le attività dell’anno di Presidenza italiana del G7. Sarà un’occasione unica per discutere strategie e strumenti per accelerare il progresso verso l’eguaglianza di genere in tutti i nostri Paesi attraverso la promozione dell’empowerment economico delle donne e la lotta ad ogni forma di violenza, inclusa la tratta.

Il G7 inizierà la mattina di mercoledì 15 novembre con il saluto della Sottosegretaria Maria Elena Boschi alle delegazioni degli altri Paesi, la 'foto di famiglià alle ore 12 e il pranzo di lavoro presso il Palazzo Duchi di Santo Stefano. In serata, è previsto il trasferimento a Catania, al Teatro Massimo Bellini, per assistere all’esibizione straordinaria dell’étoile del Teatro della Scala di Milano Roberto Bolle per il G7 Pari Opportunità.
Giovedì mattina, 16 novembre, la sessione di lavoro dei ministri sarà preceduta da una visita al centro gestito dall’ associazione onlus Penelope che, a Gaggi, offre assistenza ad alcune giovani donne vittime di tratta. Alle 13.30, a Taormina, è prevista la conferenza stampa finale.

000
Letto 715 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA. IL NUOVO LIBRO DEL GIORNALISTA SARO LAGANA' “G7 2017 Taormina Capitale del Mondo”

    “G7 2017 Taormina Capitale del Mondo” è il titolo del nuovo libro del giornalista Saro Laganà. Il prestigioso volume, pubblicato in doppia lingua (italiano e inglese), racconta, attraverso numerose documentazioni e oltre 300 immagini, il Grande Evento che nel 2017 ha visto Taormina al centro della politica internazionale, grazie alle presenze di: Paolo Gentiloni (Premier italiano), Donald Trump (Presidente degli Stati Uniti), Emmanuel Macron (Presidente della Francia), Angela Merkel (Cancelliera Federale della Germania), Shinzō Abe (Primo Ministro del Giappone), Justin Trudeau (Primo Ministro del Canada) e Theresa May (Primo Ministro del Regno Unito).

    Dai preparativi per il G7 alla cerimonia inaugurale al Teatro Antico, dalla passeggiata trionfale dei Capi di Stato e di Governo per le vie del centro al meeting al “San Domenico Palace Hotel”, dal Pranzo offerto agli illustri Ospiti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alle iniziative dedicate ai consorti, dalla Ministeriale sulle Pari Opportunità al Premio di giornalismo “G7 Taormina - Images and words about Sicily”: tante pagine di storia in un meraviglioso book che verrà inviato anche ai Leader dei Paesi partecipanti al Vertice.

    La prefazione dell’opera è a firma del Ministro plenipotenziario Alessandro Modiano (Capo delegazione della Presidenza Italiana del G7), mentre l’introduzione è a cura di Andrea Bianchi (addetto stampa della Presidenza del Consiglio dei Ministri).

    Il giornalista Saro Laganà è nato a Taormina nel 1975. Scrive per i quotidiani “La Gazzetta dello Sport” e “La Sicilia”. Dirige il giornale on line “Vai Taormina”. Collabora con l’agenzia “Ansa”, con il periodico “Il Finanziere”, con diversi siti internet di informazione e con alcune emittenti televisive e radiofoniche. Su “Tele90” ha condotto la trasmissione sportiva “Gol d’Autore”. Ha pubblicato i libri: “Il Calcio a Taormina (1939-2006)”, “Juventus I Campioni”, “Juventus, la Fabbrica dei Campioni”, “Juventus, il Quinquennio d’Oro” e “Juventus 6 nella Storia”. Per tanti anni ha ricoperto l’incarico di addetto stampa di Taormina Arte, seguendo da vicino i più grandi eventi di cinema, teatro e musica organizzati nella capitale siciliana del turismo con personaggi di fama mondiale. È stato responsabile delle pubbliche relazioni del Celtic Taormina, squadra di calcio fondata da Jim Kerr, cantante dei Simple Minds. Ha seguito il G7 del 2017 per numerosi organi di informazione.

  • MESSINA. Mercoledì 6 dicembre l’intitolazione del Micronido del Policlinico alla prof.ssa Cocchiara

    Si terrà mercoledì 6 dicembre alle ore 10,30, nei locali siti tra i Padiglioni NI ed E, la cerimonia di intitolazione del Micro Nido aziendale dell’A.O.U. Policlinico “G. Martino” alla prof.ssa Maria Antonella Cocchiara, scomparsa nell’ottobre 2016.

    La prof.ssa Cocchiara, ordinaria di Storia delle Istituzioni Politiche dell’Ateneo, già Presidente del Comitato Unico di Garanzia di Unime e, ancor prima, del Comitato per le pari Opportunità dell’Ateneo, aveva dato un grande impulso all’apertura del Micro Nido del Policlinico, nel 2012. L’Azienda, con l’intitolazione e l’apposizione di una targa, vuole ricordare anche l’impegno della prof.ssa Cocchiara nella diffusione della cultura della parità di genere e delle pari opportunità.

    Alla cerimonia saranno presenti i vertici dell’A.O.U. Policlinico e dell’Università.

  • TAORMINA. Conclusa la riunione G7 sulle Pari Opportunità. La Ministra Boschi ringrazia Taormina

    Si è svolta il 15 e 16 novembre a Taormina la Riunione G7 sulle Pari Opportunità, l’ultima delle 13 Ministeriali tenute durante l’anno di Presidenza italiana del G7.

    Alla riunione, presieduta dalla Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega alle Pari Opportunità Maria Elena Boschi, hanno partecipato i Capi Delegazione di Canada, Giappone, Stati Uniti, Germania, Francia e Gran Bretagna e la Commissaria europea per la giustizia, la tutela dei consumatori e l’uguaglianza di genere. La discussione è stata incentrata sull’empowerment economico delle donne quale motore della crescita e dello sviluppo globale, e indicatore di benessere sociale.

    Sulla base della Roadmap adottata lo scorso maggio dai leader del G7 per la promozione della parità di genere, i Ministri hanno affrontato tre temi principali: la riprogettazione del mercato del lavoro e del sistema di welfare per liberare il potenziale femminile in ambito economico; il ripensamento di misure legislative volte ad aumentare la partecipazione femminile in posizioni di leadership e nei processi decisionali; la prevenzione e la lotta alla violenza di genere, incluso il fenomeno della tratta.

    Il G7 delle ministre (tutte donne tranne il rappresentante del Giappone) allargato alla commissaria europea per la parità di genere, si è chiuso con una dichiarazione di intenti per riaffermare gli obiettivi comuni dei sette paesi più industrializzati sul tema pari opportunità: il rafforzamento sociale, politico ed economico delle donne e delle bambine nella società. Con un obiettivo: tagliare del 25 per cento il divario uomo-donna entro il 2025, soprattutto nel mondo del lavoro, consapevoli che tra i Paesi «nessuno ha ancora raggiunto la parità di genere de facto», come è scritto nel documento finale. 

    Tra gli altri punti approvati le ministre si impegnano a :

     - prendere in considerazione l’adozione di misure sostenibili concrete atte a promuovere e ad agevolare l’imprenditoria femminile, e a riaffermare il suo contributo all’innovazione, alla creazione di posti di lavoro e alla crescita economica;

     - ridurre il divario tra donne e uomini nei tassi di partecipazione alla forza lavoro sostenendo la partecipazione femminile, migliorando la qualità occupazionale e promuovendo la parità di genere;

    - sensibilizzare l’opinione pubblica e valorizzare il lavoro di cura e domestico non retribuito e il suo importante contributo all’economia, e a promuovere l’equa condivisione tra donne e uomini delle responsabilità di cura;

    - investire nelle infrastrutture sociali per la cura dell’infanzia e delle altre persone a carico, allo scopo di alleggerire il peso del lavoro non retribuito e consentire alle donne di essere parte del mercato del lavoro formale;

     - sviluppare politiche e misure per l’equilibrio vita-lavoro e la parità salariale, combattere l’occupazione precaria, migliorare le condizioni di lavoro, e incoraggiare le aziende ad adottare forme di lavoro flessibili durante tutta la vita e misure favorevoli alla vita familiare sia per le donne che per gli uomini;

     - Promuovere la partecipazione delle donne e delle bambine all’istruzione e alle carriere nei settori della scienza, tecnologia, ingegneria, matematica e medicina (STEMM), così come la partecipazione in tutti i settori in cui esse sono sottorappresentate, ivi compreso nei settori ad alta specializzazione e più remunerativi;

    - adottare e attuare le misure adeguate atte a prevenire tutte le forme di violenza e molestie contro le donne e le bambine sia nella sfera pubblica che privata, ivi comprese le pratiche dannose, quali i matrimoni infantili, precoci e forzati e le mutilazioni genitali femminili, la violenza domestica e intra-familiare, la tratta degli esseri umani a scopo sessuale e lavorativo, e a proteggere e reintegrare le vittime, a effettuare efficacemente indagini sui reati e perseguire gli autori di tali violenze, anche attraverso l’adozione di strategie nazionali e/o piani d’azione nazionali sulla violenza contro le donne e le bambine, sostenuti da risorse umane e finanziarie;

    Infine confermato l' impegno a intraprendere tutti gli sforzi necessari per raggiungere gli obiettivi qualitativi e quantitativi e le scadenze stabilite nella roadmap g7 per un ambiente economico sensibile alla dimensione di genere, al fine di dare luogo a quei cambiamenti nella mentalita’, nelle politiche e nella cultura, che sono necessari per colmare i divari di genere esistenti, eliminare tutte le forme di violenza e discriminazione nei confronti delle donne e delle bambine, e raggiungere finalmente la parita’ di genere nei nostri paesi.

    "Terminiamo, ha affermato la Ministra Elena Boschi,  questo primo G7 Pari Opportunità con la certezza di condividere con i paesi del G7 obiettivi e visioni: in primis, ridurre il gap di accesso al lavoro del 25% e far adottare a tutti i paesi del G7 un Piano Nazionale Antiviolenza. "

     

     Guarda la galleria immagini con le foto di Andrea Jakomin

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI