TAORMINA. FONDAZIONE TAORMINA ARTE. NUOVO PASTICCIO IN VISTA

TAORMINA. FONDAZIONE TAORMINA ARTE. NUOVO PASTICCIO IN VISTA In evidenza

Rischia di finire nuovamente con un nulla di fatto l’iter della trasformazione in fondazione di TaorminaArte. L’argomento è stato affrontato nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale. L’aula ha approvato l’adesione alla Fondazione ma in realtà la votazione sembra essere destinata a regalare alla città l’ennesima figuraccia. Ne sono convinti i consiglieri comunali Caltabiano, Benigni, Longo e Valentino che spiegano:

“ Il Consiglio comunale ha votato due delibere. Per prima è stata votata la delibera presentata dal nostro gruppo che proponeva l’adesione alla Fondazione e il conferimento del bene (atto necessario per acquisire la qualifica di Socio Fondatore), mediante concessione trentennale in comodato d’uso gratuito, dell’immobile denominato ex Circolo dei forestieri. Tale delibera, evidenziano i consiglieri,  non è stata approvata a causa del voto contrario di una decina di colleghi. I quali hanno invece votato una delibera presentata dal consigliere Raneri che proponeva il conferimento in comodato d’uso per 20 anni dell’immobile denominato ex Pretura.”

Questa seconda delibera non è stata però votata dai consiglieri Caltabiano, Benigni, Longo e Valentino perché conteneva il parere negativo di regolarità tecnica da parte del responsabile dell’area territorio, in quanto l’immobile dell’ex Pretura è gravato da un vincolo di destinazione che non ne permette la trasferibilità a soggetti terzi.

“In altri termini, proseguono i consiglieri  Caltabiano, Benigni, Longo e Valentino, la maggioranza del Consiglio comunale ha preferito votare la delibera presentata da Raneri che conferisce un bene che non può essere trasferito con il rischio che tale conferimento risulti nullo, piuttosto che votare una delibera che aveva il parere favorevole dei tecnici e che prevedeva il conferimento dell’ex Circolo dei forestieri. Fra l’altro con tale conferimento, spiegano gli esponenti del Pd,  si sarebbe realizzata la sistemazione dell’immobile da parte della Fondazione con fondi specifici della Regione e quindi si sarebbe finalmente restituita alla città una struttura da anni lasciata nello stato di abbandono attuale.”

Inoltre la proposta dei consiglieri Caltabiano, Benigni, Longo e Valentino aveva anche l’indubbio vantaggio di eliminare gli attuali costi sostenuti dalla Fondazione per gli uffici dal momento che sarebbero stati trasferiti nell’ex Circolo dei forestieri, trasferimento che invece non è possibile all’ex Pretura a causa della sua destinazione vincolata a sola sede museale.

 

 

000
Letto 569 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA ARTE. Al Teatro Antico trenta giornate di spettacoli e collaborazioni di grande prestigio

    La Fondazione Taormina Arte Sicilia inaugura la sua stagione di spettacoli al Teatro Antico  attuando tutte le misure di sicurezza e adattando, nel rispetto del distanziamento, tutti gli spazi dello straordinario contenitore archeologico, in collaborazione con il Parco Archeologico di Naxos-Taormina.

    Dopo il lockdown, riprendono dunque gli eventi dal vivo nel meraviglioso Teatro Antico di Taormina, con trenta giornate di spettacoli organizzati e coordinati dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia. Il programma - precisa l’Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo Manlio Messina- è importante e mi fa piacere sottolineare che vedrà tra i protagonisti due dei nostri fiori all’occhiello della cultura e dello spettacolo, il Teatro Bellini di Catania e l’Orchestra Sinfonica Siciliana.  

    Ad aprire la stagione la maratona Beethoven con l’Orchestra Sinfonica Siciliana diretta dal Maestro Umberto Benedetti Michelangeli che eseguirà il seguente programma: 20 luglio Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in do maggiore op.15 e Sinfonia n. 5 in do minore op. 67; 21 luglio Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93 e Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68; 22 luglio Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in do minore op. 37e Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55; 23 luglio Concerto per pianoforte e orchestra n. 5 in mi bem. magg. op. 73 e Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92; 24 luglio Sinfonia n. 9 in re minore per soli coro e orchestra op. 125 con il Coro Lirico Siciliano.

    "Sarà un viaggio musicale - afferma il soprintendente del FOSS, Antonio Marcellino - quello che l'Orchestra Sinfonica proporrà per le serate estive di Taormina. Un viaggio che inizia con cinque serate dedicate  al genio musicale Ludwig van Beethoven e al suo periodo artistico più proficuo: le nove Sinfonie e i leggendari Concerti per pianoforte e orchestra. La 9° Sinfonia, capolavoro tecnico e sociale con l'introduzione del coro, chiuderà questa prima parte non a caso dedicata al padre della musica occidentale 

    L'imponente Orchestra del Teatro Bellini fondata nel 1951 apprezzata in tutto il mondo incanterà il pubblico del Teatro Antico il 25 luglio con American Movies, 15 celeberrime colonne sonore americane, musiche del compianto Morricone e di Williams, Barry, Badelt, Horner. Uno splendido concerto dedicato completamente all’America e ai film più rappresentativi in un viaggio fantastico tra miti, luoghi simboli, guerre e pace, attraverso un secolo di storia;  il 30 luglio con La Traviata una delle opere più famose di Giuseppe Verdi per soli, coro e orchestra; il 12 agosto  con il capolavoro di Carl Orff, Carmina Burana, cantata scenica composta tra il 1935 e il 1936, basata su 24 poemi tra quelli trovati nella raccolta medievale omonima; il 25 agosto con Le quattro stagioni di Vivaldi e il 20 settembre invece Un Americano a Parigi, Rapsodia in blue, West Side Story di Gershwin e Bernstein.  

    "Lo spirito di fattiva collaborazione e il desiderio di ritornare ad effettuare spettacoli dal vivo hanno unito due storiche e prestigiose istituzioni culturali, Taormina Arte e il Massimo Bellini di Catania – affermano il Commissario Daniela Lo Cascio e  il Sovrintendente del Teatro Bellini Giovanni Cultrera -. Siamo certi che il pubblico non mancherà di apprezzare le proposte musicali di alto livello qualitativo che verranno come sempre esaltate dalla magia e dal fascino imperituro del Teatro Antico di Taormina".

    Appuntamenti teatrali con un gigante della scena, Gabriele Lavia che sarà l’8 agosto regista, in prima nazionale, di MEDEA di Euripide, una particolare riduzione operata dallo stesso Lavia con interpreti Federica De Martino e Simone Toni. Scenario perfetto quello dell’incantevole Teatro Antico per la tragedia più conosciuta di Euripide che ci racconta della difficoltà di Medea di farsi accettare come donna, e di non farsi implodere dal solo ruolo di accudimento e di madre. Il giorno successivo, Il 9 agosto, Gabriele Lavia diventa attore  ed interpreta Il sogno di un uomo ridicolo di Fedor Dostoevskij. La pièce teatrale offre una riflessione profonda e appassionata sulla condizione dell’essere umano. Il monologo rappresenta un mondo che si è condannato alla sofferenza, auto-recluso, serrato e costretto in una metaforica camicia di forza, condizione e impedimento di ogni buona azione. Gabriele Lavia in più momenti della sua carriera si è confrontato con questo testo:

    “La prima volta lo lessi a degli amici a 18 anni e ancora non ero un attore”, ricorda, “oggi è passata una vita e Il sogno è quasi un’ossessione. Ho scelto di rimetterlo in scena per riaffermare con forza come l’indifferenza, la corruzione e la degenerazione non possano essere le condizioni di vita della nostra società”.

     Il 14 agosto è la volta del TAORMINA LYRIC SUMMER CONCERT; un Gran Gala in onore di Vincenzo Bellini, il compositore siciliano più amato nel mondo.

    Tre serate di grande danza internazionale con acclamati ballerini protagonisti nei teatri più prestigiosi al mondo.  il 22 e 23 agosto Les Italiens de l’Opera con Alessio Carbone e altri  ballerini italiani diventati famosi all’ombra della Tour Eiffel con brio, eleganze e personalità entusiasmeranno l’estimatori della danza classica e moderna. E il 2 settembre Love con Eleonora Abbagnato per le coreografie di Giuliano Peparini. Love è un lavoro in un unico tempo che vede protagonista l’amore in tutte le sue declinazioni, amore per l’ambiente, per il prossimo, per sé stessi, per il compagno, i figli. La colonna sonora sarà un collage di vari brani che vanno dalla musica barocca alle canzoni di Frank Sinatra. Il 5 e il 6 Settembre infine Oltre lo Spazio, in viaggio con la musica con Valentina Tereshkova, coproduzione Fondazione Taormina Arte Sicilia, Fondazione Valentina Tereshkova, Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana. Un progetto multimediale musicale dedicato alla prima donna nello spazio, la russa Valentina Tereshkova. Elena Tereshkova, figlia di Valentina, Presidente della Fondazione Valentina Tereshkova ha dichiarato che “La Fondazione e tutti gli artisti che ne fanno parte, sono felicissimi  di presentare il progetto “In viaggio con la musica...oltre lo spazio” in uno dei più belli teatri del mondo - L’Antico Teatro di Taormina. Siamo sicuri che, in questo straordinario teatro, al nostro progetto multimediale si aggiungeranno nuove note magiche e che il progresso cosmonautico russo toccherà l’antica storia del teatro.”

    Sempre al Teatro Antico, il 13 agosto lo spettacolo Sono solo canzonette con Edoardo Bennato;  il 16 agosto International Guitar Night una grande festa cento virtuosi chitarristi tra i quali Bireli Lagrene, Yamondou Costa, Francesco Buzzurro, Adam Palma, il 18 agosto si ripeterà la magia dello spettacolo all’alba, il 4 settembre Emozioni - Viaggio tra le canzoni di Lucio Battisti con Mogol, Gianmarco Carroccia e Orchestra e il 10 settembre lo spettacolo Fedra con la regia di Giovanni Anfuso.

    Soddisfazione piena è espressa anche dal Commissario Straordinario della Fondazione Taormina Arte Sicilia, Bernardo Campo sia per l’elevata qualità artistica della programmazione che darà impulso certamente alla ripresa turistica di Taormina, che per le importanti collaborazioni con l’Orchestra Sinfonica Siciliana, il Teatro Massimo Bellini di Catania e, in campo internazionale con la prestigiosa Fondazione russa Valentina Tereshkova. "Taormina Arte coordinerà trenta giornate di eventi nelle quali saranno rappresentate espressioni artistiche diversificate. Su tutte il TAORMINA LIRIC SUMMER CONCERT dedicato al compositore Vincenzo Bellini per un appuntamento che diverrà annuale e punto di riferimento per gli amanti della lirica e la coproduzione con l’Orchestra Sinfonica Siciliana e la Fondazione russa “Valentina Tereshkova” per lo spettacolo che coniugherà la musica diretta dal M° Evgeny Bushkov, con le straordinarie immagini inedite delle imprese spaziali della prima donna astronauta andata in orbita nello spazio.

    Particolari ringraziamenti per il sostegno ricevuto dall’Assessore Regionale per il Turismo, lo Sport e lo Spettacolo che ha creduto nel progetto di Taormina Arte anche nei periodi incerti del lookdown quando sembrava che non fosse possibile pensare a manifestazioni all’aperto in estate e dal Sindaco di Taormina, per la condivisione del programma che certamente contribuirà in maniera decisiva alla ripresa del sistema turistico di Taormina, offrendo validi spunti di intrattenimento culturale.”.

    “Testimonial” di Taormina Arte 2020, presente sul manifesto ufficiale della manifestazione, La Sacerdotessa di Iside, l’importante reperto archeologico ritrovato a Taormina e testimonianza raffinatissima e particolarmente rara del culto romano (di origine egiziana) di Iside e Giove Serapide in Sicilia e in particolare a Taormina, per una stagione culturale fortemente voluta, simbolo di rinascita, di desiderata armonia, simbolo di vita nova.

    La programmazione 2020 al Teatro Antico è organizzata dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia, con l’Assessorato Regionale Turismo, Sport e Spettacolo, l’Assessorato Regionale Beni Culturali e Identità Siciliana, il Comune di Taormina e il Parco Archeologico Naxos-Taormina.

     

    ECCO IL PROGRAMMA COMPLETO

    20 luglio ore 21.30 Progetto Beethoven

    Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in do maggiore op.15
    Sinfonia n. 5 in do minore op. 67

    Orchestra Sinfonica Siciliana – Umberto Benedetti Michelangeli direttore

     

    21 luglio ore 21.30 Progetto Beethoven

    Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93
    Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68

    Orchestra Sinfonica Siciliana – Umberto Benedetti Michelangeli direttore

     

    22 luglio ore 21.30 Progetto Beethoven

    Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in do minore op. 37
    Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55

    Orchestra Sinfonica Siciliana – Umberto Benedetti Michelangeli direttore

     

    23 luglio ore 21.30 Progetto Beethoven

    Concerto per pianoforte e orchestra n. 5 in mi bem. magg. op. 73
    Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92

    Orchestra Sinfonica Siciliana - Umberto Benedetti Michelangeli direttore

     

    24 luglio ore 21.30 Progetto Beethoven

    Sinfonia n. 9 in re minore per soli coro e orchestra op. 125

    Orchestra Sinfonica Siciliana  - Umberto Benedetti Michelangeli direttore

    Coro Lirico Siciliano

     

    25 luglio ore 21.30

    AMERICAN MOVIES  15 celeberrime colonne sonore americane

    Musiche di Morricone, Williams, Barry, Badelt, Horner

    ORCHESTRA DEL TEATRO MASSIMO BELLINI DI CATANIA

     

    30 luglio ore 21.30

    LA TRAVIATA Ritorno all’opera” per soli, coro e orchestra

    Musiche di Giuseppe Verdi

    ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO MASSIMO BELLINI DI CATANIA

     

    8 Agosto ore 21.30

    MEDEA di Euripide

    con Federica De Martino e Simone Toni

    regia di Gabriele Lavia

    prima nazionale

     

    9 Agosto ore 21.30

    IL SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO

    di Fedor Dostoevskij

    con Gabriele Lavia

    regia di Gabriele Lavia

     

     

    12 agosto ore 21.30

    CARMINA BURANA

    Musiche di Orff

    ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO MASSIMO BELLINI DI CATANIA

     

    14 agosto ore 21.30

    TAORMINA LYRIC SUMMER CONCERT

    ''Solo per amore'' arie, duetti e cori celebri d’opera

    Musiche di Bellini, Verdi e Puccini

    ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO MASSIMO BELLINI DI CATANIA

     

    16 agosto ore 21.30

    INTERNATIONAL GUITAR NIGHT con Bireli Lagrene, Yamondou Costa,

    Francesco Buzzurro, Adam Palma e altri tra i più grandi chitarristi al mondo su un unico palco

     

    19 agosto ore 21.30

    ALBA AL TEATRO ANTICO

    Al passo con i templi

     

    22 e 23 Agosto ore 21.30

    LES ITALIENS DE L’OPERA

    con  Alessio Carbone e altri ballerini dell’Opera de Paris

     

    25 agosto ore 21.30

    LE QUATTRO STAGIONI

    Musiche di Vivaldi

    ORCHESTRA DEL TEATRO MASSIMO BELLINI DI CATANIA

     

    2 settembre ore 21.30

    ELEONORA ABBAGNATO in Love

    Coreografie di Giuliano Peparini

     

    4 settembre ore 21.30

    EMOZIONI –VIAGGIO TRA LE CANZONI DI LUCIO BATTISTI

    Con Mogol, Giamnarco Carroccia e Orchestra

     

    5 e 6 Settembre ore 21.30

    OLTRE LO SPAZIO, in viaggio con la musica. Valentina Tereshkova

    Con Fondazione Valentina Tereshkova e Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana

     

    10 settembre ore 21.30

    FEDRA Regia di Giovanni  Anfuso

     

    20 settembre ore 21.30

    GERSHWIN & BERNSTEIN 
    Un Americano a Parigi, Rapsodia in blue, West Side Story 
    Musiche di Gershwin e Bernstein 
    ORCHESTRA DEL TEATRO MASSIMO BELLINI DI CATANIA 

     

     

  • Taormina Arte. L’argomento al centro delle polemiche a Messina. Currò (FdI): “Il consiglio comunale proponga delibera per restare”

    “Esistono degli strumenti che consentono all’assise municipale di non dover rimanere inerme mentre si compie un destino voluto dall’amministrazione e bocciato dal Consiglio Comunale. Mi chiedo perché nessuno dei consiglieri abbia, sino ad ora, ritenuto di proporre un atto di delibera dal quale consegua la permanenza di Messina nella Fondazione TaoARTE.”

    Ad affermarlo è Pasquale Currò, Coordinatore FDI della Città Metropolitana di Messina.

    “La soluzione, afferma Currò, potrebbe essere, per l’appunto, una proposta con quale si intenda destinare un bene immobiliare alla fondazione. Questo, del resto, è il requisito per farne parte: un bene immobile da inserire nel patrimonio. Il consiglio può essere propositivo in tal senso. È nelle sue facoltà.

    Fratelli d’Italia, prosegue, non è forza rappresentata in quell’aula ma non per questo resta alla finestra a guardare inerme. Stiamo facendo il possibile per scongiurare qualcosa che riteniamo sarebbe dannoso per il nostro territorio. I consiglieri che intendano operare in direzione di una pronta e radicale risoluzione della situazione vorrei sapessero che, dall’esterno, noi ci siamo. E io, conclude Currò, sono totalmente a disposizione per fare da trait d’union, insieme all’Onorevole Amata che immediatamente si è spesa per avviare una mediazione e prendere tempo”.

  • MESSINA FUORI DA TAORMINA ARTE. ELVIRA AMATA: “PARADOSSALE MANCANZA DI DIALOGO TRA GLI ATTORI. NON SI PUÒ FARE SCENA MUTA.”

    “Mi pare assurdo che una lettera del Commissario di TaoArte resti ignorata dalle istituzioni messinesi, specie in considerazione dell’oggetto che è di profonda rilevanza”, così il capogruppo di Fratelli d’Italia all’ARS, On. Elvira Amata.

    “La fuoriuscita di Città Metropolitana e Comune di Messina da Taormina Arte non è certamente argomento di poco conto. Una realtà che per oltre trent’anni ha visto ex provincia, comuni di Taormina e Messina e regione Siciliana insieme per lo sviluppo di un percorso culturale di interesse internazionale, perde due delle colonne su cui si è poggiata sin dalla sua nascita, senza una mediazione, senza un tentativo di risoluzione.  Ritengo, prosegue Amata, che per Messina si tratti di una perdita grave, una cessione di titolarità e ruolo su qualcosa che è connaturato ormai nella tradizione nostrana, nell’offerta che il nostro splendido territorio propone al mondo.

    Taormina è una pietra preziosa del messinese e, continuando a scegliere di delegittimare questo stato di fatto, incediamo nel depauperamento del nostro patrimonio che è fatto di splendide realtà periferiche, dai borghi, alle isole, ai piccoli e medi comuni nella fascia ionica quanto in quella tirrenica, con tutto ciò che di culturale e artistico portano con sé. Salvo poi offenderci quanto sentiamo dire che la perla dello Ionio è in provincia di Catania.

    Dov’è Messina? Come guarda alla sua periferia, se neanche vuol essere associata a ciò che, di fatto, rappresenta uno dei più promettenti biglietti da visita per l’intera Sicilia, da decenni?”

    Infine l’invito al sindaco della Città metropolitana di Messina, On. Cateno De Luca, “a riconsiderare la posizione assunta ormai da tempo, di non proseguire quest’esperienza di condivisione all’interno di TaoArte. E chiedo, aggiunge Amata, al Commissario Campo di non procedere ancora alla ratifica dell’esclusione di Messina dalla Fondazione, volendo sperare nella possibilità estrema di un ultimo tentativo di mediazione per il quale direttamente e indirettamente mi metto a disposizione, in accordo con l’Assessore Regionale al Turismo e Spettacolo”.

    “Va ricordato che Messina ha un ruolo duplice giacché, oltre alla Città Metropolitana, una quota di rappresentanza spetterebbe al comune. Ecco che qui mi si deve consentire un messaggio aspro ai consiglieri che siedono nel civico consesso che io ben conosco. Com’è possibile che il Consiglio Comunale di Messina non abbia detto nulla davanti a tutto ciò? Forse i consiglieri ritengono sia indifferente alle sorti cittadine stare o meno dentro una realtà simile?

    Io resto basita dall’immobilismo di questo apparato. E mi rivolgo a tutte le forze che hanno una propria rappresentanza in Aula e all’ufficio di Presidenza: battete un colpo perché non è concepibile il vostro silenzio!”, conclude.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI