TAORMINA. CISL MESSINA E FISASCAT CISL SCRIVONO  AI TRE CANDIDATI A SINDACO DELLA CITTÀ DI TAORMINA

TAORMINA. CISL MESSINA E FISASCAT CISL SCRIVONO AI TRE CANDIDATI A SINDACO DELLA CITTÀ DI TAORMINA In evidenza

“Un impegno concreto per ridare a Taormina quel ruolo di centralità che l’ha resa celebre in tutto il mondo. Un impegno immediato per restituire ai taorminesi, cittadini e lavoratori, certezze su un futuro che troppo spesso sono costretti a cercare altrove.”

E’ questa la richiesta avanzata da Cisl Messina e Fisascat Cisl ai tre candidati a sindaco della città di Taormina.

“La tornata elettorale che vi vede protagonisti, si legge nella nota congiunta firmata da Pancrazio Di Leo, Segretario Generale Aggiunto Fisascat Cisl Sicilia,  Salvatore D’Agostino,  Segretario Generale Fisascat Cisl Messina e Tonino Genovese Segretario Generale Cisl Messina, è stata lunga e ricca di contenuti ma forse è stato trascurato un aspetto considerato primario da chi vive il territorio, il lavoro. Come sindacato siamo destinatari delle istanze di quei cittadini che vivono in condizioni di precarietà lavorativa, irregolare, a volte costretti a sottostare a ricatti per poter lavorare qualche mese. Anche in una realtà come quella taorminese, considerata una meta del turismo internazionale. Per questo motivo, oggi, Cisl e Fisascat Cisl chiedono insieme uno slancio, uno scatto d’orgoglio alla politica taorminese, a chiunque siederà sulla poltrona di sindaco, a chiunque occuperà un seggio nel nuovo Consiglio comunale della Perla. Turismo, servizi e commercio sono il cuore pulsante della vita economica di Taormina che necessitano di un’attenzione particolare. I lavoratori hanno bisogno di tutela e sostegno. Il settore vive una condizione di preoccupante precarietà per una stagione turistica che, anziché prolungarsi, va sempre più riducendosi portando lavoro sempre più precario e disoccupazione nei mesi considerati di “bassa stagione” per via delle nuove normative che hanno ridotto le indennità di disoccupazione per i lavoratori stagionali che, a Taormina e nel suo comprensorio, sono migliaia.

La nuova Amministrazione sarà chiamata a velocizzare procedure e attività. Un esempio su tutti è quello dei lavori per il San Domenico Palace, non una semplice struttura alberghiera ma un pezzo di storia di Taormina.

Serve allungare la stagionalità del turismo, passarla ad annuale, perché strutture che vivono solo la stagionalità rappresentano per noi e per i lavoratori un motivo di preoccupazione e pertanto invitiamo il Comune ad intervenire al fine di scongiurare le scelte delle strutture facendo pesare la previsione di “attività annuale” prevista nelle concessioni rilasciate dal Comune.

Per questo la Fisascat, la Federazione della Cisl che tutela i lavoratori del turismo, del commercio e dei servizi, propone ai candidati di sottoscrivere un “Patto” con la città impegnandosi pubblicamente per la tutela contrattuale dei lavoratori del comparto turistico, del commercio e dei servizi e in particolare dei tanti lavoratori stagionali.

Non bisogna disperdere il valore aggiunto che l’evento del G7 ha portato alla città e valorizzare le opere che sono state realizzate e recuperate in quella occasione. Il Palazzo dei Congressi ne è il chiaro esempio e deve diventare volano della destagionalizzazione attraverso il rilancio di quel turismo congressuale che ha reso ricche altre realtà certamente non all’altezza della Perla dello Jonio.

Taormina, inoltre, ha bisogno di vedere completate le opere di infrastrutturazione logistiche e trasportistiche, per renderla più accessibile e raggiungibile dagli hub ferroviari e aeroportuali.

Come sindacato, inoltre, non possiamo sottacere i vecchi e i nuovi bisogni di tutta la cittadinanza attraverso l’offerta di politiche sociali che garantiscano livelli di assistenza e qualità della vita.

Quello che vi chiediamo, concludono  Pancrazio Di Leo, Segretario Generale Aggiunto Fisascat Cisl Sicilia,  Salvatore D’Agostino,  Segretario Generale Fisascat Cisl Messina e Tonino Genovese Segretario Generale Cisl Messina, è di essere vicino alla gente, ascoltarne i problemi, promuovere istanze di chi non riesce ad aver voce. La politica deve tornare ad essere elemento di unione e non di divisione, di confronto e non di scontro. Deve tornare ad essere “dovere che dice speranza”.”

 

000
Letto 739 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Taormina. I carabinieri arrestano un 26enne in esecuzione di misura cautelare e denunciano due giovani per furto aggravato in concorso

    Ieri i Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Messina, nei confronti del 26enne taorminese G.V., già noto alle forze dell’ordine, residente a Giardini Naxos (ME), ritenuto responsabile, in concorso con la propria convivente, del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

    Alcuni giorni fa, a Giardini Naxos, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Taormina avevano controllato l’uomo insieme alla sua convivente. A seguito della perquisizione, la 21enne R.M., convivente del giovane, era stata trovata in possesso di alcune dosi di cocaina ed arrestata, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente mentre l’uomo era stato deferito, in stato di libertà, per il medesimo reato. Poiché, all’esito dell’esame del Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri di Messina la sostanza risultava essere del tipo cocaina con oltre 2 grammi di principio attivo, sufficienti a ricavare circa 18 dosi medie singole, i Carabinieri della Carabinieri di Taormina informavano l’Autorità Giudiziaria che, a seguito della relazione dei militari dell’Arma, emetteva il provvedimento della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico dell’uomo.

    Sempre nella giornata di ieri. i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taormina hanno deferito, in stato di libertà, due soggetti: un 30enne di Francavilla di Sicilia (ME), ed un 24enne siracusano, ritenuti responsabile del reato, di furto aggravato in concorso.

    In particolare, a seguito di una segnalazione da parte di un ristoratore di Giardini Naxos che aveva subito il furto di una cassetta con del danaro, i Carabinieri intervenivano nella zona individuando e bloccando due soggetti trovati in possesso della cassetta contenente il denaro, asportata poco prima dal ristorante. Pertanto la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario ed i due sono stati condotti in caserma per gli accertamenti e deferiti, in stato di libertà, per il reato di furto aggravato in concorso.

  • TAORMINA. Completata la verifica della contabilità e dei bilanci di Asm degli ultimi 10 anni. Commissario Fiumefreddo: "Ora Taormina potrà puntare ad avere servizi di livello europeo"

    "Si è completata, martedì, la verifica della contabilità e dei bilanci degli ultimi 10 anni - riferisce il commissario di Asm, l'avvocato, Antonio Fiumefreddo -  un lavoro enorme, che si è reso possibile grazie all’impegno straordinario degli esperti incaricati e degli uffici interni preposti al compito. È stato così mantenuto l’impegno assunto al momento della mia nomina, e ciò malgrado l’irrompere dell’emergenza sanitaria che per tre mesi ci ha costretti a rallentare il ritmo. Del traguardo raggiunto ho informato il sindaco, Mario Bolognari ed il presidente del consiglio comunale, Lucia Gaberscek. Ora toccherà al revisore unico il non meno impegnativo compito appunto della revisione. Intanto, nella imminenza del superamento della liquidatela, ho chiesto al Consiglio comunale di votare i contratti di servizio, così da restituire linearità ed efficienza nei servizi resi ai cittadini. Soddisfatto di aver raggiunto un obiettivo che sembrava impossibile, desidero ringraziare pubblicamente  tutti quanti hanno contribuito a questo sforzo: dai lavoratori di Asm ai collaboratori, dai consiglieri comunali tutti all’amministrazione. Quando si lavora per il bene comune è necessario farlo senza dividersi, ed è esattamente quello che è successo a Taormina. Un modello di cui andare orgogliosi".

  • TAORMINA: LA LEGA SBARCA IN CONSIGLIO COMUNALE Antonio D’Aveni aderisce al Carroccio. Plauso di Candiani e Francilia.

    E’ Antonio D’Aveni il primo consigliere comunale della Lega a Taormina. L’adesione di D’Aveni al partito di Matteo Salvini è stata ufficializzata dopo un incontro con il segretario regionale della Lega in Sicilia Stefano Candiani, alla presenza del vicesegretario Fabio Cantarella e del commissario provinciale del Carroccio messinese Matteo Francilia.

    “Essere presenti nel consiglio comunale della capitale del turismo siciliano - sottolineano Candiani e Francilia - è certamente una grande soddisfazione ma è soprattutto uno stimolo a dare una maggiore attenzione a questo territorio con straordinarie potenzialità. Antonio D'Aveni conosce bene i problemi del territorio taorminese e porterà avanti le istanze dei cittadini in consiglio con un lavoro di squadra fatto con i simpatizzanti e militanti della Lega di Taormina e coinvolgendo la cittadinanza tutta”.

    Particolarmente soddisfatto il neo consigliere leghista: “ringrazio il senatore Candiani, Fabio Cantarella e Matteo Francilia per la straordinaria accoglienza. Da oggi inizia un percorso nuovo che si prefigge come obiettivo una ritrovata centralità della nostra città nelle strategie di sviluppo turistico e culturale, un percorso in cui sono certo sarà di fondamentale importanza il confronto e il lavoro con l’assessore regionale ai beni culturali Alberto Samonà” conclude D'Aveni.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI