TAORMINA. IL SINDACO MARIO BOLOGNARI A LAVORO A PALAZZO DEI GIURATI. L’ANALISI DEL VOTO, LE PRIORITÀ E LA SQUADRA DI GOVERNO CHE LO SOSTERRÀ

TAORMINA. IL SINDACO MARIO BOLOGNARI A LAVORO A PALAZZO DEI GIURATI. L’ANALISI DEL VOTO, LE PRIORITÀ E LA SQUADRA DI GOVERNO CHE LO SOSTERRÀ In evidenza

A pochi giorni dal voto che ha decretato Mario Bolognari sindaco della città di Taormina  abbiamo incontrato il primo cittadino già a lavoro a Palazzo dei Giurati.

Tra i primi atti la rinuncia all’indennità di carica, così come vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi, l’incontro con i dipendenti comunali, un vertice con gli uomini della polizia locale, la necessità di affrontare il problema legato alla raccolta dei rifiuti solidi urbani dal momento che il 30 giugno scadrà il contratto alla ditta che se ne occupa ma non è ancora pronta la nuova società che dovrò gestire il servizio e si pone dunque  il problema di procedere ad una proroga che la legge consente solo in determinate circostanze. E poi il tema scuole da affrontare e risolvere.

Non vi è dubbio che sul tavolo il neo primo cittadino si è trovato tantissime problematiche da affrontare.

Innanzitutto l’analisi del bilancio comunale. Tra le priorità di Mario Bolognari infatti la necessità di riuscire ad incidere finalmente sulla capacità di recupero delle entrate da parte del comune. Bisognerà poi risolvere la questione delle partecipate ed in particolare dell’asm ed affrontare il tema del piano regolatore generale.

Questioni che attendono risposte da tempo e che la cui risoluzione la città ha affidato con il voto del 10 giugno scorso al progetto di Mario Bolognari.

Molto dipenderà anche dalla squadra di governo che andrà a sostenerlo nei prossimi cinque anni.  

Le consultazioni sono iniziate, si dialoga con tutte le forze politiche in campo che si sono spese per ottenere il risultato che ha riportato Mario Bolognari a Palazzo dei Giurati.

Al momento sono ufficiali solo le designazioni dei due assessori indicati prima del voto, Andrea Carpita ed Enzo Scibilia.

Sul resto della squadra Mario Bolognari non si sbilancia ma assicura: “Per il 26 giugno, giorno in cui è stata convocata la prima seduta del consiglio comunale, la squadra sarà certamente pronta e verrà presentata alla città.”

VIDEO

000

Video

Letto 1182 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA. BOLOGNARI REVOCA ORDINANZA PARCHEGGI GRATIS

    L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Bolognari torna indietro sull’iniziativa della gratuità dei parcheggi cittadini nei week end.

    Con apposita ordinanza il sindaco revoca la precedente disposizione. “ Alla luce del nuovo Dcpm dell’8 marzo contenente norme più costringenti per la salvaguardia della salute pubblica abbiamo deciso in accordo con il liquidatore di Asm di revocare ogni provvedimento che incentivi l’ingresso in città. Le considerazioni esposte nell’ordinanza, aggiunge Bolognari, lascaino il passo alla primaria tutela della salute pubblica.”

     

  • TAORMINA. L’APPELLO DI EDDY TRONCHET: SI LIMITI L’ACCESSO ALLA CITTA’

     Mentre il primo cittadino Mario Bolognari promuove iniziative mirate ad incentivare le visite nella Perla dello Jonio, come i parcheggi gratis per tutto il mese di marzo, Eddy Tronchet candidato sindaco alle scorse elezioni amministrative, chiede invece di attuare misure restrittive per tutelare la salute dei cittadini.

    “Si limiti la fruizione della Città di Taormina ai soli residenti, scrive Tronchet. Si chiudano ai non residenti i parcheggi di Porta Catania, del Lumbi e di Porta Pasquale. La situazione è molto più grave di quanto si pensasse solo pochi giorni fa e abbiamo il dovere di tutelare la salute delle persone maggiormente a rischio del nostro comune. La stagione turistica, afferma Tronchet,  fino a maggio-giugno, e probabilmente oltre, appare compromessa e non si ritiene opportuno accogliere in città le persone non residenti, siano essi lavoratori delle province di Messina e Catania, o i nostri affezionati visitatori del weekend. Credo sia indispensabile interrompere momentaneamente la ricettività delle nostre strutture alberghiere almeno fino a primavera inoltrata. Si riducano al massimo tutte le attività di movimento di persone da e per Taormina. Si chiede alla Regione Siciliana di anticipare provvedimenti che risulteranno necessari tra un paio di settimane, sottoponendo sin da subito i Comuni della Sicilia a misure eccezionali!”

     L’invito all’amministrazione comunale affinché attivi e riunioni online giornaliere al fine di:

    - organizzare la gravissima emergenza assolutamente inedita per la nostra città,

    - proporre suggerimenti e strumenti per tutelare le imprese e i lavoratori,

    - organizzare la ripresa della stagione turistica.

     

    Aspra la critica nei confronti delle scelte adottate dal sindaco Mario Bolognari: “Mi permetto di dissentire fortemente sulla scelta di offrire la gratuità dei parcheggi, scelta irragionevole ed inappropriata dell’amministrazione comunale sia perché non è stata votata dal Consiglio Comunale, passaggio necessario come ricorda l’ex presidente del Consiglio Comunale Eugenio Raneri, sia perché contrasta con le indicazioni precauzionali che l’intera comunità scientifica italiana nel suo insieme sta dando alla popolazione. Pertanto chiedo che l’iniziativa del Sindaco venga discussa in Consiglio comunale ed annullata immediatamente e coerentemente con le raccomandazioni dei medici, auspico la chiusura dei parcheggi taorminesi ai non residenti fino a nuovo avviso!”

    Dura la presa di posizione anche nei confronti di Federalberghi Taormina che nelle scorse ore si è espressa negativamente in merito all’invito di chiusura delle strutture ricettive neanche per un breve periodo. Il presidente Italo Mennella teme una restrizione della fruibilità del territorio.

    “Il tema, prosegue Tronchet,  non è l’immagine turistica della città, il tema, oggi, presidente Mennella, è la tenuta sanitaria delle nostre strutture ospedaliere. La priorità è la salute dei nostri concittadini! Tenendo aperti gli alberghi si incoraggia gli spostamenti prescindendo dalle indicazioni mediche, favorendo il movimento di soggetti di cui medicalmente parlando non sappiamo niente e che potrebbero generare gravi problemi infettandosi. E’ auspicabile che la Federalberghi Taormina consideri le varie sfaccettature della vicenda e compatibilmente con la propria vocazione imprenditoriale, valuti al meglio l’interesse della categoria e l’interesse della comunità locale. Tra 10-15 giorni l’ospedale di Taormina potrebbe già confrontarsi con un’emergenza significativa. Auguriamoci di no! I posti disponibili in terapia intensiva potrebbero non bastare con l’aggravio di clienti provenienti dagli alberghi taorminesi. Se la sente presidente Mennella di assumersi questa responsabilità?”

  • TAORMINA. UN TAVOLO TECNICO PER IL TURISMO PER FAR FRONTE ALL'EMERGENZA CORONA VIRUS

    Si è svolta nell’aula consiliare di Palazzo dei Giurati una riunione operativa tra tutte le parti sociali di Taormina per fare il punto sulla situazione creatasi a seguito della impossibilità di raggiungere il Paese, la Sicilia e la Perla dello Jonio da parte di molti turisti.

     “Abbiamo riscontrato, spiega il primo cittadino Mario Bolognari,  una unanime volontà di rispondere con il lavoro, la creatività e la professionalità che hanno fatto di Taormina un brand famoso nel mondo. Constatata la efficacia del dispositivo predisposto dalle autorità sanitarie, imprenditori, sindacati e tutte le organizzazioni presenti hanno concordato con la proposta di varare un tavolo tecnico nel quale elaborare una strategia comunicativa immediata per rassicurare il mercato turistico sulla capacità di accoglienza, in sicurezza, dei turisti e dei visitatori nel corso del 2020.”

    Alla riunione erano presenti anche il Parco archeologico, il Servizio turistico regionale, l’ASP, l’ASM, Taormina Arte, TaoBuk, Taormina Film Festival.

     Albergatori, commercianti, agenzie di viaggio, tour operator, sindacati entreranno con un loro tecnico nel tavolo che sarà convocato già nelle prossime ore.

    L’unità di crisi resta convocata permanentemente per monitorare l’evoluzione degli eventi. Il sindaco informerà la Regione e il Governo nazionale delle proposte già emerse e quelle che saranno avanzate. Infatti, il coordinamento delle attività tra i diversi livelli di governo è essenziale

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI