TAORMINA. APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DI BILANCIO. CLAUDIO GIARDINA ESPRIME PERPLESSITA’

TAORMINA. APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DI BILANCIO. CLAUDIO GIARDINA ESPRIME PERPLESSITA’ In evidenza

 “Felice per l’approvazione in Consiglio Comunale del Rendiconto dell’Esercizio Finanziario 2016. Complimenti a tutti. Però mi corre l’obbligo di fare alcune considerazioni.”

Così il consigliere comunale Claudio Giardina interviene il giorno dopo l’approvazione in aula del rendiconto di bilancio.

Le riflessioni di Giardina riguardano innanzitutto l’atteggiamento di alcuni consiglieri di maggioranza.

“ Appare quanto meno risibile, afferma Giardina,  la posizione assunta da alcuni consiglieri di maggioranza (ora)/minoranza (prima), o ancor peggio, consiglieri di maggioranza (ora)/liberi cittadini (prima), che, folgorati sulla via di Damasco, si “convertono” e mutano i propri convincimenti sul Consuntivo 2016 (targato Cilona) considerato fino a ieri non esitabile ed invotabile, ed improvvisamente virtuoso e valido oggi.   Appare alquanto preoccupante, prosegue,  la modalità con la quale, alcuni Consiglieri (che hanno votato a favore) valutano la posizione di astensione assunta da Alessandra Cullurà (C. di opposizione) dichiarando “io avrei fatto lo stesso al posto di Alessandra probabilmente”, tanto da fare dubitare che si vota, a favore o contro, in base alla posizione occupata sugli scranni dell’Aula consiliare; questi sono gli stessi Consiglieri che considerano le integrazioni fatte sulla Delibera di Bilancio discriminanti per esitarlo positivamente e che siedono accanto ad altri che reputano le medesime integrazioni squisitamente tecniche. Io ero, sono e sarò sempre convinto, prosegue Claudio Giardina,  che le posizioni assunte dipendano da convincimenti di fatto e non da appartenenze. Molto contraddittorio sostenere di essere “fuori norma” nel presentare un Consuntivo in assenza dell’allineamento con le Partecipate (Bilancio Armonizzato) e in assenza del parere del Collegio dei Revisori (dimissionario) e poi, con un sol colpo di bacchetta, votare tutto in assenza del suddetto allineamento e con un parere dei Collegio dei Revisori negativo. Molto soddisfatto nel sentire, in Prima Commissione Consiliare, le rassicurazioni del Collegio dei Revisori dei Conti che considerano virtuoso il percorso intrapreso dalla precedente Amministrazione e l’ha continuato, in questi 5 mesi, dall’attuale. Lodevole la coerenza riscontrata nei Consiglieri Salvo Cilona e Giuseppina Raneri (favorevoli prima e dopo) e Graziella Longo unica astenuta, a prescindere dalle appartenenze politiche.”

000
Letto 352 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA. CONSIGLIO COMUNALE. I RAPPRESENTATI GENITORI: “IN SCENA IL SOLITO TEATRINO”

    Il consiglio comunale di Taormina riunitosi ieri sera avrebbe dovuto occuparsi anche di alcuni punti che riguardano la scuola. Ancora una volta però la discussione non ha fornito le risposte che i genitori si aspettavano.

    Dura la reazione dei rappresentanti dei genitori che hanno assistito alla seduta nella speranza di avere finalmente chiarimenti.

    “Siamo sconcertate, scrivono oggi in una nota, dall’ ennesimo teatrino di una politica inconcludente e smarrita in vuoti ed inconcepibili tatticismi.  Con rifermento alle tematiche di nostro interesse e, cioè, in primo luogo su dove trasferire momentaneamente gli alunni della scuola dell’infanzia di Taormina durante i lavori alla “Vittorino da Feltre” il sindaco ha assicurato una sistemazione provvisoria senza però, sebbene più volte richiesto, indicare questo fantomatico luogo. Analogamente, per i buoni libro, una battaglia che conduciamo da tempo, l’Amministrazione ha ribadito che non sono obbligatori per legge e che in futuro saranno comunque riconosciuti. Ci sembra troppo poco, anche perché non si capisce perché altri finanziamenti non obbligatori vengono comunque concessi, e non vogliamo a fare alcuna polemica ma i fatti sono chiari: non siamo esperte in materia ma sappiamo che in politica se c’è una reale volontà le soluzioni si trovano. Nel complesso ci riteniamo deluse, l’amministrazione ha mostrato improvvisazione e confusione senza neanche lontanamente sforzarsi di dare risposte ai nostri problemi. Da ultimo facciamo presente, si legge nella nota a firma di Ornella Monforte Trifiletti Manuela, al fine di fare comprendere l’atteggiamento dell’amministrazione verso la scuola che da 10 mesi chiediamo la riparazione di un condizionatore della scuola di Mazzeo  e  l’Assessore non ha fatto nulla ed il Sindaco, verosimilmente stizzito perché forse è abituato a relazionarsi solo con persone “accondiscendenti” neanche risponde ai messaggi inviati su tale questione.”

     

  • TAORMINA. APPROVATO LO SCHEMA DI BILANCIO CONSUNTIVO 2017

     La Giunta Municipale ha adottato oggi la delibera di approvazione dello schema del bilancio consuntivo per l’anno 2017. Il percorso continuerà con l’acquisizione del parere del collegio dei revisori dei conti e quindi con la trasmissione del documento al Consiglio comunale. Si tratta di un passaggio importante sulla via della normalizzazione della condizione finanziaria del comune di Taormina. L’assessore al bilancio, dott. Alfredo Ferraro, è già al lavoro insieme con gli uffici per portare in Giunta il bilancio di previsione 2019.

    “Sono in discussione, spiega il sindaco Mario Bolognari,  anche misure per incrementare le entrate tributarie per le quali la percentuale di riscossione è troppo bassa. Misure che, conclude,  sono essenziali per uscire dalla emergenza nella quale si trova il comune da diversi anni.”

  • TAORMINA. SALTA IL CONSIGLIO COMUNALE. LA MAGGIORANZA “ ATTO IRRESPONSABILE”

    I consiglieri di maggioranza ritengono che aver impedito il regolare svolgimento del Consiglio Comunale del 26 giugno c.a., a causa di una dichiarata presunta mancata notifica di convocazione ad un consigliere di minoranza, sia da ritenersi un danno alla città di Taormina e ai cittadini tutti. In tale seduta, infatti, era all’ordine del giorno la disamina del “Bilancio previsionale 2018/20” che contiene la programmazione economico finanziaria dell’Ente e pertanto l’utilizzo dei fondi da Trasferimenti Nazionali e Regionali necessari ad amministrare la cosa pubblica.

    “Il ruolo del consigliere comunale, affermano,  si ritiene debba essere svolto con responsabilità ed impegno nell’interesse pubblico, generale,  primario dei cittadini e nel rispetto del lavoro di tutti. L’interesse per la comunità si manifesta con i fatti e non con le rinunce.”

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI