Taormina. Caos consorzio rete fognante. Intervento dei consiglieri Sterrantino e Costantino

Taormina. Caos consorzio rete fognante. Intervento dei consiglieri Sterrantino e Costantino In evidenza

I consiglieri comunali di Taormina Giuseppe Sterrantino e di Giardini Naxos Alessandro Costantino hanno effettuato un sopralluogo presso l’Ente Consorzio Rete Fognante per meglio comprendere lo stato di funzionamento dello stesso.

A seguito della revoca dei propri rappresentanti dall’Assemblea del Consorzio rete fognante comprensoriale, da parte dei sindaci di Letojanni e Castelmola, e la conseguente decadenza di tutti gli organi di governo del Consorzio stesso, hanno voluto promuovere un confronto con le amministrazioni comunali interessate.

Considerato che, con l’approssimarsi della stagione estiva quando, come è noto, le presenze sul territorio del comprensorio turistico si incrementano notevolmente e, con esse, anche il numero delle utenze servite dai depuratori consortili, si rende necessario superare questa fase di stallo in tempi rapidissimi.

“Per questo motivo, spiegano Sterrantino e Costantino,  ci siamo fatti promotori di un ordine del giorno, da sottoporre ai Consigli Comunali di Taormina Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola, col quale impegniamo i Sindaci a porre in essere ogni azione utile a ripristinare urgentemente l’operatività dell’”ente Consorzio”, al fine di garantire la funzionalità degli impianti di depurazione.”

Per il Comune di Taormina, il sottoscrittore è il consigliere Giuseppe Sterrantino; per il Comune di Giardini Naxos, i consiglieri comunali Alessandro Costantino, Angelo Cundari e Mario Sapia; per il Comune di Castelmola è stato presentato un atto di indirizzo da parte del Presidente del Consiglio Comunale Massimiliano Pizzolo per conto di tutto il Consiglio Comunale.

000
Letto 255 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA. I CONSIGLIERI ABBATE E STERRANTINO ADERISCONO AL PROGETTO SICILIA VERA.

    Ad annunciarlo sulla sua pagina facebook è il deputato regionale e sindaco di Santa Teresa di Riva Danilo Lo Giudice. La campagna acquisti di Sicilia Vera prosegue e incassa nuove adesioni.

    “La politica, afferma Lo Giudice, è prima di tutto passione, impegno, formazione, idee, confronto, sintesi e competenza: tutti elementi essenziali per creare la buona amministrazione richiesta dai cittadini. La crisi della “Politica”, concettuale e di sostanza, non ha fatto altro che affievolire lo spirito e il senso di appartenenza dei tanti militanti ai partiti politici. Ciò ha spinto chi ha deciso di spendersi per la collettività a fare scelte non convenzionali, coraggiose e proiettate al futuro. Per questo motivo, afferma Lo Giudice, voglio ufficializzare che gli amici Salvo Abbate e Giuseppe Sterrantino, entrambi consiglieri comunali di Taormina, hanno deciso di aderire con grande convinzione e voglia di fare al nostro progetto politico, basato sulla politica del fare.”

    “Abbiamo deciso di appoggiare questo progetto, spiegano Abbate e Sterrantino, perché in tale progetto e soprattutto nella persona riscontriamo tutti elementi di concretezza. Primo grande obiettivo politico da portare avanti l’appoggio alla candidata Dafne Musolino alle prossime elezioni europee del 26 maggio 2019. Si tratta di una scelta senza sé e senza ma”, affermano i consiglieri Abbate e Sterrantino, che ci porta a sposare un progetto fatto di donne e uomini che hanno dato dimostrazione che la buona amministrazione si può fare, progetto lungimirante e rivoluzionario che ha come primo obiettivo il benessere del comprensorio.”

    “Sono molto felice della decisione degli amici Abbate e Sterrantino, ammette l’On. Lo Giudice, anche se la loro vicinanza non era in dubbio ma questo passo ci consentirà di operare in maniera più concreta ed efficace a Taormina e nel comprensorio”.

  • TRAPPITELLO. ANCORA POLEMICHE CON RFI. LA REPLICA DI STERRANTINO

    “Non ricordo tutto questo interessamento e tanto meno azioni eclatanti a seguito dei rilevanti problemi in tema di acqua, pozzi e falda acquifera che hanno interessato il nostro Comune a partire dal settembre/ottobre 2015”, esordisce così il consigliere di maggioranza Giuseppe Sterrantino ex presidente del Co.Mi.Di. che in quegli anni tanto si è battuto per portare all’attenzione della precedente amministrazione le gravi criticità in tema di acqua che hanno interessato principalmente la frazione di Trappitello, “e non mi risultano richieste fatte, né “oggi” né “ieri”, ad ASM per conoscere la “bontà” delle acque captate a Santa Filomena”.

    “Vorrei ricordare che già all’atto della deliberazione avente ad oggetto il progetto definitivo, non esecutivo, di RFI questa maggioranza, per mia voce, aveva posto dubbi e quesiti in seno al progetto e alla probabile ubicazione dell’area di stoccaggio, mentre altri si sono preoccupati di fare emendamenti, strumentali, aventi ad oggetto virgole, punti etc per poi votare la delibera”.

    La proposta di questa maggioranza è stata quella di richiedere da subito un dialogo continuo con Italferr, realizzatrice del progetto definitivo, la quale da subito ha accolto la nostra richiesta inviando 3 tecnici tra i quali il Project manager e la responsabile gestione terre e bonifiche ambientali.

    E’ stato, dunque, possibile, in seno al consiglio comunale del 26 marzo c.m. ascoltare le loro relazioni ma anche condividere con loro i numerosi dubbi in merito al progetto ed ai suoi impatti, non ultimo, di grande profilo, l’intervento del consigliere Passalacqua che è entrato nello specifico sugli additivi chimici che verranno utilizzati negli scavi.

    Volevo evidenziare l’impegno da parte del Project Manager di Italferr, Ing. Salvatore Vanadia, su mia espressa richiesta in seno al consiglio comunale, di includere nell’ambito dei controlli ambientali generali, aventi ad oggetto la corretta depurazione dei fanghi e delle acque reflue, anche le acque captate dai pozzi di Santa Filomena che attingono dalla falda che si trova in prossimità della futura costruenda area di stoccaggio.

    Ritengo opportuno non creare facili allarmismi, ma al contempo bisogna ammettere che in tutti gli ambiti i rischi non possono essere totalmente esclusi ma mitigati ed in questo caso gli opportuni protocolli di sicurezza che verranno posti in essere da Italferr, nota e stimata azienda dello Stato su cui riponiamo la nostra grande fiducia, rappresentano una importante mitigazione. Vero è che l’appalto integrato verrà affidato ad una impresa privata, unitamente alla redazione del progetto esecutivo e anche le nuove verifiche sulle attività di controllo degli impatti ambientali. Su questo, sono concorde con il Sindaco, nutro delle preoccupazioni perchè a quel punto verrà effettivamente meno il confronto tra due Istituzioni e ci sarà un imprenditore che avrà, ovviamente, altri criteri di valutazione: su quest’ultimo tema bisogna evidenziare che Italferr farà parte della Direzioni Lavori e dunque, avrà un’importante voce in capitolo in tema di azione di controllo anche dopo l’affidamento definitivo e proprio durante questo step del processo decisionale e di formazione del progetto esecutivo, saremo attenti e ci batteremo per ottenere tutte le rassicurazioni e le azioni necessarie a garantire il nostro territorio.

    L’opera è di vitale importanza per lo sviluppo del nostro comprensorio e per tutta la Regione Sicilia (… si pensi al collegamento diretto aeroporto-Taormina/Giardini), sarà necessario sopportare dei grandi sacrifici quali ad esempio l’incremento del traffico veicolare che interesserà la nostra comunità: il nostro compito sarà quello di monitorare attentamente l’evoluzione del processo e lo stato di avanzamento dei lavori, e non commettere gli stessi errori fatti nel passato, ben visibili infatti, intorno a noi, sono le incompiute rimaste nel dimenticatoio della politica".

     

     

     

  • Consorzio Rete Fognante. Il Presidente Bonaffini replica alle accuse.

    In merito alla notizia su presunte irregolarità nella gestione del Consorzio rete fognante arriva la replica del Presidente Salvatore Bonaffini.

    Attraverso una nota stampa Bonaffini precisa che “ non si rileva alcuna mancanza di pareri, né alcun genere di presunte irregolarità nell’ambito di una gestione improntata alla trasparenza e al rispetto incondizionato dell’ interesse primario dell’Ente.”

    Nessuna delibera irregolare dunque per Bonaffini che prosegue spiegando riguardo agli atti di determina del Presidente, come anche per  tali provvedimenti si sia  provveduto preventivamente a fornirne esaustiva conoscenza del loro contenuto a tutti i componenti. Per di più, si legge ancora nella nota, considerato che  non è stato possibile addivenire alla approvazione del bilancio a causa del mancato raggiungimento del numero legale, ne discende come  eventuali provvedimenti, giuridicamente validi poiché legittimamente adottati,  spiegheranno in ogni caso efficacia non appena  approvato il rendiconto ed ottenuto il previsto parere di copertura finanziaria; infine, la eventuale mancata pubblicazione di alcuni atti non può di certo ascriversi in capo alla persona del  Presidente giacché gli adempimenti riguardanti la fase della pubblicità dei provvedimenti è curata dal personale a cui è affidato lo specifico compito.

    “ Ho improntato, conclude il presidente Bonaffini,  la mia linea di condotta solamente all’interesse perseguito dal Consorzio, nel rispetto di tutti coloro che operano e collaborano nell’ambito dell’ente, sono amareggiato per la gratuità delle immotivate e gravi insinuazioni da parte di soggetti nei cui confronti ho sempre dimostrato ampia collaborazione e sostegno.”

    Infine l’auspicio  ad una maggiore cooperazione in futuro tra  i componenti dell’ente, per una sinergia che rafforzi l’azione congiunta del Consorzio  e garantisca una migliore attuazione del bene della collettività.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI