EMERGENZA COVID-19. I SINDACI SI APPELLANO ALLE ISTITUZIONI: PIÙ COLLABORAZIONE

EMERGENZA COVID-19. I SINDACI SI APPELLANO ALLE ISTITUZIONI: PIÙ COLLABORAZIONE In evidenza

Con una missiva indirizzata al Presidente della Regione Siciliana, all'Assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza e al Prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi, 76 sindaci della provincia di Messina, lanciano un appello alle Istituzioni per evidenziare una situazione critica.

"Quotidianamente noi sindaci siamo costretti a convivere con problematiche enormi. È opportuno che le autorità competenti siano informate per gli opportuni provvedimenti da adottare. Appare evidente specificare che ciò che si sta verificando, in modo particolare nella nostra provincia di Messina, evidenzia come la diffusione del Covid-19 stia avvenendo principalmente all’interno di strutture sanitarie e/o similari per poi conseguentemente diffondersi nei nostri territori. Ciò non può e non deve essere sottovalutato anche alla luce delle criticità che noi Sindaci abbiamo evidenziato più volte ma senza alcun riscontro". Così scrive il gruppo di sindaci firmatari della lettera.

" Nello specifico - continua il documento - si evidenzia quanto segue:

  1. Alla data odierna non esiste alcuna comunicazione ufficiale da parte di nessun organo, che abbia informato gli scriventi circa eventuali casi di contagio positivo da Covid-19 relativi a nostri concittadini;
  2. Alla data odierna non esiste una regia unica, ovvero un unico soggetto che sia deputato giornalmente a trasferire ai Sindaci informazioni inerenti la messa in quarantena di nostri concittadini, o eventuali tamponi effettuati e quindi l’esito degli stessi al fine di poter adottare con la massima urgenza, le misure necessarie a determinare una riduzione massima di eventuale diffusione del contagio;
  3. In ogni Distretto Sanitario dovrebbe essere possibile effettuare i tamponi, ma anche in tal senso nessuna comunicazione è pervenuta;
  4. Alla data odierna gli operatori sanitari, non sono stati sottoposti a tampone e non si intende procedere in tal senso fin quando non si evidenziano sintomi e ciò ovviamente espone notevolmente le nostre comunità ad enormi rischi, considerato che gli stessi sono quotidianamente in prima linea.
  5. Alla data odierna gli operatori sanitari evidenziano di non avere dispositivi di protezione individuale ne all’interno delle strutture di emergenza/urgenza, ne presso le strutture sanitarie con un’enorme esposizione del rischio di contagio".

"In virtù di quanto sopra evidenziato - concludono i Sindaci - appare evidente che solo mediante delle comunicazioni immediate possiamo essere in condizioni di interventi rapidi.

Si ritiene quanto mai indispensabile:

  1. Disporre un coordinamento, che possa prevedere anche l’eventuale presenza di una minima rappresentanza dei Sindaci;
  2. Disporre i tamponi per chi opera in prima linea quali operatori sanitari, forze dell’ordine, Sindaci, volontari Protezione Civile;
  3. Risolvere le criticità espresse in premessa.

Nel rimanere a disposizione, il presente documento vuole essere a supporto della gestione dell’emergenza senza alcun spirito di polemica ma solo al fine di supportare al meglio gli organi preposti".

 

I Sindaci dei comuni di:

  1. Alcara Li Fusi – Ettore Dottore
  2. Alì - Natale Rao
  3. Ali Terme – Carlo Giaquinta
  4. Antillo – Davide Paratore
  5. Barcellona Pozzo di Gotto – Roberto Materia
  6. Capizzi – Leonardo Principato Trosso
  7. Capo d’Orlando – Franco Ingrillì
  8. Capri Leone – Filippo Borrello
  9. Casalvecchio Siculo – Marco Saetti
  10. Castel di Lucio – Giuseppe Nobile
  11. Castell’umberto – Vincenzo Lionetto Civa
  12. Castelmola – Orlando Russo
  13. Cesarò – Calì Salvatore
  14. Condrò – Giuseppe Catanese
  15. Falcone – Marco Paratore
  16. Fiumedinisi – Giovanni De Luca
  17. Fondachelli Fantina – Marco Pettinato
  18. Forza d’Agrò – Bruno Miliado
  19. Francavilla di Sicilia – Vincenzo Pulizzi
  20. Frazzanò – Gino Di Pane
  21. Furci Siculo – Matteo Francilia
  22. Furnari – Maurizio Crimi
  23. Gaggi – Giuseppe Cundari
  24. Gallodoro – Currenti Filippo Alfio
  25. Giardini Naxos – Pancrazio Lo Turco
  26. Graniti – Paolino Lo Giudice
  27. Gualtieri Sicaminò – Santina Bitto
  28. Itala – Antonino Crisafulli
  29. Letojanni – Alessandro Costa
  30. Librizzi – Renato Di Blasi
  31. Limina – Marcello Bartolotta
  32. Longi – Nino Fabio
  33. Malvagna – Giuseppe Cunsolo
  34. Mandanici – Giuseppe Briguglio
  35. Mazzara Sant’Andrea - Carmelo Pietrafitta
  36. Milazzo – Giovanni Formica
  37. Mirto – Maurizio Zingales
  38. Moio Alcantara – Bruno Pennisi
  39. Monforte San Giorgio – Giuseppe Cannistrà
  40. Mongiuffi Melia – Rosario D’Amore
  41. Montagnareale – Rosario Sidoti
  42. Montalbano Elicona – Filippo Taranto
  43. Motta Camastra – Carmelo Blancato
  44. Nizza di Sicilia – Piero Briguglio
  45. Novara di Sicilia – Girolamo Bertolami
  46. Oliveri – Francesco Iarrera
  47. Pace del mela – Mario La Malfa
  48. Pagliara – Sebastiano Gugliotta
  49. Patti – Mauro Aquino
  50. Pettineo – Domenico Ruffino
  51. Roccafiorita – Concetto Orlando
  52. Roccalumera – Gaetano Argiroffi
  53. Roccavaldina – Salvatore Visalli
  54. Rodi Milici – Eugenio Aliberti
  55. San Filippo del Mela – Giovanni Pino
  56. San Fratello – Salvatore Sidoti Pinto
  57. San Pier Niceto – Luigi Calderone
  58. San Piero Patti – Salvino Fiore
  59. San Teodoro – Valentina Costantino
  60. Sant’Alessio Siculo – Giovanni Foti
  61. Santa Lucia del Mela – Matteo Sciotto
  62. Santa Teresa di Riva – Danilo Lo Giudice
  63. Santo Stefano di Camastra – Francesco Re
  64. Saponara – Fabio Vinci
  65. Savoca – Nino Bartolotta
  66. Scaletta Zanclea – Gianfranco Moschella
  67. Sinagra – Nino Musca
  68. Spadafora – Tania Venuto
  69. Taormina – Mario Bolognari
  70. Torrenova – Salvatore Castrovinci
  71. Tripi – Michele Lemmo
  72. Tusa – Luigi Miceli
  73. Ucria – Enzo Crisà
  74. Valdina – Antonino Di Stefano
  75. Venetico – Francesco Rizzo
  76. Villafranca Tirrena – Matteo De Marco
  77. Santa Domenica Vittoria - Giuseppe Patorniti
  78. Piraino - Massimo Ruggeri
000
Letto 220 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA. RIPARTE LA FUNIVIA. STAMATTINA PRIMA CORSA SIMBOLICA

    La ripartenza della funivia deve essere un segnale di certezza. Ad affermarlo l’assessore regionale Marco Falcone presente stamani all’impianto della funivia di Taormina per la prima corsa simbolica post emergenza Covid 19.

    L’assessore regionale all’ Infrastrutture e mobilità ha voluto con la propria presenza evidenziare l’importanza della Perla dello Jonio per l’intero comparto turistico economico dell’Isola: “Partiamo e ripartiamo da Taormina, ha affermato, perché è il simbolo della vitalità siciliana, il nostro fiore all’occhiello.”

    La Perla dello Jonio si trova ad affrontare uno dei periodi più difficili della sua storia.

    “Nella memoria, spiega il sindaco Mario Bolognari, Taormina ha vissuto la crisi che seguì la seconda guerra mondiale e quella dopo il terribile terremoto del Belice. Certamente crisi di natura diversa e anche livelli di gravità differenti ma due crisi che hanno comunque portato alla chiusura di molte strutture.  Il nostro obiettivo è evitare che questo si verifichi anche questa volta. E’ necessario che si capisca la peculiarità di Taormina. Il nostro turismo è rappresentato dall’85% di presenze straniere, ne consegue  che non possono essere attuate per Taormina le misure che si attuano per altre località. Qui, afferma Bolognari, è fondamentale che ci sia la liquidità a fondo perduto per le imprese per poter affrontare intanto questo primo impatto durissimo e che ci sia una forte campagna di promozione per quanto riguarda il brand del turismo siciliano all’estero per conquistare nuovi mercati e riconquistare i vecchi mercati che in questo momento si sono fermati.”

    La ripartenza della funivia rappresenta un segnale importante anche per l’azienda servizi municipalizzati di Taormina e per i suoi lavoratori. 

    “Abbiamo avuto un calo del 95%, spiega il commissario Fiumefreddo, ma nonostante tutto andiamo avanti.  C’è grande volontà dei dipendenti di ripartire”. E proprio a loro il commissario Fiumefreddo ha voluto rivolgere un sentito ringraziamento per il lavoro svolto e l’impegno messo in questo momento.  

    Impegnato a dare il proprio contributo anche il deputato regionale e sindaco di Santa Teresa Danilo Lo Giudice: “Il via della Funivia oggi vuole essere il simbolo della ripartenza dell’intero comparto turistico economico dell’Isola ed in particolare del nostro comprensorio. Taormina è la capitale del turismo siciliano e deve essere da traino per tutta la nostra riviera jonica.”

    Il complesso della Funivia funzionerà nel pieno rispetto delle nuove disposizioni sanitarie; la capienza delle cabine sarà dunque ridotta per garantire la distanza di sicurezza tra i passeggeri, che dovranno essere muniti di dispositivi individuali di protezione; l'area di attesa per l'imbarco spostata fuori dalle stazioni che saranno entrambe dotate di un erogatore di gel igienizzante a disposizione dei viaggiatori.

    Le 8 cabine dell'impianto verranno sanificate più volte nel corso della giornata ed il personale di servizio sarà dotato di mascherina, evitando ogni contatto con il pubblico.

    In questa prima fase, il servizio si svolgerà su un turno unico, con apertura alle ore 8:00 e chiusura alle 14:00.

  • TAORMINA. TURISMO. LO GIUDICE: FONDAMENTALE APERTURA DOMENICALE NELLE LOCALITÀ TURISTICHE

    Le disposizioni attuali della Regione Siciliana non consentono alle attività commerciali di poter aprire la domenica. Ciò rischia di penalizzare notevolmente il tessuto economico delle partite iva in modo particolare nelle località turistiche siciliane, come ad esempio Taormina.

    Il divieto tutt’ora vigente, che impone la chiusura delle attività commerciali la domenica rappresenta una pesante limitazione per quel rilancio economico indispensabile dopo gli oltre 2 mesi di lockdown.

    “Sono stato contattato da numerose operatori economici del Taorminese, spiega il deputato regionale Danilo Lo Giudice,  che chiedono a gran voce che tale limitazione venga eliminata, rappresentando come il fine settimana e quindi la domenica in particolare, sia fondamentale per avere un minimo di incassi in una situazione già fortemente drammatica. Per questo, prosegue Lo Giudice, ho chiesto al presidente Musumeci di poter rivedere questa posizione, ascoltando le esigenze degli operatori e dando ai sindaci la possibilità di stabilire, a seconda delle esigenze, l’apertura domenicale.

    Ringrazio il governo regionale che ha accolto tale richiesta comprendendo le motivazioni e dando rassicurazioni in tal senso. Nelle prossime ore, conclude il deputato regionale, verrà emanata apposita ordinanza regionale che potrà eliminare tale criticità, consentendo così l’apertura domenicale.”

  • GIARDINI NAXOS. NUOVO CASO DI POSITIVITA’ A COVID 19

    Nelle scorse ore l’Asp ha informato l’amministrazione comunale della presenza di un nuovo caso accertato di positività al coronavirus di un soggetto residente a Giardini Naxos.

    “ In merito, afferma il sindaco Nello Lo Turco, ritengo importante informarvi che lo stesso è stato immediatamente posto in quarantena obbligatoria e si sta cercando di ricostruire tutti relativi i movimenti e i contatti dell’ultimo periodo. La persona di che trattasi, che sta bene e non presenta alcun sintomo, sarà nuovamente sottoposta a tampone per accertarsi che non si tratti di una falsa positività; il Comune comunque monitorerà incessantemente l’evolversi della situazione e porrà in essere tutti gli adempimenti di propria competenza.”

    Il primo cittadino raccomanda a tutti, come già costantemente in passato, di evitare di far circolare informazioni incontrollate, soprattutto sui social, che contribuiscono solo alla perdita della serenità della comunità.

    L’ invito ai cittadini è quello di  attenersi pedissequamente alle disposizioni allo stato vigenti e, nonostante le attuali minori restrizioni sulla circolazione e sui contatti, a limitare al massimo le uscite e gli spostamenti allo stretto indispensabile, oltre che ovviamente ai soli casi consentiti, conformandosi alle modalità e misure di sicurezza obbligatorie.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI