SANTA TERESA DI RIVA. L’APPELLO DELL’ON. DANILO LO GIUDICE: BISOGNA RIPARTIRE ALTRIMENTI RISCHIAMO DI NON RIUSCIRCI PIÙ

SANTA TERESA DI RIVA. L’APPELLO DELL’ON. DANILO LO GIUDICE: BISOGNA RIPARTIRE ALTRIMENTI RISCHIAMO DI NON RIUSCIRCI PIÙ In evidenza

L’on. Danilo Lo Giudice, sindaco di Santa Teresa di Riva, interviene sul dibattito politico inerente l’avvio della cosiddetta Fase 2 annunciata dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ieri.

“Non ho seguito la conferenza stampa di Conte, spiega Lo Giudice, perché impegnato nei lavori della finanziaria regionale a Palermo. Ho ricevuto però, prosegue, una miriade di messaggi da tanti imprenditori esasperati che lanciano un grido di aiuto per poter riprendere piano piano la loro vita, il loro lavoro. Presidente Nello Musumeci i Siciliani hanno bisogno del suo intervento. C’è bisogno di avviare un’interlocuzione urgente con il governo nazionale per consentire di ripartire, con le dovute cautele, ma bisogna ripartire e sono certo che lei condivide questo pensiero. Il rischio che corriamo in questa terra, conclude Lo Giudice, è quello di vedere i sacrifici di una vita mandati in fumo e la Sicilia non se lo può permettere.”

000
Letto 528 volte

Articoli correlati (da tag)

  • COVID 19. PROROGATO STATO EMERGENZA FINO AL 30 APRILE. ECCO LE NOVITÀ

    Il Consiglio dei Ministri si è riunito mercoledì 13 gennaio 2021, alle ore 21.55, a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte.

     

    PROROGA DELLO STATO D’EMERGENZA DOVUTO ALLA PANDEMIA DA COVID-19

    Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, vista la nota del Ministro della salute e il parere del Comitato tecnico scientifico, ha deliberato la proroga, fino al 30 aprile 2021, dello stato d’emergenza dichiarato in conseguenza della dichiarazione di “emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale” da parte della Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

     

    COVID-19, MISURE PER IL CONTENIMENTO DEL CONTAGIO

    Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l’anno 2021 (decreto-legge)

    Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori disposizioni urgenti per il contenimento della diffusione del COVID-19.

    Il testo proroga, al 30 aprile 2021, il termine entro il quale potranno essere adottate o reiterate le misure finalizzate alla prevenzione del contagio ai sensi dei decreti-legge n. 19 e 33 del 2020.

    Il decreto conferma, fino al 15 febbraio 2021, il divieto già in vigore di ogni spostamento tra Regioni o Province autonome diverse, con l’eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

     

    Inoltre, dal 16 gennaio 2021 e fino al 5 marzo 2021, sull’intero territorio nazionale si applicano le seguenti misure:

     

    • è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. Tale spostamento può avvenire all’interno della stessa Regione, in area gialla, e all’interno dello stesso Comune, in area arancione e in area rossa, fatto salvo quanto previsto per gli spostamenti dai Comuni fino a 5.000 abitanti;

     

    • qualora la mobilità sia limitata all’ambito territoriale comunale, sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia;

     

    • è istituita una cosiddetta area “bianca”, nella quale si collocano le Regioni con uno scenario di “tipo 1”, un livello di rischio “basso” e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti. In area “bianca” non si applicano le misure restrittive previste dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) per le aree gialle, arancioni e rosse ma le attività si svolgono secondo specifici protocolli. Nelle medesime aree possono comunque essere adottate, con DPCM, specifiche misure restrittive in relazione a determinate attività particolarmente rilevanti dal punto di vista epidemiologico.

     

    • In considerazione della necessità di agevolare l’attuazione del piano vaccinale per la prevenzione del contagio da COVID-19, in coerenza con le vigenti disposizioni europee e nazionali in materia di protezione dei dati personali, è istituita, una piattaforma informativa nazionale idonea ad agevolare, sulla base dei fabbisogni rilevati, le attività di distribuzione sul territorio nazionale delle dosi vaccinali, dei dispositivi e degli altri materiali di supporto alla somministrazione, e il relativo tracciamento. Inoltre, su istanza della Regione o Provincia autonoma interessata, la piattaforma nazionale esegue, in sussidiarietà, le operazioni di prenotazione delle vaccinazioni, di registrazione delle somministrazioni dei vaccini e di certificazione delle stesse, nonché le operazioni di trasmissione dei dati al Ministero della salute.

     

    In considerazione del permanere dell’emergenza e dell’evoluzione del quadro epidemiologico, su tutto il territorio nazionale:

     

    le elezioni suppletive per i seggi della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica dichiarati vacanti entro il 28 febbraio 2021 si svolgono entro il 20 maggio 2021;

    le elezioni dei Comuni i cui organi sono stati sciolti ai sensi dell'articolo 143 del Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, già indette per le date del 22 e 23 novembre 2020, sono rinviate e si svolgono entro il 20 maggio 2021. Fino al rinnovo degli organi di cui al primo periodo è prorogata la durata della gestione della commissione straordinaria;

    i permessi di soggiorno in scadenza entro il 30 aprile 2021 sono prorogati alla medesima data.

  • Santa Teresa di Riva, consegnati i lavori sulla strada provinciale 23 di Misserio
    Sono stati consegnati stamane, alla ditta vincitrice dell’appalto, i lavori sulla strada provinciale 23 che riguarderanno la realizzazione delle opere di sostegno e del rifacimento del piano viabile ai chilometri 3+550 e 5+700.
    L'importo complessivo del progetto, redatto dalla III Direzione "Viabilità Metropolitana" Servizio "Progettazione stradale - Zona omogenea Jonica - Alcantara" della Città Metropolitana di Messina, ammonta a 595.587,34 euro, l’importo complessivo dei lavori, al netto del ribasso d’asta del 35,3500%, è di 318.512,82 euro.
    Gli interventi si sono resi necessari a causa degli eventi atmosferici che hanno determinato il cedimento di una porzione del muro, lungo circa 30 metri, di notevole altezza che sostiene la strada provinciale 23 e che funge da argine del latistante torrente, causando un notevole restringimento della sede stradale esistente, con il conseguente rischio di isolamento della frazione di Misserio.
    I principali lavori, da effettuare nell’arco di cinque mesi, consistono nelle seguenti esecuzioni: sistemazione dell’alveo del torrente, limitatamente alla zona immediatamente vicina all’intervento, al fine di distanziare il corso dell’acqua dalla zona delle lavorazioni da effettuare; realizzazione del muro in cemento armato a sostegno della sede stradale, realizzato su pali di fondazione trivellati; rifacimento della porzione di sede stradale con il ripristino delle dimensioni geometriche della stessa, precedenti lo smottamento verificatosi; messa in opera del guard rail a protezione della sede stradale, rifacimento del manto bituminoso nella zona di intervento e della segnaletica orizzontale.
    Il Responsabile Unico del Procedimento è l'ing. Rosario Bonanno, il Progettista e Direttore dei Lavori l'ing. Giovanni Lentini, i Responsabili del Servizio Progettazione stradale - Zona omogenea Jonica - Alcantara, geometri Giovanni Pinto e Pasquale Chiaia, il Collaudatore statico delle strutture l'ing. Carmelo Battaglia.
     
  • SANTA TERESA DI RIVA. IL PREMIO IMPRESA SOLVAY PER L'AIUTO AL CIRCO. VIDEO

    La Fondazione Sodalitas ha assegnato al Comune di Santa Teresa di Riva  il  Premio  Impresa Solvay  partner di Cresco Award città sostenibili 2020: Sviluppo del territorio valorizzando la partnership pubblico-impresa" per il progetto "Un piccolo gesto per un grande risultato" che ha perseguito gli obiettivi 10 – 16 e 17  previsti dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite; in modo particolare l’ Accoglienza, l’inclusione, la coesione sociale, la Promozione della Partnership tra Enti pubblici e Imprese per il Supporto alle Categorie deboli e disagiate.

    ll progetto, è nato dall'esigenza di offrire sostegno e ospitalità ai componenti del circo M. Orfei (circa 150 persone tra cui 30 bambini) che, a causa del lockdown, sono rimasti bloccati nella nostra cittadina per 8 mesi.

    "Un piccolo gesto, per un grande risultato" è stato il motto utilizzato dall’Amministrazione comunale di Santa Teresa di Riva nel periodo del Covid  per sostenere il Circo Orfei, è scattata una gara di solidarietà e amicizia senza eguali a cui hanno partecipato nelle varie fasi, oltre l’Amministrazione comunale, anche i singoli cittadini, le Istituzioni Scolastiche, Ecclesiastiche, le Associazioni di volontariato, le attività commerciali e farmacie, che hanno donato prodotti  alimentari e sanitari (anche per gli animali) e materiale scolastico per i più piccoli.

    Un intero comprensorio ha adottato la comunità circense mediante:

    • La raccolta di beni di prima necessità attraverso donazioni spontanee da parte di Cartolerie, Panifici, Bar, Pizzerie, Macellerie, Fruttivendoli e Mangimifici del territorio
    • La Spesa sospesa presso i Supermercati ,Farmacie e Sanitarie
    • Il supporto sanitario e medico/fisioterapico svolto dai volontari della CRI e dal Centro Diagnostico
    • Inserimento nelle realtà scolastiche dei bambini con lezioni online e donazioni di libri e materiale scolastico
    • Donazione della Coldiretti di carne,rotoballe di fieno,frutta e verdura
    • celebrazione del battesimo di 4 bambini sotto lo chapiteau nel tendone del circo presieduta dall’Arcivescovo Accolla definita uno “spettacolo d’amore” e che è stata  un momento di grande comunione fraterna risultato  dalla vicinanza e conforto ricevuto dai parroci del territorio.
    • Offerta di contributi economici da parte di 22 Comuni della prov.di Messina tra Giardini Naxos e Scaletta
    • Organizzazione di eventi di beneficienza e distribuzione di beni da parte delle Associazioni aderenti alla Rete Assojonica, Dispari Onlus,Sikylia,Help Center, Avis, Lions Club, la Croce Rossa di Roccalumera, , Protezione Civile, Caritas etc.
    • Attività di sensibilizzazione tramite i Social
    • Attivazione conto corrente per la raccolta fondi spontanea

    Il Circo ha ringraziato la cittadinanza offrendo spettacoli gratuiti organizzando spettacoli rivolti anche ai ragazzi diversabili, in collaborazione con le Associazioni Dispari Onlus e Sikilia .

    I circensi hanno  trascorso l’estate offrendo a tutti i cittadini del comprensorio ionico dei biglietti per gli spettacoli gratuiti e, finito il lokdown, hanno vissuto la loro quotidianità a Santa Teresa di Riva impegnandosi in attività di volontariato; hanno dedicato un pomeriggio alla pulizia dei 4 chilometri di spiaggia e inoltre hanno svolto lavori stagionali partecipando e animando  ricorrenze e compleanni.

    La rete di solidarietà tra i circensi e la comunità ospitante è testimoniata dai forti legami di amicizia come dimostrano anche i numerosi messaggi pubblicati sui social dei cittadini.

    I risultati raggiunti sono andati oltre ogni aspettativa; lo slogan un piccolo gesto,per un grande risultato, ha innescato processi di solidarietà mediante l’attuazione di modelli di  accoglienza, inclusione della comunità circense creando legami di amicizia e gratitudine verso la popolazione locale, testimoniati dai vari articoli pubblicati da quotidiani e TV locali, nazionali e riviste internazionali e dallo stesso Darix il titolare del circo. Non è stato un circo nella città ma il circo della città; il grande spirito di accoglienza che ha coinvolto tutti è stato uno dei momenti più significativi della storia di una comunità dentro la  comunità  che ha dimostrato un  grande senso di solidarietà fra persone.

    La partecipazione al concorso Cresco Award - Città sostenibili 2020, con il progetto “un piccolo gesto ,per un grande risultato”, redatto nelle varie fasi dalla Presidente del Consiglio Mimma Sturiale e dalla Consigliera Anna Dominici, attraverso la collazione di articoli, interviste e video,  è scaturita dalla necessita di condividere, valorizzare  e promuovere le buone pratiche attuate dall’Amministrazione Comunale nel lungo periodo del lockdowun a supporto delle categorie deboli e disagiate.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI