TAORMINA. UN TAVOLO VIRTUALE PER PARLARE DI TURISMO. L’INIZIATIVA PROMOSSA DA TAORMINA FUTURA

TAORMINA. UN TAVOLO VIRTUALE PER PARLARE DI TURISMO. L’INIZIATIVA PROMOSSA DA TAORMINA FUTURA In evidenza

Albergatori e commercianti, imprenditori di Taormina e di Giardini Naxos, insieme, attorno ad un tavolo “virtuale”, non per litigare né per stabilire chi deve fare da capofila dell’ennesimo Ambito Territoriale Ottimale, ma per parlare la stessa lingua e puntare agli stessi obiettivi: evitare il tracollo dell’industria turistica e provare a rilanciare guardando alla prossina stagione e ad alcune specifiche iniziative.

L’iniziativa è stata promossa da Taormina Futura che ha coinvolto esperti del settore.

PIERPAOLO BIONDI – Presidente Federalberghi Riviera Jonica Messina e componente Giunta Esecutiva Federalberghi Sicilia, FILIPPO GRASSO – Esperto di turismo e Professore di Analisi di Mercato nel corso di laurea in Scienze del Turismo dell’Università di Messina, SALVO FIUMARA – Presidente del centro commerciale naturale di Taormina, MARCO VENUTO – Titolare dell'agenzia di viaggi "I Viaggi di Marco" di Giardini Naxos, BRUNO VALASTRO — Imprenditore turistico, ROBERTO SCHILIRÓ — Presidente del centro commerciale naturale di Giardini Naxos, PIERO COZZO — Operatore Turistico e ENRICO BUDA — Consigliere del Direttivo del Club per l’Unesco di Taormina.

Insieme per tentare di trovare strategie e soluzioni condivise.

“Questo forum, ha spiegato Bruno De Vita, rappresenta uno strumento a disposizione per chi ha proposte da fare, ed in tal senso si stanno già programmando altri tre appuntamenti, con l’obiettivo di approfondire la tematica dello sviluppo economico legato al turismo a Taormina e nel comprensorio, finalizzando ogni incontro alla formulazione di proposte condivise ma operative da sottoporre al confronto delle istituzioni preposte.”

Per chi volesse rivedere il forum con tutti gli interventi ecco il link

https://www.facebook.com/104607664225475/posts/258521062167467/?vh=e

000
Letto 582 volte

Articoli correlati (da tag)

  • TAORMINA. BANCA DATI STRUTTURE RICETTIVE.SI CERCA DI FARE ORDINE

    Il Comune di Taormina, in ottemperanza al decreto Ministeriale n. 161 del 2021 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 16/11/2021, che disciplina la Banca Dati delle strutture ricettive e degli immobili destinati agli affitti brevi, invita tutti i proprietari, gli operatori o i soggetti che esercitano attività di ricettività extralberghiera anche in forma di locazione breve, a compilare il modulo relativo al rilascio del Codice Identificativo Comunale, già previsto nel Nuovo Regolamento dell’ imposta di Soggiorno all’art.3 Bis (codice identificativo di riferimento CIR) con deliberazione del Consiglio Comunale N.30 del 11/05/20221.
    Per adeguare gli aspetti burocratici ed amministrativi alle nuove realtà del turismo internazionali, la Regione siciliana sta definendo una semplificazione amministrativa della classificazione delle strutture ricettive e l’introduzione del C.I.R codice identificativo regionale – marchio di qualità, con l’obiettivo di creare un registro, aggiornato quotidianamente.
    Per poter confluire all’interno di tale elenco il Comune di Taormina ha predisposto, in collaborazione con l’Associazione TaoXenia, un modulo relativo al rilascio del C.I.R che, una volta compilato dai proprietari, dagli operatori o dai soggetti che esercitano attività di ricezione extralberghiera anche in forma di locazione breve, servirà a formare un elenco comunale che poi confluirà nella banca dati delle strutture ricettive e degli immobili destinati a locazioni brevi. Prezioso si è rilevato il supporto dell’Associazione Albergatori di Taormina, che ha coadiuvato i lavori.
    Il suddetto modulo, che sarà possibile trovare anche sul sito web ufficiale del Comune di Taormina, una volta compilato, potrà essere consegnato o inviato tramite e-mail all’Ufficio Protocollo (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e confluirà in un elenco comunale, e successivamente farà parte integrante della Banca dati delle strutture ricettive e degli immobili destinati alle locazioni brevi di cui all’art. 13-quater del Decreto Legge 30 Aprile 2019, n. 34 convertito con modificazioni dalla Legge 28 giugno 2019, n. 58.
    La Banca dati delle strutture ricettive e degli immobili destinati agli affitti brevi , è uno strumento in grado di semplificare l’azione degli operatori; tutelare, nel nome della trasparenza, la filiera del turismo e i consumatori, nel pieno rispetto della protezione dei dati personali.

  • TAORMINA. SARA' BELLISSIMA. AVVIATA CAMPAGNA ADESIONI 2021

    Facendo seguito alle indicazioni emerse nel corso dei primi incontri del Circolo di Taormina di “Diventerà Bellissima” ed all’avvio della campagna di adesioni 2021, su disposizione del Commissario del partito taorminese, si è avviata l’organizzazione del circolo mediante attribuzioni di incarichi operativi agli attivisti e dirigenti locali. Vice Commissario con delega alla politica locale e quindi incaricato di collaborare nel rapporto con le altre forze politiche cittadine Salvatore Valerioti; Vice Commissario con delega alle politiche comprensoriali il noto commercialista Giuseppe Spartà; Portavoce Enza De Luna; Responsabile del tesseramento Salvatore CurcurutoResponsabile del programma amministrativo il Prof. Carlo Turchetti; Segretario Enrico Buda; Responsabile web e Social Marco Parisi; Responsabile frazione Trappitello Salvo Magro; Responsabile Organizzativo e per la Comunicazione Sakiko Chemi. La “squadra” costituita dal Commissario De Vita si è già messa al lavoro per concretizzare entro  un mese le prime iniziative e programmare altre iniziative funzionali a far crescere a Taormina il movimento  fondato da Nello Musumeci, con l’obiettivo di coinvolgere e far partecipare al progetto politico un grande numero di simpatizzanti ed, entro fine anno, celebrare un grande congresso alla presenza del Presidente Musumeci. “Sono molto soddisfatto del lavoro che stiamo facendo – ha dichiarato De Vita – sia in relazione alla crescita ed organizzazione del movimento, che in relazione alla costruzione di una casa ed un progetto comune per tutti coloro che chiedono un radicale cambiamento  nel modo di governare la città. Su questo fronte ci stiamo già attrezzando con una serie di progettualità che porteremo al confronto con i cittadini e con le altre forze politiche ed a breve, infatti, verranno individuate altre  iniziative ed attivati nuovi gruppi di lavoro 

  • TAORMINA. CRISI TURISMO. BOLOGNARI SCRIVE AI PARLAMENTARI MESSINESI

    Crisi turistica a Taormina.  il sindaco Mario Bolognari a seguito della richiesta di circa cento commercianti di Taormina ha scritto ai parlamentari della Provincia di Messina chiedendo un segnale importante In vista della discussione sul quinto decreto “Ristori”.

    I provvedimenti di contenimento dei contagi da Covid-19, che consentono ai negozi di rimanere aperti, mentre nelle normali realtà urbane italiane possono evitare il tracollo, nelle località turistiche, dove i negozi sono strettamente collegati al funzionamento degli alberghi e della ristorazione, la semplice possibilità di rimanere aperti non costituisce alcun vantaggio. Anzi, essa si presenta come una penalizzazione a causa dei costi di mantenimento del personale dipendente e di ogni altro costo di esercizio.

    Tali esercizi commerciali sono tarati per un mercato costituito fondamentalmente da turisti e visitatori, per lo più stranieri; in assenza di movimenti turistici, essi sono privi di clientela.

    “Nel concreto, scrive Bolognari, nonostante il permesso di mantenere aperti gli esercizi, i commercianti di località turistiche finiscono per chiudere, al fine di limitare le perdite. Pertanto, andrebbero equiparati ai bar e ai ristoranti che, invece, restano chiusi per decreto. Questa particolare condizione necessita di un intervento sul prossimo decreto ristori quinto al fine di sostenere economicamente gli imprenditori-commercianti delle località turistiche alla stregua dei bar e dei ristoranti chiusi per decreto. Pertanto, quale rappresentante di queste realtà prettamente turistiche, scrive Bolognari,  chiedo una particolare attenzione al contenuto del testo che sarà sottoposto al Parlamento, affinché la categoria dei commercianti delle località a prevalente economia turistica venga ricompresa tra quelle destinatarie di ristori. Per evitare un allargamento incontrollato della platea mi permetto di suggerire di adottare, come già fatto in altra occasione, un rapporto di incidenza tra popolazione residente e numero di presenze turistiche nell’anno 2019. In tal modo sarà evidente la dipendenza del sistema commerciale dalla presenza di potenziali acquirenti provenienti da altre località.”

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI