Super User

Super User

L'A.O.U. Policlinico "G. Martino" comunica che, per adeguare il servizio al crescente numero di richieste, è stato modificato l'indirizzo e-mail a cui inviare il modulo mediante cui accreditarsi per ricevere informazioni di familiari ricoverati presso la struttura per coronavirus.

Coloro i quali hanno necessità di avere notizie dei propri cari, dovranno quindi scaricare il modulo disponibile sul sito www.polime.it e, dopo averlo compilato, inviarlo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. inserendo come oggetto della mail "SERVIZIO INFORMAZIONI PAZIENTI COVID". Si viene così censiti in un apposito database e, quindi, contattati periodicamente dal personale sanitario per gli aggiornamenti. Ai familiari viene altresì offerta la possibilità di fare avere vestiti e beni di prima necessità ai ricoverati presso il Padiglione H, indicando il luogo di consegna, comunque all'ingresso del Policlinico.

 L'Azienda coglie altresì l'occasione per ringraziare tutti coloro i quali hanno voluto manifestare concreta solidarietà ai pazienti ricoverati. In particolare, l'on. Matilde Siracusano ha donato all'A.O.U. un ventilatore polmonare; Sicilia Sistemi di Catania del gruppo Dedalus ha fatto pervenire un congruo numero di tablet, che permette ora anche ai tanti pazienti anziani di fruire della possibilità di ricevere chiamate e videochiamate dall'esterno; il Gruppo RG Hotels di Giardini Naxos ha fatto avere ai ricoverati kit per l'igiene personale, necessari a tutti coloro che sono stati ricoverati d'urgenza.

A tutti loro e a chi sta continuando a prodigarsi per raccolte e donazioni, l'A.O.U. Policlinico "G. Martino" manifesta un profondo sentimento di riconoscenza, poiché si tratta di interventi che contribuiscono a rafforzare la lotta contro il covid o, comunque, ad alleviare le sofferenze delle persone purtroppo affette dal virus.

 

Da domani (25 marzo) saranno ridotte le corse per il trasporto urbano. L'azienda servizi municipalizzata della città del centauro, diretta dal commissario, Antonio Fiumefreddo, informa la gentile Utenza che in ottemperanza ai Dpcm del 9 marzo e del 22 marzo 2020 e alle Ordinanze contingibili ed urgenti del Presidente della Regione Siciliana n. 5 del 13 marzo 2020 e n. 6 del 19 marzo 2020, a partire da mercoledì, saranno ulteriormente ridotte le corse giornaliere di tutti i servizi di trasporto urbano. Sarà possibile consultare le nuove tabelle orarie di "Linea rossa circolare", "Linea verde ospedale Madonna della Rocca", "sostitutivo funivia di Taormina - Mazzarò", "Linea Beachbus", "Linea verde Taormina centro - Trappitello", nel sito di Asm: "www.taorminaservizipubblici.it".

Dichiarare Messina come "Zona Rossa" da cui sia precluso uscire e in cui sia vietato entrare se non al personale sanitario e a tutti coloro che sono impegnati nel contrasto della diffusione del contagio.

E' questa la richiesta che viene da un gruppo di deputati regionali dell'Assemblea Regionale Siciliana al Presidente della Regione Nello Musumeci.

 Per gli otto parlamentari (Marianna Caronia, Giovanni Bulla e Antonio Catalfamo - Lega, Luisa Lantieri e Giuseppe Gennuso - Ora Sicilia, Carmelo Pullara e Giuseppe Compagnone - Popolari-Autonomisti e Stefano Pellegrino - Forza Italia) "è una decisione necessaria, a fronte dei focolai presenti in città per garantire la tutela della cittadinanza e per evitare una pericolosa recrudescenza dell'epidemia.

Bisogna quindi agire compiendo  scelte drastiche, ma necessarie e senza esitazioni, come già fatto per Agira, Salemi e Villafrati, dove risultano contagiate più di 80 persone e si sono già registrati numerosi decessi."

Secondo i deputati che hanno sottoscritto la richiesta "non è più possibile  indugiare e qualunque ritardo può trasformarsi in danno. In un momento di grande emergenza che non è solo locale o nazionale e che ha raggiunto una dimensione globale, tutti devono fare la propria parte, contribuendo nel miglior modo possibile a trovare soluzioni, soprattutto in vista del picco epidemico previsto tra fine marzo e inizio aprile."

 

Preoccupazione per la condizione occupazionale e lavorativa della comunità di Taormina. In particolare per tutti i lavoratori del comparto turistico.  La esprime in una nota il circolo del Partito Democratico di Taormina.

“In questo grave momento di stasi e preoccupazione per lo sviluppo degli eventi siamo chiamati all’osservanza ed al rispetto delle regole, non solo per la percettività degli obblighi imposti ma per il loro significato di presidio di solidarietà volto alla tutela dei più deboli. Ciò soprattutto per ricostruire, sin d’ora, un immediato domani economico, anch’esso oggetto di preoccupazione, con particolare riferimento alla condizione occupazionale e lavorativa della nostra comunità: guardiamo con innegabile apprensione, infatti, ai risvolti sull’intero comparto del turismo che Taormina rappresenta, soprattutto ai lavoratori stagionali, ai fruitori della NASpI, alle loro famiglie, che in questo momento vivono con grande inquietudine l’evolversi dell’emergenza, auspicandoci il rafforzamento di misure specifiche a sostegno del reddito e di promozione del settore che è oggi l’immagine di una Sicilia emancipata ed accogliente.”

La nota del locale circolo del Pd prosegue ponendo l’attenzione sugli episodi di sensazionalismo e sciacallaggio che purtroppo si stanno registrando.

“Constatiamo con amarezza, si legge,  che si sono diffuse, sin dai primi momenti, catene di false informazioni a carattere medico, del tutto inattendibili, notizie che speculano sui nostri crescenti diffusi timori e – peggio – complottismi che denunziano e sobillano contro malevoli poteri occulti, alimentando un dibattito politico a volte fuori luogo e spesso pretestuosamente anticomunitario. Tutto ciò confonde e disorienta: dobbiamo invece diffidare delle scorciatoie, anche intellettuali, ed affidarci alla competenza delle autorità politiche e sanitarie, attingendo dall’informazione proveniente dalle nostre istituzioni e da fonti verificate ed accreditate."

Infine la vicinanza alle istituzioni chiamate in questo momento ad un ruolo così delicato.

"Esprimiamo massima solidarietà alle Istituzioni civiche, che hanno prontamente dato corso alle prescrizioni emergenziali, attivando canali di comunicazione diretta ed un circuito di solidarietà – tramite il Centro Operativo Comunale – che invitiamo tutti i cittadini a sostenere; siamo consapevoli della necessità di ripartire, domani, con misure economiche peculiari, compatibili con le discipline vigenti ed il percorso di risanamento intrapreso, e con attività promozionali specifiche, rivolgendo al Tavolo tecnico l’invito alla massima collaborazione ed ascolto di tutte le parti sociali. Tra i molti dubbi di questi recenti giorni, ci rassicura la convinzione di essere un popolo in grado, per arte ed inventiva, di alimentarsi con inaspettate energie, perciò, con il contributo di ciascuno, non v’è alcun dubbio che ce la faremo.”

 Il Coronavirus arriva a Furci Siculo. Si tratta di un’operatrice sanitaria che lavora presso l’“Ircss "Bonino Pulejo" Neurolesi di Messina.

La donna è stata sottoposta al tampone risultando positiva. A darne notizia è il primo cittadino Matteo Francilia che rassicura: “Ho sentito la signora ed il suo medico curante. Sta bene al momento è a casa ed ha soltanto sintomi da raffreddore. Abbiamo provveduto a mettere in atto tutte le misure n necessarie in questi casi. Tutti gli enti sono stati informati. La figlia è stata messa in quarantena.”

Dipendenti e medici che operano al centro diagnostico Fiumara di Santa Teresa di Riva in quarantena dopo che uno dei medici è risultato positivo al Covid-19.

Si tratta di un anestesista che mercoledì ha svolto servizio presso il centro diagnostico di Fiumara. L'uomo fa parte della comitiva tornata pochi giorni fa da una gita a Madonna di Campiglio. Il caso era scattato ieri quando una persona si era presentata  all'ospedale Papardo con sintomi da Codiv 19 risultando poi positivo. Immediata e' scattata la ricerca di tutti quelli avevano avuto contattati con lui. Era così emerso il caso di una comitiva tornata dalla settimana bianca che aveva però disatteso le direttive del Dpcm. Nessuno di loro si era infatti autodenunciato e messo in quarantena.

Il sindaco di Santa Teresa di Riva lo ha annunciato su facebook:

“Tutti i dipendenti dopo le opportune comunicazioni, sono posti in stato di quarantena insieme ai familiari, così come anche è stato trasmesso sia a noi che all’Asp l’elenco delle persone che sono state visitate che abbiamo contattando per mettersi anche loro in quarantena. Ho chiesto, prosegue Lo Giudice, anche l’elenco di tutte le persone che mercoledì sono state presso il centro diagnostico al fine di porre anche loro in stato di quarantena in via precauzionale, benché non siano entrate direttamente in contatto con il medico. AL DI LÀ DI QUESTO, COME VEDETE IN UN ATTIMO SI PUÒ SCATENARE UN PUTIFERIO.NON È UN GIOCO, NON PENSATE CHE QUESTA SITUAZIONE RIGUARDI ALTRI E NON NOI PERCHÉ IN UN ATTIMO PUÒ DIVENTARE LETALE PER TUTTI.DOVETE RIMANERE A CASA, NON DOVETE USCIRE.”

Il Comune di Santa Teresa di Riva ha attivato il Servizio di consegna a domicilio di beni di prima necessità (generi alimentari e farmaci), rivolto a tutti gli anziani della comunità che non abbiano il supporto da parte di parenti o conoscenti.
In questo particolare momento di emergenza è stato predisposto questo servizio per tutelare particolarmente gli anziani evitando loro di uscire di casa.
Si invitano quanti avessero necessità di questo supporto a telefonare all’Ufficio Servizi Sociali da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 12.30 ai numeri:
CELL: 347 638 3123
TEL: 0942/7861214
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

A seguito della richiesta pervenuta ieri sera da parte della Regione Sicilia, la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha firmato nella notte il Decreto che prevede la sospensione dei collegamenti e dei trasporti ordinari delle persone da e per la Sicilia. Regolare, invece, il trasporto merci.

 L’obiettivo delle misure inserite nel Decreto è quello di contrastare il diffondersi dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, limitando al massimo il rischio di possibili fonti di contagio provenienti dall’esterno della Sicilia.

 Nel decreto, si specifica che le persone possono viaggiare su navi adibite al trasporto merci esclusivamente per dimostrate ed improrogabili esigenze, previa autorizzazione del Presidente della Regione. E, ancora, sono consentiti gli spostamenti via mare per i passeggeri da Messina per Villa San Giovanni e Reggio Calabria e viceversa, per comprovate esigenze di lavoro, di salute o per situazioni di necessità.

 Il trasporto aereo delle persone, da e verso la Sicilia, è assicurato soltanto per improrogabili esigenze di connessione territoriale con la penisola, esclusivamente presso gli aeroporti di Palermo e Catania, mediante due voli A/R Roma-Catania e due voli A/R Roma-Palermo, uno meridiano e l’altro antimeridiano, con sospensione di tutti gli altri voli compresi quelli internazionali.

 Per i collegamenti ferroviari diurni è previsto il mantenimento dei collegamenti minimi essenziali mediante un treno giorno intercity Roma/Palermo e viceversa.

 Sono soppressi, infine, i servizi automobilistici interregionali.

Mentre ciascuno di noi cerca di fare la propria parte restando a casa il più possibile c’è chi continua a lavorare per fornire a tutti noi beni di prima necessità.

Tante sono le attività che hanno avviato la consegna a domicilio per contribuire a limitare gli spostamenti.

 Proviamo a fare un elenco rendendoci disponibili ad aggiornarlo:

 

GENERI ALIMENTARI

 

MAXI SCONTO DI BELLA

Si può telefonare allo 0942798191 o inviare un messaggio su WhatsApp al 3409016298

 

TOP MARKET DECO’

Effettua consegne a domicilio il lunedì con un’attenzione particolare alle richieste degli anziani. Telefonare allo 0942 792473- 3334840189 nella fascia oraria compresa tra le 8.30 e le 10.30

 

MARKET DI SMIROLDO GIUSEPPE

Via Francesco Crispi,68

98028 - S. Teresa di Riva (Me)

0942751073 - 3495805798

 

"BOUTIQUE DELLA FRUTTA SANTA TERESA DI RIVA"

Frutta e verdura a casa vostra telefonando al numero 3425611081

 

PIZZERIE

 

IL RIVIERA

Info 0942 751884 o 3346100878

 

 

 

PIZZERIA GASTRONOMIA DAL NERO

Consegne a domicilio venerdì, sabato e domenica chiamare al : 3914356545 o 3533106292

 

LA SIRENA

Per consegne a domicilio chiamare ai seguenti numeri 351.0696492  o 0942.480421

 

PRODOTTI PER ANIMALI

 

EVOLUZIONI GREEN

Servizio gratuito a domicilio dalle 07:00 alle 18:00 di prodotti per animali da compagnia e da reddito (croccantini, mangimi, lettiere e traverse, antiparassitari, snack, prodotti per l’igiene)

Per le consegne chiamare i numeri: 353-3092687 0942-794235

 

 

Elenco in aggiornamento. Se hai un'attività commerciale, effettui la consegna a domicilio e vuoi essere inserito nell'elenco invia una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nel quadro dei controlli finalizzati a garantire il rispetto delle prescrizioni emanate con i decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8, 9 e 11 marzo scorsi in materia di contenimento dell’emergenza sanitaria per contrastare la diffusione del virus Covid-19, i Carabinieri del Comando Provinciale di Messina stanno svolgendo quotidiani servizi di controllo del territorio, articolati nell’arco di tutte le 24 ore, con la prioritaria finalità di garantire la salute dei cittadini della provincia peloritana.

In questi primi giorni di applicazione dei citati decreti, nel corso dei servizi volti a prevenire in particolare le situazioni di assembramento e gli spostamenti al di fuori dei casi previsti ed il rispetto dell’obbligo di chiusura delle attività commerciali, sono state accertate complessivamente 78 violazioni (17 nel capoluogo, 8 nella zona Ionica della provincia, 40 nei comprensori di Milazzo, Barcellona P.G. e Patti e 13 in quelli di Sant’Agata Militello, Santo Stefano di Camastra e Mistretta) con la conseguente segnalazione all’Autorità Giudiziaria per il reato di inosservanza ai provvedimenti dell’Autorità. In alcuni di questi casi, le violazioni contestate dai Carabinieri sono collegate ad ulteriori condotte illecite accertate come ad esempio nel caso di due arresati in flagranza di reato di furto a Messina nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi ed i quattro denunciati per furto di legname a Mistretta martedì 10 marzo.

In particolare, solo per citare i casi più eclatanti si segnalano quelli avvenuti:

  • nel Capoluogo i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno segnalato 2 giovani di Torregrotta (ME), già noti alle forze dell’ordine, controllati in orario notturno nel rione di Fondo Fucile che hanno giustificato la loro presenza nel capoluogo sostenendo di volere fare una passeggiata. Inoltre nella decorsa nottata un altro giovane alla vista dei militari ha tentato di scappare e scopo essere stato fermato è stato trovato in possesso di 1 grammo di stupefacente del tipo “crack” e segnalato alla Prefettura di Messina, quale assuntore di sostanze stupefacenti;
  • a Barcellona Pozzo di Gotto è stato segnalato un uomo che, sprovvisto di patente poiché mai conseguita ed in evidente stato di ebbrezza alcolica, ha tamponato un'altra auto. Nei suoi confronti, oltre alla violazione delle norme sul contenimento del Covid 19 è scattata la denuncia anche per rifiuto di sottoporsi all’accertamento etilometrico e guida senza patente;
  • a Terme Vigliatore i Carabinieri hanno sanzionato il titolare di una gelateria che, insieme a due dipendenti, teneva aperto l’esercizio pubblico denunciando contestualmente anche due avventori presenti all’interno del bar;
  • a Pace del Mela i militari dell’Arma hanno accertato che un albergo ristorante, non aveva rispettato l’obbligo di chiusura al pubblico ed hanno pertanto deferito in stato di libertà il titolare dell’esercizio pubblico ed i dieci clienti trovati all’interno del locale.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI