Stasera, a Villa Genovesi, la III edizione di Otto borghi e un territorio: la visione di Carmelo Duro

Stasera, a Villa Genovesi, la III edizione di Otto borghi e un territorio: la visione di Carmelo Duro

SANT'ALESSIO - Questa sera, venerdì 5 agosto, si terrà alle ore 21:00, nel giardino di Villa Genovesi , “Otto borghi, un territorio: la visione di Carmelo Duro”.

L’evento organizzato per la prima volta nel 2020 in occasione dell'ottantesimo compleanno del giornalista Carmelo Duro, giunge quest'anno  alla terza edizione.

“Si tratta di un appuntamento che speriamo di continuare a riproporre negli anni e che dal 2023 potrebbe diventare itinerante”, ha detto Filippo Brianni, presidente di Archeoclub Area Ionica Messina, che organizza, in collaborazione con l’associazione “La Valle d’Agrò-Carmelo Duro”, guidata da Pino Chillemi, con l’Osservatorio dei Beni culturali dell’Unione dei Comuni guidato dalla prof. Antonina Foti, col patrocinio del comune di S. Alessio Siculo e, quest’anno, anche di Roccafiorita che offrirà il supporto tecnico all’evento. L’edizione 2022 sarà dedicata alla presentazione del “City Audio Tour S. Alessio Siculo – il paese del Capo Argenteo” ed al progetto del Museo dei Sommersi.

 

CITY AUDIO TOUR -  Il “City audio tour – Il paese del Capo Argenteo” è un progetto avviato da Archeoclub in collaborazione col comune di S. Alessio già da alcuni anni ed ha consentito la mappatura completa dei beni culturali di S. Alessio Siculo, prima attraverso audioguide con QrCode disponibili sulla piattaforma IziTravel, poi con l’inserimento nell’app del Comune ed oggi anche in formato cartaceo. Tutte le mappe sono in grado di interagire tra loro ed oggi un visitatore può conoscere posizione, storia e caratteristiche di tutti i beni culturali di S. Alessio Siculo sul supporto che preferisce. Venerdì verranno consegnate le mappe cartacee al comune per la distribuzione e verranno spiegati i dettagli dell’iniziativa.

MUSEO DEI SOMMERSI - Il Museo dei Sommersi sta nascendo a Villa Genovesi per volontà dell’ex assessore Virginia Carnabuci la quale ha deciso di mettere a disposizione dell’iniziativa la propria indennità di carica. Il progetto espositivo è stato realizzato con l’ausilio tecnico – scientifico di Archeoclub Area Jonica, che peraltro nei decenni scorsi aveva già collaborato alla creazione ed allestimento del Museo del Mare di Furci Siculo. Si prevede di integrare l’esposizione marinara già presente a Villa Genovesi con una sezione di museo digitale che consenta, grazie a proiezioni, di “vedere” il relitto della nave romana a capo S. Alessio, oggetto di prospezioni subacquee del 1999 a cui Archeoclub d’Italia collaborò con la propria struttura specialistica di archeologia subacquea “Marenostrum”, allora guidata dall’ingegnere fiorentino Orlando Pandolfi. Per il futuro si pensa di riportare nel museo le anfore ritrovate a Capo S. Alessio ed oggi al museo di Naxos e di studiare la possibilità di un collegamento “live” con il relitto che consenta, da una parte una fruizione turistica costante, seppur da “remoto”, dall’altra la possibilità di un monitoraggio costante del sito, anche per prevenire trafugamenti.
 

GLI INTERVENTI PREVISTI - L’incontro di staseramoderato da Filippo Brianni e Ketty Tamà, sarà aperto dai saluti del sindaco di S. Alessio, Domenico Aliberti, dell’assessore alla Cultura, Rosario Trischitta e del presidente di “Valle d’Agrò-Carmelo Duro”, Pino Chillemi.

Intervengono anche: Virginia Carnabuci già assessore alla Cultura e Mimma Duro, figlia del compianto Carmelo Duro.

 

000
Letto 55 volte

Articoli correlati (da tag)

  • OMAGGIO A CARMELO DURO, LA VOCE DELL’AGRÒ

    Ad un anno dalla scomparsa di Carmelo Duro, Giornalista, Scrittore e Uomo di primissimo piano del comprensorio jonico, l’Associazione Amici di O. Zappalà, l’Unitre di S. Teresa di Riva e l’Associazione Il Paese di Fronte al Mare, con il Patrocinio del Comune di S. Alessio Siculo, rendono omaggio a Carmelo Duro, “La Voce dell’Agrò”, con due serate ed una mostra dedicate all’Uomo, al Giornalista ed allo Scrittore che non solo ha fatto parte della storia della riviera jonica, con particolare riguardo alla Valle dell’Agrò, ma l’ha dettagliatamente, professionalmente ed amorevolmente scritta nei suoi articoli e nelle sue opere, affinché rimanesse scolpita a memoria delle vecchie e nuove generazioni.
    Il programma delle serate si svolgerà nella sala delle conferenze dell’Elihotel di S. Alessio Siculo tra i giorni 1 e 4 Ottobre 2015 e si svilupperà nel modo seguente.

    Giovedì 1 Ottobre alle ore 18,00 - “L’Uomo, la sua Voce”. Itinerario Giornalistico Letterario.
    Inaugurazione Mostra sulle note di alcuni brani di musica classica eseguiti dall’Orchestra dell’I.I.S. Caminiti-Trimarchi di S. Teresa di Riva.

    Sabato 4 Ottobre alle ore 18,00: “La Penna, le Opere”. Il pensiero dell’Autore attraverso i suoi lavori.
    Brani scelti, letti e commentati da Melina Patanè e Antonello Bruno.
    Interverranno il Sindaco di S. Alessio Siculo Prof.ssa Rosanna Fichera,
    amici ed ex componenti dell’Associazione Kallipolis e del mensile “il Malessere”.
    A chiusura un recital di Chitarra Classica con il Maestro Agatino Scuderi.

    Seguirà rinfresco

    La Mostra, sempre nella sala conferenze dell’Elihotel, dal 1 al 4 Ottobre 2015, sarà aperta tutti i giorni dalle ore 18,00 alle ore 21,00.

    “Il materiale della mostra, Articoli, Giornali e Opere dell’Autore, nella sua totalità ed in esclusiva, sarà messo a disposizione per i giorni di esposizione, dalla Famiglia con la quale affermano gli organizzatori, stanno strettamente collaborando per dare alla serata un tono di sobrietà, ma nel contempo il giusto e dovuto omaggio a quella che riteniamo essere stata una figura insostituibile sia nei rapporti umani che professionali per ognuno i noi.”

  • PREMIO DI POESIA "CAVARRA-DURO". L'INIZIATIVA E' DELL'UNITRE

    Sarà intitolato, a partire da quest’anno, agli scrittori Giuseppe Cavarra e Carmelo Duro il premio di poesia organizzato dall’Università delle Tre Età di S. Teresa di Riva, presieduta da Santino Albano. Il concorso, giunto alla terza edizione e patrocinato dal comune di S. Teresa di Riva, è aperto a tutti, senza limiti territoriali, con una sezione Giovani, riservata ai partecipanti dai 16 fino ai 25 anni di età, e una sezione Adulti. Sono due le tracce indicate ed entrambe prendono spunto dal testo di Carmelo Duro “ Lampare spente”. Per la sezione Giovani il tema è: “I ragazzi si riunivano per conto loro, giocavano ai sordi (ai soldi), o quadratu (al quadrato)… a sciancateddha (allo zoppo)… a mucciateddha (a nascondino) e sognavano un futuro di ricchezza e benessere”.  Si chiede in pratica ai candidati di incentrare i loro elaborati sulla speranza nei giovani e nel loro futuro, che ha accompagnato la cultura in Italia, in Sicilia in particolare, per almeno due secoli: un’aspirazione che oggi purtroppo appare offuscata. Restano nei ricordi di ogni essere umano, però, i giochi infantili e con essi la giulività di un tempo. Per la sezione Adulti la traccia prende spunto sempre da “Lampare spente: “Un giorno non la videro più… la ritrovarono seduta con la testa reclinata sulle mani… con accanto una bottiglia di vino”. L’alcool, le droghe, il rifugio in altre sostanze che non risolvono i problemi esistenziali, ma anzi li aggravano ulteriormente e scavano un tunnel che conduce alla morte sono i temi su cui dovranno cimentarsi i partecipanti Adulti al Premio “Cavarra-Duro”. I racconti prodotti dovranno essere inediti e presentati, in cinque copie, in massimo cinque cartelle A4 in lingua italiana con interlinea doppia. Verranno premiati i primi tre elaborati per ogni sezione e a tutti i candidati verrà consegnato un attestato di partecipazione. Le opere dovranno pervenire in busta chiusa, con allegata la domanda di partecipazione e la tassa di lettura pari a 10 euro, entro il 30 aprile 2015 presso Antonio Faranda, piazza Madonna di Portosalvo 4, 98028 S. Teresa di Riva (Me). I partecipanti nella sezione Giovani sono esentati dalla tassa, mentre per i concorrenti minorenni è necessaria la firma di uno dei genitori sulla domanda di iscrizione. Per ulteriori informazioni, per consultare il regolamento del concorso e scaricare le domande di partecipazione è possibile consultare il sito internet dell’Università delle Tre Età di S. Teresa di Riva www.unitresantateresadiriva.altervista.org o contattare il direttivo Unitre agli indirizzi e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

SPAZIO BACHIS

Il Piccolo Coro Città di Taormina ha festeggiato con il pubblico 14 anni di meraviglie

Il Piccolo Coro Città di Taormina ha festeggiato con il pubblico 14 anni di meraviglie

Un compleanno festeggiato con tutta la Città – Domenica 7 Agosto 2022, la sala ‘A’ del Palazzo dei Congressi di Taormina, era piena di persone allegre e festanti, in perfetta sintonia con un giorno au...

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI