ROCCALUMERA. OGGI IL  RUGBYJAM, UNA GIORNATA DI RUGBY E MUSICA IN RICORDO DI GIUSEPPE MASTROENI

ROCCALUMERA. OGGI IL RUGBYJAM, UNA GIORNATA DI RUGBY E MUSICA IN RICORDO DI GIUSEPPE MASTROENI In evidenza

Si svolge oggi a Roccalumera il  Rugby Jam – Terzo Tempo per PippoPeppe, la giornata di sport e musica per ricordare, ma soprattutto festeggiare, Giuseppe Mastroeni, 34enne di Roccalumera (ME).
L’evento, organizzato dall’A.S.D Briganti Librino insieme a un gruppo di amici del ragazzo, si terrà il 13 agosto a Roccalumera (ME) nella spiaggia di fronte al Torrente Sciglio. Un evento che mescolerà sapientemente il rugby e la musica live, due grandi passioni di Giuseppe, detto PippoPeppe.

Si inizia la mattina alle 10 con i tornei di beach rugby (previste squadre da 5 componenti), si prosegue il pomeriggio dalle 16.30 con le altre partite del torneo per finire in bellezza con la serata musicale.

Questo in dettaglio il programma della giornata:

 

CAMPO/SPIAGGIA

ore 10.00:  Rugby Jam prende il via!

Ore 10.15: iscrizione squadre e preparazione gironi

Ore 10.45 - 13.00: torneo beach rugby

Ore 16.30 – 19.00: torneo beach rugby

Ore 19.30 – premiazione giocatori

 

AREA PALCO

20.30-1.00: concerti e intrattenimenti.

 

ISCRIZIONI AL TORNEO APERTE FINO ALLA MATTINA DELL’EVENTO
Per chi volesse iscriversi al torneo, è possibile farlo anche la mattina dell’evento, sia con la propria squadra che singolarmente. Nel secondo caso, gli organizzatori provvederanno ad aiutare giocatori e appassionati a formare le squadre. Finora confermata la partecipazione di squadre maschili e femminili provenienti da Messina e Catania.

 

MUSICA LIVE

Quanto alla serata musicale, a esibirsi a partire dalle 20.30 saranno i Canterini della Riviera Jonica Melino Romolo (di cui Giuseppe ha fatto parte) con le loro musiche popolari e a seguire in un programma molto ricco e pieno di sorprese le altre band: Uaripat - la band in cui Giuseppe era batterista e che ha contribuito a fondare – Conqueror, Miqrà, Dreadful Imbroglio, TriskaAl(l) and Alone, Conqueror e i Destination Tortuga!

 

RUGBY JAM È ANCHE BENEFICENZA

Rugby Jam è anche beneficenza: la raccolta fondi lanciata sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso il 20 maggio e conclusasi il 31 luglio è andata oltre le più rosee aspettative: sono stati donati 5mila euro. Parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza con un duplice obiettivo.

Rugby Jam sostiene da un lato la campagna fondi “I Briganti si meritano un prato”, che ha come obiettivo la realizzazione del manto erboso per il campo di San Teodoro (Catania) e dall’altro l’Associazione Salus D’Agostino che opera dal 2010 presso il reparto di Oncologia Medica dell’Ospedale San Vincenzo di Taormina (dove Giuseppe è stato ricoverato per qualche tempo). L’associazione svolge diverse attività e dà supporto a chi sta seguendo un ciclo di chemioterapia con l’offerta di parrucche e fornendo un servizio di bus navetta per il trasporto degli abitanti delle Isole Eolie all’ospedale e viceversa. A breve, l’associazione, autogestita tramite le donazioni, darà il via alla donazione di protesi mammarie provvisorie.

Pe chi volesse donare, è possibile farlo anche il giorno dell’evento sia presso i banchetti delle due associazioni che acquistando materiale targato “Rugby Jam”.

Per tutti coloro che vorranno partecipare all’evento e verranno in macchina, è previsto il parcheggio presso il campo sportivo di Roccalumera.

Rugby Jam è anche sui social network, con una pagina Facebook, un account Instagram, un account YouTube, su Twitter con l’hashtag #rugbyjam, oltre che presente online con il sito www.rugbyjam.it.

Per info e regolamento di Rugby Jam, oltre che sul sito, si può scrivere all’organizzazione alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

000
Letto 861 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Roccalumera. Nascondeva la droga in camera da letto: un giovane arrestato dai Carabinieri

    Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato, in flagranza di reato, un 20enne per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

    Nel corso dei servizi di controllo del territorio, i Carabinieri della Stazione di Roccalumera hanno controllato il giovane a bordo della propria autovettura e trovato in possesso di modica quantità di sostanza stupefacente del tipo hashish. Insospettiti dall’atteggiamento del giovane i militari dell’Arma hanno proseguito gli accertamenti presso la sua abitazione rinvenendo, nella camera da letto, ulteriori gr. 405 di marijuana e gr. 305 di hashish, un bilancino di precisione nonché 150 euro, ritenuti provento dell’attività delittuosa. La sostanza stupefacente è stata inviata al Policlinico di Messina per le analisi di laboratorio e il 20enne arrestato, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

    Al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari. All’esito del giudizio, l’attività dei Carabinieri è stata convalidata e il giovane è stato sottoposto agli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico, in attesa di giudizio definitivo.

    Il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e per l’indagato vale il principio di non colpevolezza sino alla sentenza definitiva, ai sensi dell’art. 27 della Costituzione.

     

  • ROCCALUMERA. INCIDENTE IN AUTOSTRADA. INTERVENTO VIGILI DEL FUOCO

    I Vigili del fuoco del Comando di Messina sono intervenuti intorno alle 11.45 per un incidente autonomo in autostrada all'interno della galleria Santa Chiara a Roccalumera (ME). La vettura transitava in direzione Ct-Me. Non si conoscono le cause del ribaltamento. Le 2 squadre del presidio fisso del CAS di Roccalumera e del Distaccamento di Letojanni sono prontamente intervenute con 2 autopompe serbatoio attrezzate per questo tipo di interventi e 2 pick-up con modulo antincendio. Lo sventurato, fortunatamente con lievi ferite, è stato affidato al personale medico del 118. Sul posto anche la polizia stradale e la squadra lavori del consorzio autostrade siciliane (CAS) per il ripristino della rete. Dopo aver messo in sicurezza e bonificato l'area dello scenario i Vigili del fuoco hanno fatto rientro nelle proprie sedi.

  • Roccalumera. Due arresti dei Carabinieri per cessione di stupefacenti a minori

    Nella giornata di ieri, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Messina su richiesta della Procura della Repubblica peloritana, i Carabinieri della Compagnia Messina Sud hanno arrestato 2 persone, D.A.M. e D.F.G. rispettivamente 64enne e 58enne di Roccalumera, già noti alle forze dell’ordine, ritenute responsabili in concorso di reiterate cessioni di sostanze stupefacenti a persone di età minore.

    La misura cautelare eseguita costituisce l’epilogo di un’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Messina, condotta dai militari della stazione di Alì Terme ed avviata nel dicembre 2019 che ha consentito d’individuare negli odierni arrestati gli autori di una serie reiterata di cessioni di sostanza stupefacente a minorenni, residenti nel comprensorio ionico messinese, tra settembre e dicembre dello scorso anno.

    In particolare è stato accertato come i destinatari del provvedimento, una volta acquistato lo stupefacente nel capoluogo peloritano ed in altre località, abbiano utilizzato le abitazioni di cui avevano la disponibilità per cedere crack ad alcuni minorenni con i quali contestualmente lo consumavano. Il crack, come noto, è un prodotto chimico della cocaina, assunto inalandone il fumo dopo aver surriscaldato i cristalli della sostanza in bottiglie di plastica semipiene di acqua, con il tappo formato da carta in alluminio ed una cannuccia inserita nella parte priva di acqua. Tale modalità di assunzione è stata riscontrata nel corso di alcune perquisizioni svolte nel corso delle indagini.

    D.A.M. e D.F.G., dopo le formalità di rito sono stati tradotti presso la casa circondariale di Gazzi a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

     

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI