Due strutture ricettive di Taormina sono state chiuse dopo che alcuni dipendenti sono risultati positivi al Covid 19

A darne conferma il sindaco Mario Bolognari che attraverso un video spiega alla cittadinanza cosa sta succedendo.

“L’aumento dei casi, afferma Bolognari, è certamente legato all’aumento dei tamponi. In questo caso comprendiamo che la notizia possa avere un certo richiamo. Vogliamo però spiegare, afferma Bolognari, che si tratta di due realtà ricettive piccole. I dipendenti risultati positivi sono asintomatici e sono stati posti come da procedura in quarantena. Le strutture verranno sanificate. Inoltre molti di questi dipendenti non sono residenti a Taormina.”

I clienti attesi nelle strutture in questione sono stati dirottati verso altri hotel. Per quelli appena partiti vogliamo sperare che l’Asp procederà al tracciamento affinché vengano poste in atto tutte le procedure per contenere i contagi.

 

Pubblicato in Cronaca

Il Mibact azzoppa il Taormina Film Fest. Tagliati del 70% i contributi ministeriali alla storica manifestazione che, con 66 anni di storia, è il secondo festival cinematografico d'Italia dopo la Mostra del Cinema di Venezia che di stagioni ne conta 77. A fronte dei 160.000 euro assegnati nel 2019, quest'anno il contributo si è fermato a 50.000 euro.

A denunciare l'inspiegabile riduzione – annunciando di aver già avanzato richiesta di accesso agli atti tramite il proprio ufficio legale - è Lino Chiechio, General Manager di Videobank, società titolare della concessione del marchio TFF per il triennio 2020-2022 e che, proprio per questa edizione 2020 svoltasi dall'11 al 19 luglio, per garantire la continuità dell'evento nonostante le criticità legate alle misure anti-covid, ha messo a punto un format completamente nuovo e dematerializzato. Bypassando, infatti, le limitazioni logistiche a Taormina e l'inevitabile riduzione di pubblico per lo stop al turismo internazionale per questa edizione 2020 Videobank ha traghettato la programmazione in streaming su MYmovies e dunque condividendo con una ben più ampia platea di cinefili, composta dalla community internazionale del web, il ricco cartellone dei film in concorso dove figuravano 11 anteprime mondiali, 12 internazionali e 19 nazionali, trasmesse in lingua originale

"Siamo stupefatti da questa clamorosa e ingiustificata riduzione di contributi da parte del Mibact – commenta Chiechio – non solo nei confronti di un festival come quello di Taormina che ha una lunga e gloriosa tradizione alle spalle, ma anche in considerazione delle risorse assegnate a manifestazioni con una storia meno radicata e con programmazioni meno complesse, anche in termini di pellicole inedite, del Tao Film Fest. Non si comprende l'iter logico giuridico adottato dalla commissione assegnatrice nel ripartire le somme. Nel richiedere l'accesso agli atti, ci auguriamo che si tratti di una vistosa "distrazione" alla quale si possa presto porre rimedio".

Un'analisi comparata fra le varie manifestazioni che hanno partecipato al bando Mibact 2020 conferma l'analisi di Chiechio: su 82 festival associati all'AFIC (Associazione Festival Italiani di Cinema), 58 hanno ricevuto dal Mibact lo stesso contributo del 2019, 15 un aumento, 9 una decurtazione. Taormina Film Fest è l'unico, tra i 9 che hanno subito una decurtazione, ad aver subito un taglio del 70%.

Pubblicato in Politica

In queste settimane anche il Comune di Taormina è stati particolarmente impegnato sul versante dell’allestimento degli spazio e di ogni altra misura a supporto dell’avvio delle attività didattiche delle scuole. Questa attività è stata svolta in stretto contatto con la dirigente scolastica del Comprensivo 1, prof. Carla Santoro, l’ufficio tecnico del Comune, nelle persone dell’ing. Massimo Puglisi e del geom. Salvatore Cavallaro, e degli assessori alla Pubblica istruzione, prof. Francesca Gullotta, e ai Lavori pubblici, prof. Enzo Scibilia.

L'obiettivo è riuscire a riaprire il 14 settembre anche se le criticità non mancano. L'amministrazione comunale ha proceduto a richiedere  500 banchi monoposto con le relative sedie. L a richiesta presentata entro i termini previsti e che è stata accolta e si è  in attesa di avere risposta sulla fornitura.

Si procede anche con i lavori alla Vittorino da Feltre, lato scuola materna, che hanno avuto tutti i visti, anche del Genio civile, per una loro agibilità in sicurezza. Nel plesso Ugo Foscolo, invece, si stanno realizzando lavori di rifacimento del contro soffitto crollato durante il lockdown.

 

La situazione più critica riguarda Trappitello.  Abbiamo fatto il punto con il sindaco Mario Bolognari su tutta la situazione.

 

Pubblicato in Attualità

Si è insediato oggi al Comando della Compagnia Carabinieri di Taormina il Capitano Giovanni Riacà, che succede dopo quattro anni al Capitano Arcangelo Maiello che andrà a comandare il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Monza.

Il Capitano Giovanni Riacà ha frequentato 220° corso della Scuola Militare Nunziatella e il 192° corso dell’Accademia Militare di Modena, conseguendo la laurea in Giurisprudenza e Scienze della Sicurezza interna ed esterna. L’ufficiale, quasi trentenne, di origine calabrese, proviene dalla Compagnia Roma Centro dove ha retto il Comando del Nucleo Operativo dal 2018. Nei due anni trascorsi nella Capitale si è occupato di indagini finalizzate al contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, nonché ai reati predatori e reati gravi contro la persona.

 

Pubblicato in Cronaca

Nel pomeriggio del 23 Agosto, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taormina, hanno arrestato, in flagranza di reato, M.S. 57enne e L.G. 27enne, già noti alle forze dell’ordine, entrambi originari di Catania, ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso e porto di arnesi atti allo scasso.

Durante l’attività di controllo e prevenzione del territorio, in località Villagonia, una pattuglia del Nucleo Radiomobile ha controllato un furgone che viaggiava in direzione Catania, con a bordo due uomini. I militari dell’Arma hanno ispezionato il veicolo, rinvenendo nel cassone un motociclo sul quale i due non hanno saputo fornire utili indicazioni circa la proprietà e la provenienza. I Carabinieri hanno pertanto approfondito le verifiche sul motociclo, rintracciando il proprietario ed accertando che aveva appena scoperto che, poco prima, il mezzo gli era stato rubato mentre era parcheggiato sulla strada prospicente l’Isola Bella. Inoltre, all’interno del furgone, i Carabinieri hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro arnesi da scasso ed alcuni coltelli.

Il motociclo è stato restituito al proprietario ed i due uomini sono stati arrestati in flagranza di reato per furto aggravato e tradotti presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi, a disposizione della Procura della Repubblica di Messina.

Nella giornata di ieri, i due arrestati sono comparsi davanti al Giudice del Tribunale di Messina che ha convalidato l’arresto effettuato dai Carabinieri ed ha applicato ai due catanesi la misura cautelare degli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico.

 

Pubblicato in Cronaca

Si sono parzialmente conclusi gli accertamenti della Polizia Locale in merito al sinistro stradale avvenuto domenica 16 agosto 2020 in Via Francavilla nella fraz di Trappitello. Gli agenti coordinati dal ViceComandante Commissario Daniele Lo Presti sono riusciti, con la collaborazione della stazione dei carabinieri di Giardini  Naxos,  intervenuti negli attimi successivi al sinistro, a ricostruire la dinamica dell’incidente che ha comportato il ritiro della patente di uno dei due conducenti (cittadino taorminese di anni 46)  a causa del rifiuto dello stesso di sottoporsi all’esame del tasso alcolemico. Il rifiuto ha comportato la denuncia in stato di libertà del cittadino taorminese per la violazione dell’art 186 comma 7 del codice della strada. Alla persona veniva contestata altresì la violazione di cui all’art 126 cds in quanto circolava con la patente di guida scaduta di validità.

Pubblicato in Cronaca

Con 6.631 visitatori nel weekend di Ferragosto, incluso il tour serale del 16 nel Teatro Antico di Taormina con 620 persone a godersi il monumento al chiar di luna fino a mezzanotte, il Parco archeologico Naxos Taormina frena l’emorragia di presenze causata dal covid nello storico comprensorio turistico della Perla dello Jonio. Si ferma infatti a -15% la riduzione di presenze rispetto agli stessi giorni del 2019, quando 7.857 visitatori avevano animato i siti monumentali del Parco Naxos Taormina, primo polo turistico in Sicilia per numero di posti letto, alberghi di lusso, strutture balneari e per l’offerta culturale che esprime con tesori d’arte, del paesaggio e prestigiose proposte di svago.

Sempre nei siti del parco, poi, un’analisi comparata dei flussi di presenze nei primi 16 giorni di agosto 2020 vede una riduzione di presenze nei tre siti monumentali circoscritta al -30%. Dall’1 al 16 agosto 2020, infatti, sono stati 46.538 gli ingressi al Teatro Antico, Isola Bella e Naxos. Nel 2019, negli stessi giorni in esame, erano stati 66.588. I dati sono forniti da Aditus, gestore dei servizi di biglietteria del Parco.

Gabriella Tigano, direttrice del Parco Naxos Taormina, commenta: “Questi numeri ci confermano che, nonostante la riduzione dei flussi storici di turisti dagli Usa e più di recente dall’Estremo Oriente per le limitazioni imposte da Covid, l’offerta culturale di Taormina e Naxos è sempre di grande appeal non solo per gli stranieri, ma anche per il cosiddetto turismo di prossimità. Un dato incoraggiante per il territorio e gli addetti ai lavori del settore turistico. Da parte nostra, insieme a tutto lo staff di custodi e addetti che ringrazio per l’impegno costante, lavoriamo per rendere fruibili quanto più possibile i siti: in particolare il Teatro Antico nelle ore serali, le più fresche e dunque più gradite dai turisti in questa stagione di caldo torrido. Prossime aperture notturne del progetto “A riveder le stelle”, il 28 e il 30 agosto” mentre sono in fase di ultimazione alcune iniziative culturali legate al progetto “Comunicare l’Antico” realizzato in collaborazione con NaxosLegge e Fulvia Toscano che vedranno il parco teatro di un incontro istituzionale fra gli addetti ai lavori di musei e parchi in Sicilia”.

I siti del Parco Naxos Taormina sono aperti ogni giorno dalle 9 alle 19. Per le visite serali al Teatro Antico di Taormina del 28 e 30 agosto il sito sarà visitabile con orario continuato dalle 9 del mattino e fino alla mezzanotte. L’ultimo ingresso sarà alle ore 23. Occorre prenotarsi sul sito di Aditus, gestore della biglietteria del Parco, su www.aditusculture.com oppure su www.parconaxostaormina.com.  L’ingresso è consentito solo con mascherina e dopo la verifica della temperatura corporea con il termoscanner ai tornelli.

Pubblicato in Cultura

Si registra a Taormina un caso positivo di Covid19. A comunicarlo il primo cittadino Mario Bolognari. Si tratta di un giovane residente al nord ed in vacanza con la famiglia a Taormina. L'intero nucleo familiare è stato posto i quarantena ed è monitorato dall'autorità sanitaria. Il sindaco Bolognari tranquillizza la cittadinanza: " Stiamo seguendo la situazione fornendo tutta l'assistenza necessaria alla famiglia che è responsabilmente in quarantena nell'abitazione di proprietà in cui stavano trascorrendo le vacanze. Voglio al contempo, ha proseguito Bolognari, smentire voci ed insinuazioni su altri casi e chiusure locali e hotel. Si tratta solo di voci infondate che smentisco categoricamente." Inoltre il sindaco chiarisce anche l'episodio di una famiglia presentatasi in un hotel per trascorrere le vacanze e sottoposta a controlli perché un soggetto del nucleo familiare aveva la febbre. " Sono stati fatti anche in questo caso i controlli e l'uomo sottoposto al tampone è risultato negativo. La febbre era dovuta ad altre patologie non legate al Covid19." Infine il monito: " Denuncerò per procurato allarme quanti contribuiscono anche attraverso i social a divulgare notizie non vere."

Pubblicato in Attualità

Ieri i Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Messina, nei confronti del 26enne taorminese G.V., già noto alle forze dell’ordine, residente a Giardini Naxos (ME), ritenuto responsabile, in concorso con la propria convivente, del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

Alcuni giorni fa, a Giardini Naxos, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Taormina avevano controllato l’uomo insieme alla sua convivente. A seguito della perquisizione, la 21enne R.M., convivente del giovane, era stata trovata in possesso di alcune dosi di cocaina ed arrestata, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente mentre l’uomo era stato deferito, in stato di libertà, per il medesimo reato. Poiché, all’esito dell’esame del Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri di Messina la sostanza risultava essere del tipo cocaina con oltre 2 grammi di principio attivo, sufficienti a ricavare circa 18 dosi medie singole, i Carabinieri della Carabinieri di Taormina informavano l’Autorità Giudiziaria che, a seguito della relazione dei militari dell’Arma, emetteva il provvedimento della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico dell’uomo.

Sempre nella giornata di ieri. i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taormina hanno deferito, in stato di libertà, due soggetti: un 30enne di Francavilla di Sicilia (ME), ed un 24enne siracusano, ritenuti responsabile del reato, di furto aggravato in concorso.

In particolare, a seguito di una segnalazione da parte di un ristoratore di Giardini Naxos che aveva subito il furto di una cassetta con del danaro, i Carabinieri intervenivano nella zona individuando e bloccando due soggetti trovati in possesso della cassetta contenente il denaro, asportata poco prima dal ristorante. Pertanto la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario ed i due sono stati condotti in caserma per gli accertamenti e deferiti, in stato di libertà, per il reato di furto aggravato in concorso.

Pubblicato in Cronaca

"Si è completata, martedì, la verifica della contabilità e dei bilanci degli ultimi 10 anni - riferisce il commissario di Asm, l'avvocato, Antonio Fiumefreddo -  un lavoro enorme, che si è reso possibile grazie all’impegno straordinario degli esperti incaricati e degli uffici interni preposti al compito. È stato così mantenuto l’impegno assunto al momento della mia nomina, e ciò malgrado l’irrompere dell’emergenza sanitaria che per tre mesi ci ha costretti a rallentare il ritmo. Del traguardo raggiunto ho informato il sindaco, Mario Bolognari ed il presidente del consiglio comunale, Lucia Gaberscek. Ora toccherà al revisore unico il non meno impegnativo compito appunto della revisione. Intanto, nella imminenza del superamento della liquidatela, ho chiesto al Consiglio comunale di votare i contratti di servizio, così da restituire linearità ed efficienza nei servizi resi ai cittadini. Soddisfatto di aver raggiunto un obiettivo che sembrava impossibile, desidero ringraziare pubblicamente  tutti quanti hanno contribuito a questo sforzo: dai lavoratori di Asm ai collaboratori, dai consiglieri comunali tutti all’amministrazione. Quando si lavora per il bene comune è necessario farlo senza dividersi, ed è esattamente quello che è successo a Taormina. Un modello di cui andare orgogliosi".

Pubblicato in Attualità

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI