Redazione

Redazione

Nei giorni scorsi a Castelmola, i Carabinieri della Stazione di Taormina, hanno tratto in arresto Dario PARLATORE, cuoco, trentaseienne. Nello specifico nel corso della mattinata del 6 luglio, i militari, a riscontro di un’accurata attività di controllo del territorio, hanno raggiunto Castelmola e si sono presentati a casa del giovane, dove hanno provveduto ad eseguire un’accurata perquisizione.

Nell’orticello, tra i pomodori e le altre verdure, i Carabinieri hanno visto campeggiare una serie di piante dalla forma e dal colore assai particolare e tutti i sospetti hanno trovato conferma. Si trattava di dieci piante di canapa indiana in avanzato stato di crescita. Piante aromatiche sui generis, per le quali il cuoco è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Il giudice, nella mattinata di giovedì, ha convalidato l’arresto e disposto gli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del processo.

Si è svolta, domenica 3 luglio, presso il Centro Filarmonico di Savoca , la cerimonia di premiazione del I concorso fotografico “I LOVE SAVOCA” organizzato dall’associazione AFI011, con il patrocinio del Comune di Savoca e la collaborazione della Proloco Savoca Futura.

L’evento conclusivo, frutto di mesi di lavoro,  è riuscito appieno alla promozione e valorizzazione del territorio savocese, ed è stato un susseguirsi di interessanti interventi davanti ad una numerosa platea di appassionati di fotografia .

Il vicepresidente dell’associazione Afi011,Carmelo Spadaro, ha introdotto la cerimonia con un saluto di benvenuto, a cui è seguito l’intervento dell’assessore alla cultura del comune di Savoca , Enico  Scarcella, il quale, nel raccontare il valore culturale e storico della processione pasquale degli Incappucciati della confraternita di S. Lucia, a cui i soci hanno dedicato una mostra fotografica “Crucem ad Lucem” inaugurata il mese scorso negli stessi locali del centro filarmonico e visitabile gratuitamente per tutto il periodo estivo, ha lodato l’impegno e la bravura degli associati AFI011, che : “ sono riusciti a cogliere,  ciascuno con interpretazione personale, la spiritualità dell’ antico rito”.

A seguire, il presidente della giuria prof. Francesco Mento, docente all’accademia di belle arti di Reggio Calabria, e i due componenti,  Mimmo Irrera, fotografo professionista autore di numerose pubblicazioni ed esposizioni nazionali ed internazionali  e Alessandro Mancuso, fotografo e art- director presso la casa editrice Magika, hanno sottolineato l’ importanza di iniziative del genere, risultato di collaborazioni tra associazioni ed istituzioni, per la valorizzazione dei luoghi e delle tradizioni, che nel tempo devono essere rivalutate .

Ai saluti conclusivi del fotografo Master Mario Pollino e del Presidente AFI011 Maximilian Costa, sono stati  ringraziati i membri della Giuria, la casa editrice Magika, per il contributo di libri che sono stati donati durante la premiazione ai primi dieci partecipanti,il Comune di Savoca nella persona dell’ass. Erico Salemi promotore dell’evento , la Pro Loco Savoca Futura, il resort Borgo San Rocco, l’Avis Alì Terme, Sfumature di Melania Crisafulli,  la make-up artist Valeria Crisafulli ,  Euronics City di Natale Giuffrè, gli stilisti Roberto Balastro e Simona Gullotta, e infine Tommaso Pollino e Daniele Casablanca per un bellissimo video girato su Savoca e proiettato per l’occasione.

La cerimonia si è conclusa con la premiazione dei vincitori che sono risultati essere: primo classificato Andrea Zizzo, secondo Alessandro Trovato e terzo Stefano Feudale Foti. Sono stati inoltre premiati: Nunzia Picciotto, Lucia Chillemi, Interdonato Giovannella, Giuseppe Musumeci, Stefano Nitopi, Roberto Falcone, Aneta Vezzosi.

Da domani e fino a domenica Mandanici ospiterà l’iniziativa W-rite, Scritture in residenza. Si tratta di un progetto di Tino Caspanello, direttore artistico dell’iniziativa e autore tra gli altri, che ha invitato a partecipare alla residenza: Samuel Gallet (Francia), Giuseppe Massa, Beatrice Monroy, Freek Vielen (Olanda), Rosario Palazzolo, Artur Palyga (Polonia), Saverio Tavano, Turi Zinna. Ogni giorno tre di questi autori si confronteranno sulla scrittura di un tema comune, perché tre registi e un gruppo di attori possano realizzare tre brevi mises en éspace per ogni sera, dal 7 al 9 luglio. I registi e gli attori, chiamati a prendere parte all’evento con una call, sono per la maggior parte tra gli aderenti alla rete Latitudini con le loro compagnie. Tre interpreti si occuperanno della traduzione dei testi e cureranno la comunicazione tra gli ospiti durante le giornate di lavoro: Selene Di Bella, Ornella Padovani e Paulina Wojciechowska.

I tre microallestimenti curati dai registi Roberto Bonaventura, Marcello Cappelli, Giovanni Maria Currò, Salvo Gennuso, Cinzia Muscolino, Daniela Orlando, Giuseppe Provinzano, Auretta Sterrantino e Vincenzo Tripodo; si svolgeranno in tre luoghi suggestivi di Mandanici: il monastero di Santa Maria Annunziata, la piazza del Duomo di Santa Domenica, la piazza dell’ex Chiesa SS. Salvatore. La visione delle performance è fruibile gratuitamente.

A documentare l’iniziativa ci sarà l’osservatorio critico, supportato nel lavoro della sua coordinatrice Vincenza Di Vita, dalla collaborazione degli studenti del DAMS di Messina, che riceveranno preziosi CFU per attività di tirocinio formativo e che vivranno le giornate dei lavori, condividendo il monastero con gli artisti.

Saranno inoltre presenti per ognuna delle giornate i seguenti critici teatrali: Emanuela Ferrauto, dottore di ricerca in studi teatrali, in rappresentanza del Centro Studi sul Teatro Napoletano, Meridionale ed Europeo, partner della iniziativa, che ha bandito una borsa perchè uno studente dell'Università di Salerno possa prendere parte alle nostre giornate di lavoro; Filippa Ilardo, rappresentante regionale ANCT (Associazione Nazionale dei Critici di Teatro) e tra i fondatori di Latitudini; Paolo Randazzo, consigliere del direttivo ANCT e critico teatrale. Il 10 luglio alle 16.00 si svolgerà un pomeriggio di lavori a cura di Dario Tomasello, dal titolo “Drammaturgie del Presente” a cui prenderanno parte i tre coordinatori della residenza, gli autori e gli artisti che hanno preso parte alle giornate di lavori e Maximilian La Monica, editore che metterà a disposizione del pubblico di W-rite, i volumi usciti per i tipi di Editoria&Spettacolo, di cui è responsabile.

Il logo del progetto, realizzato in collaborazione con il Centro di Drammaturgia Siciliana, curato da Teatro Pubblico Incanto, è stato ideato da Cinzia Muscolino. La realizzazione grafica è di Valeria Trimboli.

Gli attori che parteciperanno alla residenza sono: Gaspare Balsamo, Linda Bonanno, Tino Calabrò, Marielide Colicchia, Elisa De Luca, Giulia De Luca, Oreste De Pasquale, Elisa Di Dio, Mauro Failla, Dario Garofalo, Caroline Gonin, Antonio Gullo, Lelio Naccari, Francesco Natoli, Grazia Nuccio, Alessio Pettinato, Nella Tirante, Margo Verhoeven.

 

E’ stato arrestato ieri dagli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Taormina l’autore di una tentata rapina ai danni dell’istituto bancario Rovigo Banca di Boara Pisani (PD) dell’8 giugno scorso. Francesco Cocuzza, catanese, 34 anni, non aveva esitato a minacciare con un coltello il personale della filiale e solo l’apertura automatizzata della cassaforte gli aveva impedito di mettere a segno il colpo.

Destinatario di misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Rovigo, è stato rintracciato dalla Polizia in un albergo di Taormina e trasferito presso la casa circondariale di Messina Gazzi.

 

Continuano i disagi al Pronto soccorso di Taormina. Più volte denunciati dallo stesso personale medico e infermieristico costretto ad affrontare giornalmente una mole di lavoro eccessiva rispetto al numero di operatori presenti. Una situazione che si è aggravata con la chiusura del presidio ospedaliero di Giarre.  L’ultimo preoccupante episodio è di poche ore fa ed a denunciarlo è stato  Gianmarco Lombardo, medico e assessore del comune di S. Teresa di Riva.

In un post sul social network facebook il dott.re Lombardo racconta: “Accompagnando una persona al pronto soccorso di Taormina, ho assistito a una situazione assurda . La persona , già precedentemente infartuata e con pressione molto alta ( 200/120) lamentava forte dolore al petto , difficoltà respiratoria . Dopo aver fatto un elettrocardiogramma , alle 19:34 è stato fatto un prelievo con carattere di urgenza , per verificare se ci fosse un infarto in corso .dopo due ore , in cui la persona è rimasta su una sedia ad aspettare, ho perso le staffe e abbiamo scoperto che le provette non erano state mandate al laboratorio per un presunto disguido. E se in questi 120 minuti la persona avesse accusato un malore ? E fosse morta ? Chi avrebbe pagato ? Ora chiedo , a tutela dei pazienti , e dei medici stessi che lamentano carenza di personale che l'onorevole Beppe Picciolo, in qualità di deputato regionale , e membro della commissione sanità , faccia luce sulle vergognose vicende che interessano il pronto soccorso di Taormina. E suppongo anche molti alti pronto soccorso . E che vengano accertate eventuali responsabilità e carenze di personale . Per ciò che mi riguarda la questione non finisce qui . Perché è stata messa a grave rischio la salute di una persona malata . La porterò avanti fino a che non avrò una risposta . Perché un malato ne rappresenta 10 mila , e i medici a mio avviso hanno un carico di lavoro che non consente di svolgere bene e serenamente la propria professione . E ogni errore può costare una vita . E la vita é una sola .”

Immediata la replica del Primario del Pronto Soccorso Mauro Passalacqua che fa sapere di aver disposto un inchiesta interna per far luce su quanto denunciato da Lombardo.

“ La mole di lavoro, afferma il dott.re Passalacqua, è disumana per 2 medici e 2 infermieri in servizio. L’anno scorso,prosegue,  appena chiuso l’Ospedale di Giarre lanciai un appello accorato affinchè, su Taormina , si prendessero le opportune contromisure. La politica del comprensorio tacque totalmente. Solo il presidente del Consiglio di Giardini e il Sindaco di Castelmola si fecero sentire per appoggio morale, NESSUN ALTRO ! Sono contento, ha proseguito Passalacqua, che l’On Picciolo sia coinvolto e venga a vedere quali sono i problemi quotidiani che affrontiamo!”

Dal canto suo l’on. Picciolo ha subito dato la propria disponibilità programmando un sopralluogo per giovedì 7 luglio.

“L’On.Picciolo, fa sapere Lombardo,  ha garantito la sua presenza al pronto soccorso di Taormina per ascoltare le giuste richieste dei medici che non hanno la necessaria serenità per lavorare con la massima lucidità , la quale per un lavoro così delicato dovrebbe essere garantita , e dovrebbe essere un diritto. L’auspicio, ha concluso Lombardo, è che si possano affrontare con serenità tutte le problematiche e possa da questo incontro derivare un beneficio per la struttura , per i Medici e dunque per tutti i pazienti. E in ultimo, da medico,  spero che i vertici regionali possano rendersi conto delle condizioni precarie nelle quali siete ( siamo ) costretti a lavorare .”

 

 

 Il comprensorio jonico può contare su un nuovo polo attrattivo. Si tratta del CioccolArt Sicily Museum nato dalla passione e dalla dedizione della Società Cooperativa Taormina Immagine, realizzato con la sinergia tra pubblico e privato.

 Il CioccolArt Sicily Museum ha ufficialmente aperto le porte svelando i propri tesori.

A tagliare il nastro, nella suggestiva location dell’Antico Convento Agostiniano di Forza D’Agrò, il primo cittadino Fabio Di Cara e Donatella Rapisardi, presenti anche altri membri della cooperativa .

 I numerosi ospiti hanno potuto ammirare in anteprima le opere, in una sorta di viaggio virtuale attraverso la nostra isola. Nelle sale del Museo una collezione di pezzi artistici, emblema delle maggiori città Siciliane. Già in atto un futuro programma di espansione, che vedrà la nascita di ulteriori installazioni, altri immancabili pezzi di storia della nostra Isola.

La cerimonia d’inaugurazione di domenica 26  è stata una piccola anticipazione delle potenzialità del CioccolArt Sicily Museum. Nell’antico chiostro del Museo oltre alla presenza di alcuni tra ristoratori e artigiani del posto, le mani esperte di decoratori pasticceri della Conpait  hanno ornato di merletti e pizzi rigorosamente di cioccolato alcune modelle tra lo stupore e l’ammirazione del pubblico presente.

 Arte, sapori, cultura. “ Lo scopo, ha affermato Donatella Rapisardi, è quello di rinnovare con nuovi stimoli, l'interesse dei turisti. Non rivestiremo assolutamente un ruolo statico, anzi punteremo ad essere dinamici ed attivi. Ci saranno durante l’anno, ha spiegato la presidente di TaorminaImmagine, eventi di richiamo grazie anche alla partecipazione dei grandi nomi del mondo culinario Siciliano e Italiano.”

 Il CioccolArt Sicily Museum parte infatti forte della partnership di importanti marchi che rappresentano l'eccellenza siciliana e che hanno per merito, contribuito a rendere grande il nome della nostra isola nel mondo, musei, personaggi del mondo dolciario e manifatturiero.

Sabato 25 giugno 2016 si è svolto il convegno sulla presentazione del portale delle associazioni.

Alla Kermes oltre alla presenza di numerose associazioni e diversi operatori del settore, hanno partecipato il vicesindaco di Santa Teresa di Riva Danilo Lo Giudice, il sindaco di Pagliara Domenico Prestipino, il sindaco di Scaletta Zanclea Gianfranco Moschella, il vicesindaco di Savoca Pippo Trimarchi, il presidente dell’Agenzia Nazionale Giovani Giacomo D’Arrigo e il vicepresidente regionale dell’Udc Matteo Francilia.

L’iniziativa viene propostaper la prima volta nel mese di novembre del 2015 dai Lions Club di Santa Teresa di Riva da parte dell’arch. Andrea Donsì con la collaborazione della Fidapa Santa Teresa di Riva della presidente Angela Muscolino con la partecipazione iniziale dell’UNITRE di Santa Teresa di Riva, dell’Associazione “Amici di Onofrio Zappalà”, del CINIT Nuova Presenza, dell’AVIS sezione di Santa Teresa di Riva, della Banca del Tempo di Alì Terme, dell’Associazione Culturarte “La Fucina” e dell’associazione “Il paese di fronte al mare”, ed a seguito di un successivo incontro tenutosi nel mese di marzo con oltre quaranta associazioni convenute, ha trovato il primo momento di sintesi con la schedatura delle cinquantacinque associazioni aderenti ed il censimento provvisorio di oltre 85 associazioni del nostro territorio.

Al convegno oltre alle associazioni interessate, hanno partecipato diversi amministratori comunali tra cui il vicesindaco di Santa Teresa di Riva Danilo Lo Giudice, i sindaci di Pagliara Domenico Prestipino e di Scaletta Zanclea Gianfranco Moschella, il vicesindaco di Savoca Pippo Trimarchi, il presidente dell’Agenzia Nazionale Giovani Giacomo D’Arrigo, il vicepresidente regionale dell’Udc Matteo Francilia e diversi operatori del mondo delle associazioni.

Dopo i saluti del sindaco di Furci Siculo Sebastiano Foti che ha sottolineato l’importanza dello strumento generato, ha invitato gli amministratori a prendere come esempio questo modello anche per altri contesti sociali, hanno portato i saluti il geom Onofrio Chillemi e l’arch. Angela Muscolino presidenti dei clubs che hanno inizialmente proposto l’iniziativa,questi hanno ringraziato le associazioni aderenti nell’auspicio che attraverso il portale, possano realmente migliorare i rapporti tra le associazioni.

L’arch. Andrea Donsì, prima di procedere alla presentazione del portale, ha descritto in premessa il percorso che ha condotto alla concretizzazione della proposta attraverso alcuni incontri pubblici tra gruppi di associazioni che hanno accolto favorevolmente l’idea della creazione di un contesto unico.Questo importante strumento favorisce forme di collaborazione e semplifica molto il coordinamento della programmazione delle attività attraverso il calendario informatico.

“Il portale – ha ribadito l’arch. Donsì responsabile del progetto – costituisce un punto di partenza per avviare un concreto processo di crescita di tutto il tessuto associativo, superando la diffidenza, stimolando le numerose opportunità legate ai progetti di rete e stabilizzando la conoscenza ed il rafforzamento dei rapporti tra i vari soggetti associativi”.

Al momento della presentazione del portale hanno già aderito 55 associazioni ed altre hanno comunque espresso una manifestazione di interesse reale sull’iniziativa. Il portale è quindi ormai una realtà del nostro territorio a disposizione della comunità e, come ha sottolineato il vicesindaco di Santa Teresa di Riva Danilo Lo Giudice, “un esempio perfetto, un modello di capacità di sinergia cui dovrebbero guardare con molta attenzione tutti gli amministratori locali” ma anche, come ha evidenziato il presidente dell’ANG Giacomo D’Arrigo “un esempio unico non riscontrabile nel territorio nazionale che potrebbe anche indirettamente favorire processi di sviluppo ancora oggi inimmaginabili”.

“Una esperienza cui guardare sinceramente con grande attenzione” ha osservato Matteo Francilia “ed alla quale i politici e la società civile dovrebbero dare un contributo sostanziale anche perché le risorse dell’universo associativo dovrebbero essere aiutate e tutelate soprattutto in questo momento di difficoltà”

Diversi i contributi delle associazioni che hanno partecipato all’incontro da Melina Scarcella (TARC) a Maurizio Crisafulli (AVIS Santa Teresa), Sandy Villari (A.Ge.), Salvo Irrera (Comitato Jonico Beni Comuni).

L’arch. Donsì ha infine invitato gli amministratori ad inserire il link del portale sui siti istituzionali dei comuni del comprensorio offrendo la disponibilità ad inserire i cartelloni delle programmazioni estive e natalizie nel calendario già strutturato per le associazioni.

“ La risposta dell’Assessore Sanfilippo non ci convince affatto!”; restano forti le perplessità del gruppo consiliare “Giardini Naxos Bene Comune – Bosco  Sindaco” sulla vicenda dei contributi una- tantum concessi dall’Amministrazione Comunale lo scorso Dicembre.

A seguito di un’interrogazione dal consigliere Alessandro Costantino in data 16/03/2016 che rilevava il fatto che l’Amministrazione Comunale aveva provveduto a concedere contributi una tantum senza prevedere adeguate pubblicità e trasparenza sull’esistenza di queste misure assistenziali; in particolare si sottolineava il fatto che non vi fosse traccia dell’avviso sul sito istituzionale del Comune di Giardini Naxos e non fossero stati affissi appositi avvisi murari. L’assessore ai servizi sociali Sandra Sanfilippo rispondeva all’interrogazione, dicendo che la pubblicazione di un apposito bando e di un manifesto per pubblicizzare i contributi,” potrebbe essere intesa come una facile possibilità anche per chi non ne ha proprio bisogno, con il conseguente oscurarsi dello stato di disperazione di chi ne ha effettivamente necessità” .

Le parole dell’assessore, affermano oggi in una nota i consiglieri, ci lasciano molto perplessi: prima di tutto perché sembra che l’assessore non si fidi delle procedure di verifica dei requisiti che, ci auguriamo, gli uffici effettuano prima di erogare il contributo; e poi perché, evidentemente, l’assessore sembra non conoscere il contenuto del “Piano triennale di prevenzione della corruzione e dell’illegalità 2016-2018” adottato dal Comune di Giardini Naxos con Delibera di giunta Municipale n°19 – 29/01/2016 che , nell’Allegato “A” scheda n°1  prevede, per “tutti i procedimenti aventi ad oggetto sovvenzioni, contributi e sussidi a persone fisiche e a persone giuridiche pubbliche e private”, tra le “misure di prevenzione e contrasto”, l’”adozione di misure di adeguata pubblicizzazione della possibilità di accesso alle opportunità pubbliche e dei relativi criteri di scelta”.

 Anche sui criteri adottati dall’Amministrazione per decidere chi deve ricevere i contributi una- tantum, riteniamo che, sulla base del contenuto del regolamento attualmente vigente e di quanto è disponibile nella sezione “amministrazione trasparente” del Comune di Giardini Naxos, siamo ancora lontani dal garantire le misure di pubblicità e trasparenza imposte dal D.Lgs.33/2013 che, a parere dei consiglieri, DEVONO ESSERE RESE PUBBLICHE ATTRAVERSO UN APPOSITO BANDO PUBBLICO.

 Alla luce dei fatti esposti, i Consiglieri Alessandro Costantino, Antonella Arcidiacono, Angelo Cundari, Mario Sapia e Valentina Sofia hanno scritto alla Segretaria Comunale per chiedere un parere sulla conformità della procedura seguita dall’Amministrazione Comunale per l’erogazione dei contributi una- tantum e si riservano di presentare un esposto all’Autorità nazionale Anticorruzione.

La sez. Fidapa S.Teresa Valle d’Agrò, è quanto mai attiva. Venerdì 10 giugno 2016, nella suggestiva location della chiesa di S. Anna annessa al Convento dei Cappuccini di Savoca, si è svolta la cerimonia delle candele della sezione. Erano presenti: la presidente distrettuale Rosa Maria La Scola, la pastpresidente Eleonora Caserta e la coordinatrice del Collegio delle garanti Stefania Luppino. Erano inoltre presenti il sindaco del comune di Savoca Nino Bartolotta, l'assessore regionale alla cultura Anthony Barbagallo e il vicesindaco Giuseppe Trimarchi, i rappresentanti dei club e delle associazioni del territorio e le socie della sezione. La Cerimonia delle Candele, rappresenta per la Fidapa il momento più importante dell’anno sociale, le candele sono accese per ricordare le donne che in tutto il mondo fanno parte della BPWI di cui anche la FIDAPA è membro e il loro impegno nella difesa dei diritti di donne, bambini e di tutti quelli che vedono ogni giorno la loro libertà calpestata. La luce delle candele rappresenta il faro cui tutte le socie guardano e il futuro delle nuove generazioni. Quattro le nuove socie presentate e tra queste due Young. La cerimonia  è continuata  nei locali del convento con un buffet ricco dei sapori culinari della vecchia e gustosa cucina siciliana., in un’atmosfera di armonia e condivisione.

Domenica 26 giugno , si è svolto, presso il convento Agostiniano di Forza d’Agrò,  il convegno: “ I diamanti sono i migliori amici della donna? “ A rispondere a questa domanda , la presidente Angela Muscolino ha chiamato un esperto gemmologo il dr. Giuseppe Caschetto, titolare con la sorella di una gioielleria ad Ispica e il responsabile della Casa di Gioielli BIBIGI per la Sicilia, Luigi Cangemi. L’evento è stato accompagnato da una mostra di gioielli con diamanti da fare invidia alle più grandi gioiellerie. Il ringraziamento della presidente della sezione è andato non solo ai relatori ma anche al sindaco di Forza d’Agrò , avv. Fabio Di Cara e alle Forze dell’Ordine della locale stazione dei carabinieri, per avere presidiato la sala convegni per tutta la durata dell’ evento e all’assessore alla Cultura e Spettacolo Patrizia Micali. Erano presenti oltre ad amici e amiche  della sezione, un folto gruppo di socie della sez. Fidapa di Ispica con cui la sez. di S.Teresa Valle d’Agrò è gemellata. Sempre al Convento Agostiniano si è svolta l’inaugurazione del Museo del Cioccolato, creando un suggestivo connubio tra diamanti e cioccolato.

Domenica 26 giugno 2016 nella prestigiosa sede di Palazzo Cosentini a Ragusa Ibla sarà consegnato al sociologo professor Francesco Pira,  il Premio Internazionale Barocco 2016 "come riconoscimento per l'impegno profuso nella ricerca scientifica nell'ambito della sociologia della comunicazione". A comunicarlo al professor Pira, docente di comunicazione all’Università di Messina, il Presidente regionale dell'Accademia Internazionale "Città di Roma" che organizza l'evento, Maestra d'arte e pittrice, Maria Ventura.

“Sono grato per questo riconoscimento – ha detto Francesco Pira -  di cui sono davvero onorato, e che dedico a tutte le persone che hanno sempre creduto in me, che mi vogliono bene, alle colleghe ed ai colleghi, e soprattutto alle mie studentesse e ai miei studenti, quelli di oggi e di ieri, che mi hanno dato e mi danno ogni giorno l'energia per continuare nella mia attività di docenza e ricerca”.

Nel corso della sua vita professionale Francesco Pira ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Nel giugno 2008 per l’attività di ricerca e saggistica è stato insignito dal Capo dello Stato, on. Giorgio Napolitano, dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Ha ricevuto tra gli altri i Premi Nazionali e Internazionali: Biglia Verde (2015), Pergamene Pirandello (2014), Acli per la legalità (2012), Fidas-Amico per la Comunicazione (2001),  Penne Pulite (1998), Master per la Comunicazione (1997).

 Nel corso della serata del 26, oltre a parlare del tema "comunicazione e cultura" e inaugurare una mostra di pittura che coinvolgerà molti artisti, il professor Pira  introdurrà e presenterà il recital della poetessa dottoressa Antonella Galuppi. Interverrà il  professor Salvatore Parlagreco, docente e storico dell'arte.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI