SANTA TERESA DI RIVA.  RALLY.  AUTO NEL GIARDINO DI UNA CASA. TRAGEDIA SFIORATA

SANTA TERESA DI RIVA. RALLY. AUTO NEL GIARDINO DI UNA CASA. TRAGEDIA SFIORATA In evidenza

Momenti di paura stamani quando una delle auto impegnate nella manifestazione ludico turistica sportiva denominata “ 1° Loopshow delle Valli Joniche” ha perso il controllo andando a finire nel giardino di un abitazione privata.

L’incidente si è verificato in Via Casalotto. L’auto da rally è sbandata dopo aver perso aderenza  finendo appunto nel giardino di una delle villette del complesso “ Le tre schiere”.

Per fortuna nessuno è rimasto ferito. Ma l’incidente poteva avere conseguenze ben più drammatiche se si considera che proprio in quel tratto, ai lati della strada, c’erano molte persone accorse per assistere al passaggio delle auto. 

Un gruppo di persone è stato proprio  sfiorata dall’auto che ribaltandosi è andata poi a concludere la sua corsa nell’area verde.

Un incidente che impone delle riflessioni circa l’opportunità di consentire o meno lo svolgimento di manifestazioni di questo genere all’ interno del centro abitato.

 

000
Letto 8347 volte

Articoli correlati (da tag)

  • SANTA TERESA DI RIVA. Associazione SiciliArte: si conclude il progetto “Le gesta di Orlando”

    In una cornice di pubblico eccezionale, si è concluso oggi il progetto “Le Gesta di Orlando” dell’Associazione SiciliArte, guidata dal Prof. Carmelo Ariosto.

    Il progetto, avviato nel 2017, aveva come obiettivo l’integrazione di giovani con bisogni educativi speciali attraverso la promozione della cultura siciliana e le nuove tecnologie. In due anni sono stati coinvolti oltre 600 studenti, 30 docenti e maestranze qualificate di dieci diversi istituti scolastici della provincia di Messina. I giovani sono stati impegnati in attività di pittura, disegno digitale con tavolette grafiche, narrazione di miti e leggende, laboratori di danza, recitazione, musica e apprendimento della cultura siciliana, supportati dai “mastri” pupari.

    A conclusione del progetto, enorme la soddisfazione di alunni e docenti, che hanno tantissimo apprezzato le attività in cui sono stati coinvolti.

    Per la sua finalità, il progetto è stato sostenuto da Enel Cuore Onlus, l’Associazione senza scopo di lucro del Gruppo Enel, che sostiene iniziative promosse dalle organizzazioni non profit che hanno l’obiettivo di cautelare il benessere della persona e della famiglia, nella comunità in cui Enel è presente.

    “Sono davvero felice” – ha dichiarato il Prof. Carmelo Ariosto – “per l’impatto che il progetto ha avuto a livello scolastico, coinvolgendo oltre 600 giovani, in maggioranza con bisogni educativi speciali, favorendone la socializzazione e l’apprendimento di elementi storici e culturali che spesso, per mancanza di tempo, vengono marginalizzati nelle lezioni scolastiche. Il recupero e la valorizzazione” – conclude Ariosto – “degli elementi tipici della cultura siciliana sono un elemento essenziale della formazione dei nostri giovani perché permettono loro di rimanere in contatto con il territorio e di sentire più forte l’appartenenza alle nostre radici ed alla nostra terra”.

    In rappresentanza di Enel Cuore era presente il Dott. Stefano Terrana, responsabile Enel - Affari Istituzionali Sicilia, che ha dichiarato: “Continua il nostro impegno nei territori in cui Enel è presente. Siamo accanto alle famiglie ed alle associazioni per migliorare la vita di chi è più fragile. La cultura dell’educazione e l’attenzione alla scuola come luogo di crescita rimangono per Enel Cuore una priorità assoluta”.

    Gli Istituti scolastici che hanno partecipato al progetto:

    - IC Alì Terme, con sede nel comune di Alì Terme (ME);

    - IC Taormina 1, con sede nel comune di Taormina (ME);

    - IC Manzoni “Dina e Clarenza”, con sede nel comune di Messina;

    - IC Santa Teresa di Riva, con sede nel comune di Santa Teresa di Riva (ME);ù

    - IC Vittorini, con sede nel comune di Messina;

    - IC Mazzini, con sede nel comune di Messina;

    - IC Enzo Drago, con sede nel comune di Messina;

    - IC Roccalumera, con sede nel comune di Roccalumera (ME);

    - IC Santa Margherita, con sede nel comune di Messina (ME);

    - IC Cannizzaro Galatti, con sede nel comune di Messina (ME).

  • SANTA TERESA DI RIVA. Riconoscimento al giovane chitarrista santateresino Ivan Rui Cicala

    Note santateresine d’eccellenza lasciano il segno in quel di Aci Bonaccorsi. In occasione del IX International Music Competition Amigdala,  Memorial “G. Raciti” organizzato dalla  Associazione Amigdala, che racchiude, coinvolge e cura la crescita e il confronto tra i talenti musicali della Sicilia Nordoccidentale, il giovane chitarrista classico Ivan Rui Cicala, categoria 8-10 anni, che già si era fatto notare in due Master Class a Savoca negli anni scorsi, porta a casa il Primo Premio di categoria. Il giovanissimo musicista santateresino non ha mancato l’appuntamento d’esordio assoluto nelle kermesse concorsuali, facendosi notare nell’esecuzione, fatta con grande padronanza, di  Preludio n.3 e n.7 di Ferdinando Carulli, opera 904. La premiazione si è svolta nello storico palazzo Recupero-Cutore. Soddisfatti e commossi papà G. Massimo e mamma Veronica.

  • SANTA TERESA DI RIVA. PER IL TERZO ANNO SPIAGGIA BANDIERA BLU

    La spiaggia di Santa Teresa di Riva in provincia di Messina anche per il 2019 sarà una delle spiagge siciliane che ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di Bandiera Blu 2019.

    Già dal 2017 la cittadina jonica è stata insignita di questo importante riconoscimento da parte di Fee Italia, a seguito di un’attenta valutazione inerente non solo la qualità delle acque di balneazione ma anche i servizi in spiaggia oltre che tutte le iniziative poste in essere a tutela e salvaguardia dell’ambiente.

    “Riuscire ad ottenere questo riconoscimento - dichiara il sindaco Lo Giudice - è stata una grande conquista per la nostra comunità, che ci ha dato la possibilità di certificare in modo inconfutabile quanto di buono è stato fatto in questi anni, oltre che l’enorme potenzialità turistica dell’intera zona jonica messinese.”

    “Riconfermarsi anche nel 2019, per il terzo anno consecutivo, dimostra che il percorso intrapreso deve proseguire per migliorare la nostra comunità, rendendola sempre più vivibile e accogliente; dal 2017 infatti i dati turistici inerenti le presenze nei nostri b&b e case vacanze sono più che raddoppiati, oltre alle numerose strutture che sono nate e che sono in corso di realizzazione.”

     “Il merito va a tutta la comunità, - conclude Lo Giudice - ai nostri concittadini che sono sempre al nostro fianco nelle strategie messe in campo in tema di sostenibilità ambientale e ci danno la possibilità di raggiungere traguardi importanti come ad esempio la raccolta differenziata che ci vede tra i primi comuni siciliani ben oltre il 75%, così come la Bandiera Lilla, inerente l’accessibilità al turismo, ottenuta per la prima volta quest’anno come secondo comune siciliano.”

    Alla cerimonia tenutasi oggi a Roma presso la sala convegni del CNR oltre il Sindaco e deputato regionale Danilo Lo Giudice, erano presenti l’Assessore alla cultura Annalisa Miano e il consigliere comunale Santino Veri.

1 Response Found

  • Link al commento
    Antonio Domenica, 31 Gennaio 2016 19:13

    Ovviamente dispiace per quanto accaduto, ma parlano di Rally solo quando ci sono incidenti e solo per dire che queste manifestazioni devono essere vietate. Ogni domenica nelle tribune degli stadi e anche fuori dagli stessi succedono incidenti tra i "tifosi" che ha volte, purtroppo, hanno risvolti mortali. Non mi sembra che qualcuno abbia mai messo in dubbio lo svolgimento futuro delle partite di calcio.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Banner bottom

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Per acconsentire all’uso dei cookie clicca su per maggiori informazioni clicca QUI